Lavoro in Svezia, ho ancora dei soldi alle Poste Italiane. Cosa farne?

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Barzi

Nuovo Utente
Registrato
23/6/13
Messaggi
30
Punti reazioni
1
Ciao a tutti,

non so se sia la sezione giusta, in tal caso chiedo ai moderatori di spostare il thread nella sezione più appropriata.

Bene, ora vi descrivo il mio problema, premesso che di finanzia non ci capisca granché.

Attualmente lavoro in Svezia (impiego permamente) e di consegenza mi sono aperto un conto qua. Lo stipendio mi finisce ovviamente su questo conto svedese (banca SEB).
Allo stesso tempo ho un conto Bancoposta in Italia che non ho chiuso, pensando che sia sempre buono avere un po' di Euro, in questo caso, in Italia.
Nel conto Bancoposta ho circa 9000 euro, che praticamente non uso mai neanche quando sto in Italia, visto che tendo a ritirare contanti con la carta svedese nei bancomat italiani (la corona sembra essere attualmente più forte dell'euro, quindi immagino mi convenga fa così, anche alla luce del fatto che ho bassissime commissioni).

Ho però notato una cosa: le Poste mi tolgono circa 7 euro al mese di spese di gestione, e chiaramente non ho alcuna rendita. Questo significa che il mio conto Bancoposta decresce costantemente, senza che io ne tragga alcuna utilità. Ho così deciso di togliere questi soldi dalle Poste, ma non so dove metterli. Ho valutato alcune opzioni, ma non so se i ragionamenti siano giusti, visto che di finanza non ci capisco molto. Tenete conto che preferirei soluzioni del tipo "guadagno poco - guadagno sicuro", con l'aggiunta che quando riprenderò i soldi tra qualche anno ho il giusto potere d'acquisto. Ecco i miei ragionamenti:

1. Libretto di risparmio (tipo quello delle Poste): mi pare abbia un tasso fisso lordo piuttosto basso, quindi rischio che la rendita che data da questo libretto in realtà venga mangiata nel tempo con l'inflazione. Quindi ci rimetterei.
2. Titoli di stato: i BOT stanno a 12 mesi, ma c'è sempre il problema che la rendita venga mangiata l'inflazione.
3 Titoli di stato: i BTP sarebbero meglio, almeno credo che non ci sia il problema dell'inflazione che mi mangi la rendita
4. Investire in borsa non ci penso lontanamente perché: A. non ci capisco niente, B. C'è sta il rischio che si perda parecchio (e io perderei sicuramente)

Se avete altre idee/consigli etc da darmi ve ne sarei grato. :)
Pensavo anche di investire in titoli di stato stranieri (BTP Svizzeri? BTP Tedeschi?) ma poi non so come funzioni poi con le tasse, il paese di residenza, etc etc. Qualcuno sa dirmi di più a riguardo?

Avevo anche pensato a questo piano, ma non so se sia fattibile: prendere i BTP (Italiani) e ogni 6 mesi, quando mi danno i soldi di rendimento, metterli in un libretto di risparmio (che potrebbe anche essere un libretto postale). In questo modo, i BTP mi "genererebbero" reddito ogni 6 mesi, e questo reddito sarebbe amplificato dall'interesse del libretto postale (che anche se è basso, è sempre maggiore di zero ci starei guadagnando). Alla fine, quando chiudo il BTP, mi riprendo il capitale che sarà "aggiustato" in base all'inflazione corrente in accordo con la definizione di BTP, giusto?
Potrei anche pensare di versare i soldi "generati" ogni 6 mesi dai BTP sul conto svedese, ma poi ci sarebbe il problema del tasso di cambio corona-euro che dovrei seguire attentamente, giusto?
Cosa mi consiglate di fare tenendo conto che preferirei un guadagno piccolo ma sicuro e che i soldi potrei lasciarli li per anni senza grossissimi problemi (vivo bene con il mio stipendio svedese)?

