Metodologie per risparmiare, stile di vita, consigli e suggerimenti! Cap. 3

lucano93

Nuovo Utente
Registrato
23/2/19
Messaggi
175
Punti reazioni
1
prossimo mese installerò una stufa idro a legna della jolly mec
https://jolly-mec.it/it/stufe-e-termostufe/legna/serie-s-termojolly-evo

con l'aumento del gas per riscaldare casa mia di 120mq ci vogliono oltre 2500 euro annui,
la legna la pago 14 euro al quintale con consegna gratuita ,l'impianto già ce l'ho fatto per installarla, lo faccio come lavoro.
Attendiamo solo che arriva l'ho ordinata in ditta da poco più di 1 mese. Vi farò sapere ma sicuramente rispetto al gas avrò maggior calore e minor spesa, ok è un investimento iniziale ma ne verrà la pena
 

money4nothing

Tenere lontano dai quattrini
Registrato
9/9/06
Messaggi
4.565
Punti reazioni
886
Sia per cucinare che per riscaldare in inverno utilizzo da anni le bombole, da gennaio (quindi da prima che iniziasse l'aumento incontrollato del gas) ad oggi la spesa e' aumentate del 53%, ho quindi cominciato a valutare di utilizzare il gas con allacciamento ma ogni preventivo che faccio mi risulta molto piu' costoso delle bombole (almeno un 4-5% in piu'), ma puo' essere mai?
Qualcuno ha esperienze simili e consigli da dare?
 

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.205
Punti reazioni
383
prossimo mese installerò una stufa idro a legna della jolly mec
https://jolly-mec.it/it/stufe-e-termostufe/legna/serie-s-termojolly-evo

con l'aumento del gas per riscaldare casa mia di 120mq ci vogliono oltre 2500 euro annui,
la legna la pago 14 euro al quintale con consegna gratuita ,l'impianto già ce l'ho fatto per installarla, lo faccio come lavoro.
Attendiamo solo che arriva l'ho ordinata in ditta da poco più di 1 mese. Vi farò sapere ma sicuramente rispetto al gas avrò maggior calore e minor spesa, ok è un investimento iniziale ma ne verrà la pena

Quanto costa la stufa?
 

ZElvi

Nuovo Utente
Registrato
9/8/19
Messaggi
301
Punti reazioni
3
prossimo mese installerò una stufa idro a legna della jolly mec
https://jolly-mec.it/it/stufe-e-termostufe/legna/serie-s-termojolly-evo

con l'aumento del gas per riscaldare casa mia di 120mq ci vogliono oltre 2500 euro annui,
la legna la pago 14 euro al quintale con consegna gratuita ,l'impianto già ce l'ho fatto per installarla, lo faccio come lavoro.
Attendiamo solo che arriva l'ho ordinata in ditta da poco più di 1 mese. Vi farò sapere ma sicuramente rispetto al gas avrò maggior calore e minor spesa, ok è un investimento iniziale ma ne verrà la pena

Io avevo preso qualche anno fa la stufa a pellet per risparmiare.

All'inizio compravo un sacco a 3,5€, l'anno scorso lo pagavo 5/5,50€. Quest'anno dovrebbe quasi raddoppiare.

Mi sa che non possiamo scampare ai rincari
 

anvedinando

Nuovo Utente
Registrato
28/12/18
Messaggi
551
Punti reazioni
35
Scusate, qualcuno ha segnalato sconto 5% sui buoni carburante da Esselunga. E' in tutti i negozi o solo in alcuni?
 

lucano93

Nuovo Utente
Registrato
23/2/19
Messaggi
175
Punti reazioni
1
5300 la termojolly series S, nel piano sotto usando i riscaldamenti d'inverno non vado oltre i 13 gradi quindi è impossibile stare e butto via i soldi per riscaldare, con la stufa invece vado perfetto
 
Ultima modifica:

fvn

Nuovo Utente
Registrato
17/2/11
Messaggi
491
Punti reazioni
47
Sia per cucinare che per riscaldare in inverno utilizzo da anni le bombole, da gennaio (quindi da prima che iniziasse l'aumento incontrollato del gas) ad oggi la spesa e' aumentate del 53%, ho quindi cominciato a valutare di utilizzare il gas con allacciamento ma ogni preventivo che faccio mi risulta molto piu' costoso delle bombole (almeno un 4-5% in piu'), ma puo' essere mai?
Qualcuno ha esperienze simili e consigli da dare?

