MPS - cercasi cavaliere disperatamente per grosso grasso matrimonio…

il polso dal versante obbligazionario è "buono". Sull'azionario siete voi gli esperti;)

:no: Gli "esperti " sono ora in TV alla trasmissione patrimoni condotta da un bambolotto di tutto vestito che sembra finto:D

bel mestiere tradare coi soldi atrui ,
 
Posto le mie analisi, per quel che possono valere:

1) il conteggio può far pensare alla chiusura di una struttura (a**b**c** = b* or 2 sul daily);

2) c'è un pattern di swing, la turtle soup plus one;

3) il titolo si appoggia sulla BB- con Adx < 20 (quindi dovrebbe avere un target minimo - minimo - sulla BB+);

4) il DSS - oscillatore di Bressert - postato stamattina sembra voler indicare il raggiungimento di un minimo di ciclo (è completamente scarico)
http://oi63.tinypic.com/2wdul38.jpg

Secondo me, dal punto di vista meramente tecnico, si può sperare in un sereno weekend: fra poco sapremo (non vorrei che queste siano 'le ultime parole famose').
 

Allegati

  • 1.jpg
    1.jpg
    88,5 KB · Visite: 7
  • 2.jpg
    2.jpg
    80,3 KB · Visite: 11
  • 3.jpg
    3.jpg
    100 KB · Visite: 5
MELIODRAMMATICA attesa dei dati .....

ALLE DICIOTTO INIZIA IL GIUDIZIO UNIVERSALE ( DE SICA)
 
Posto le mie analisi, per quel che possono valere:

1) il conteggio può far pensare alla chiusura di una struttura (a**b**c** = b* or 2 sul daily);

2) c'è un pattern di swing, la turtle soup plus one;

3) il titolo si appoggia sulla BB- con Adx < 20 (quindi dovrebbe avere un target minimo - minimo - sulla BB+);

4) il DSS - oscillatore di Bressert - postato stamattina sembra voler indicare il raggiungimento di un minimo di ciclo (è completamente scarico)
http://oi63.tinypic.com/2wdul38.jpg

Secondo me, dal punto di vista meramente tecnico, si può sperare in un sereno weekend: fra poco sapremo (non vorrei che queste siano 'le ultime parole famose').


chiamatemi quando pensate esca da quel c.azzo di canale....sopra o sotto non importa :eek::D
 
Sono le 18.02 Già due minuti di ritardo.
Come mai se la prendono comoda per pubblicare la trimestrale?
 
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA - BMPS: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2015. 06/11/2015 18:12 - RSF

COMUNICATO STAMPA

IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30SETTEMBRE 2015
Il risultato netto dei 9 mesi a 84,7 milioni di euro

conferma il buon andamento della gestione operativa
Solida posizione patrimoniale con Common Equity Tier 1 al 12%
Risultati al 30 settembre
Common Equity Tier 1 ratio fully loaded all'11,7% (+100bps su giugno 2015 proforma1) e
transitional al 12% (+67bps rispetto a giugno 2015 proforma1)
Risultato Operativo Lordo di periodo a 1.417 milioni di euro (+28,6% Y/Y) con unandamento
positivo del core business
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro; -109 milioni di euro nel terzo trimestre
impattato dalla chiusura anticipata di Alexandria (-88 milioni di euro netti)
Prosegue il de-riskingdello stato patrimoniale, anche a seguito della chiusura dell'operazione
Alexandria2
Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi di piano
industriale. La copertura dei crediti deteriorati, pari al 48,6%, si mantenuta tra le pielevate
del sistema bancario italiano
1 Il dato proforma include il pagamento della cedola dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) tramite l'emissione di nuove azioni MPS a favore del Ministero del Tesoro indata 1 luglio 2015. 2 I principali impatti sullo stato patrimoniale della chiusura di Alexandria sono stati: -4 miliardi di euro di prestiti, -3,3 miliardi di euro di raccolta diretta, +0,35 miliardi di euro di Riserva AFS, -1,4 miliardi di euro dialtre passivit

1 Siena, 6 novembre 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Monte dei Paschidi Siena S.p.A. ha esaminato ed approvato i risultati al 30 settembre del 2015.