Un'ultima domanda: quale è la procedura per acquistare titoli di stato?

Grazie 1000!
 
Non hai detto se i soldi che hai sul conto postale rappresentano la parte principale o marginale dei tuoi risparmi.

Inoltre non hai detto come hai investito i tuoi asset nella banca svedese.

La banca svedese presso la quale hai il conto in Svezia ti consente l'acquisto di etf, fondi o altri prodotti finanziari quotati e venduti in SEK, ma che abbiano come sottostante asset in Euro? Se sì, non ti conviene spostare tutti gli asset in Svezia dato che hai un lavoro permanente e desumo che tu ci starai per un periodo medio-lungo?

Questi prodotti li puoi acquistare con la tua banca?
Funds
ETF

Ciao
 
Ciao e grazie per la risposta!

I soldi che ho nel conto italiano sono i risparmi di quando ancora vivevo in Italia. Poi sono partito e ho riniziato la mia vita da zero. Mi sono trovato un lavoro e mi sono aperto un conto. In questo conto svedese ho i principali risparmi, mi ci viene versato lo stipendio, e ci ho aperto un mutuo per comprarmi un appartamento.
Tuttavia, quando sono partito, ho lasciato il conto Bancoposta aperto in Italia con i 9000 euro senza toccarlo, e che ora sta scomparendo man mano.

Non capisco cosa tu intenda per aver investito gli asset nella banca svedese :confused: Come asset ho giusto il mio conto corrente svedese in Svezia, il mutuo aperto, i fondi pensionistici, etc, se è quello che intendi... E in Italia ho il conto Bancoposta.

Si, SEB dispone di diversi prodotti finanziari: SEB ma immagino siano tutti in SEK (cosa vuol dire avere asset sottostante in EUR?).

Per quanto riguarda gli ETF e fund (cosa sono?) si possono acquistare (nel link di sopra puoi inserire etf nel campo di ricerca in alto a destra e ottenere diversi risultati, mentre fund tradotto è fonder e ci sono varie voci).

Il fatto è che vorrei avere una piccola investita in EUR che mi sembra comunque più stabile come moneta. Oppure, buttare sti 9000 euro sul mutuo, ma non so se sia una buona idea, visto che ora il SEK mi pare molto più forte dell'EUR adesso.
 
Ultima modifica:
Potresti sottoscrivere buoni postali fruttiferi indicizzati all'inflazione italiana...
Puoi farlo tramite il conto che hai, oppure, se non vuoi pagare spese di gestione, tramite un libretto postale.
 
senza costi puoi aprire un conto in banca online e da lì puoi acquistare quello che vuoi compresi i titoli di stato, tra l'altro avresti bancomat e carta credito gratis e potresti prelevare in ogni bancomat italiano, non credo che usando la carta svedese non paghi nulla e in ogni caso hai le commissioni salate del cambio valuta.
 
Il c/c arancio é ottimo e se hai una giacenza media di 5000euro non hai spese. Ti da inoltre bancomat e carta di credito gratuite.
Potresti anche metterli in un conto di deposito magari rendimax che ti da il 3%svincolabile o di piú se lo vincoli ad una determinata scadenza.
 
Ciao e grazie a tutti per le risposte!

Sono andato a leggermi un po sui bfpi. Potrei investire tutti i 9000 su bfpi, che stanno all'1% annuo, ma non so poi come funzioni con le spese di gestione. Oppure, per evitare costi di gestione, dovrei fare c/c -> libretto postale -> bfpi? In questo caso perderei le carte, giusto?
Questi buoni non mi sembrano male, ma in effetti si potrebbe fare di meglio ;)
Infatti, ho dimenticato un punto fondamentale. Questi 9k potrei tranquillamente vincolarli per un tempo medio/lungo (5-10 anni) e dimenticarmi completamente di averli. Con l'opzione "vincolo" l'1% sarebbe un po' strettino, non vi pare?

