Moneyfarm in live meeting su FOL

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Buonasera,

ho due domande:
ho letto che per la costruzione di portafogli modello utilizzate Black-Litterman;
la prima domanda è molto tecnica: come definite il portafoglio market neutral da modificare poi con le view del comitato investimenti?

La seconda domanda ha leggermente un tono provocatorio: per quanto riguarda la profilatura avete un questionario basato sulla finanza comportamentale; rispondendo date un profilo al cliente. Non credete che sia piuttosto fuorviante definire "personalizzata" una consulenza basata su qualche domanda, per quanto studiate esse siano? La conoscenza "fisica" del cliente è una componente così residuale e trascurabile?

Comunque bravi e in bocca al lupo!

Ciao e grazie per la risposta e i complimenti.

Ti rispondo ai punti:
1) Per il portafoglio Market Neutrial ci affidiamo ai dati del nostro advisor, Roubini Global Economics (Roubini Global Economics - Home) che hanno un team di oltre 100 analisti macro.

2) In realtà noi pensiamo che il rapporto fisico possa peggiorare il valore della consulenza a volte (sopratutto se non si parla di consulenza fee only ma di vendita di prodotti finanziari). Tieni conto che per la costruzione del nostro questionario (che sono ca 30 domande) abbiamo lavorato con la professoressa Barbara Alemanni della SDA Bocconi e abbiamo testato il questionario su più di 300 studenti di master per verificare che effettivamente misurasse le variabili che ci interessano avere. Tieni conto che poi per portafogli più complessi (quindi non tanto per la valutazione della persona ma per la valutazione del suoi investimenti) offriamo un servizio di "advisory call" in cui uno dei nostri advisor lavora con il cliente per la selezione degli obiettivi e le scelte da applicare sul portafoglio in essere.

Spero di averti risposto in modo soddisfacente,

Grazie mille.

A presto,

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Buongiorno

volevo chiedervi se è nelle vostre intenzioni implementare un servizio di portafogli ,con coperture come etf short , con eventuali posizioni valutarie, o con etf in leva.

Grazie.
Apprezzo il vostro lavoro. complimenti.

Ciao e grazie per la domanda e i complimenti,

stiamo discutendo parecchio su questo tema, ovvero quello di avere anche una proposta più "complessa" inserendo leva, short etc. Da un lato i benefici sono evidenti, dall'altro alcune delle criticità degli ETF vengono amplificate nel momento in cui aumenta la complessità del pay-off. Non abbiamo ancora deciso ma è un tema caldo: dovessimo partire con qualcosa del genere sarebbe comunque nella seconda parte dell'anno.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Come avviene la scelta degli strumenti etf in base agli emittenti? Grazie

Ciao e grazie per la domanda,

la scelta degli ETF avviene principalmente sulla base di criteri quali liquidità, volumi, metodo di replica, ecc. Valutiamo gli emittenti nel senso che scegliamo case che conosciamo e di provata esperienza. L'unico caso importante in cui l'emittente basta a fare la differenza tra un ETF e l'altro è il caso di una replica sintetica: in questa circostanza valutiamo attentamente il rischio di credito posto dalla controparte.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Spettabile Moneyfarm
si è parlato molto delle nuove regole Esma con prospetti informativi più dettagliati. L'indicazione del "tracking error atteso" nel prospetto sarà affidabile?

Ciao e grazie per la domanda,

al di là delle direttive suggerite dall'ESMA che sicuramente aumenteranno la trasparenza nella valutazione degli ETF, il tracking error ex-ante è una stima e quindi per definizione non puntuale.

Detto ciò è abbastanza stabile nel tempo quindi dovrebbe essere affidabile.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Gentile SIG. Daprà, per gli ETF a stacco cedola sovente si parla di inefficienze (tassazione, cash drag) rispetto a quelli ad accumulo causa cash drag. Se è vero, perchè vengono ancora proposti in gran quantità gli ETF con stacco?

Ciao e grazie per la domanda,

è vero che lo stacco di divendi sull'etf a cedola comporta delle inefficienze fiscali. Questo secondo noi non significa escluderlo a priori; le preferenze degli investitori a volte prediligono strumenti che stacchino una cedola/dividendo per avere una rendita anche a costo di avere qualche svantaggio fiscale. Chiaro che se uno può farne a meno meglio prendere quelli ad accumulo ma bisogna considerare le fee di vendita se poi uno ha bisogno di parte dei soldi investiti.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Buongiorno,
sono soddisfatto investitore in ETF (Ishares) obbligazionari. La mia preferenza si rivolge esclusivamente a prodotti a distribuzione di cedola.
Desideravo chiedere se questo mio pregiudizio nuoce al rendimento del prodotto ETF scelto; in soldoni, vi sono differenze di rendimento tra ETF ad accumulo o ETF a distribuzuione?
Specifico altresì che le cedole maturate vengono utilizzate come fonte di reddito o investimento in obbligazioni.
Cordialmente ringrazio per il cortese riscontro.
Fabrib

Ciao e grazie per la domanda.

