Linux vs Unix & Windows

  • ANNUNCIO: Segui le NewsLetter di Borse.it.

    Al via la Newsletter di Borse, con tutte le notizie quotidiane sui mercati finanziari. Iscriviti per rimanere aggiornato con le ultime News di settore, quotazioni e titoli del momento.
    Per iscriverti visita questo link.

pivello nasd400

Nuovo Utente
Registrato
6/11/03
Messaggi
1.839
Punti reazioni
73
Penso che sia questo il momento per studiare con attenzione il fenomeno Linux; io sono un pivello dal punto di vista dell'analisi tecnica se qualcuno mi aiuta a capire i possibili trend di alcune società quotate ( in particolare RHAT NOVL ),ne sarei grato.

Preambolo
La mia esperienza di 13 anni nel mondo della System Integration mi ha generalmente fatto intuire dove stesse per soffiare il vento; da un paio di anni ho creduto nella possibilità per linux di affermarsi come ottima alternativa a Windows.

Essenzialmente per i seguenti motivi:
- una maturità raggiunta da alcune distribuzioni Linux che stanno sempre più riducendo il gap con Windows per quanto riguarda la semplicità di utilizzo
- una stabilità maggiore come sistema operativo di Linux ed un numero di bug minori rispetto alle continue falle che si scoprono nei sistemi Windows o per Internet Explorer ( se qualcuno ha il Windows Update attivo mi sapete dire quante volte vi ha aggiornato il sistema contro le falle di sicurezza?? ).
- l'aumento continuo di laureati che escono dalle università di tutto il mondo, dove hanno apprezzato i sistemi Linux o Unix, e nelle loro future realtà lavorative spingeranno per introdurre tali sistemi a discapito di Windows.
- il desiderio di molti stati, di enti pubblici, di società private di non dipendere più da un monopolista, ma di poter lavorare con sistemi operativi di cui si possono finalmente vedere i sorgenti.


Situazione attuale
Il mercato dei server oggi vede la seguente situazione.
I server Windows stanno incrementando un poco la loro quota, ma in percentuale minore rispetto all'incremento di Linux. Chi ci rimette sono i sistemi Unix proprietari (Sun Solaris, HP/UX, AIX etc.. ). Sembra proprio che gran parte del mercato Unix sia destinato a passare armi e bagagli a Linux ( scelta logica da un sistema Unix proprietario ad un sistema Unix-like Open Source ).
E' una mia sensazione, ma ritengo che Linux tra un paio di anni comincerà ad erodere anche la quota di server Windows. Dal
momento che i benchmark effettuati su diversi software di base fanno propendere per la scelta Linux.
Del resto quando oggi si parla di supercomputer o di cluster di server si parla quasi sempre di Linux.
Anche le grandi che facevano del loro Unix proprietario una forza ( IBM, HP, SUN ) hanno fatto accordi di partenariato con le 2 principali distribuzioni Linux Server Red Hat e Suse. IBM e HP hanno capito prima che dovevano cambiare strategia appoggiando Linux; la Sun è arrivata in ritardo, ma ora anche lei offre il suo ottimo hardware con la scelta del sistema operativo SunOS o RedHat.
Un segnale di quello che potrebbe accadere nel mercato dei server è ciò che è accaduto per il mercato dei Web Server in questi ultimi 3 anni. La quota percentuale di IIS ( web server microsoft ) è andata diminuendo; di contro la quota di Apache ( web server che è installato nella quasi totalità dei casi su server Linux ) è arrivata oltre il 60% su base mondiale.

Per quanto riguarda il mercato SOHO, cioè i desktop dei piccoli uffici e delle famiglie la preponderanza di Windows per ora sembra inattaccabile. Anche se si possono intravedere segnali confortanti che potrebbero portare a sviluppi interessanti da qui ai prossimi 3 anni :
- maturità dei prodotti di office per Linux : Staroffice e OpenOffice
- una interfaccia linux sempre più Windows-like
- una configurazione dei vari servizi tramite interfaccia
- un possibile successo del progetto Lindows.

L'unico grande ostacolo nel mercato SOHO è rappresentato attualmente dal fatto che pochi produttori dei singoli pezzi
hardware rilasciano i driver per Linux. Si spera in una inversione di tendenza nei prossimi mesi/anni.