Però sul fatto vincolarli o meno ci devo pensare bene. Se il SEK dovesse crollare, ritirando con la carta svedese ci rimetterei tanto! In Italia, mi converrebbe avere una parte "fissa" investita e vincolata (diciamo i 9000 EUR), e una parte "mobile" in EUR in cui ci metterei i soldi dal conto svedese prima di tornare in Italia. Oppure sulla parte mobile ci potrei mettere le cedole che mi becco dai 9000 investiti :D

Esempio: se prevedo di tornare in Italia per il mese di luglio, e stimando che spenda 1000 euro nell'arco di tutto il mese, allora a maggio/giugno potrei mettere circa 8700 SEK (che sono circa 1000 euro) nella parte "mobile" del conto italiano dal conto svedese. Una volta in Italia, so che disporrei di 1000 EUR da ritirare con una carta bancomat italiana presso qualsiasi sportello ATM. Fila come ragionamento?

Per completezza: queste sono le condizioni della banca con cui sto ora:

- Prelievo ATM Svezia e paesi EU, Norvegia, Islanda e Liechtenstein 0SEK
- Prelievo ATM estero 35 SEK
- Prelievo di contanti presso un ufficio bancario / scambio all'estero 35 SEK
- Cambio valuta, supplemento per acquisti e prelievi di contante all'estero 1,65%

Non mi pare affatto male per giustificare il fatto che attualmente ritiro soldi dagli ATM italiani tramite carta svedese, no?:confused:
 
con i bfpi non hai nessun costo di gestione e calcola che l'1% è aggiunto alla quota inflazione che calcolano per il periodo di emissione ;) anche io che seguo tutti i giorni (non per questo ho una conoscenza significativa) ho dedicato una parte ai bfpi sono interessanti e dopo 18 mesi puoi svincolarli
 
La residenza anagrafica presumo tu ce l´abbia in Svezia, corretto?
Con la residenza all´estero dubito che tu possa aprire conti online in Italia,
quello con le poste lo hai perché l´avevi aperto molto tempo fa quando stavi in Italia.
Informati anche presso le finanze svedesi per la detenzione di un conto in Italia.
Quando un italiano detiene un conto estero ove percepisce interessi ed é residente in italia deve combattere/impazzire col fisco per la compilazione del quadro RW e/o altri.
 
Il fatto è che vorrei avere una piccola investita in EUR che mi sembra comunque più stabile come moneta. Oppure, buttare sti 9000 euro sul mutuo, ma non so se sia una buona idea, visto che ora il SEK mi pare molto più forte dell'EUR adesso.

Se il tasso di interesse che paghi per il mutuo è > 4% credo che ti convenga usare i soldi in Italia per abbattere parte del mutuo in SEK.

Fare previsioni sui tassi di cambio è una delle cose più difficili (nel tuo caso EUR/SEK).

Altrimenti la sfida da vincere sarebbe quella di ottenere con i tuoi asset in Italia, al netto della tassazione, un rendimento superiore al tasso che paghi per il mutuo. Dubito fortemente che tu lo riesca a fare con investimento in buoni postali fruttiferi indicizzati all'inflazione italiana o con conti deposito. Dovresti andare ad investire su asset di investimento più rischiosi, con volatilità elevata e che non danno garanzia di rendimento, es. investimento bilanciato obbligazionario/azionario.

Inoltre come ti hanno fatto notare dovresti valutare anche le implicazioni fiscali.

Ciao
 
perchè paghi 7€ al mese?puoi aprire il conto bancoposta click che ha zero spese e poi acquisti i buoni legati all'inflazione
 
con i bfpi non hai nessun costo di gestione e calcola che l'1% è aggiunto alla quota inflazione che calcolano per il periodo di emissione ;) anche io che seguo tutti i giorni (non per questo ho una conoscenza significativa) ho dedicato una parte ai bfpi sono interessanti e dopo 18 mesi puoi svincolarli

'spetta, precisiamo..
I BFPi hanno durata 10 anni ma sono svincolabili in ogni momento se si ha necessita' di prelevare la somma: entro i primi 18 non ti pagano gli interessi, ma i soldi te li danno.

Dal 18° mese si puo' riscattare il buono (anche parzialmente, in tagli da 250 euro) comprensivo di interessi (anche quelli dei 18 mesi iniziali).


http://www.finanzaonline.com/forum/...ndicizzati-allinflazione-italiana-cap-xi.html
 
Ultima modifica:
La residenza anagrafica presumo tu ce l´abbia in Svezia, corretto?
Con la residenza all´estero dubito che tu possa aprire conti online in Italia,
quello con le poste lo hai perché l´avevi aperto molto tempo fa quando stavi in Italia.
Informati anche presso le finanze svedesi per la detenzione di un conto in Italia.
Quando un italiano detiene un conto estero ove percepisce interessi ed é residente in italia deve combattere/impazzire col fisco per la compilazione del quadro RW e/o altri.

Ahi ahi ahi! A questo non ci avevo proprio pensato! Si, ho la residenza in Svezia, e la prossima settimana mi iscriverò (finalmente) anche all'AIRE per registrarmi come italiano all'estero. Quindi se apro un conto online in Italia, ammesso che a questo punto si possa fare, devo pagare le tasse sulla rendita del conto sia al fisco italiano e sia al fisco in Svezia? Come funziona sta cosa qua?! Tenete conto che in Italia non ho NIENTE, ma solo sti 9k parcheggiati alle poste e che stanno scomparendo a una velocità di 7 euro al mese mi rode non poco. Scusate, una domanda di carattere generale, ma a sto punto, se uno considera inflazione, tasse, etc. a quanto deve avere il tasso di interesse per guadagnarci qualcosa? :o Altrimenti davvero converrebbe mettere i soldi sotto il materasso.
 
Ciao a tutti,

non so se sia la sezione giusta, in tal caso chiedo ai moderatori di spostare il thread nella sezione più appropriata.

Bene, ora vi descrivo il mio problema, premesso che di finanzia non ci capisca granché.

Attualmente lavoro in Svezia (impiego permamente) e di consegenza mi sono aperto un conto qua. Lo stipendio mi finisce ovviamente su questo conto svedese (banca SEB).
Allo stesso tempo ho un conto Bancoposta in Italia che non ho chiuso, pensando che sia sempre buono avere un po' di Euro, in questo caso, in Italia.
Nel conto Bancoposta ho circa 9000 euro, che praticamente non uso mai neanche quando sto in Italia, visto che tendo a ritirare contanti con la carta svedese nei bancomat italiani (la corona sembra essere attualmente più forte dell'euro, quindi immagino mi convenga fa così, anche alla luce del fatto che ho bassissime commissioni).

Ho però notato una cosa: le Poste mi tolgono circa 7 euro al mese di spese di gestione, e chiaramente non ho alcuna rendita. Questo significa che il mio conto Bancoposta decresce costantemente, senza che io ne tragga alcuna utilità. Ho così deciso di togliere questi soldi dalle Poste, ma non so dove metterli. Ho valutato alcune opzioni, ma non so se i ragionamenti siano giusti, visto che di finanza non ci capisco molto. Tenete conto che preferirei soluzioni del tipo "guadagno poco - guadagno sicuro", con l'aggiunta che quando riprenderò i soldi tra qualche anno ho il giusto potere d'acquisto. Ecco i miei ragionamenti:

1. Libretto di risparmio (tipo quello delle Poste): mi pare abbia un tasso fisso lordo piuttosto basso, quindi rischio che la rendita che data da questo libretto in realtà venga mangiata nel tempo con l'inflazione. Quindi ci rimetterei.
2. Titoli di stato: i BOT stanno a 12 mesi, ma c'è sempre il problema che la rendita venga mangiata l'inflazione.
3 Titoli di stato: i BTP sarebbero meglio, almeno credo che non ci sia il problema dell'inflazione che mi mangi la rendita
4. Investire in borsa non ci penso lontanamente perché: A. non ci capisco niente, B. C'è sta il rischio che si perda parecchio (e io perderei sicuramente)

Se avete altre idee/consigli etc da darmi ve ne sarei grato. :)
Pensavo anche di investire in titoli di stato stranieri (BTP Svizzeri? BTP Tedeschi?) ma poi non so come funzioni poi con le tasse, il paese di residenza, etc etc. Qualcuno sa dirmi di più a riguardo?

