LYXOR, ISHARES o DB?

ROBI.C

ciao
Registrato
18/4/07
Messaggi
12.103
Punti reazioni
352
Vorrei rientrare sul mercato dopo aver liquidato tutto una quindicina di giorni fa....investivo in azioni...ora vorrei ripiegare sugli ETF. Indicativamente so già dove indirizzarmi, ossia mercati tradizionali al momento. Noto che ci sono alcuni ETF, come ad esempio quello sull'eurostoxx50, proposti da Lyxor, Ischares e Db...Cosa si deve guardare per fare la scelta giusta? Prendere quelli che chiedono commissioni minori oppure ci sono altri parametri di riferimento ben piu importanti? Nell'eventualità che questo tema sia già stato trattato in passato chiedo cortesemente di avere indicazioni per rintracciarlo sul FOL. Un saluto a tutti. :)
 
Un criterio potrebbe essere il domicilio dell'ETF dal momento che sembra influire sull'ammontare netto dei dividendi acquisiti dal fondo; pesando la Francia per circa un terzo sull'EuroSTOXX50, sembrerebbe avvantaggiato un ETF francese che si pappa i dividendi francesi senza ritenute.

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=813032&page=2

Altri criteri buoni sono:

i) le commissioni di gestione

ii) lo spread bid/ask storico (che ti puo' dare un'idea di quanto "implicitamente perderai" quando andrai a rivendere l'ETF, supponendo che tu debba liquidarlo in fretta e furia)

iii) lo spread ask/iNAV istantaneo (se uno dei tre ETF e' offerto, in un certo momento, sotto l'iNAV, questa potrebbe essere una buona ragione per comprare proprio quell'ETF e non un altro che replica lo stesso indice)

iv) il dividend drag cioe' il ritardo tra l'acquisizione dei dividendi da parte dell'ETF ed il successivo pagamento ai sottoscrittori. Alcuni ETF remunerano i dividendi accumulati (per cui non e' importante il ritardo nel pagamento), altri invece li lasciano su conti infruttiferi, altri li reinvestono subito.

v) la percentuale di portafoglio che puo' essere usato nel securities lending (in tempi di mercati solvibili piu' alta e', meglio e'...).

Essendo io un cassettista molto taccagno, attribuisco piu' importanza al domicilio del fondo (per i dividendi), alle commissioni di gestione, al dividend drag e al securities lending (il peso dei punti ii e iii decresce all'allungarsi dell'orizzonte temporale previsto per l'investimento).

Sarebbe comunque bello che TUTTI i parametri di cui sopra fossero riportati nei prospetti, che, ad oggi, sono ancora molto lacunosi.
 
Ultima modifica:
Dottor Procton ha scritto:
Vorrei rientrare sul mercato dopo aver liquidato tutto una quindicina di giorni fa....investivo in azioni...ora vorrei ripiegare sugli ETF. Indicativamente so già dove indirizzarmi, ossia mercati tradizionali al momento. Noto che ci sono alcuni ETF, come ad esempio quello sull'eurostoxx50, proposti da Lyxor, Ischares e Db...Cosa si deve guardare per fare la scelta giusta? Prendere quelli che chiedono commissioni minori oppure ci sono altri parametri di riferimento ben piu importanti? Nell'eventualità che questo tema sia già stato trattato in passato chiedo cortesemente di avere indicazioni per rintracciarlo sul FOL. Un saluto a tutti. :)

Occhio a quelli armonizzati e a quelli eventualmente non armonizzati.
 
pescefrizione ha scritto:
Un criterio potrebbe essere il domicilio dell'ETF dal momento che sembra influire sull'ammontare netto dei dividendi acquisiti dal fondo; pesando la Francia per circa un terzo sull'EuroSTOXX50, sembrerebbe avvantaggiato un ETF francese che si pappa i dividendi francesi senza ritenute.