Gli ETF a distribuzione presentano degli svantaggi fiscali: il dividendo staccato sarà tassato senza possibilità di compensazione con un eventuale minusvalenza in conto capitale. Viceversa se ad accumulo il dividendo sarebbe direttamente reinvestito nell'ETF, andando ad aumentare il valore della quota senza diminuzioni dovute alla tassazione. Ad esempio dividendo di 2 euro e valore della quota 98 con prezzo di carico a 100, andrò a pagare il 20% sui 2 euro con un valore totale dell'investimento di 99.6, diversamente se i 2 euro fossero reinvestiti avrei un valore dell'investiemnto pari a 100 e nessun onere fiscale. Senza sottovalutare il vantaggio di posticipare il pagamento dell'imposta se in plusvalenza. In sintesi facendo un ragionamento basato puramente su aspetti economici e non di preferenze, gli etf a distribuzione sono meno efficenti di quelli ad accumulo.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Buongiorno

sapete indicarci alcuni rendimenti medi dei vostri portafoglio (con tutte le cautele del caso ovviamente)
Quale parte dei miei risparmi (120.000) mi consigliate di gestire con la vostra piattaforma?
Prospettiva di medio periodo (24 mesi)

Grazie

Ciao e grazie per la domanda,

i rendimenti attesi dei nostri portafogli si collocano tra l'1.8% e il 6%, all'incirca. Questo dipende dalla composizione dei portafogli e quindi dal tradeoff tra rischio e rendimento.
Per quanto riguarda la quantità di risparmi da investire, l'asset allocation di MoneyFarm è pensata come forma di gestione patrimoniale, per cui si riferisce potenzialmente a tutto il patrimonio del cliente. Nel momento in cui ti iscrivi, dovrai compilare un questionario che conterrà anche queste domande (la percentuale del tuo patrimonio che stai investendo e il tuo orizzonte temporale). A seconda delle tue risposte e dei tuoi obiettivi di investimento, verrai assegnato a una categoria di rischio specifica.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Buongiorno,
potete cortesemente fornire dettagli sul processo di selezione degli ETF e della composizione dei portafogli.

Grazie

Ciao e grazie per la domanda,

Il nostro processo d'investimento si bassa sull'Asset Allocation ed è quali quantitativo. Su questo link trovi una spiegazione del processo in dettaglio https://www.moneyfarm.com/perche-moneyfarm/processo-investimento e a breve pubblicheremo un white paper che lo descrive in modo ancora più dettagliato. Per quanto riguarda la scelta specifica degli ETF (una volta definito l'indice di riferimento, avviene principalmente sulla base di criteri quali liquidità, volumi, metodo di replica, ecc. Valutiamo gli emittenti nel senso che scegliamo case che conosciamo e di provata esperienza. L'unico caso importante in cui l'emittente basta a fare la differenza tra un ETF e l'altro è il caso di una replica sintetica: in questa circostanza valutiamo attentamente il rischio di credito posto dalla controparte.

Grazie mille,

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
A "Noi" Mf appare come un servizio di consulenza standardizzato come ne esistono tanti. Non è certo la prima volta in cui si offrono portafogli personalizzati di etf, infatti. Non vogliamo esprimere un parere specifico...ma di sicuro dobbiamo porre in guardia dalle false aspettative che il pubblico poco esperto (la tipologia di utente cui tali servizi si rivolge) può nutrire nei confronti di un servizio che, anche senza alcuna responsabilità da parte di chi lo offre, potrebbe essere male interpretato come soluzione semplice ed efficace, ossia "seguo i segnali e guadagno". Investire nel tempo è una attività molto più complessa.

Ciao e grazie per la domanda,

investire è sicuramente un'attività complessa: d'altra parte oggi l'offerta di consulenza indipendente in questo ambito è molto limitata, soprattutto se rapportata a patrimoni medio-piccoli. E' li che cerchiamo di rivolgerci in assoluta trasparenza e semplicità. Se poi la nostra offerta non è quello che un certo risparmiatore cerca non c'e' alcun problema. La piattaforma del resto è studiata per poter provare gratuitamente e farsi un'idea di cosa possiamo offrire. Sul tema della standardizzazione poi si potrebbe aprire un lungo capitolo: noi pensiamo di aver fatto un buon lavoro, attraverso un questionario che cerca di cogliere molti aspetti diversi rimanendo all'interno della normativa mifid. Detto questo il questionario e il prodotto sono in continuo evoluzione e siamo sicuri di poter aggiungere gradi di personalizzazione in futuro. Da ultime le aspettative del pubblico poco esperto: beh su questo, parlando di finanza e di quello che viene offerto sui mercati finanziari negli ultimi anni, dobbiamo dire che ci sentiamo la coscienza decisamente a posto! Se guardi il nostro sito e il nostro modo di comunicare siamo totalmente trasparenti e cerchiamo di spiegare in dettaglio quello in cui i clienti vanno ad investire. Tieni conto che non abbiamo nessun conflitto d'interesse in quanto indipendenti e non prendiamo nessuna commissione dai prodotti che consigliamo ma siamo pagati solo dal cliente.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Vorrei sapere come mai utilizzate solo ETF e non altri strumenti quali Fondi o singole Obbligazioni. Grazie

Ciao e grazie per la domanda,

cerco di essere sintentico (qualche risposta a questo tema c'è già nel forum). Essenzialmente per tre ragioni tutte riconducibili ad un problema di costo :

1) costo dello strumento

2) costo opportunità nel selezionare fondi generano alfa consistemente rispetto a dedicare risorse al processo di Asset Allocation

3) costo nella manutenzione di portafogli complessi. Dal momento che i costi impattano in maniera determinante sulla performance degli investimenti l'utilizzo di ETF permette di minimizzare questo aspetto.

Su questo tema puoi comunque trovare parecchio materiale anche nel nostro sito www.moneyfarm.com

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

theo.gonella

Nuovo Utente
Registrato
14/3/13
Messaggi
1
Punti reazioni
0
Buongiorno,

Vorrei sapere quali sono,se esistono, gli effetti dei provvedimenti del governo Monti per gli strumenti finanziari ETF e altri che proponete per il portafoglio personale.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
come faccio a capire se chi vende gli ETF è la società stessa o degli altri operatori del mercato? sono sicuro che ci sarà sempre qualcuno disposto a comprarli (al limite la società stessa)?
a che prezzo poi li comprerebbe? non c'è il rischio di speculazioni da parte della società emittente (variando la quota offerta di titoli nel mercato)?

Ciao e grazie per la tua domanda. Ogni market maker o specialist di etf su borsaitaliana deve garantire scambi minimi e spread massimi, in ottemperanza alla normativa di BorsaItaliana altrimenti incorre in sanzioni.

Grazie mille,

Giovanni.
 

avergani

Nuovo Utente
Registrato
10/1/01
Messaggi
817
Punti reazioni
45
Ciao e grazie per la domanda e per l'apprezzamento sull'attività nei social networks (abbiamo una SMM n1 @scarylalla).

Hai ragione quando dici che un asset allocation ideale è probabilmente la somma di diverse tipologie di strumenti. Un portafoglio così costruito ha però bisogno di un processo di selezione e di monitoraggio che richiede moltissimo tempo e competenze da cui ne deriverebbe un costo del servizio decisamente diverso da quello che propone MoneyFarm. La nostra idea è che questo approccio riesce ad unire qualità (il processo di costruzione del portafoglio ad alto livello) a convenienza, dal momento che l'obiettivo che ci siamo proposti è di rimanere al di sotto dell'1% incudendo ogni costo .

Tieni conto che il lavoro di selezione dei fondi è molto difficile e può creare valore soltanto impiegando molte risorse; in altre parole trovare fondi che outperformano consistentemente nel tempo infatti è molto difficile.

Il tema quindi è applicare una strategia adatta alla risorse che si hanno e secondo noi un portafoglio di ETF ha il miglior rapporto costo/beneficio.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.

Confermo @scarylalla numero 1 oltre naturalmente alla bontà del vostro progetto
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
I portafogli personalizzati si compongono solo di ETF o anche di altri strumenti finanziari?
Nel primo caso, non lo ritenete limitante?

Grazie!

Ciao e grazie per la domanda.

nel contesto in cui operiamo e quindi per gli investiori privati crediamo che gli ETF siano lo strumento più efficiente per implementare una strategia basata sull'asset allocation globale come la nostra. Noi partiamo da una strategia che mira all'esposizione semplice immediata ed economica alla maggior parte delle asset class, e lo stumento (secondo noi) migliore sono gli etf. Il tema è veramente legato alle risorse limitate che si hanno e dove ci si vuole focalizzare; essendo l'asset allocation il driver dei rendimenti pensiamo che sia giusto concentrarsi su quello e lasciare la fund selection a investitori con maggiori risorse come i grandi fondi sovrani etc.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
buongiorno esiste la possibilità di fare un periodo di prova gratuito simulando profit and loss?