Distribuzioni Linux
Le distribuzioni linux sono tante ma a mio parere sono solo 2 quelle da prendere in considerazione per il futuro: RedHat e Suse. Non ritengo che Mandrake, Lindows o le altre possano trovare una quota di mercato soddisfacente; anche se per Lindows una piccola speranza potrebbe esserci. Un discorso a parte dovrebbe essere fatto per il mercato asiatico che spinge
fortemente verso Linux, dove la distribuzione principe soprattutto in Cina, Giappone e Corea è TurboLinux. A quanto mi risulta TurboLinux attualmente non è quotata in Borsa.



Novell-Suse-Ximian ( www.novell.com www.suse.com www.ximian.com )
Il mondo Linux è entrato in fermento con l'acquisizione, da parte di Novell, prima di Ximian e successivamente di Suse.
Con Ximian Novell si è assicurata alcune delle tecnologie desktop per Linux più avanzate ( GNOME e Ximian Evolution ) e il progetto MONO che prevede il porting della tecnologia .NET di Microsoft su Linux.
Ovviamente l'acquisire una società che produce software di base per Linux ( interfaccia utente ) senza avere una distribuzione Linux non avrebbe avuto senso. Da quì l'acquisizione di Suse.

Il vice presidente di Novell ha sottolineato come in futuro la sua società offrirà soluzioni Linux complete e che punterà a conquistare la leadership nel mondo Linux,desktop e server, attualmente detenuta da Red Hat. Ha detto che non c'è la speranza di sostituire Windows nei desktop e server di tutto il mondo, ma che se dovesse accadere non gli dispiacerebbe. Ovviamente Suse diventa per Novell il sistema di riferimento ma questo non vuol dire che sarà tolto il supporto alla Red Hat.
Da evidenziare che per l'acquisizione di Suse, costo 210.000.000 di dollari, Novell ha venduto a IBM azioni proprie per un valore di 50.000.000 di dollari. Anche Big Blue fa parte dell'operazione, ma questo non toglie che supporterà ancora Red Hat.



RedHat tra Fedora e Enterprise ( www.redhat.com )
La risposta di Red Hat non si è fatta attendere e ha creato scompiglio nel mondo dei fans di Linux. Red Hat al 30 Aprile 2004
non supporterà più Red Hat Linux e si concentra sulla Red Hat Enterprise Linux, l'unica certificata, per il ben più ricco mercato enterprise. In un certo senso lascia il campo libero a Novell per il mercato SOHO, sottolineando come la Red Hat abbia portato avanti le due distibuzioni, per il mercato enterprise e per il mercato desktop, ma si è resa conto che non è possibile fare 2 diversi sistemi operativi, anche perchè è una strada dispendiosa, e si concentra dove c'è il vero business.

La mossa abile è quella però di collaborare con il mondo Open source tramite la distribuzione Fedora che viene rilasciata
gratuitamente alle cure di migliaia di sviluppatori. Tale piattaforma rappresenterà per la Red Hat il sistema operativo in cui verranno sperimentate le tecnologie più avanzate prima di essere portate, una volta consolidate, sulla Red Hat Enterprise Linux.
L'obiettivo dichiarato dal management delle Red Hat è di diventare la tecnologia di riferimento per Linux nel XXI secolo.
La Red Hat non si dice affatto preoccupata dall'ingresso di Novell per il motivo che Novell è di un paio di anni in ritardo rispetto a loro; anzi afferma che l'ingresso di un nuovo importante competitor Linux non può che far bene al mercato e rappresenta un rischio soprattutto per Microsoft.



Ipotesi
E se un big ( Sun Microsystem, HP, IBM, Oracle etc.. ) pensasse di acquisire la Red Hat, vedendo un grande affare dietro Linux o pensando che la Microsoft comincia a dare i primi segni di declino ?
Novell e Red Hat alleate potrebbero infliggere una sconfitta a Microsoft?


Conclusione
Per correttezza io possiedo azioni RHAT e da 2 giorni NOVL; non ho mai comprato azioni MSFT e dal 1996 il mio atteggiamento
positivo verso Microsoft è sparito e considero attualmente la società di Seattle un danno per il mondo della IT. Non prima di
2 o 3 anni si potranno vedere gli esiti di questa guerra strisciante ma reale.
Cosa prevedo o spero : MSFT DOWN, RHAT e NOVL UP.

Gradirei anche opinioni diverse da quelle da me espresse.
:) ;) :p :D :D :D :D :D :D :D
 
Scritto da pivello nasd400
Penso che sia questo il momento per studiare con attenzione il fenomeno Linux; io sono un pivello dal punto di vista dell'analisi tecnica se qualcuno mi aiuta a capire i possibili trend di alcune società quotate ( in particolare RHAT NOVL ),ne sarei grato.




Conclusione
Per correttezza io possiedo azioni RHAT e da 2 giorni NOVL; non ho mai comprato azioni MSFT e dal 1996 il mio atteggiamento
positivo verso Microsoft è sparito e considero attualmente la società di Seattle un danno per il mondo della IT. Non prima di
2 o 3 anni si potranno vedere gli esiti di questa guerra strisciante ma reale.
Cosa prevedo o spero : MSFT DOWN, RHAT e NOVL UP.

Gradirei anche opinioni diverse da quelle da me espresse.
:) ;) :p :D :D :D :D :D :D :D




Trado LNUX e ne sono attualmente azionista con 1000 pezzi .
Ho stoppato con un altro lotto doppio sopra 5.$ , il mio ultimo ingresso di 3000 pezzi di giovedi'.

Ho cercato un break di area 5.60 $ (hai due medie importanti poco sopra )
che non c'e' stato, questa settimana.


Al verificarsi di questa ipotesi , si aprono scenari interessanti , fino ai 8.89 $ , con un intermezzo sui 7.52 $ (media 100 weekly).
Sale , con movimenti improvvisi causati ba botte in acquisto anche di un milione di pezzi.


Sotto , la 11 ha incrociato la 21 nel mensile , ma entrambe le medie sono lontane , come prezzi.

Nel breve , ostacoli al ribasso sono a 4.68 $ a 4.56 (media) e a 3.93/91 (due medie mensile e weekly). Una possibile area di consolidamento, in caso di lateralita' dei mercati, base su cui pensare di accumulare , e' da 4.12 $ a 4.21





A livello operativo , mi regolo in open lunedi' , ma il close a 4.78 $ e una mancata open sopra 4.84 $ equivarrebbe ad un gap weekly , per lnux ed i mercati...con un probabile minimo settimanale per martedi' ed un max per venerdi'.
Vedremo cosa accade, senza nulla anticipare. Ho nel ptf, al solito titoli da vendere, ad al solito, titoli da comprare. E un buona percentuale liquida (60 % . 20 Silver 10 lnux e 10% asia )





Per Rhat il discorso e' diverso.
Nel weekly , non mi piace un gran che , ma ha tenuto una resistenza. Potrebbe tornare a toccare anche i 9.60 / 9.47$ .
Nel mensile, in caso di recupero "prodigioso" dei mercati ha un obiettivo a 23.74 $ ed un altro 3.80 $ sopra.

Insomma , nel tempo Rhat puo' valere 30 $ (da un punto di vista grafico)...


SUNW , per ora , l'ho evitata , e abbastanza ben interpretata...NOVL non la seguo, di fatto.


Ci sta una ragione commerciale, industriale , o di semplice tattica di mercato che possa favorire un passaggio di denaro da RHAT a LNUX ?

Una domanda a cui non saprei rispondere:rolleyes:






ciao e grazie della riflessione postata;)



Rw
 
Per RW1392

Ti ringrazio per i tuoi suggerimenti.
Anche io possiedo azioni di LNUX e nel tempo le ho comprate e vendute con qualche soddisfazione.
Per quanto riguarda i possibili movimenti di denaro da RHAT a LNUX, non penso che tale ipotesi possa verificarsi perchè si occupano di settori diversi: RHAT di sistema operativo, LNUX di servizi in ambiente Linux.
Il passaggio di flussi finanziare potrebbe riguardare nel futuro solo RHAT e NOVL che sono nella stesso settore di mercato.
La mia riflessione sulle possibili evoluzioni nel mondo dell'IT era in proiezione nel medio e lungo periodo; ma non mi spiace prendere profitto nel breve quando il mercato lo consente.
In pratica è necessario monitorare per capire in tempo se ci sarà un nuovo fenomeno "Microsoft" nel futuro; ovvero se RedHat e/o Novell saranno in grado di affermarsi.
 