Personalmente uso solo elettricità in casa. Sono sempre stato contrario al gas. Detto questo ho solo la cucina a gas in attesa di passare all’induzione. Ovviamente il gas che uso proviene da bombole da 10kg che durano circa due mesi. Per una qualche ragione dallo scorso anno il costo è aumentato di solo 50 cent. passando da 22 a 22,50
 

Magnotta000

Umile consumatore
Registrato
17/8/11
Messaggi
2.782
Punti reazioni
222
prossimo mese installerò una stufa idro a legna della jolly mec
https://jolly-mec.it/it/stufe-e-termostufe/legna/serie-s-termojolly-evo

con l'aumento del gas per riscaldare casa mia di 120mq ci vogliono oltre 2500 euro annui,
la legna la pago 14 euro al quintale con consegna gratuita ,l'impianto già ce l'ho fatto per installarla, lo faccio come lavoro.
Attendiamo solo che arriva l'ho ordinata in ditta da poco più di 1 mese. Vi farò sapere ma sicuramente rispetto al gas avrò maggior calore e minor spesa, ok è un investimento iniziale ma ne verrà la pena

5300 la termojolly series S, nel piano sotto usando i riscaldamenti d'inverno non vado oltre i 13 gradi quindi è impossibile stare e butto via i soldi per riscaldare, con la stufa invece vado perfetto

tu per fortuna l'impianto te lo sei fatto da solo, oltre al costo della stufa mettici pure il costo dell'impanto, poi cablare la canna fumaria.. diventa un investimento rilevante, se il prezzo del metano non cala, ammortizzi la spesa facilmente, tuttavia io spero la situazione si normalizzi a breve anche perchè il costo dell energia sta creando una spirale inflazionistica insostenibile.
 

mbbank

Nuovo Utente
Registrato
16/11/14
Messaggi
13
Punti reazioni
2
prossimo mese installerò una stufa idro a legna della jolly mec
https://jolly-mec.it/it/stufe-e-termostufe/legna/serie-s-termojolly-evo

con l'aumento del gas per riscaldare casa mia di 120mq ci vogliono oltre 2500 euro annui,
la legna la pago 14 euro al quintale con consegna gratuita ,l'impianto già ce l'ho fatto per installarla, lo faccio come lavoro.
Attendiamo solo che arriva l'ho ordinata in ditta da poco più di 1 mese. Vi farò sapere ma sicuramente rispetto al gas avrò maggior calore e minor spesa, ok è un investimento iniziale ma ne verrà la pena

dalle mie parti si dice che chi ti vende la legna ti frega 3 volte, nel prezzo, nel peso e nel resto del pagamento .... io ho optato per un camino a pellet .... spero che la grande distribuzione, specialmente estera (VEDI obi) tolga QUESTI MALEDETTI MERCANTI LOCALI SPECULATORI.
 