I principali risultati consolidati di Conto Economico: Margine di Interesse a 1.740 milioni di euro in crescita del 12,1% Y/Y3, riconducibile al minor importo medio dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) e al miglioramento della forbice media,
effetti positivi parzialmente compensati dal calo degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione
del rendimento del portafoglio. Il contributo delterzo trimestre stato pari a circa 569 milioni di
euro (+1,5% Q/Q) beneficiando del rimborso integrale dei NSF, avvenuto nel mese di giugno
2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la contrazione dei volumi e
dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale
Commissioni Nette a 1.358 milioni di euro in crescita del 5,1% Y/Y per l'aumento dei proventi
da gestione del risparmio (+16% Y/Y), sostenute sia dai collocamenti (+14,3%) che dal continuing (+18,3%). Il contributo del terzo trimestre stato pari a circa 431 milioni di euro, -
10,9% rispetto al trimestre precedente, per effetto soprattutto di un calo dei proventi da
collocamento prodotti, su cui incide la stagionalit
E' proseguito l'efficientamento gestionale con gli oneri operativi a 1.967 milioni di euro, in calo
del 2,7% Y/Y e dello 0,2% Q/Q
Risultato della gestione finanziaria4 a 164 milioni di euro (-25,9% Y/Y), che ha risentito nel
terzo trimestre della contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione
"Alexandria" (-130 milioni di euro pre tasse)
Rettifiche su crediti a 1.414 milioni di euro, in calo del 42,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente sul quale impattavano rettifiche straordinarie relative alle esposizioni
oggetto di Credit File Review nell'ambito dell'Asset Quality Review. L'ammontare del terzo
trimestre pari a circa 430 milioni di euro leggermentesuperiore a quanto registrato nel
trimestre precedente, calcolato al netto degli accantonamenti straordinari registrati nel trimestre
precedente. Il costo del credito annualizzato nei primi nove mesi del 2015 si attestato a
168bpsrispetto ai 260bps registrato nello stesso periodo del 2014
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro, con un contributo del trimestre negativo per
109 milioni di euro, comprensivo dell'impatto della chiusura dell'operazioneAlexandria (-88
milioni di euro netti)
3 Al netto della componente relativa alla rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF), 147 milioni di euro, che ha generato un impatto sui risultati dei nove mesi del2014, la variazione sarebbe di +2,4% Y/Y. 4 Risultato netto da negoziazione-valutazione-riacquisto di attivitpassivitfinanziarie.


2 I principali risultati consolidati di Stato Patrimoniale: Impieghi verso clientela a circa 113 miliardi di euro, in flessione rispetto a giugno (-4,2%)

principalmente per la chiusura dell'operazioneAlexandria (circa -2 miliardi di euro sui PCT e
circa -2 miliardi di euro sugli altri finanziamenti relativi all'operazione stessa). Al netto di tale
componente la flessione degli impieghi sarebbe stata dello 0,8% Raccolta diretta a circa123 miliardi di euro, in calo del 2,8% rispetto a giugno da mettere in
relazione alla chiusura di Alexandria (circa -3,3 miliardi di euro su PCT) e alla scadenza delle
obbligazioni (-0,6 miliardi di euro), in parte compensata dalla crescitadella raccolta
commerciale (depositi vincolati +5,6%) Raccolta indiretta pari a circa 108 miliardi di euro sostanzialmente stabile rispetto a giugno Solida posizione di liquiditcon counterbalancing capacity non impegnata pari a circa 24 miliardi di euro (+4 miliardi di euro rispetto a giugno)

3 I risultati di conto economico di Grupponei primi nove mesi del 2015
Nei primi nove mesi del 2015 il totale ricavi del Gruppo si attestato a circa 3.384 mln di euro (+8,4% sullo stesso periodo dell'anno precedente), con un contributo del 32015 di circa 958 mln di euro in calo del17,4% rispetto al trimestre precedente, sul quale ha inciso la contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione "Alexandria" (circa -130 mln di euro pre tasse). In dettaglio: il margine di interesse dei primi nove mesidel 2015 si attestato a circa 1.740 mln di euro in
crescita del 12,1% sullo stesso periodo dell'anno precedente, a seguito dell'impatto, per circa
147 mln di euro, della rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari
(NSF); al netto di tale componente il margine di interesse evidenzierebbe comunque una
crescita annua pari a circa il 2,4%. Tale crescita riconducibile al minor importo medio degli
stessi NSF e al miglioramento della forbice media, effetti positivi in parte compensati dal calo
degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione del rendimento del portafoglio, conseguente agli
interventi di ottimizzazione.


Il contributo del 3trimestre risultato pari a circa 569 mln dieuro, in leggero aumento rispetto
al trimestre precedente (+1,5%) beneficiando della completa estinzione degli NSF, avvenuta nel
mese di giugno 2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la
contrazione dei volumi e dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale.


le commissioni nette, pari a circa 1.358 mln di euro, sono risultate in crescita del 5,1% su
base annua grazie all'aumento dei proventi da gestione del risparmio sostenuti sia dall'at