interessante questa analisi! OK!
vediamo se ho capito..
lyxor è francese, DB è tedesca
Quindi dovrei privilegiare Lyxor in ogni caso oppure centra anche dove è quotato?
ad esempio tra un ETF lyxor quotato a parigi e un etf quotato a milano cambia qualcosa?

grazie anticipatamente.. :)
 
Elkjaer ha scritto:
interessante questa analisi! OK!
vediamo se ho capito..
lyxor è francese, DB è tedesca
Quindi dovrei privilegiare Lyxor in ogni caso oppure centra anche dove è quotato?
ad esempio tra un ETF lyxor quotato a parigi e un etf quotato a milano cambia qualcosa?

grazie anticipatamente.. :)

A quanto ho capito (per quanto riguarda la vicenda dei dividendi), conta dove il fondo e' domiciliato (Francia, Lussemburgo, Irlanda...) e non dove e' negoziato (il NAV di un fondo non dipende dalla borsa su cui e' negoziato).

Leggiti con calma tutti i link che ho riportato qui:

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=813032&page=2

La borsa di negoziazione e' invece importante quando si vanno a considerare gli spread.
 
Ultima modifica:
pescefrizione ha scritto:
Un criterio potrebbe essere il domicilio dell'ETF dal momento che sembra influire sull'ammontare netto dei dividendi acquisiti dal fondo; pesando la Francia per circa un terzo sull'EuroSTOXX50, sembrerebbe avvantaggiato un ETF francese che si pappa i dividendi francesi senza ritenute.

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=813032&page=2

Altri criteri buoni sono:

i) le commissioni di gestione

ii) lo spread bid/ask storico (che ti puo' dare un'idea di quanto "implicitamente perderai" quanto andrai a rivendere l'ETF, supponendo che tu debba liquidarlo in fretta e furia)

iii) lo spread ask/iNAV istantaneo (se uno dei tre ETF e' offerto, in un certo momento, sotto l'iNAV, questa potrebbe essere una buona ragione per comprare proprio quel ETF e non un altro che replica lo stesso indice)

iv) il dividend drag cioe' il ritardo tra l'acquisizione dei dividendi da parte dell'ETF ed il successivo pagamento ai sottoscrittori. Alcuni ETF remunerano i dividendi accumulati (per cui non e' importante il ritardo nel pagamento), altri invece li lasciano su conti infruttiferi, altri li reinvestono subito.

v) la percentuale di portafoglio che puo' essere usato nel securities lending

Essendo io un cassettista molto taccagno, attribuisco piu' importanza al domicilio del fondo (per i dividendi), alle commissioni di gestione, al dividend drag e al securities lending (il peso dei punti ii e iii decresce all'allungarsi dell'orizzonte temporale previsto per l'investimento).

Sarebbe comunque bello che TUTTI i parametri di cui sopra fossero riportati nei prospetti, che, ad oggi, sono ancora molto lacunosi.

Grazie della informazione...non pensavo che si dovesse esaminare tutti i punti da te elencati per arrivare ad una giusta scelta....
Come linea d'investimento la mia è abbastanza simile alla tua...nel senso che vorrei comprare ETF e tenerli a lungo....Sto aspettando il momento per entrare perchè ho ancora timore che la correzione possa fare un ultimo strappo all'indietro...Però sono intenzionato a fare una sorta di PAC fai da te...ossia comprare quote a cadenza mensile...
Un ultima cosa...non so perchè, ma la lyxor mi ispira di più in generale...è solo una sensazione però...
 
lexlegis ha scritto:
Occhio a quelli armonizzati e a quelli eventualmente non armonizzati.

Giusto! Io quelli non armonizzati manco li tengo in considerazione...
 