Magnotta000

Umile consumatore
Registrato
17/8/11
Messaggi
2.782
Punti reazioni
222
prossimo mese installerò una stufa idro a legna della jolly mec
https://jolly-mec.it/it/stufe-e-termostufe/legna/serie-s-termojolly-evo

con l'aumento del gas per riscaldare casa mia di 120mq ci vogliono oltre 2500 euro annui,
la legna la pago 14 euro al quintale con consegna gratuita ,l'impianto già ce l'ho fatto per installarla, lo faccio come lavoro.
Attendiamo solo che arriva l'ho ordinata in ditta da poco più di 1 mese. Vi farò sapere ma sicuramente rispetto al gas avrò maggior calore e minor spesa, ok è un investimento iniziale ma ne verrà la pena

dalle mie parti si dice che chi ti vende la legna ti frega 3 volte, nel prezzo, nel peso e nel resto del pagamento .... io ho optato per un camino a pellet .... spero che la grande distribuzione, specialmente estera (VEDI obi) tolga QUESTI MALEDETTI MERCANTI LOCALI SPECULATORI.

effettivamente difficile appurare il peso quando scaricano.

per il pellet ci avevo pensato anche io ma a questi prezzi, mero frutto di speculazione, mi sono stoppato
 

Maestr

Nuovo Utente
Registrato
22/7/20
Messaggi
3.716
Punti reazioni
433
L'unica mi sa che è la pompa di calore con riscaldamento a pavimento come ho io.
è un bell'investimento è vero, ma sul lungo periodo si va davvero a risparmiare e se staccano davvero il prezzo dell'energia da quello del gas addio maxi bollette (e già così con tutte le tasse risparmiate sul gas per un allaccio in meno si risparmia parecchio).
 

Magnotta000

Umile consumatore
Registrato
17/8/11
Messaggi
2.782
Punti reazioni
222
L'unica mi sa che è la pompa di calore con riscaldamento a pavimento come ho io.
è un bell'investimento è vero, ma sul lungo periodo si va davvero a risparmiare e se staccano davvero il prezzo dell'energia da quello del gas addio maxi bollette (e già così con tutte le tasse risparmiate sul gas per un allaccio in meno si risparmia parecchio).

attualmente va male pure per l'elettricità, a meno che non hai un impianto fotovoltaico. quanti kw impieghi per riscaldarti?
 

Maestr

Nuovo Utente
Registrato
22/7/20
Messaggi
3.716
Punti reazioni
433
attualmente va male pure per l'elettricità, a meno che non hai un impianto fotovoltaico. quanti kw impieghi per riscaldarti?

Tieni conto che con il riscaldamento a pavimento si sta bene anche tenendo il termostato a temperature più basse perché il riscaldamento è molto più uniforme e che tra tasse, accise, oneri di sistema, trasporto ecc...
Gas_TAB6-700x595.png

https://vivienergia.imgix.net/uploads/2021/05/14144054/Gas_TAB6-700x595.png
Il risparmio è notevole anche se il consumo di gas fosse zero.

Poi è vero che anche l'energia è aumentata parecchio, d'altronde con la correlazione tra prezzo del gas ed energia e, contemporaneamente, il fatto che comunque buona parte dell'energia venga ancora prodotta con il gas, si va comunque a spendere di più rispetto a prima se si è nelle stesse condizioni...
ma in una prospettiva di lungo periodo sia che la situazione sul gas rientri sia che non rientri dovrebbe comunque convenire l'investimento
- Si risparmiano le tasse e gli altri costi non legati alla materia prima della fornitura gas (circa il 50% del prezzo della bolletta gas).
- Si predispone il sistema a funzionare solo elettricamente, il che significa che negli anni basterà aggiungere pannelli fotovoltaici per far scendere la bolletta (un lavoro molto più rapido ed economico che mettere pompa di calore e riscaldamento a pavimento).
- Con il riscaldamento a pavimento il riscaldamento è più uniforme e si può quindi impostare una temperatura più bassa risparmiando energia.
- Si va a risparmiare anche in cucina visto che l'induzione è molto più efficiente del gas (oltre ad essere più sicura). Ci si mette più o meno 1/3 del tempo a far bollire l'acqua per dire.
- E' probabile che a breve il prezzo del gas e dell'energia elettrica verranno scollegati il che significa che il prezzo dell'energia elettrica dovrebbe crollare per tutta la parte prodotta già oggi da fonti rinnovabili (che andrà a crescere).
- E' certo che l'unione europea spingerà molto sulle pompe di calore per i nuovi impianti.
- Le pompe di calore necessitano di meno manutenzione rispetto alle caldaie a gas.

