Ma perché la variazione di valore delle varie valute non si basa sulla loro quantità?

newable

Nuovo Utente
Registrato
4/1/11
Messaggi
14.672
Punti reazioni
150
Volevo chiederti potresti condividere le risorse (libri, documentari, articoli o autori) qualsiasi cosa su Giappone anni 30 Cina imperia Anno del giubileo e tutto quello di cui hai parlato.
Cioe' dove potrei studiarlo ? Mi interessa molto.

Conosco L'anno del giubileo perche' c'era una proposta da parte di Steven Keen di fare un Giubileo dove si pagavano i debiti degli individui e se non avevi debiti potevi spenderli.

Ciao, purtroppo al momento non ho accesso al mio archivio cartaceo, causa pandemia: sono letture di diversi anni fa. Sulla Cina imperiale era un testo in inglese, ma non ricordo gli estremi, sul giubileo semplici articoli: forse trovo qualcosa da condividere sul Giappone.
 

Iamneo76

Nuovo Utente
Registrato
19/10/20
Messaggi
14
Punti reazioni
0
Il problema e’ tutto nel concetto di valore. Quanto vale un Euro se non lo riferisci ad altre monete? Vale quello che riesce a comprare. Ed il bene quanto vale? Gli Euro che servono a comprarlo. E’ un baratto.
Quale sarà allora la tua cartina di tornasole per definire il valore dell’Euro? O meglio la valutazione, svalutazione della moneta rispetto a cosa puoi comprarci? L’inflazione!!!
La quantità di mele presenti sul mercato non e’ l’unico parametro che ne varia il prezzo, lo altera in parte, ma e’ il rapporto finale tra domanda ed offerta che crea il prezzo.
Quando devi fare un investimento in GB devi comprare pound, quale è il prezzo del pound? Gli Euro necessari a comprarlo. Ma se tutti quelli che hanno Euro vogliono comprare pound la domanda e’ più alta dell’offerta, quindi il prezzo sale.
 

stiamosognando

Nuovo Utente
Registrato
10/5/21
Messaggi
1.536
Punti reazioni
23
Il problema e’ tutto nel concetto di valore. Quanto vale un Euro se non lo riferisci ad altre monete? Vale quello che riesce a comprare. Ed il bene quanto vale? Gli Euro che servono a comprarlo. E’ un baratto.
Quale sarà allora la tua cartina di tornasole per definire il valore dell’Euro? O meglio la valutazione, svalutazione della moneta rispetto a cosa puoi comprarci? L’inflazione!!!
La quantità di mele presenti sul mercato non e’ l’unico parametro che ne varia il prezzo, lo altera in parte, ma e’ il rapporto finale tra domanda ed offerta che crea il prezzo.
Quando devi fare un investimento in GB devi comprare pound, quale è il prezzo del pound? Gli Euro necessari a comprarlo. Ma se tutti quelli che hanno Euro vogliono comprare pound la domanda e’ più alta dell’offerta, quindi il prezzo sale.

bello come ragionamento da dedicarci una canzone ....asilo republic:D
ps se vado in costa rica quindi sto attento alle ...banane
 

Gliltch_522

Nuovo Utente
Registrato
21/1/22
Messaggi
19
Punti reazioni
0
Il problema e’ tutto nel concetto di valore. Quanto vale un Euro se non lo riferisci ad altre monete? Vale quello che riesce a comprare. Ed il bene quanto vale? Gli Euro che servono a comprarlo. E’ un baratto.
Quale sarà allora la tua cartina di tornasole per definire il valore dell’Euro? O meglio la valutazione, svalutazione della moneta rispetto a cosa puoi comprarci? L’inflazione!!!
La quantità di mele presenti sul mercato non e’ l’unico parametro che ne varia il prezzo, lo altera in parte, ma e’ il rapporto finale tra domanda ed offerta che crea il prezzo.
Quando devi fare un investimento in GB devi comprare pound, quale è il prezzo del pound? Gli Euro necessari a comprarlo. Ma se tutti quelli che hanno Euro vogliono comprare pound la domanda e’ più alta dell’offerta, quindi il prezzo sale.

questa è come sempre la prova che il prezzo di qualcosa è valutabile solo se confrontato ad altro!