Avevo anche pensato a questo piano, ma non so se sia fattibile: prendere i BTP (Italiani) e ogni 6 mesi, quando mi danno i soldi di rendimento, metterli in un libretto di risparmio (che potrebbe anche essere un libretto postale). In questo modo, i BTP mi "genererebbero" reddito ogni 6 mesi, e questo reddito sarebbe amplificato dall'interesse del libretto postale (che anche se è basso, è sempre maggiore di zero ci starei guadagnando). Alla fine, quando chiudo il BTP, mi riprendo il capitale che sarà "aggiustato" in base all'inflazione corrente in accordo con la definizione di BTP, giusto?
Potrei anche pensare di versare i soldi "generati" ogni 6 mesi dai BTP sul conto svedese, ma poi ci sarebbe il problema del tasso di cambio corona-euro che dovrei seguire attentamente, giusto?
Cosa mi consiglate di fare tenendo conto che preferirei un guadagno piccolo ma sicuro e che i soldi potrei lasciarli li per anni senza grossissimi problemi (vivo bene con il mio stipendio svedese)?

Un'ultima domanda: quale è la procedura per acquistare titoli di stato?

Grazie 1000!

per "soli" 9000 euro non conviene ne fare buoni postali ne altro ti manger
ebbero i profitti l'imposta di bollo del caro Monti :bow: ed i vari canoni ...... un consiglio leva tutto e porta in svezia:bye:
 
Se il tasso di interesse che paghi per il mutuo è > 4% credo che ti convenga usare i soldi in Italia per abbattere parte del mutuo in SEK.

Il mutuo ce l'ho sotto il 3% (mi pare 2.88%) per due anni. Il prossimo anno ad Agosto si negozierà di nuovo con la banca.

Fare previsioni sui tassi di cambio è una delle cose più difficili (nel tuo caso EUR/SEK).

Altrimenti la sfida da vincere sarebbe quella di ottenere con i tuoi asset in Italia, al netto della tassazione, un rendimento superiore al tasso che paghi per il mutuo. Dubito fortemente che tu lo riesca a fare con investimento in buoni postali fruttiferi indicizzati all'inflazione italiana o con conti deposito. Dovresti andare ad investire su asset di investimento più rischiosi, con volatilità elevata e che non danno garanzia di rendimento, es. investimento bilanciato obbligazionario/azionario.

Credo che ciò sia impozzibile. Calcolando che ho un mutuo di 200k al 2.88% è facile vedere quanto mi dovrebbero rendere gli asset in Italia al netto delle spese...

Inoltre come ti hanno fatto notare dovresti valutare anche le implicazioni fiscali.

Ciao

Eh si... ho notato. Vorrei capirci meglio però. Far aprire un conto ad un amico è illegale, vero? Il fatto è che mi vorrei tenere un po' di EUR per sicurezza, ma a quanto pare è più difficile del previsto. Inoltre il cambio EUR/SEK sta intorno a 8.5 (nel 2009, quando venni in visita in Svezia stava a 11-12!!!), quindi mi roderebbe un bel po' spostare adesso tutto in Svezia. :rolleyes: Ma d'altro canto, il mio conto italiano sta diminuendo con un rate di 7 EUR/mese...
 
perchè paghi 7€ al mese?puoi aprire il conto bancoposta click che ha zero spese e poi acquisti i buoni legati all'inflazione