Quindi sì va male anche per l'elettricità ma non così tanto da non convenire.

Sui kw consumati per riscaldarmi non saprei dirti, sono ignorante sotto questo punto di vista.
 

Magnotta000

Umile consumatore
Registrato
17/8/11
Messaggi
2.782
Punti reazioni
222
non capisco cosa volevi dimostrare con quel grafico che hai postato che peraltro rappresenta una situazione del 2018, quando attualmente lo scenario è completamente differente.

concordo teoricamente con alcune cose che hai scritto, tuttavia se non si sanno i dati sui consumi è impossibile fare paragoni concreti, nè ai prezzi pre crisi nè ai prezzi attuali; in altre parole basi le tue convinzioni solo su concetti teorici, che poi mescoli anche concetti che poco riguardano le fonti energetiche, tipo posso essere daccordo su quello che dici circa l'impianto a pavimento, ma esula dal discorso visto che l'impianto a pavimento rende ottimamente anche con le caldaie a condensazione.

a priori stiamo in una situazione che è in divenire, dove difficilmente si possono programmare investimenti

Ad esempio con il gas a prezzo pre crisi, 0,7 €/sms, l'uso di strumenti di riscaldamento alternativi mi sembrava superfluo, quel poco che ci risparmiavi ti comportava spese e adempimenti aggiuntivi che non ritenevo bilanciassero i risparmi economici.

anche il fotovoltaico, per me che avevo consumi non elevati, con i prezzi pre crisi era una spesa non ammortizzabile, e considera che anche il fotovoltaico ha bisogno di spese di manutenzione, non è che ti dura a vita.

aggiornare gli impianti comporta una spesa di migliaia di euro, se poi tra qualche mese la situazione si normalizza, risulta che probabilmente sono soldi buttati.

poi non concordo sicuramente con questa dichiarazione:

- Si risparmiano le tasse e gli altri costi non legati alla materia prima della fornitura gas (circa il 50% del prezzo della bolletta gas).

in verità attualmente, con gli incentivi governativi, il costo della fornitura gas sarà 90% materia prima. e in ogni caso vale lo stesso principio per l'energia elettrica.
 

Maestr

Nuovo Utente
Registrato
22/7/20
Messaggi
3.716
Punti reazioni
433
@Magnotta000 Se ragioni sul breve periodo mi sembra chiaro che convenga mantenere tutto com'è. L'ho scritto fin dal principio "è un bell'investimento è vero, ma sul lungo periodo si va davvero a risparmiare" e non penso che pre crisi energetica gli adempimenti (tipo la classica manutenzione) fossero più gravosi in un impianto moderno piuttosto che in uno classico (anzi, come ho scritto la pompa di calore necessita di meno manutenzione della classica caldaia a gas), in ottica di lungo periodo gli attuali prezzi parzialmente calmierati dell'energia (con meno tasse, solo per chi non raggiunge un certo isee) non valgono, per quello ho postato un grafico del 2018, sul lungo periodo ha senso prendere in considerazione le classiche tasse, non quelle attuali che sono state abbassate temporaneamente per la crisi energetica. Il discorso di base comunque era che avendo una sola fornitura per forza hai un risparmio (dovendo pagare le tasse, trasporto, accise ecc... solo per la fornitura di energia elettrica e non anche quelle per la fornitura del gas).
Non solo, mi pare evidente che la direzione obbligata a livello europeo andrà verso un'elettrificazione totale, d'altronde se si vuol fare a meno del gas non è che ci sia molta scelta.
Ho legato il discorso riscaldamento a pavimento con pompa di calore perché le pompe di calore con i termosifoni necessitano di una potenza fin troppo elevata e costano anche molto di più oltre ad essere meno efficienti... il che significa che alla fin fine che conviene legare le due cose.