Dottor Procton ha scritto:
Grazie della informazione...non pensavo che si dovesse esaminare tutti i punti da te elencati per arrivare ad una giusta scelta....
Come linea d'investimento la mia è abbastanza simile alla tua...nel senso che vorrei comprare ETF e tenerli a lungo....Sto aspettando il momento per entrare perchè ho ancora timore che la correzione possa fare un ultimo strappo all'indietro...Però sono intenzionato a fare una sorta di PAC fai da te...ossia comprare quote a cadenza mensile...
Un ultima cosa...non so perchè, ma la lyxor mi ispira di più in generale...è solo una sensazione però...

Sei fai il PAC, allora tieni d'occhio gli spread...

HO DETTO UNA CAPZATA:

L'INCIDENZA MEDIA DEGLI SPREAD E' LA STESSA, SIA NEL CASO DI ACQUISTO TRAMITE PAC, SIA TRAMITE ACQUISTO IN UNA "SOLA BOTTA".
 
Ultima modifica:
pescefrizione ha scritto:
A quanto ho capito (per quanto riguarda la vicenda dei dividendi), conta dove il fondo e' domiciliato (Francia, Lussemburgo, Irlanda...) e non dove e' negoziato (il NAV di un fondo non dipende dalla borsa su cui e' negoziato).

Leggiti con calma tutti i link che ho riportato qui:

http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?t=813032&page=2

La borsa di negoziazione e' invece importante quando si vanno a considerare gli spread.

Grazie! Intanto ti ho bollinato di verde :D :D
 
Ci sono poi altri parametri che possono influire su di un investimento in ETF:

i) La remunerazione che la vostra banca vi paghera' se la lasciate prendere in prestito i vostri ETF (e la frequenza/durata con cui li prendera' in prestito); sempre che la banca non vada belly up.

ii) I gradi di liberta' lasciati al "gestore" dell'ETF
http://www.finanzaonline.com/forum/showthread.php?p=14403978#post14403978
(nel periodo attuale meno sono, meglio e'; magari poi salta fuori che la liquidita' dell'ETF era indirettamente investita in ABS).

e non dimenticatevi che...
...al 99.9% le performance di un ETF dipendono dalle performance dell'indice sottostante!!!
 
Ultima modifica:
pescefrizione ha scritto:
Sei fai il PAC, allora tieni d'occhio gli spread...

HO DETTO UNA CAPZATA:

L'INCIDENZA MEDIA DEGLI SPREAD E' LA STESSA, SIA NEL CASO DI ACQUISTO TRAMITE PAC, SIA TRAMITE ACQUISTO IN UNA "SOLA BOTTA".

...
 
Quindi chi si butta a dare un giudizio spassionato?
Meglio:
1) ISHARES DJ EURO STOXX 50
o
2) LYXOR ETF DJ EURO STOXX 50 MASTER UNIT
:confused: :confused: :confused:
 
grillotalpa ha scritto:
Quindi chi si butta a dare un giudizio spassionato?
Meglio:
1) ISHARES DJ EURO STOXX 50
o
2) LYXOR ETF DJ EURO STOXX 50 MASTER UNIT
:confused: :confused: :confused:

E'la domanda che mi ponevo anch'io al momento dell'apertura della discussione... Prima pensavo che fosse ISHARES la migliore per i costi contenuti...ora ho dubbi in proposito...troppe variabili...e se uno faccesse metà e metà?
 
Dunque,

partendo da:

http://www.stoxx.com/download/indices/factsheets/sx5e_fs.pdf
http://www.lyxoretf.it/admins/files/lyxoretf/it/files/news/press_sheet/200708160217_FR0007054358.pdf
http://www.ishares.it/content/strea...nts/it/downloads/factsheet_eurostoxx50_it.pdf
http://www.it.dbxtrackers.com/pdf/IT/factsheet/factsheetLU0274211217_2007_04.pdf

e relativi prospetti in italiano ed in inglese,

tento un'ardita analisi (salvo errori ed omissioni) del tracking error sistematico:

Effetto "fiscalità avvantaggiata" sui dividendi francesi

Lyxor: +25%*2,29%*32,7%=+0,19%
Ishares: 0%
DB: 0%

Commissioni di gestione:

Lyxor: -0.25%
Ishares: -0,15%
DB: -0,15%

Dividend drag:

Lyxor (conto infruttifero): -1/2*4%*2,29%=-0,05%
Ishares (conto remunerato): 0%
DB (boh?): 0% oppure -0,05%

Proventi da securities lending (stima mooolto grossolana):

Lyxor: +0.1%*10%=+0,01%
Ishares: +0.1%*10%=+0,01%
DB: +0,1%*50%=+0,05%

Totale:

Lyxor: -0,10% (primo)
Ishares: -0,14% (terzo o secondo)
DB: -0,10% (secondo) oppure -0,15% (terzo)

Lyxor/iShares/DB sono invitati a contribuire per affinare la mia analisi "casereccia"; un pò di sana concorrenza non fa mai male...
 
Non ho letto tutto, comunque non so se è stato consderata anche la liquidità come parametro di scelta: più è alta, minore può essere l'ipatto dello spread.
Naturalmente lo spread ha sempre minore importanza più il fondo viene mantenuto in portafoglio.
 
Raga, non si capisce un tubazzo...
...questi ETF riservano mooolte sorpresine.

Partenda dal famoso detto di Kalman
(let the data speak),
sono andato a prendermi i NAV dell'ultimo mese

http://www.borsaitaliana.it/include_site/nav/navMonth.txt

ed ho analizzato gli ETF di DB, iShares & Lyxor
che replicano l'EuroSTOXX50
(LU0274211217, IE0008471009, FR0007054358) e
l'MSCI World
(LU0274208692, IE00B0M62Q58, FR0010315770).

Rendimento dal 25/7 al 23/8:
(mi sembra che nessuno degli ETF in questione
abbia staccato dividendi nel periodo analizzato).

EuroSTOXX50 (in EUR)

1) DB (-2.91%)
2) iShares (-2.92%)
3) Lyxor (-3.94% !?!?!?)

MSCI World (in EUR)

1) Ishares (-3.07%)
2) Lyxor (-3.21%)
3) DB (-3.28%)
 
Ultima modifica:
nosve ha scritto:
Non ho letto tutto, comunque non so se è stato consderata anche la liquidità come parametro di scelta: più è alta, minore può essere l'ipatto dello spread.
Naturalmente lo spread ha sempre minore importanza più il fondo viene mantenuto in portafoglio.

Si', bisogna considerare lo spread bid/ask medio per i volumi che si intendono negoziare. Se nel book ci sono offerte con volume 1, ovviamente sono specchietti per le allodole.
 
pescefrizione ha scritto:
Raga, non si capisce un tabazzo...
...questi ETF riservano mooolte sorpresine.

Partenda dal famoso detto di Kalman
(let the data speak),
sono andato a prendermi i NAV dell'ultimo mese

http://www.borsaitaliana.it/include_site/nav/navMonth.txt

ed ho analizzato gli ETF di DB, iShares & Lyxor
che replicano l'EuroSTOXX50
(LU0274211217, IE0008471009, FR0007054358) e
l'MSCI World
(LU0274208692, IE00B0M62Q58, FR0010315770).

Rendimento dal 25/7 al 23/8:
(mi sembra che nessuno degli ETF in questione
abbia staccato dividendi nel periodo analizzato).

EuroSTOXX50 (in EUR)

1) DB (-2.91%)
2) iShares (-2.92%)
3) Lyxor (-3.94% !?!?!?)

MSCI World (in EUR)

1) Ishares (-3.07%)
2) Lyxor (-3.21%)
3) DB (-3.28%)

Probabilmente i NAV sono calcolati in orari diversi della giornata (l'Irlanda poi e' un'ora indietro rispetto alla Francia ed il Lux)... che casino!
 
quando vendo un etf pago imposta sui redditi da capitale tra i nav acquisto e nav di vendita se positivo, Vi sono altre imposte da pagare a parte avendo io il sistema amministrato? grazie
 
Indietro