l'oscena mania dei tatuaggi

rational

Nuovo Utente
Registrato
29/1/12
Messaggi
11.947
Punti reazioni
299
col caldo la gente si scopre, e i tatuaggi vengono esibiti.
non sò se avete notato che razza di epidemia c'è in giro, credo che oramai un giovane su due sia tatuato.
il tatuaggio è una pratica estrema, perchè iniettarsi inchiostro piu o meno tossico nel corpo è un gesto insano ed estremo.
esso esprime narcisismo alla massima potenza, vanità, spregio della salute, spesso sono anche tatoo di pessimo gusto e pessima qualità artistica.
mostruosi i bracci totalmente ricoperti di pseudomaori neri di cui il propietario probabilmente nemmeno conosce il siginificato.
altrettanto aberranti le frasi varie scritte su braccia colli e natiche, mostri e teschi ragni e ragnatele senza logica disegnato ovunque, c'è chi si tatua persino il cranio, altri pazzi arrivano a colorarsi i bulbi oculari
una epidemia che si autoalimenta, fomentata da vari vips , calciatori e modaioli vari .
una mania altamente tamarra, che ha trovato in italia il suo luogo di massima espressione, vuoi per la nota vanità modaiola tipicamente italiana, unite alla stupidità , ignoranza, tamarraggine.
Intere generazioni di fessi marchiati a vita .
Litri e litri di sostanze tossiche che andranno a devastare i loro sistemi linfatici.
che paese di m.
 

stefm

Sturm und Drang
Registrato
22/4/00
Messaggi
28.648
Punti reazioni
1.881
I piccoli tatuaggi non li apprezzo ma li sopporto.
La gente tutta tatuata non la capisco e mi fa un po' schifo.
Il piercing, specie in faccia, lo aborro.
Ma la gente non ha niente di meglio da fare che sfigurare il proprio corpo?
Specialmente i giovani, spesso di bell'aspetto, hanno proprio bisogno di imbruttirsi?
 

rational

Nuovo Utente
Registrato
29/1/12
Messaggi
11.947
Punti reazioni
299
io posso anche capire una persona che ha magari la faccia da ***** e desidera che chi ha di fronte non posi la sua attenzione sul suo viso e quindi faccia dei tatuaggi visibili così da distrarre l'interlocutore, ma vedere belle ragazze rovinarsi con oscenità varie è un insulto alla bellezza.
I ragazzi li fanno spesso per darsi un aria da duri, io li capisco anche perchè in un mondo di bulli o diventi bullo pure o te o rischi di soccombere, in ogni caso l'imbarbarimento della società italiana è evidente.
Le cause a me sono abbastanza chiare , ma non posso esporle per non sollevare polemiche e accuse di razzismo.
 

Opinionista

Esterno mie opinioni
Registrato
21/7/02
Messaggi
15.264
Punti reazioni
498
E' mia opinione che i tatuaggi siano assurdità assolute.

Ma se ci piace un disegno, non è meglio vederlo su un foglio di carta oppure su uno schermo del computer o dello smartphone invece di vederselo sulla pelle?
 

Fiber

Sospeso allo Staf
Registrato
30/6/06
Messaggi
57.399
Punti reazioni
1.232
I piccoli tatuaggi non li apprezzo ma li sopporto.
La gente tutta tatuata non la capisco e mi fa un po' schifo.
Il piercing, specie in faccia, lo aborro.
Ma la gente non ha niente di meglio da fare che sfigurare il proprio corpo?
Specialmente i giovani, spesso di bell'aspetto, hanno proprio bisogno di imbruttirsi?



esistono menti pensanti ..ed i gregge di pecore:D
 

infiniti

Nuovo Utente
Registrato
6/10/11
Messaggi
505
Punti reazioni
21
quote-everybody-has-their-own-opinion-and-own-ideas-of-what-beauty-is-rick-genest-64-21-37.jpg
 

Alice88

Bunny
Registrato
25/6/02
Messaggi
37.261
Punti reazioni
1.041
Ve l'ho dettooo, è il ritorno alla barbarie.