Ciao e grazie della domanda.

Puoi iscriverti al sito e provare il servizio gratuitamente per tutto il tempo che vuoi. Nel periodo di prova vedi l'andamento del tuo portafoglio e le asset class che lo compongono. Tuttavia non vedi l'ISIN e i nomi dei singoli ETF né i loro prezzi fino a quando non diventi cliente. Facci sapere se hai altre domande.

Grazie mille,

Giovanni.
 

Cren

Nuovo Utente
Registrato
6/10/09
Messaggi
10.600
Punti reazioni
615
Gent.le Giovanni,

esiste una configurazione dei Vostri portafogli che preveda l'esposizione a ETF su volatilità (diretta o inversa)?

Grazie,
 

gilman

Nuovo Utente
Registrato
2/3/04
Messaggi
42
Punti reazioni
0
Tassazione etf

Salve,
gradirei conoscere tutti i costi che gravano sulle negoziazioni di etf:

commissioni bancarie (indicative).
tassazione cedole
tassazione plusvalenze
compensazione plusvalenze/minusvalenze.
Grazie.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
Buongiorno,

ho tre domande di "base"
1) ad un vostro cliente consigliate un portafoglio di ETF solo long o anche short per proteggersi dai cali di mercato?
2) Ho visto sul sito che i portafogli trial sono tutti in ETF, valutate per i vs clienti anche acquisti in modo alternativo di SICAV e Fondi?
3) ho un ETC in Oro (leva 1) che sconta da quando lo ho acquistato a metà anno scorso un -7,-8%; è il caso di tenerlo ancora? Leggo che per il 2013 il trend dell'Oro dovrebbe essere ancora debole e che il suo andamento è correlato inversamente all'andamento delle Borse per cui un ETC in Oro è il classico investimento per "proteggersi" da Borse in calo? E' così?
Grazie


Ciao e grazie per la domanda,

ti rispondo per punti:

1) Il portafoglio dei clienti sono long only cioe prevedono solo posizioni lunghe su etf. Non escludiamo nel tempo l’uso di ETF con esposizione short a particolari mercati.
2) No, i portafogli consigliati sono fatti di soli etf perche abbiamo scelto di concentrarsi sull'asset allocation.
3) Riteniamo che l’oro, nonostante i recenti cali, sia ancora un buon strumento per proteggere il portafoglio da scenari estremi, *forse uno dei pochi.

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
quali sono in media i rendimenti che si ottengono con i portafogli da voi proposti?
all'aumentare del rendimento atteso aumenta di molto la volatilità del portafoglio proposto?
è possibile costruire insieme un obiettivo in modo da ottimizzare il rendimento in funzione dle massimo rischio accettabile?

Ciao e grazie della domanda,

in media i rendimenti attesi annui dei nostri portafogli per i prox 5 anni variano dall'1.8% al 5/6% a seconda del profilo di rischio, con una volatilità (standard deviation annuale stimata su dati storici) tra 1.5 e 11. Ogni portafoglio è costruito con una ottimizzazione mean-variance, per cui per definizione minimizza la volatilità per ogni rendimento atteso.

Se vuoi piu informazioni sul nostro processo d'investimento puoi leggere qua: https://www.moneyfarm.com/perche-moneyfarm/processo-investimento

Grazie mille,

A presto.

Giovanni.
 

MoneyFarm

Giovanni Daprà Co-Founder & CIO MoneyFarm
Registrato
6/7/12
Messaggi
1.549
Punti reazioni
79
buongiorno e grazie per la disponibilità. la mia domanda potrà sembrare banale, potreste spiegare il perché e il significato del vostro nome? fattoria dei soldi? in che senso?
grazie

Ciao e grazie per la bella domanda anche perchè ci abbiamo messo una vita a trovarlo! Alla fine (e con un fondamentale aiuto esterno) ci è piaciuto MoneyFarm perchè racchiude un concetto per noi fondamentale: se vuoi che i tuoi risparmi (money) facciano il loro dovere devi lavorarci un po' (farm). Penso che ormai sia chiaro a tutti (non occorre dirlo a chi partecipa a forum come questi) che è finito il tempo del "non si preoccupi per i suoi investimenti, facciamo tutto noi"! Ed il web in questo senso è stata una vera rivoluzione, perchè permette di disintermediare un sistema che è rimasto chiuso per troppo tempo. E quindi MoneyFarm!