Lavrov: la russofobia è senza precedenti

Il margine di guadagno che hanno le.aziende sulle esportazioni
Ne ho visti di bilanci con esportazioni verso la.Francia , per fare un esempio, con margini bassissimi.
Anche se esportassimo immondizia per oro il volume è cosi basso che non cambia nulla
 

Mi salvo il tuo post. :)

Il grafico che hai postato ha due pregi:

- smentisce il diffuso opinionismo (mai suffragato da dati) che la riduzione delle nostre esportazioni verso la Russia sia una iattura epocale;

- evidenzia bene chi sono i principali partner commerciali per ciò che riguarda le esportazioni e, anche, in quali aree si focalizzano realmente i nostri interessi economici.
 
Mi salvo il tuo post. :)

Il grafico che hai postato ha due pregi:

- smentisce il diffuso opinionismo (mai suffragato da dati) che la riduzione delle nostre esportazioni verso la Russia sia una iattura epocale;

- evidenzia bene chi sono i principali partner commerciali per ciò che riguarda le esportazioni e, anche, in quali aree si focalizzano realmente i nostri interessi economici.
E' come la storia del prezzo del gas e di tante altre bufale che di contino la propaganda russa ricicla
 
E' come la storia del prezzo del gas e di tante altre bufale che di contino la propaganda russa ricicla

La propaganda esiste e viene agita proprio perché pochi hanno la pazienza di verificare i dati e le fonti.

E ha successo perché verificare dati e fonti ha un costo in tempo, mentre propalare opinioni per fatti è un attimo.
 
Mi salvo il tuo post. :)

Il grafico che hai postato ha due pregi:

- smentisce il diffuso opinionismo (mai suffragato da dati) che la riduzione delle nostre esportazioni verso la Russia sia una iattura epocale;

- evidenzia bene chi sono i principali partner commerciali per ciò che riguarda le esportazioni e, anche, in quali aree si focalizzano realmente i nostri interessi economici.
In realtà sono cose note da sempre, ma è opportuno ripeterle.
Ora, che il danno aggregato diretto sia limitato è un conto, il fatto è che magari è concentrato su alcuni soggetti i quali spesso per conseguenza danno luogo a fenomeni di lobby (c'è poi un danno più generale dovuto alla situazione di incertezza mondiale, ma questo non dipende dalle posizioni politiche dei singoli governi).

by
 
Anche se esportassimo immondizia per oro il volume è cosi basso che non cambia nulla

Per noi no , ma per le aziende che esportano magari si, peraltro come ben si sa , i prodotti italiani in Russia si trovano tranquillamente.
Quindi da qualche parte passano, e chi esporta lo fa per guadagnare.
Capitalismo e neoliberismo
 
Per noi no , ma per le aziende che esportano magari si, peraltro come ben si sa , i prodotti italiani in Russia si trovano tranquillamente.
Quindi da qualche parte passano
Hai capito che non ci cambia niente oppure si parla tanto per? Le aziende moncommittente, invece, si devono dare una svegliata perchè non si fa business cosi!
 
Il margine di guadagno che hanno le.aziende sulle esportazioni
Ne ho visti di bilanci con esportazioni verso la.Francia , per fare un esempio, con margini bassissimi.
Visto che citi a Francia (quale paese UE), dobbiamo tener conto che il nostro export nell'area UE vale il 55% del totale; anche se fosse minimo il margine,(sul quale ho i miei dubbi), se moltiplicato 55% dovrebbe fare il suo peso visto che parliamo di un mercato (UE) che vale un terzo de PIL mondiale.
 
La propaganda esiste e viene agita proprio perché pochi hanno la pazienza di verificare i dati e le fonti.

E ha successo perché verificare dati e fonti ha un costo in tempo, mentre propalare opinioni per fatti è un attimo.
ha succeso, anche, perché alcuni proprio quello vogliono sentire, e appena hanno un appiglio minimo, ci si fiondano, non vedendo l'ora di poter ripetere che l'Italia dovrebbe farsi i fatti suoi, che l'Ucraina non va aiutata, che l'occidente sbaglia e bla bla bla.
Di verificare le fonti non gliene frega una mazza, anzi, meglio sarebbe, per loro, che nessuno le verificasse.
 
