ma un trader professionista pensa alla pensione?

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
tante persone simpatiche( ma la mia anche se non sembra :D ) era una domanda molto seria :o
 
iccio ha scritto:
tante persone simpatiche( ma la mia anche se non sembra :D ) era una domanda molto seria :o


anke la mia risposta e' ...molto seria......
1 trader di professione non pensa alla pensione....(ha gia' accUmulato abbastanza da potersi ritirare prima.....dell'eta' pensionabile)
....altrimenti a quell'eta'........NON CI ARRIVA :D :D :D ;)

P.S. X PAULA: STO' ASPETTANDO ;)
VINCE
 
Ma la pensione ad un certo punto la danno a tutti...non serve pensarci..caspita che vecchio che sono, ma non abbastanza .
Saluti.
 
io mi accontento della pensione di vecchiaia........tantoberlusconi basta che non perde ce la porta a 7000euro mese :D
 
Le risposte che hai ricevuto in questo thread secondo me sono molto significative ... No, pochi pensano alla pensione... eppure la vita media si allunga... eppure si arriva ai 65 anni sempre in migliori condizioni fisiche (toccandomi le @@...), così che le esigenze aumentano... viaggi, tempo libero... e anche le spese per la salute aumentano, poichè i controlli devono essere maggiori... eppure il "gap previdenziale" (differenza tra ultimo reddito e pensione) già ora per i 35enni supera il 50% per i dipendenti e il 70% per gli autonomi... in pratica, per molti, dopo aver lavorato 40 anni, c'è la prospettiva della pensione minima... ma, nonostante tutto questo, solo il 15% ha aderito ad una qualche forma complementare di previdenza...
L'unica alternativa ad un fondo pensione secondo me è quella immobiliare, qui sopra citata... ma:
1) non tutti se la possono permettere
2) le spese di manutenzione non sono certo trascurabili
3) gli affitti non sono certi; bisogna sempre trovare da affittare e sperare in pagamenti regolari...

PS: io non sono un trader professionista... ho aderito però ad un fondo pensione aperto...
 
Mi sa che paula mi ha bannato, possibile? non vedo la bilancina dei voti sotto il suo nick.... :'(
 
se è veramente trader professionista i guadagni non gli mancano!Si puo' fare il trader anche in pensione!

ma il punto cruciale che devi capire che un conto è l'INPS un altro i fondi pensione cosa credi che siano i fondi pensione? sono contenitori che ti accantonano i soldi per poi ridarteli indietro cosa pensi che un fondo pensione se tu campi 200 anni continui a darti soldi?ti ridà indietro quelli che ti sei versato e poi ciccia va beh pensaci anche il materasso (in giappone) oppure il conto arancio in italia ottimi fondi pensione
 
cacao ha scritto:
tra poco arriva la banda tassotti con in testa bertinotti, e ti rimane giusto il garage........

Si e pure senza porta cosi' vedono che macchina hai e o ci fai dormire un immigrato irregolare o raddoppio del bollo auto :D :D
 
romagnolo ha scritto:
se è veramente trader professionista i guadagni non gli mancano!Si puo' fare il trader anche in pensione!

ma il punto cruciale che devi capire che un conto è l'INPS un altro i fondi pensione cosa credi che siano i fondi pensione? sono contenitori che ti accantonano i soldi per poi ridarteli indietro cosa pensi che un fondo pensione se tu campi 200 anni continui a darti soldi?ti ridà indietro quelli che ti sei versato e poi ciccia va beh pensaci anche il materasso (in giappone) oppure il conto arancio in italia ottimi fondi pensione
un trader professionista non guadagna necessariamente 1000000 al secondo
ci sono trader e trader.lo si puo' fare pure guadagnando 3000 4000 al mese che e' sempre meglio che andare allo sgobbo
allora qui bisognera' pensare al futuro...o siete solo degli incoscienti :eek: :D
poi per gli sposati si pone il problema:la mugghiera lavora o visto che guadagnate fa niente???perche' se lavora una pensioni un domani entrera' altrimenti servira' il doppio di danaro per farla a tutti e due....insomma non ci pensate :mmmm:
 
romagnolo ha scritto:
se è veramente trader professionista i guadagni non gli mancano!Si puo' fare il trader anche in pensione!

ma il punto cruciale che devi capire che un conto è l'INPS un altro i fondi pensione cosa credi che siano i fondi pensione? sono contenitori che ti accantonano i soldi per poi ridarteli indietro cosa pensi che un fondo pensione se tu campi 200 anni continui a darti soldi?ti ridà indietro quelli che ti sei versato e poi ciccia va beh pensaci anche il materasso (in giappone) oppure il conto arancio in italia ottimi fondi pensione
scusa perche' secondo te l'inps ti rida' indietro cio' che hai versato????in 40 anni versi una fortuna quanto il tuo monte versamenti arriva al culmine ti danno una pensioncina del kaiser(sempre piu' bassa e i versamenti sempre piu' alti)se tiri le cuoia ciccia (al massimo 50% reversibilita' alla moglie...ma i figli non vedono un belino)
se faccio un pac con un fondo(fondo comune) alla fine rivedo il mio monte versamenti rivalutato e facendo fruttare il malloppo spendo come pensione gli interessi...E IL MALLOPPO RIMANE(quasi intatto)
non vedo la convenienza dell'inps....potessi farei tutto privatamente :o

p.s naturalmente bisogna versare parecchie migliaia di euro l'anno ...non i bruscolini sperando di avere la luna ;)
 
Ultima modifica:
un trader professionista è, in un certo senso, un "pensionato a vita". Questo lavoro, se fatto in maniera non ossessiva, permette a chi lo pratica di avere a disposizione una notevole quantità di tempo libero a proprio piacimento per godersi la vita.

Non vedo la necessità di pensare alla pensione: i mercati finanziari saranno sempre aperti anche quando -se mai ci arriverò....- sarò in età pensionabile, ed a quel punto il mercato stesso sarà la mia pensione..... :)
 
Io non ci penso alla pensione...quando arriverà il momento sposerò una ricca vedova :D :D :D
 
Iron Fizzetti ha scritto:
un trader professionista è, in un certo senso, un "pensionato a vita". Questo lavoro, se fatto in maniera non ossessiva, permette a chi lo pratica di avere a disposizione una notevole quantità di tempo libero a proprio piacimento per godersi la vita.

Non vedo la necessità di pensare alla pensione: i mercati finanziari saranno sempre aperti anche quando -se mai ci arriverò....- sarò in età pensionabile, ed a quel punto il mercato stesso sarà la mia pensione..... :)
poi in brasile la vita costa meno :) ;)
 
comunque le cose possono sempre precipitare, andare male....magari dopo 10/15 anni che fate sto lavoro :eek: (ho tirato la gufata :D :D :D )

allora se uno deve smettere cosa sono 15 anni persi senza contributi?? :confused: e con poco da parte.......e' successo e risuccedera' :eek: (seconda gufata :p ) :bye:
 
Iron Fizzetti ha scritto:
un trader professionista è, in un certo senso, un "pensionato a vita". Questo lavoro, se fatto in maniera non ossessiva, permette a chi lo pratica di avere a disposizione una notevole quantità di tempo libero a proprio piacimento per godersi la vita.

Non vedo la necessità di pensare alla pensione: i mercati finanziari saranno sempre aperti anche quando -se mai ci arriverò....- sarò in età pensionabile, ed a quel punto il mercato stesso sarà la mia pensione..... :)

Ah ecco.!!! Allora quel tizio lì è uno che si gestisce una specie di azienda! Per cui non è quello che pensa solo a gainare, ma è uno che consolida i guadagni o parte di essi e magari si crea un portafoglio a bassissimo rischio in cui versare le quote destinate al futuro (dire pen..si...on..e mi fa na cosa:)). Magari quel portafoglio, una due volte all'anno lo movimenta e ci reinveste gli utili.

Poi, più si avvicina quel futuro (la pe..pepe...pensss... nun glia faccio:)), più organizza quel portafoglio a discapito dell'azionario. Tipo na cosa così:

  • cash su conto arancio
  • titoli di stato e delle poste
  • azioni da cassetto pro dividendo da reinvestire, mosse ad arte ogni tanto
  • corporate bond (pochi poooochi)
  • un box (se glia fai un negozio, na' casa...) in centro da comprare prezzo affare (non c'è fretta) e fittare prezzo mercato:o (gli utili si reinvestono nel ptf), da vendere alla pens...uff, nel futuro al triplo per comprarne due, meno al centro e dare ai figli come inizio del proprio ptf per il futuro.
quando il futuro arriva, fai tutte le dovute mosse per far passare "semplicemente" gli asset ai figli il giorno in cui:'( non capisci più un kapzo.
 
iccio.
mi padre ha lavorato 35 anni (P.A.) .pensione dal 96. 1050€/mese
una conoscente ha fatto lo stesso lavoro, 20 anni di contributi, in pensione dal 1987, 850€.
è equa la cosa ? :confused:


saimo in italia.non lo dimentichiamo mai. :bye:
 
lento lento ha scritto:
Ah ecco.!!! Allora quel tizio lì è uno che si gestisce una specie di azienda! Per cui non è quello che pensa solo a gainare, ma è uno che consolida i guadagni o parte di essi e magari si crea un portafoglio a bassissimo rischio in cui versare le quote destinate al futuro (dire pen..si...on..e mi fa na cosa:)). Magari quel portafoglio, una due volte all'anno lo movimenta e ci reinveste gli utili.

Poi, più si avvicina quel futuro (la pe..pepe...pensss... nun glia faccio:)), più organizza quel portafoglio a discapito dell'azionario. Tipo na cosa così:

  • cash su conto arancio
  • titoli di stato e delle poste
  • azioni da cassetto pro dividendo da reinvestire, mosse ad arte ogni tanto
  • corporate bond (pochi poooochi)
  • un box (se glia fai un negozio, na' casa...) in centro da comprare prezzo affare (non c'è fretta) e fittare prezzo mercato:o (gli utili si reinvestono nel ptf), da vendere alla pens...uff, nel futuro al triplo per comprarne due, meno al centro e dare ai figli come inizio del proprio ptf per il futuro.
quando il futuro arriva, fai tutte le dovute mosse per far passare "semplicemente" gli asset ai figli il giorno in cui:'( non capisci più un kapzo.
iniziamo a ragionare :yes: ...........prima mi sembrava l'angolo dell'egoista ;)
 
mad_spa ha scritto:
iccio.
mi padre ha lavorato 35 anni (P.A.) .pensione dal 96. 1050€/mese
una conoscente ha fatto lo stesso lavoro, 20 anni di contributi, in pensione dal 1987, 850€.
è equa la cosa ? :confused:


saimo in italia.non lo dimentichiamo mai. :bye:
per il futuro inizierei a dimezzare le cifre per chi lavora(40 anni non piu' 35) e a smettere di sperare in pensioni per chi ne lavora 20 o meno...le cose sono drasticamente cambiate e peggioreranno(da questo punto di vista) ancora e ancora ;) :bye:
 
Indietro