No, perché ne è stato già aperto uno non molti giorni fa di thread sull'argomento eh
 

belanda

Nuovo Utente
Registrato
4/1/13
Messaggi
49.863
Punti reazioni
929
Io detesto i tatuaggi ma fare i moralisti su questa questione mi pare altrettanto deprecabile .

Io ho due figli , uno ha 7 tatuaggi l'altra nemmeno uno . dal punto di vista del carattere dell'istruzione del comportamento dell'intelligenza non c'è alcuna differenza tra loro .

Non capisco i tatuaggi di mio figlio ma non mi metto sul piedistallo pretendendo di essere arbitro dei suoi gusti e delle sua motivazioni .

Non è vero che solo i tamarri si tatuano , si tatua anche gente molto in gamba molto intelligente
 

belanda

Nuovo Utente
Registrato
4/1/13
Messaggi
49.863
Punti reazioni
929
Comunque qui c'è una spiegazione leggermente piu' profonda dei commenti dei follini :

Le ragioni di un tatuaggio
Da moda trasgressiva i tatuaggi sono diventati oggi un vero fenomeno di massa. Sul piede, sulla schina, sulle braccia... Addirittura in faccia alle volte! Ne vediamo di ogni forma e dimensione, spaventosi o romantici, minimal o ricchi di colori, ma qual è il significato psicologico dei tatuaggi? Le ragioni psicologiche che stanno dietro alla scelta di tatuarsi possono essere molto complesse e profonde, alla base ci potrebbe essere la ricerca della propria identità, il superamento di un momento difficile, l’interiorizzazione di uno particolarmente bello o anche solo un desiderio profondo di comunicazione.

La psicologia dei tatuaggi
Quella dei tatuaggi è tutt’altro che una moda recente, le origini risalgono agli albori della storia quando gli uomini delle caverne avevano l’abitudine di contrassegnare il proprio corpo con incisioni irreversibili, una tradizione che si è mantenuta ed evoluta in molte civiltà e ad ogni latitudine. Ecco allora che il significato psicologico dei tatuaggi attinge da un’esigenza atavica, può avere significati spirituali, politici, trasgressivi, identitari o puramente decorativi, ma in ogni caso all’origine c’è un’esigenza psicologica ben definita.

La ricerca della propria identità
In generale la spinta psicologica che sta dietro a questa scelta sembra risiedere in una ricerca d’identità, il bisogno di rappresentare il proprio Io, la propria essenza, un bisogno sempre più sentito non solo dai giovani, ma anche da persone di tutte le età.

In un certo senso anche oggi il tatuaggio conserva le motivazioni ‘magiche’ e ‘curative’ delle origini, un passaggio rituale che può nascere da un’esigenza di ribellione, ma anche dal desiderio di segnare una propria trasformazione o il desiderio di un cambiamento radicale.

Un messaggio per gli altri
Oltre che essere un bisogno molto personale il tatuaggio è anche e soprattutto un modo di comunicare con gli altri, un modo di esprimersi, una richiesta verso l’esterno che può essere colorata e giocosa oppure violenta e ribelle. Il corpo diventa quindi uno strumento per ottenere visibilità e ascolto, sottolineare il proprio desiderio di unicità e allo stesso tempo la richiesta di essere accolti in un gruppo.

Rito di passaggio
Per molti giovani il tatuaggio può trasformarsi in una sorta di rito, il dolore provocato dal tatuaggio in zone particolarmente delicate e sensibili diventa simbolo di forza e coraggio, un modo per sentirsi accettati dal proprio gruppo di coetanei e sentirsi meno soli. Per questo il ruolo dell’imitazione è così forte nel fenomeno del tatuarsi, nasce dal desiderio di essere accettati.

Un simbolo sessuale
Il tatuaggio può anche avere significati sessuali, serve anche a esibire il proprio corpo, a renderlo più attraente, a lanciare un messaggio erotico ben preciso, a dimostrare la maturità di un corpo che ora è pronto ad esprimere le proprie passioni e conflittualità.

