mangiare come uccellini.....

Dr. Procton

Nuovo Utente
Registrato
21/3/04
Messaggi
33
Punti reazioni
0
prendo spunto da una frase di Roberto al convegno di Rimini che mi ha fatto sorridere... con l'analisi tecnica fa spesso l'errore di mangiare come uccellini e ca%%re come elefanti.
Al che mi sono ricordato dell'infallibile sistema inventato quando ero ragazzino dal tal matematico per vincere alla roulette: andiamo al casino' con 100.000 lire, puntiamo sempre mille lire sul nero , quando perdiamo oltre alle mille aggiungiamo quello che stiamo perdendo.....vogliamo essere cosi' sfortunati da perdere una serie di volte cosi' lunga che ci azzeri il capitale??
Provato su Excel questo "sistema" ha delle equity nettamente in salita....interrotte talvolta da perdite di tutto il capitale che ci sbattono fuori dal casino'. Interpretando queste equity solo durante i periodi "normali" sicuramente investiremmo su quel sistema.........
Ma se ben guardiamo anche tutta l'analisi tecnica su cui puntiamo i nostri soldi è stata studiata su periodi "normali". Errore che viene fatto anche dai "guru" di questo forum. Alzi la mano chi prova un sistema sui dati del 1929 ? Eppure il rischio di una apertura a -30% esiste...anche considerato che ad un livello ben piu' basso probabilmente salterebbero tutte le barriere "studiate" dalle autorità monetarie e innescherebbero fenomeni a catena. Se poi pensiamo quel panico è stato causato in gran parte ad una interruzione nella ricezione dati, oggi la situazione è di gran lunga piu' rischiosa.
Come allora i livelli attuali di volatilità hanno gonfiato enormemente l'ammontare dei derivati, e stanno inducendo molta gente a scommetterci sopra....ho sorriso a sentire alcuni soddisfatti dei guadagni effettuati l'ultimo anno vendendo volatilità con le opzioni..... un po' meno a sentire altri esposti con 40 fib sul mercato (quaranta!!).

scusate lo sfogo
 
Ma se ben guardiamo anche tutta l'analisi tecnica su cui puntiamo i nostri soldi è stata studiata su periodi "normali". Errore che viene fatto anche dai "guru" di questo forum. Alzi la mano chi prova un sistema sui dati del 1929 ? Eppure il rischio di una apertura a -30% esiste...

Sono in accordo per il rischio che effettivamente esiste; come esiste il rischio di essere colpiti in testa da una piccola meteorite, ma nn giriamo tutti con il casco da minatore in testa.
Credo che il tutto si possa riassumere con l'operatività che ognuno adotta.
La vendita di opzioni può essere un'attività redditizia, come può esserlo l'acquisto delle stesse, in mercati efficenti nn ci può essere convenienza nel comprare anzichè nel vendere, altrimenti tutti lo farebbero.
E' chiaro che ogni venditore che ha un po' di sale in zucca, dovrebbe calcolare sempre la max perdita possibile in ogni posizione aperta, il famoso "cigno nero di Taleb".

Ciao.
Marco.
 
Scritto da Marco84
Sono in accordo per il rischio che effettivamente esiste; come esiste il rischio di essere colpiti in testa da una piccola meteorite, ma nn giriamo tutti con il casco da minatore in testa.
Credo che il tutto si possa riassumere con l'operatività che ognuno adotta.
La vendita di opzioni può essere un'attività redditizia, come può esserlo l'acquisto delle stesse, in mercati efficenti nn ci può essere convenienza nel comprare anzichè nel vendere, altrimenti tutti lo farebbero.
E' chiaro che ogni venditore che ha un po' di sale in zucca, dovrebbe calcolare sempre la max perdita possibile in ogni posizione aperta, il famoso "cigno nero di Taleb".

Ciao.
Marco.


se vuoi ridere.... c'era un mio ex collega (tipo un po' strano) che teneva il casco da moto nel comodino.....in caso di terremoto :)

a parte questo... la mia considerazione è che, cosi' come fanno i governi o le aziende, oggi si tenda troppo a considerare le cose nel breve periodo ....studiamo i mercati in modo statistico/matematico, per accorciare i tempi di ritorno economico, otteniamo delle bellissime equity basandoci su dati parziali, dimenticandosi anche di cose avvenute neanche tanto tempo fa..cose che mio padre ha vissuto e per le quali mio nonno perse tutti i soldi....e cosi' come lui quasi tutti allora. Mi vien proprio da pensare che qualunque sistema esclusivamente matematico, basato per forza di cose su dati parziali, che esuli dall'analisi fondamentale o semplicemente dal buonsenso avrà una equity che si ricondurra' prima o poi drasticamente sulla "normale".
Ciao
 
Indietro