Re: Per RW1392

Scritto da pivello nasd400
Ti ringrazio per i tuoi suggerimenti.
Anche io possiedo azioni di LNUX e nel tempo le ho comprate e vendute con qualche soddisfazione.
.
In pratica è necessario monitorare per capire in tempo se ci sarà un nuovo fenomeno "Microsoft" nel futuro; ovvero se RedHat e/o Novell saranno in grado di affermarsi.


Direi che per come sta evolvendo la questione MSFT , il nocciolo vero e' QUANDO ci sara' (ma pare che abbiamo iniziato e ci sono anche scadenze importanti per l'azienda di Gates) ... e da chi sara' interpretato.

I due grafici , quello di LNUX e di RHAT , si assomigliano in molte cose... e ancora ricordo quel 9 dicembre del 1999 .
Dal picco dei trecendo dollari, in 5 sedute tocco i 160$ , per tornare esattamente a meta' strada, cioe i 240 $.


adesso siamo a preoccuparci , se terra' la 55 a 4.56 $ ...:cool:
Terremo gli occhi aperti.

;)

ciao e grazie a te


Rw
 
Linux bello ma ci sono dei problemi...

La comunicazione. La gente.

Non vedo la cosa semplice ! ! !

Non c'è supporto dell'hardware e non c'e software.

Ma il problema vero è la comunicazione. Ho installato RH e SUSE ho avuto problemi, ho parlato con i tipi che usano LINUX nellamia zona e con i tipi dei vari LUG locali e non....

Poco aiuto ho avuto...

Ho tolto LINUX e son tornato al WIN.

Una scelta.
 
Scritto da Inox
Linux bello ma ci sono dei problemi...

La comunicazione. La gente.

Non vedo la cosa semplice ! ! !

Non c'è supporto dell'hardware e non c'e software.

Ma il problema vero è la comunicazione. Ho installato RH e SUSE ho avuto problemi, ho parlato con i tipi che usano LINUX nellamia zona e con i tipi dei vari LUG locali e non....

Poco aiuto ho avuto...

Ho tolto LINUX e son tornato al WIN.

Una scelta.

Concordo con te che Linux non è ancora a livello di semplice utente come configurazione e quindi Windows per il mercato SOHO può ancora stare tranquilla ( per un paio di anni !! ). Il problema vero per Microsoft è che stiamo abbandonando il client server per tornare ad applicazioni su grandi server centrali, magari distribuiti sulla rete. Stiamo parlando di applicazioni che girano su internet e lì "zio Cancelli" per me perde colpi.

Non è vero che non ci sia software per Linux; c'è ne in abbondanza ed è pure gratuito. Ti faccio solo 2 nomi per non dilungarmi : GIMP e OpenOffice che hanno tutto ciò che serve ad un utente per la grafica e per farsi i propri documenti o i propri fogli elettronici. Ti sembra che il ministero dell'Istruzione statunitense sia pazzo perchè sta pensando di abbandonare office di microsoft e passare ad openoffice perchè così risparmia miliardi ?

Il problema può risiedere solo nella mancanza di supporto per alcuni hardware specifici. Ma negli USA i rivenditori cominciano a vendere sul mercato portatili e desktop con Linux preinstallato. Basta comunque avere accortezza e prima di comprare i dell'hardware andare sui siti delle distribuzioni Linux e vedere se il singolo componente è certificato per Linux. Comunque nel giro di 2 mesi trovi il pazzo che si è andato a scrivere il driver per il componente hardware e che lo rende disponibile a tutti.