COMUNICATO STAMPA

IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30SETTEMBRE 2015
Il risultato netto dei 9 mesi a 84,7 milioni di euro

conferma il buon andamento della gestione operativa
Solida posizione patrimoniale con Common Equity Tier 1 al 12%
Risultati al 30 settembre
Common Equity Tier 1 ratio fully loaded all'11,7% (+100bps su giugno 2015 proforma1) e
transitional al 12% (+67bps rispetto a giugno 2015 proforma1)
Risultato Operativo Lordo di periodo a 1.417 milioni di euro (+28,6% Y/Y) con unandamento
positivo del core business
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro; -109 milioni di euro nel terzo trimestre
impattato dalla chiusura anticipata di Alexandria (-88 milioni di euro netti)
Prosegue il de-riskingdello stato patrimoniale, anche a seguito della chiusura dell'operazione
Alexandria2
Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi di piano
industriale. La copertura dei crediti deteriorati, pari al 48,6%, si mantenuta tra le pielevate
del sistema bancario italiano
1 Il dato proforma include il pagamento della cedola dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) tramite l'emissione di nuove azioni MPS a favore del Ministero del Tesoro indata 1 luglio 2015. 2 I principali impatti sullo stato patrimoniale della chiusura di Alexandria sono stati: -4 miliardi di euro di prestiti, -3,3 miliardi di euro di raccolta diretta, +0,35 miliardi di euro di Riserva AFS, -1,4 miliardi di euro dialtre passivit

1 Siena, 6 novembre 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Monte dei Paschidi Siena S.p.A. ha esaminato ed approvato i risultati al 30 settembre del 2015.

I principali risultati consolidati di Conto Economico: Margine di Interesse a 1.740 milioni di euro in crescita del 12,1% Y/Y3, riconducibile al minor importo medio dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) e al miglioramento della forbice media,
effetti positivi parzialmente compensati dal calo degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione
del rendimento del portafoglio. Il contributo delterzo trimestre stato pari a circa 569 milioni di
euro (+1,5% Q/Q) beneficiando del rimborso integrale dei NSF, avvenuto nel mese di giugno
2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la contrazione dei volumi e
dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale
Commissioni Nette a 1.358 milioni di euro in crescita del 5,1% Y/Y per l'aumento dei proventi
da gestione del risparmio (+16% Y/Y), sostenute sia dai collocamenti (+14,3%) che dal continuing (+18,3%). Il contributo del terzo trimestre stato pari a circa 431 milioni di euro, -
10,9% rispetto al trimestre precedente, per effetto soprattutto di un calo dei proventi da
collocamento prodotti, su cui incide la stagionalit
E' proseguito l'efficientamento gestionale con gli oneri operativi a 1.967 milioni di euro, in calo
del 2,7% Y/Y e dello 0,2% Q/Q
Risultato della gestione finanziaria4 a 164 milioni di euro (-25,9% Y/Y), che ha risentito nel
terzo trimestre della contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione
"Alexandria" (-130 milioni di euro pre tasse)
Rettifiche su crediti a 1.414 milioni di euro, in calo del 42,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente sul quale impattavano rettifiche straordinarie relative alle esposizioni
oggetto di Credit File Review nell'ambito dell'Asset Quality Review. L'ammontare del terzo
trimestre pari a circa 430 milioni di euro leggermentesuperiore a quanto registrato nel
trimestre precedente, calcolato al netto degli accantonamenti straordinari registrati nel trimestre
precedente. Il costo del credito annualizzato nei primi nove mesi del 2015 si attestato a
168bpsrispetto ai 260bps registrato nello stesso periodo del 2014
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro, con un contributo del trimestre negativo per
109 milioni di euro, comprensivo dell'impatto della chiusura dell'operazioneAlexandria (-88
milioni di euro netti)
3 Al netto della componente relativa alla rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF), 147 milioni di euro, che ha generato un impatto sui risultati dei nove mesi del2014, la variazione sarebbe di +2,4% Y/Y. 4 Risultato netto da negoziazione-valutazione-riacquisto di attivitpassivitfinanziarie.


2 I principali risultati consolidati di Stato Patrimoniale: Impieghi verso clientela a circa 113 miliardi di euro, in flessione rispetto a giugno (-4,2%)

principalmente per la chiusura dell'operazioneAlexandria (circa -2 miliardi di euro sui PCT e
circa -2 miliardi di euro sugli altri finanziamenti relativi all'operazione stessa). Al netto di tale
componente la flessione degli impieghi sarebbe stata dello 0,8% Raccolta diretta a circa123 miliardi di euro, in calo del 2,8% rispetto a giugno da mettere in
relazione alla chiusura di Alexandria (circa -3,3 miliardi di euro su PCT) e alla scadenza delle
obbligazioni (-0,6 miliardi di euro), in parte compensata dalla crescitadella raccolta
commerciale (depositi vincolati +5,6%) Raccolta indiretta pari a circa 108 miliardi di euro sostanzialmente stabile rispetto a giugno Solida posizione di liquiditcon counterbalancing capacity non impegnata pari a circa 24 miliardi di euro (+4 miliardi di euro rispetto a giugno)