Eppure siamo in un sito di finanza(cit)
I risultati passati non sono garanzia che quelli futuri li eguaglino o li superino.
Aggiungo io, specie se sono stati raggiunti con condizioni di base diverse (costi m.p. ecc) ma cq se in futuro saranno rose e fiori vi sarà reso il giusto riconoscimento per le Vostre capacità di analisi, non ci vorrà molto
 
Infatti e da mo che sostengo che senza il vasto e ricco mercato russo non possiamo farcela ad uscire dalla crisi dove siamo piombati
 
ha succeso, anche, perché alcuni proprio quello vogliono sentire, e appena hanno un appiglio minimo, ci si fiondano, non vedendo l'ora di poter ripetere che l'Italia dovrebbe farsi i fatti suoi, che l'Ucraina non va aiutata, che l'occidente sbaglia e bla bla bla.
Di verificare le fonti non gliene frega una mazza, anzi, meglio sarebbe, per loro, che nessuno le verificasse.

Ci sono gli euro parlamentari in campagna elettorale, prova ad andare ad ascoltarli in assemblee aperte, di qualsiasi partito, cambia poco
 
Infatti e da mo che sostengo che senza il vasto e ricco mercato russo non possiamo farcela ad uscire dalla crisi dove siamo piombati

Abbiamo semplicemente bisogno di una politica estera, economica e pure militare comune che tolga l' Europa dalla posizione di vaso coccio, quale è adesso.
Di conseguenza un' iniziativa europea sulla guerra in Ucraina.
Che non è in Asia America o Africa ma sul nostro territorio
 
Hai capito che non ci cambia niente oppure si parla tanto per? Le aziende moncommittente, invece, si devono dare una svegliata perchè non si fa business cosi!

La questione è che si vuole dare una connotazione di "grave danno economico all'Italia", peraltro citando prodotti agroalimentari e simili che non sono soggetti alle sanzioni in esportazione verso la Russia.

Il fatto che la Russia possa aver messo dazi e limiti su alcuni di questi prodotti non cambia di molto le sorti dell'Italia, dà problemi a singoli imprenditori che, però, dovrebbero sapere che ciò fa parte di un rischio di impresa.

Solo in Italia, per qualsiasi cambiamento delle condizioni al contorno del mercato (che ci sono continuamente) e che peraltro riguardano porzioni minime delle esportazioni, si invocano decisioni statali.
 
La questione è che si vuole dare una connotazione di "grave danno economico all'Italia", peraltro citando prodotti agroalimentari e simili che non sono soggetti alle sanzioni in esportazione verso la Russia.

Il fatto che la Russia possa aver messo dazi e limiti su alcuni di questi prodotti non cambia di molto le sorti dell'Italia, dà problemi a singoli imprenditori che, però, dovrebbero sapere che ciò fa parte di un rischio di impresa.

Solo in Italia, per qualsiasi cambiamento delle condizioni al contorno del mercato (che ci sono continuamente) e che peraltro riguardano porzioni minime delle esportazioni, si invocano decisioni statali.

È evidente che non hai mai fatto impresa.
Che nei sistemi liberali , alla fine della fiera , pagano stipendi e pensioni a tutti
 
:rolleyes:
Per avere una società non me la cavo male.

Considerando tutto il tempo che perdi a scrivere post , sostanzialmente inutili, come tutti noi , ovviamente penso di no
Sempre se lavori con i privati, e non con il settore pubblico
 
Considerando tutto il tempo che perdi a scrivere post , sostanzialmente inutili, come tutti noi , ovviamente penso di no
Sempre se lavori con i privati, e non con il settore pubblico

Ti rassicuro :D

Solo clienti che pagano le fatture a non più di 10 gg. dall'emissione, il che esclude a priori clienti italiani e, a maggior ragione, il settore pubblico.
 
Qualcuno fa impresa e qualcuna va ad ascoltare le chiacchiere al bar
 
Indietro