Il mio discorso della lotta tra Linux e Microsoft riguarda il mercato dove si fanno i soldi; il mercato enterprise dei grandi centri ( ministeri, enti statali, società private ) di elaborazione dati. E quando si parla di enterprise si intende non solo i server ma anche tutte le migliaia di postazioni desktop connesse a tali server ( notare che Red Hat vende 3 distinti pacchetti della Red Hat Enterprise che vanno dai grandi server ai piccoli desktop delle organizzazioni pubbliche o private che siano).
La precisazione era necessaria altrimenti cadiamo nella vecchia logica è meglio Linux o Windows che tanto piace ai sapienti della
Gartner Group.
La mia risposta non è astiosa è solo per essere precisi e non parlare di sesso degli angeli
:) :)
 
LNUX 1 Trimestre 2004

First Quarter Financial Results 2004
Release Date: After close of market on November 19th, 2003.
A conference call to review results will be held on November 19th at 2pm PST.
The dial in number for this call will be 800-450-0785 (612-332-0637 for international callers).
 
La guerra per il mercato Desktop inizia prima del previsto

IBM, HP, Dell e Sun hanno annunciato alla Desktop Linux Conference che dal 2004 spingeranno fortemente per l'adozione di Linux sui desktop aziendali. Approfittando del ritardo con cui verrà rilasciato il nuovo sistema operativo Windows ( fine 2005 - inizio 2006 ) e spinti in questo dalle richieste dei clienti che vogliono adottare Linux non solo a livello server ma anche a livello desktop ( in particolare richiedono Linux per una classica architettura a 3 livelli).

Vi allego il link della notizia in italiano, all'interno trovate link a notizie in inglese.

http://www.newsletter.duke.it/linux/insider-195.shtml


Oggi ho la sensazione molto netta che il declino della Microsoft sta per avere inizio. :D :D :D :D

RedHat, Novell-Suse, Va Software non potranno che trarre gli stessi benefici che ne trarranno IBM, HP, Sun e Dell.

Ragazzi questa è un esercito che difficilmente verrà sconfitto, non si tratta mica di una armata di Brancaleone. :) :) ;)
 
Ho sentito che Microsoft punta ora ad applicare il propio Sistema Operativo nella telefonia mobile...

...conseguenza dunque della ormai "spietata" concorrenza nei pc?

Comunque quello dei cellulari sarà un bel business pure quello...

Ciao pivello nasd400 e complimenti :)

pj
 
Scritto da pj prove
Ho sentito che Microsoft punta ora ad applicare il propio Sistema Operativo nella telefonia mobile...

...conseguenza dunque della ormai "spietata" concorrenza nei pc?

Comunque quello dei cellulari sarà un bel business pure quello...

Ciao pivello nasd400 e complimenti :)

pj

piu' che i cellulari secondo me i palmari (a cui verra' aggiunta la possibilita' di telefonare)
 
Scritto da erreti
piu' che i cellulari secondo me i palmari (a cui verra' aggiunta la possibilita' di telefonare)

Beh, però ormai a quasi tutti i cellulari è già stata "aggiunta" la possibilità di essere/diventare come palmari...

...penso la trasformazione sia in questo senso...

pj
 
Scritto da pj prove
Beh, però ormai a quasi tutti i cellulari è già stata "aggiunta" la possibilità di essere/diventare come palmari...

...penso la trasformazione sia in questo senso...

pj
pero' chi ha bisogno di internet con il cellulare trova il display troppo piccolo

i cellulari UMTS hanno tutti una dimensione un po' piu' grande dello standard e costano non molto meno di un palmare

A questo punto penso costi meno mettere un antenna sul palmare che cambiare il processore e altri componenti relativi ai cellulari
 
Per Pj e erreti

E' vero che microsoft si stia riposizionando su un mercato abbastanza ricco come quello dei cellulari, dei palmari, di tutti i dispositivi che interagiranno con noi in futuro ( pensiamo alle macchine fotografiche digitali, agli orologi, agli elettrodomestici del futuro ).
E' pur vero che esiste il S.O. Linux embedded che è nato appositamente per palmari, cellulari e dispositivi elettronici vari. Fino a 1 anno fa sembrava una utopia poter vedere palmari con S.O. Linux, ma oggi sono molti i PDA ( palmari ) che utilizzano Linux e altri se ne profilano a breve.

Riporto un breve elenco di pda per Linux :
Sharp Zaurus
Yopy
FileWalker
PowerPlay V
KAII
Royal Lin@x
Agenda Computing VRS

Date una occhiata a questo link potrebbe essere istruttivo:
http://www.linuxdevices.com/articles/AT8728350077.html

E' stato previsto che Linux alla fine di questo anno detenesse una quota del 10% sul mercato dei Pda ( dallo 0% dell'anno precedente ); staremo a vedere!

Per quanto riguarda i cellulari e Linux segnalo questo articolo
http://www.pcworld.com/news/article/0,aid,108556,00.asp
anche perchè non ho avuto molto tempo da dedicare alla ricerca di informazioni. Si parla di NEC e di scelte Linux.

Segnalo la scelta di Nokia per Java ( go SUN dopo tutto il sangue versato ) e questo mi fa associare automaticamente anche la parola Linux a lungo andare.

La guerra è aperta su tutti i fronti e ho la sensazione che porterà ad un ridimensionamento di Microsoft e chi lo dice fino al 1995 aveva un atteggiamento più che positivo verso detta società.

Sicuramente da questa guerra tecnologica non possono che venire dei benefici a noi piccoli o grandi trader che siamo.

UP UP UP e gain per tutti.

:D :D :D :D ;)
 
Uno studio del Politecnico di Milano (fatto anche da un mio professore :D )
apparso sul Sole24Ore del 10/11/2003 rileva che nel 2003 in Italia i servizi innovativi via cellulare
hanno registrato un incremento di fatturato del 62% sul 2003 a quota 400mln €.

Questa "mini-rivoluzione" sul mobile insomma è già in atto...

pj
 
Re: Re: Per RW1392

Scritto da RW1392
Direi che per come sta evolvendo la questione MSFT , il nocciolo vero e' QUANDO ci sara' (ma pare che abbiamo iniziato e ci sono anche scadenze importanti per l'azienda di Gates) ... e da chi sara' interpretato.

I due grafici , quello di LNUX e di RHAT , si assomigliano in molte cose... e ancora ricordo quel 9 dicembre del 1999 .
Dal picco dei trecendo dollari, in 5 sedute tocco i 160$ , per tornare esattamente a meta' strada, cioe i 240 $.


adesso siamo a preoccuparci , se terra' la 55 a 4.56 $ ...:cool:
Terremo gli occhi aperti.

;)

ciao e grazie a te



SEGUO DA 2 anni le azioni VA-LNUX (ne ho 3000 ad una media di 3,5$)
Che ne pensi del forte calo di queste ultime sedute??
Prospettive per il futuro??

Grazie mille in anticipo per la tua opinione al riguardo

Ciao
Alessio



Rw
 
Terzo trimeste fiscale 2004

ADVISORY/Red Hat Inc. Announces Third Quarter FY2004 Earnings Conference Call



RALEIGH, N.C.--(BUSINESS WIRE)--Dec. 8, 2003--Red Hat, Inc.(NASDAQ-NMS:RHAT) (NASDAQ: RHAT), the world's premier open source and Linux provider, will hold its quarterly conference call to discuss third quarter fiscal 2004 results, on Thursday, December 18, 2003, beginning at 5:00 p.m. Eastern Time.
 
Qualcuno sa il motivo del crollo di lnux?
ste
 
Premetto che io non sono esperto nel settore però me la cavo abbastanza bene nell'analisi tecnica...........a volte pure io faccio cileka!!!!

Ad ogni modo vedo che deve stornare e ora siamo di fronte aun possibile e classico rintracciamento: cioè che secondo i miei calcoli vedo LNUX scendere fino a 2,62 circa qualcosina in + o - e poi c'è un bel rimbalzo fino a circa 4,5!!!!!

Quindi se qualcuno vuole entrare adesso faccia molta attenzione perchè può rimanerci dentro in pieno sempre che le mie previsioni siano corrette!!!!! Io sono sicuro di quello che scrivo e dico però ognuno faccia quello che si sente di fare poi un consiglio può far piacere.

Ci vediamo a 2,62 circa!!!
Ciao e buona giornata a tutti!!
 
ehm ehm proprio dall'At mi aspetto per oggi max domani un rimbalzo, si trova sulla ascendente dai min. di maggio con target di canale a 5$, oscillatori scarichi ma non depressi!!
-------------

Complimenti per il thread, completo, chiaro e illuminante per chi non conoscitore della materia.
 
Indietro