Ciò detto non ho idea di come calcolare o ricavare quanti kw mi servano per il riscaldamento quindi non posso assolutamente darti l'informazione che ti interessa e che ti serve per decidere se convenga.
Posso solo dirti perché, a mio parere, dati alla mano, convenga andare in questa direzione.

D'altronde si discuteva di pellet, legna ed è venuto fuori che anche queste soluzioni ponte costano (soluzioni ponte perché sono implementabili con una spesa molto più bassa rispetto al sistema da me suggerito, ma sono anche inferiori sia come resa che come efficienza energetica a livello ambientale), per questo ho scritto "L'unica mi sa che è la pompa di calore con riscaldamento a pavimento", perché è l'unica soluzione (che conosco e che mi venga in mente) che permette davvero di abbassare i costi sul lungo periodo (a prescindere dal costo dell'energia elettrica che è sì aumentato ma già di suo fa risparmiare rispetto al gas) e che sarà accettabile per i prossimi 20-30 anni (perché ricordiamolo, l'unione europea sta spingendo per liberarsi delle fonti fossili).

Se anche la situazione rientrasse nel breve periodo (cosa di cui dubito fortemente perché ci vorranno 2 anni per l'indipendenza dalla russia) dubito fortemente che la tassazione resterà quella attuale.
 

Magnotta000

Umile consumatore
Registrato
17/8/11
Messaggi
2.782
Punti reazioni
222
il discorso sulle tasse connesse all'utenza luce o gas per me non ha senso a priori.

se per esempio consumi 2000 kw di elettricità e 1000 mc di gas annuo che usi per il riscaldamento e poi togli il gas perchè passi al riscaldamento con pompa di calore, i costi fissi che prima pagavi sul gas non è che spariscono, perchè invece di 2000 kw di luce ne consumerai ad esempio 3000 kw e in proporzione aumenteranno i costi fissi sul contratto luce. forse non ti è chiaro che quasi tutti i costi fissi delle utenze sono proporzionali al consumo effettivo e non sono realmente fissi, di fisso c'è solo il canone mensile che alla fine è una spesa abbastanza trascurabile.

le agevolazioni che sono state effettuate sul prezzo finale del gas negli ultimi mesi hanno riguardato tutti, sono stati scontati gli oneri di sistema e ridotta l'aliquota iva, invece le agevolazioni isee erano cmq presenti già prima, non so se sono aumentate.

il discorso di pubblicizare pompa di calore + impianto a pavimento come soluzione ottimale a mio avviso è abbastanza assurdo anch esso a priori perchè per fare un'impianto a pavimento bisogna demolire e ricostruire tutta casa, anche se restassero altissimi i costi energetici per anni, è un investimento che non ripagheresti mai, dati i costi e il vantaggio termico/economico non così rilevante. se dovessi fare un ragionamento del genere allora avrebbe più senso pubblicizzare il cappotto termico.
 

aemme1

Asse Menagent n°1
Registrato
22/12/04
Messaggi
5.845
Punti reazioni
345
L'unica mi sa che è la pompa di calore con riscaldamento a pavimento come ho io.
è un bell'investimento è vero, ma sul lungo periodo si va davvero a risparmiare e se staccano davvero il prezzo dell'energia da quello del gas addio maxi bollette (e già così con tutte le tasse risparmiate sul gas per un allaccio in meno si risparmia parecchio).

ma il riscaldamento a pavimento è la serpentina sopra la quale viene installato il pavimento? Ricordo che andava di moda negli anni '60 ma poi l'hanno abbandonata perché tanti lamentavano gonfiore alle gambe e soprattutto perché anche per una banale manutenzione bisognava sollevare il pavimento... :cool::bye: