l'autorità italiana chiude un motore di ricerca file torrent

cavoli... 1a cosa che funzionava in italia:censored: :wall::wall:
 
Bergamo, 10:12

PIRATERIA: OSCURATO SITO INTERNET A BERGAMO, 3 DENUNCE

Un sito internet chiuso e tre persone denunciate: questo il bilancio dell'operazione contro la pirateria su Internet condotta dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Bergamo. I denunciati sono i gestori del sito www.colombo-bt.org , portale della pirateria tra i piu' diffusi in Italia (800.000 accessi al mese, di cui l'80% degli italiani, il che ne faceva uno degli 80 siti piu' popolari nel nostro Paese) al quale da qualche giorno e' stato inibito l'accesso agli utenti da un provvedimento del gip di Bergamo. L'operazione coordinata dal pm Giancarlo Mancusi ha dovuto superare complicati ostacoli tecnici. I titolari del sito avevano installato dei server nella Repubblica Ceca (che pero' apparivano ubicati in Svezia), e utilizzavano dei nicknames. I finanzieri sono pero' risaliti a loro grazie alla ricostruzione delle tracce lasciate dalle donazioni effettuate dagli utenti per lo sviluppo del sito attraverso l'utilizzo di canali di pagamento internazionali on line. Questi rapporti ed un conto corrente postale (insieme a tre carte Poste Pay), come peraltro la registrazione del dominio internet, sono pero' risultati intestati ad un nominativo di fantasia grazie all'utilizzo di un documento falso. Dopo essere risaliti alla vera identita' della persona, residente a Rimini, i finanzieri hanno trovato gli altri due amministratori del sito. Uno ancora di Rimini e dipendente di una societa' di videonoleggio all'interno della quale sono stati trovati 700 dvd masterizzati. L'altro, il fondatore del sito, di Campobasso. Nei loro computer c'erano le prove delle attivita'. L'attenzione degli investigatori e' ora indirizzata verso i clienti.

Fonte
 
Bergamo, 10:12

PIRATERIA: OSCURATO SITO INTERNET A BERGAMO, 3 DENUNCE

Un sito internet chiuso e tre persone denunciate: questo il bilancio dell'operazione contro la pirateria su Internet condotta dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Bergamo. I denunciati sono i gestori del sito www.colombo-bt.org , portale della pirateria tra i piu' diffusi in Italia (800.000 accessi al mese, di cui l'80% degli italiani, il che ne faceva uno degli 80 siti piu' popolari nel nostro Paese) al quale da qualche giorno e' stato inibito l'accesso agli utenti da un provvedimento del gip di Bergamo. L'operazione coordinata dal pm Giancarlo Mancusi ha dovuto superare complicati ostacoli tecnici. I titolari del sito avevano installato dei server nella Repubblica Ceca (che pero' apparivano ubicati in Svezia), e utilizzavano dei nicknames. I finanzieri sono pero' risaliti a loro grazie alla ricostruzione delle tracce lasciate dalle donazioni effettuate dagli utenti per lo sviluppo del sito attraverso l'utilizzo di canali di pagamento internazionali on line. Questi rapporti ed un conto corrente postale (insieme a tre carte Poste Pay), come peraltro la registrazione del dominio internet, sono pero' risultati intestati ad un nominativo di fantasia grazie all'utilizzo di un documento falso. Dopo essere risaliti alla vera identita' della persona, residente a Rimini, i finanzieri hanno trovato gli altri due amministratori del sito. Uno ancora di Rimini e dipendente di una societa' di videonoleggio all'interno della quale sono stati trovati 700 dvd masterizzati. L'altro, il fondatore del sito, di Campobasso. Nei loro computer c'erano le prove delle attivita'. L'attenzione degli investigatori e' ora indirizzata verso i clienti.

Fonte

ai clienti del videonoleggio o di chi ha versato il grano sottoforma di donazione?
 
Credo la seconda poi non so
 
Indietro