Libro Trade

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

1 rule

disegual
Registrato
22/11/10
Messaggi
1.396
Punti reazioni
20
Qualcuno mi può consigliare qualche libro per imparare le basi del trade?:)

trading intraday sul future S&P/MIB
Alessandro Aldrovandi

questo è molto semplice e chiaro anche per chi inizia da 0...
...Ovviamente non per iniziare con i future :rolleyes: ma per capire come si puo fare trading.. a mio avviso identiche regole e metodologie possono essere applicate sui titoli azionari...

P.S. resta comunque piu importante di tutto comprendere ed applicare il money management in modo corretto :)
ciao
 
c'è un solo vero libro importante
il murphy :o
 
c'è un solo vero libro importante
il murphy :o

ecco che dice MURPHY....

Fare una mappa dei trend, ovvero studiare i grafici a lungo termine ma su scala settimanale o mensile. Studiare solo grafici di breve periodo può ingannare. Anche se si fa trading intraday, lo si può fare con più coerenza avendo una visione di lungo periodo.

Seguire il trend. Se il trend è in salita, occorre acquistare quando ci sono gli avvallamenti, se il trend è in discesa occorre vendere quando ci sono delle riprese. Se si fa trading intraday, occorre usare grafici giornalieri o intraday.


Trovare il minimo e il massimo del trend, ovvero trovare i punti di supporto e di resistenza.

Sapere di quanto è possibile retrocedere, ovvero di quanto il mercato può correggere un balzo al rialzo o uno al ribasso. Solitamente, sono normali ritracciamenti del 50%.

Tracciare le trendline, tenendo presente che una trendline, per conferma il trend, dovrebbe essere formata da almeno tre punti che vanno nella stessa direzione.

Seguire le medie mobili, che ci dicono se un trend è ancora in movimento e ci aiutano a prevedere un eventuale cambiamento di trend. Per avere risultati ancora più precisi, occorre seguire i grafici di due medie mobili in contemporanea.

Seguire gli oscillatori, che ci indicano le condizioni di mercato e ci dicono se questo è salito o meno.

Riconoscere i segnali di allarme, usando il MACD, Moving Average Convergence Divergence, che combina diverse medie mobili con gli elementi di un oscillatore. Un grafico MACD ci dà dei segnali circa il cambiamento di un trend, in anticipo rispetto al momento reale.

Capire se il mercato è in una fase di trend o meno, usando l’ADX, Average Directional Movement Index, che misura il grado di trend del mercato.

Riconoscere le conferme che il mercato ci dà, ovvero che i volumi procedano nella giusta direzione. Ad esempio, se il trend è positivo, volumi crescenti dovrebbero coincidere con i giorni di rialzo.

CONCORDO ed utilizzo molto di questo...
Il tutto è contenuto anche nel libro sopracitato
OK!
 
ecco che dice MURPHY....

Fare una mappa dei trend, ovvero studiare i grafici a lungo termine ma su scala settimanale o mensile. Studiare solo grafici di breve periodo può ingannare. Anche se si fa trading intraday, lo si può fare con più coerenza avendo una visione di lungo periodo.

Seguire il trend. Se il trend è in salita, occorre acquistare quando ci sono gli avvallamenti, se il trend è in discesa occorre vendere quando ci sono delle riprese. Se si fa trading intraday, occorre usare grafici giornalieri o intraday.


Trovare il minimo e il massimo del trend, ovvero trovare i punti di supporto e di resistenza.

Sapere di quanto è possibile retrocedere, ovvero di quanto il mercato può correggere un balzo al rialzo o uno al ribasso. Solitamente, sono normali ritracciamenti del 50%.

Tracciare le trendline, tenendo presente che una trendline, per conferma il trend, dovrebbe essere formata da almeno tre punti che vanno nella stessa direzione.

Seguire le medie mobili, che ci dicono se un trend è ancora in movimento e ci aiutano a prevedere un eventuale cambiamento di trend. Per avere risultati ancora più precisi, occorre seguire i grafici di due medie mobili in contemporanea.