Come interpretare la scelta di un tatuaggio?
I genitori preoccupati per questa scelta da parte dei figli dovranno cercare di comprendere le ragioni profonde di una simile decisione, capire se si tratti di una scelta adulta e consapevole oppure di un messaggio d’aiuto, una richiesta profonda di partecipazione. Vietare categoricamente senza aver approfondito le ragioni profonde della scelta contribuirebbe solo ad approfondire le eventuali ragioni di conflitto. Importante è assicurarsi che chi compie una simile scelta sia ben consapevole dei rischi e delle implicazioni a lungo termine che questa comporta, una volta presa la decisione è sempre bene affidarsi ad un centro che offra la massima sicurezza in termini igienici e sanitari.
 

Xanatos82

One Like No One
Registrato
18/4/11
Messaggi
6.366
Punti reazioni
334
col caldo la gente si scopre, e i tatuaggi vengono esibiti.
non sò se avete notato che razza di epidemia c'è in giro, credo che oramai un giovane su due sia tatuato.
il tatuaggio è una pratica estrema, perchè iniettarsi inchiostro piu o meno tossico nel corpo è un gesto insano ed estremo.
esso esprime narcisismo alla massima potenza, vanità, spregio della salute, spesso sono anche tatoo di pessimo gusto e pessima qualità artistica.
mostruosi i bracci totalmente ricoperti di pseudomaori neri di cui il propietario probabilmente nemmeno conosce il siginificato.
altrettanto aberranti le frasi varie scritte su braccia colli e natiche, mostri e teschi ragni e ragnatele senza logica disegnato ovunque, c'è chi si tatua persino il cranio, altri pazzi arrivano a colorarsi i bulbi oculari
una epidemia che si autoalimenta, fomentata da vari vips , calciatori e modaioli vari .
una mania altamente tamarra, che ha trovato in italia il suo luogo di massima espressione, vuoi per la nota vanità modaiola tipicamente italiana, unite alla stupidità , ignoranza, tamarraggine.
Intere generazioni di fessi marchiati a vita .
Litri e litri di sostanze tossiche che andranno a devastare i loro sistemi linfatici.
che paese di m.

...Per me stai facendo un discorso da vecchio trombone. Non penso che qualcuno ti obblighi con la forza a farti un tatuaggio o a guardare fissandolo qualcuno/a con un tatuaggio. Ti piace, te lo fai .. non ti piace, non te lo fai.
E' così difficile pensare di vivere e lasciar vivere senza moralismi nonsense?
 

Letshope

Nuovo Utente
Registrato
9/4/01
Messaggi
41.571
Punti reazioni
1.492
C'è una cosa che non capisco. Quando ero piccolo vendevano delle caramelle avvolte in una cartina che, se la bagnavi e la applicavi alla pelle, lasciava un tatuaggio che poi, dopo alcuni giorni, spariva.
Perchè non usano quelle invece di tenersi la morosa solo perchè si sono fatti tatuare il suo nome sulle chiap.pe?
 

Malerte

Target crack
Registrato
28/9/09
Messaggi
36.112
Punti reazioni
910
C'è una cosa che non capisco. Quando ero piccolo vendevano delle caramelle avvolte in una cartina che, se la bagnavi e la applicavi alla pelle, lasciava un tatuaggio che poi, dopo alcuni giorni, spariva.
Perchè non usano quelle invece di tenersi la morosa solo perchè si sono fatti tatuare il suo nome sulle chiap.pe?

Perché prima aspettano che la morosa si sia fatta tatuare le c.h.i.a.p.p.e.
:bye::bye:
 

Herr Franz

Nuovo Utente
Registrato
10/10/15
Messaggi
2.327
Punti reazioni
112
i tattoo fanno figo il giovane ma demente il vecchio...

JS65882623.jpg
 

Tioppi

Nuovo Utente
Registrato
28/12/14
Messaggi
10.167
Punti reazioni
488
Non ho nemmeno un tatuaggio, non me ne farò mai uno, ma non sono d'accordo con quello che è stato scritto nel primo messaggio.
Non capisco nemmeno cosa ci sia di politico in questa discussione, ma non mi soffermo su questo.

