Land Banking (compravendita terreni)

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

rrborsa

Nuovo Utente
Registrato
10/4/06
Messaggi
56
Punti reazioni
5
Articolo tratto da La Repubblica 1 maggio 2006


Il 2005 è stato un anno di radicale cambiamento per Uni Land. Tra maggio 2005 e febbraio 2006, il gruppo ha cambiato il core business, vendendo i cosmetici e entrando nell’immobiliare. Ha cambiato azionista (ora Cemlux è il principale socio) e ha anche cambiato management e denominazione, da Perlier in Uni Land. Una trasformazione a 360 gradi che è stata accompagnata da un poderoso rialzo del titolo (+120% solo da inizio anno). Conta il fatto che la società ha un flottante minimo, inferiore al 5%, e bastano pochi ordini per movimentare le quotazioni. Inoltre, per ripristinare il flottante il gruppo ha annunciato la distribuzione di azioni gratuite. Le prospettive, dicono gestori e analisti, sono interessanti. Uni Land è l’unica società italiana attiva nel Land Banking (compravendita terreni). Il gruppo dispone di un portfolio immobiliare di 650 mila mq che Banca Imi valuta in oltre 250 milioni. Ma il titolo in Borsa capitalizza 52 milioni. (d.b.)

:clap:
 
grande apertura.
 
Indietro