Seguire gli oscillatori, che ci indicano le condizioni di mercato e ci dicono se questo è salito o meno.

Riconoscere i segnali di allarme, usando il MACD, Moving Average Convergence Divergence, che combina diverse medie mobili con gli elementi di un oscillatore. Un grafico MACD ci dà dei segnali circa il cambiamento di un trend, in anticipo rispetto al momento reale.

Capire se il mercato è in una fase di trend o meno, usando l’ADX, Average Directional Movement Index, che misura il grado di trend del mercato.

Riconoscere le conferme che il mercato ci dà, ovvero che i volumi procedano nella giusta direzione. Ad esempio, se il trend è positivo, volumi crescenti dovrebbero coincidere con i giorni di rialzo.

CONCORDO ed utilizzo molto di questo...
Il tutto è contenuto anche nel libro sopracitato
OK!

concordo su tutto ( l'unica cosa non mi è chiaro come possa il macd anticipare la fine di un trend se è soltanto una elaborazione grafica del prezzo.. come può dire qualcosa in piu del prezzo attuale e soprattutto qualcosa del futuro )

queste regole le applichi con successo anche sull'azionario italiano che ha trend abbastanza.. ballerini ?

grazie
 
prezzi nudi,un paio di medie mobili, 2-3 time frame,tracciati le trendlines,supporti e resistenze;tanta esperienza sui grafici e vai liscio.. OK!
tutto cio' che aggiungi non fa altro che confonderti ulteriormente la testa :o
 
concordo su tutto ( l'unica cosa non mi è chiaro come possa il macd anticipare la fine di un trend se è soltanto una
queste regole le applichi con successo anche sull'azionario italiano che ha trend abbastanza.. ballerini ?

grazie


come aiuto per supporre un fine trend io uso le bande di bollinger ( candela rossa che apre in esterno e chiude all'interno...

comunque personalmente uso principalmente le seguenti :


Fare una mappa dei trend, ovvero studiare i grafici a lungo termine ma su scala settimanale o mensile. Studiare solo grafici di breve periodo può ingannare. Anche se si fa trading intraday, lo si può fare con più coerenza avendo una visione di lungo periodo.

Seguire il trend. Se il trend è in salita, occorre acquistare quando ci sono gli avvallamenti, se il trend è in discesa occorre vendere quando ci sono delle riprese. Se si fa trading intraday, occorre usare grafici giornalieri o intraday.


Seguire le medie mobili, che ci dicono se un trend è ancora in movimento e ci aiutano a prevedere un eventuale cambiamento di trend. Per avere risultati ancora più precisi, occorre seguire i grafici di due medie mobili in contemporanea.


Riconoscere i segnali di allarme, usando il SAR
 
Seguire il trend. Se il trend è in salita, occorre acquistare quando ci sono gli avvallamenti, se il trend è in discesa occorre vendere quando ci sono delle riprese.

riesci a fare questo ? io no ma non vuol dire nulla il fatto che io non ci riesca..

usi un indicatore per capire quando entrare long sull'avvallamento ? o aspetti che ricominci a salire..

io entro sui massimi.. cosi in effetti devo tenere lo stop un po largo.. non sono molto preciso
 
prezzi nudi,un paio di medie mobili, 2-3 time frame,tracciati le trendlines,supporti e resistenze;tanta esperienza sui grafici e vai liscio.. OK!
tutto cio' che aggiungi non fa altro che confonderti ulteriormente la testa :o

come usi le t-line e supporti resistenze ?

entri long alla rottura della resistenza oppure alla tenuta del supporto ? :mmmm:
o in nessuno dei due modi ?
 
c'è un solo vero libro importante
il murphy :o

OK!
è sempre li, ogni tanto nei periodi di vacche magre lo rispolvero e mi ridà quel senso che ogni tanto si disperde.
Certamente, secondo il mio punto di vista, è da leggere dopo qualche anno di investimenti ad quazzum, perchè la persona è già ferrata da eventuali performance non tanto felici e o perchè ha già avuto modo di destreggiarsi con le piattaforme grafiche e "conoscere" i mercati.
 
quando invece parlate di money management....cosa intendete in sostanza? mi fate un esempio specifico di tecnica di money management sull'azionario?
 
