matrix reloaded

webber

Nuovo Utente
Registrato
28/4/03
Messaggi
1.787
Punti reazioni
60
x tutti gli appassionati........
alla fine del film keanu dice "qualcosa è cambiato" (rispetto evidentemente alle parole dell'architetto), poi ferma le macchine e finisce in coma.......
domanda:
non essendo in matrix in quel momento come può?

poi avrei qualcosa da chiedere sul merovingio...........

cmq grandissimo film
 
Personalmente non mi ha entusiasmato molto, me lo aspettavo un po', troppi effetti speciali, l'amore, nemmeno paragonabile al primo...e poi la bellucci ma quanto male parla???
Sulla tua domanda sinceramente non saprei risponderti...
 
Alcune risposte che mi sono dato a queste domande:

1 - Esiste una matrioska di Matrix (infinite matrici ed architetti) e Neo è consapevole di essere in una matrice superiore, dove vigono gli stessi principi della matrice inferiore, ma in maniera più forte e nascosta.

2 - Neo è un eletto non solo a liberare dalla matrice, ma è eletto a liberare dalla materia ed ha quindi compreso che la natura del mondo materiale, ivi comprese le macchine, soggiace a regole simili alla matrice.
In pratica ha capito che la "fede può muovere le montagne o far camminare sulle acque".
In questo caso l'architetto non è l'Architetto.


Il Merovingio può essere associato al mito di Poseidone/Nettuno od, eventualmente, a Plutone reggente dell'Ade.
Due figure che hanno a che fare con i regni delle profondità e del dopo-vita.
Egli ha compreso la natura del matrix e gli interessa sfruttarla al massimo grado per ottenere il massimo potere possibile, divenendo "principe della terra", godendosi le illusioni pur sapendole tali.



;) ;) ;)
 
Scritto da chrono
Alcune risposte che mi sono dato a queste domande:

1 - Esiste una matrioska di Matrix (infinite matrici ed architetti) e Neo è consapevole di essere in una matrice superiore, dove vigono gli stessi principi della matrice inferiore, ma in maniera più forte e nascosta.

2 - Neo è un eletto non solo a liberare dalla matrice, ma è eletto a liberare dalla materia ed ha quindi compreso che la natura del mondo materiale, ivi comprese le macchine, soggiace a regole simili alla matrice.
In pratica ha capito che la "fede può muovere le montagne o far camminare sulle acque".
In questo caso l'architetto non è l'Architetto.


Il Merovingio può essere associato al mito di Poseidone/Nettuno od, eventualmente, a Plutone reggente dell'Ade.
Due figure che hanno a che fare con i regni delle profondità e del dopo-vita.
Egli ha compreso la natura del matrix e gli interessa sfruttarla al massimo grado per ottenere il massimo potere possibile, divenendo "principe della terra", godendosi le illusioni pur sapendole tali.


;) ;) ;)

:eek:

Ommadonna... ma che film ho visto io! ;)
 
Scritto da Dulcinea
:eek:

Ommadonna... ma che film ho visto io! ;)

Lo stesso film...

cambiano le nostre matrici

:D :D :D
 
Confuso? anch'io amo la mitologia... non siamo poi così distanti.


Nyx (Notte). E' la maggior divinità celeste "nera, augusta, fosca, veloce, progenitrice di stirpi divine, grande forza cosmica all'origine del mondo".
E' sorta dal buio del Caos dopo Gaia ed Eros (Terra e Amore) e da lei nascono Emera (luce del giorno) ed Etere (cielo celeste che sta sopra la terra). Nella cosmografia orfica è tra le più alte creatrici del mondo; la leggenda la dice figlia di Eros. Nel mito orfico la Notte depone nel grembo di Caos l'uovo d'argento da cui nasce Eros, forza fecondatrice, indi nascono Terra e Cielo.
La sacra Notte è sempre considerata anteriore a Cronos e Zeus; anzi il giovane Zeus va da lei "per apprendere" come stabilire il suo potere supremo sopra gli immortali.
Ella abita in un misterioso palazzo sotterraneo o in una grotta (Zion??? ;)), ai confini estremi del creato, dove Atlante regge la volta del cielo. Dalle porte misteriose della sua casa esce ogni sera, avvolta nel manto nero, in alterna vicenda con la figlia Emera (luce).
Figura alata, porta "tregua agli affanni degli uomini" trascorrendo i cieli. In età classica la si rappresenta su un cocchio o una quadriga (metone del Partenone).
All'infuori di Emera e Etere (che non hanno culto nè consistenza mitica) i suoi figli sono oscure forze tenebrose: Thanatos (sonno della morte) e Hypnos (sonno e sogno).


Scusa le eventuali dimenticanze, ho trascritto veloci appunti... ;)
 
Grande Dulcinea....

però...

che cosa strana mi vien da pensare...

N yx è il modo in cui si indica una matrice a 2 vettori (bidimensionale).

Inoltre Nyx (che non conoscevo), per le caratteristiche descritte, potrebbe essere paragonata alla Maria di certe concezioni della gnosi cristiana:
la madre (mater - materia (nel senso di sostanza che si presta ad essere formata) - matrice, dunque) che riceve il seme di Luce (il Verbo) dal Padre ed attraverso il Verbo la materia oscura ed informe prende luce e vita.


Stop...

altrimenti scrivo un romanzo di fantateologia.

:D :D :D

E' stato un piacere conoscerti Dulcinea.

:)
 
Indietro