Ah non lo so. Ecco cosa ho:

- CANONE MENSILE CONTO PIU' ADDEBITO RELATIVO AL PERIODO DI MAGGIO 2013 : 4,00 €
- IMPOSTA DI BOLLO: 2,90 €

Ho il conto BancoPosta classico. (non il "più" né il "click").
 
per "soli" 9000 euro non conviene ne fare buoni postali ne altro ti manger
ebbero i profitti l'imposta di bollo del caro Monti :bow: ed i vari canoni ...... un consiglio leva tutto e porta in svezia:bye:

Dici? Beh ora che sto considerando anche il fisco... boh, non so cosa fare. Ho pensato di portare tutto in Svezia, ma mi rode per via del cambio di adesso rispetto a quello 2009-2010. :rolleyes:
 
per "soli" 9000 euro non conviene ne fare buoni postali ne altro ti manger
ebbero i profitti l'imposta di bollo del caro Monti :bow: ed i vari canoni ...... un consiglio leva tutto e porta in svezia:bye:

A questo punto, ottimo consiglio!OK!

Eh si... ho notato. Vorrei capirci meglio però. Far aprire un conto ad un amico è illegale, vero? Il fatto è che mi vorrei tenere un po' di EUR per sicurezza, ma a quanto pare è più difficile del previsto. Inoltre il cambio EUR/SEK sta intorno a 8.5 (nel 2009, quando venni in visita in Svezia stava a 11-12!!!), quindi mi roderebbe un bel po' spostare adesso tutto in Svezia. :rolleyes: Ma d'altro canto, il mio conto italiano sta diminuendo con un rate di 7 EUR/mese...

l´amico é fidato? Sarebbe da far aprire il conto come se fosse lui...e se lui poi non ti restituisce i soldi :mmmm: cmq dovrebbe anche far partire tutto da un conto d´appoggio presso banca fisica intestato a lui.
l´ideale sarebbe Rendimax che paga anche i bolli per il 2013...poi non si sa...

Visto che la cifra é irrisoria, potresti davvero togliere tutto...ti tieni una parte in Euro a casa(al max. ci perdi il valore dell´inflazione peró quando sei in Italia hai Euro senza necessita di cambio) ed il resto lo cambi in SEK oppure mantieni tutto in Euro per quando verrai qua o girerai area EURO.

Alla fine risparmierai 34,20 di bollo annuo e 36 di canone per cui é come se tenendoti i soldi a casa guadagnassi 70,20 annui :o
 
Dici? Beh ora che sto considerando anche il fisco... boh, non so cosa fare. Ho pensato di portare tutto in Svezia, ma mi rode per via del cambio di adesso rispetto a quello 2009-2010. :rolleyes:

hahahah

se proprio ti rode pagare quei 7 neuri al mese e l'imposta di bollo, apri 2 banalissimi conti correnti a ZERO SPESE, e sotto i 5000 euro non paghi nemmeno l'imposta di bollo.

es

4500 iwbank
4500 barclays

ti dico questi 2 due banke, perkè le uso e SO CHE NON PAGO ALCUN CANONE , ma ci sono altre banke che hanno cc senza CANONE MENSILE.
forse webank.
 
hahahah

se proprio ti rode pagare quei 7 neuri al mese e l'imposta di bollo, apri 2 banalissimi conti correnti a ZERO SPESE, e sotto i 5000 euro non paghi nemmeno l'imposta di bollo.

es

4500 iwbank
4500 barclays

ti dico questi 2 due banke, perkè le uso e SO CHE NON PAGO ALCUN CANONE , ma ci sono altre banke che hanno cc senza CANONE MENSILE.
forse webank.

Nemmeno Webank e Fineco(se lasci Cashpark attivo anche se vuoto)
ma CHE tieni presente che lui a brevissimo non é piú residente per cui bisogna vedere quali banche aprono eventualmente conti a non residenti :censored:
 
Indietro