Proprio ora che stanno per introdurre la tobin tax ovvero la fine del trading tu vuoi un consiglio. Emigra da questo paese se sei giovane.
 
Proprio ora che stanno per introdurre la tobin tax ovvero la fine del trading tu vuoi un consiglio. Emigra da questo paese se sei giovane.

:no: io non me ne vado, voglio continuare a mangiare la piadina... e se guadagnassi regolarmente sarei sicuro che non mi staccherebbero dai grafici nemmeno con il flessibile,... il modo si troverà nal caso
 
Ultima modifica:
Proprio ora che stanno per introdurre la tobin tax ovvero la fine del trading tu vuoi un consiglio. Emigra da questo paese se sei giovane.

No sembra, che se non mondiale, o almeno a 27 non se ne faccia piu' niente, da ultime news...:eek:
 
si, anche perchè passare dal 12,5% al 20% di imposta sui gain a me, personalmente, basta e avanza :mad::angry:
 
si, anche perchè passare dal 12,5% al 20% di imposta sui gain a me, personalmente, basta e avanza :mad::angry:

Si che in 3d li' da Cameron, l'ho scritto anche io, gia' il bollo gia' da 12,50% a 20%c.gain,direi come mkt italiano ne abbiamo gia' da aggiornarci in termini di abitudine st'anno....evitassero altri sconvolgimenti dei book ,dell'equilibrio,e dell'azione di trading da portare in atto di conseguenza,sarebbe meglio,
Concordo pienamente Frank,ciao e buona domenicaOK!
 
quando invece parlate di money management....cosa intendete in sostanza? mi fate un esempio specifico di tecnica di money management sull'azionario?

sempre MM è... azionario,forex,obbligazionario,poker,arrivar a fine mese...:)

piu perdi capitale piu rischi di non riprenderti ovvero...

se hai 1000 euro e usi la leva poco ci metti a perderne 500...
se quindi 500 ne rimangono per tornare a 1000 una performance del 100% devi realizzare :wall:
quindi già hai finito di tradare :yes:
 
ciao gord e buona domenica anche a te, "illuminato illuminista" del forum;)
 
come usi le t-line e supporti resistenze ?

entri long alla rottura della resistenza oppure alla tenuta del supporto ? :mmmm:
o in nessuno dei due modi ?
a grandissime linee.. le rotture,quando ci sono segnali inequivocaboli, cerco di anticiparle..altrimenti entro alla conferma (se c'è)
Posizionarsi sulla tenuta dei supporti secondo me è piu' rischioso: bisogna capire se ci troviamo in un ambiente di trading swing o momentum,cioè con una forte direzionalità che potrebbe far saltare il supporto.
Secondo me nel riconoscere questi aspetti la cosa piu' importante è l'esperienza, fermo restando che io utilizzo soltanto le medie mobili (secondo me efficacissime), tutti gli altri indicatori/oscillatori per me non servono assolutamente a nulla (anche il Macd,che comunque non uso , alla fine è una combinazione di medie mobili)
 
Ultima modifica:
OK!
è sempre li, ogni tanto nei periodi di vacche magre lo rispolvero e mi ridà quel senso che ogni tanto si disperde.
Certamente, secondo il mio punto di vista, è da leggere dopo qualche anno di investimenti ad quazzum, perchè la persona è già ferrata da eventuali performance non tanto felici e o perchè ha già avuto modo di destreggiarsi con le piattaforme grafiche e "conoscere" i mercati.

concordo in toto
spesso quando ho bisogno me lo rileggo per alcune configurazioni grafiche che necessito ricordare OK!
 
Indietro