Il problema della tamarraggine e del brutto gusto non sono i tatuaggi, ma chi li porta. Così come la gonna, la canotta aderente, o una collana.
Tatuaggio: un tribale su tutto il braccio può essere da tamarro se il personaggio è tamarro. Può essere un tatuaggio molto esteso su un'altra persona. Non dico se sia brutto o meno, perchè si tratta di gusti personali.

La gonna può essere portata da donna elegante o da tr****

La canotta aderente può essere indossata per stare comodo in palestra, o per far risaltare muscoli al mare

Una collana delicata può essere un bell'accessorio, ma può essere anche una collana tamarra indossata dal tamarro muscoloso con la canotta aderente.
 

coffeman

Nuovo Utente
Registrato
14/6/04
Messaggi
28.872
Punti reazioni
1.025
il popppolino ha bisogno di queste cosucce per sentirsi parte dei più e comprerebbe anche questa roba in scatole se ben pubblicizzata:
 

Allegati

  • 35632(1).jpg
    35632(1).jpg
    40,3 KB · Visite: 531

greg

Nuovo Utente
Registrato
7/3/00
Messaggi
5.769
Punti reazioni
501
spesso sono anche tatoo di pessimo gusto e pessima qualità artistica.

Vero, ma non mi pare un motivo per scaldarsi tanto.
Azzi loro. :D
Io non ne ho, nè penso di farmene fare, tuttavia apprezzo quelli ben eseguiti, che si armonizzino col corpo senza stravolgerne colori e forme.
Sotto ce ne sono tre piccoli, che possono essere portati con disinvoltura ( molto carino e stuzzicante quello coi semi di soffione ) due sono estesi e senza dubbio impegnativi ma assolutamente non deturpanti, a mio avviso.
Il primo, sul petto della donna, è invece servito a mascherare gli effetti di una mastectomia.
 

Allegati

  • Dandelion-Tattoo-Behind-Ear.jpg
    Dandelion-Tattoo-Behind-Ear.jpg
    48,5 KB · Visite: 656
  • tetovaza-nova-1.jpg
    tetovaza-nova-1.jpg
    75,3 KB · Visite: 656
  • Simple-foot-tattoos.jpg
    Simple-foot-tattoos.jpg
    91,9 KB · Visite: 942
  • 7479cd00c044502b83d3158eaa074b4e.jpg
    7479cd00c044502b83d3158eaa074b4e.jpg
    59,5 KB · Visite: 582
  • 980x.jpg
    980x.jpg
    79,7 KB · Visite: 1.489

player1

Nuovo Utente
Registrato
25/3/09
Messaggi
1.646
Punti reazioni
86
Ho l'impressione che siano gli stessi che occupano metà della loro giornata su fakebook ed altri social a comunicare al mondo... Bah, tutto sto bisogno di comunicare mi sa tanto di ricerca di protagonismo tv reality represso. Più che una comunità mi sembra un gregge
 

Expriviano

Nuovo Utente
Registrato
13/8/09
Messaggi
37.019
Punti reazioni
1.074
Ci mancava la polemica sui tatuaggi e la classificazione settaria di coloro che se li fanno. Arriveremo al punto che è buono e giusto solo chi va in chiesa e fa il moralista random. :D
 

Xanatos82

One Like No One
Registrato
18/4/11
Messaggi
6.366
Punti reazioni
334
Vero, ma non mi pare un motivo per scaldarsi tanto.
Azzi loro. :D
Io non ne ho, nè penso di farmene fare, tuttavia apprezzo quelli ben eseguiti, che si armonizzino col corpo senza stravolgerne colori e forme.
Sotto ce ne sono tre piccoli, che possono essere portati con disinvoltura ( molto carino e stuzzicante quello coi semi di soffione ) due sono estesi e senza dubbio impegnativi ma assolutamente non deturpanti, a mio avviso.
Il primo, sul petto della donna, è invece servito a mascherare gli effetti di una mastectomia.

l'ultimo in basso a destra è stupendo imho