3 I risultati di conto economico di Grupponei primi nove mesi del 2015
Nei primi nove mesi del 2015 il totale ricavi del Gruppo si attestato a circa 3.384 mln di euro (+8,4% sullo stesso periodo dell'anno precedente), con un contributo del 32015 di circa 958 mln di euro in calo del17,4% rispetto al trimestre precedente, sul quale ha inciso la contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione "Alexandria" (circa -130 mln di euro pre tasse). In dettaglio: il margine di interesse dei primi nove mesidel 2015 si attestato a circa 1.740 mln di euro in
crescita del 12,1% sullo stesso periodo dell'anno precedente, a seguito dell'impatto, per circa
147 mln di euro, della rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari
(NSF); al netto di tale componente il margine di interesse evidenzierebbe comunque una
crescita annua pari a circa il 2,4%. Tale crescita riconducibile al minor importo medio degli
stessi NSF e al miglioramento della forbice media, effetti positivi in parte compensati dal calo
degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione del rendimento del portafoglio, conseguente agli
interventi di ottimizzazione.


Il contributo del 3trimestre risultato pari a circa 569 mln dieuro, in leggero aumento rispetto
al trimestre precedente (+1,5%) beneficiando della completa estinzione degli NSF, avvenuta nel
mese di giugno 2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la
contrazione dei volumi e dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale.


le commissioni nette, pari a circa 1.358 mln di euro, sono risultate in crescita del 5,1% su
base annua grazie all'aumento dei proventi da gestione del risparmio sostenuti siadall'attivit
 
??????? che ne dite è quello che il mercato voleva
 
beh e' passato da rosso a verde anche se sembra non avere slancio? Come vi sembrano i conti?
 
Mps chiude trim3 in rosso per 109 mln, pesa Alexandria 06/11/2015 18:21 - RSF
ROMA, 6 novembre (Reuters) - Banca Monte dei Paschi (BMPS.MI) ha chiuso il terzo trimestre del 2015 con una perdita di 109 milioni di euro, dopo aver contabilizzato un impatto netto una tantum di 88 milioni per la chiusura a fine settembre delcontratto Alexandria con Nomura.

Lo si legge in una nota della banca senese al termine del consiglio.

Un consenso calcolato da Reuters indicava in media una perdita di 126 milioni di euro.

Nei primi 9 mesi la banca ha un utile di periodopari a 84,7 milioni.

Alla fine del terzo trimestre il capitale di migliore qualità, CET1 fully loaded è salito a 11,7% (transitional 12%), grazie all'impatto positivo della chiusura di Alexandria
Nei primi nove mesi il risultato lordo diperiodo è stato positivo per 1,417 miliardi.

Le rettifiche su crediti nei primi nove mesi sono arrivate a 1,414 miliardi, con 430 milioni nel terzo trimestre.


(Stefano Bernabei)
Sul sito Reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/
 
in ogni caso al momento non se le strappano dalle mani...boh sarei tentato di mettere un CIP ma questi sono bastard.i
 
... e se poi pensiamo che INTESA con quel trimestre e' scesa del 4%.......
 
Non so mi sembra che stiano preparando una sciacquata...mah mi sbaglio sicuramente
 
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA - BMPS: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2015. 06/11/2015 18:12 - RSF

COMUNICATO STAMPA

IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30SETTEMBRE 2015
Il risultato netto dei 9 mesi a 84,7 milioni di euro

conferma il buon andamento della gestione operativa
Solida posizione patrimoniale con Common Equity Tier 1 al 12%
Risultati al 30 settembre
Common Equity Tier 1 ratio fully loaded all'11,7% (+100bps su giugno 2015 proforma1) e
transitional al 12% (+67bps rispetto a giugno 2015 proforma1)
Risultato Operativo Lordo di periodo a 1.417 milioni di euro (+28,6% Y/Y) con unandamento
positivo del core business
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro; -109 milioni di euro nel terzo trimestre
impattato dalla chiusura anticipata di Alexandria (-88 milioni di euro netti)
Prosegue il de-riskingdello stato patrimoniale, anche a seguito della chiusura dell'operazione
Alexandria2
Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi di piano
industriale. La copertura dei crediti deteriorati, pari al 48,6%, si mantenuta tra le pielevate
del sistema bancario italiano
1 Il dato proforma include il pagamento della cedola dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) tramite l'emissione di nuove azioni MPS a favore del Ministero del Tesoro indata 1 luglio 2015. 2 I principali impatti sullo stato patrimoniale della chiusura di Alexandria sono stati: -4 miliardi di euro di prestiti, -3,3 miliardi di euro di raccolta diretta, +0,35 miliardi di euro di Riserva AFS, -1,4 miliardi di euro dialtre passivit

1 Siena, 6 novembre 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Monte dei Paschidi Siena S.p.A. ha esaminato ed approvato i risultati al 30 settembre del 2015.

I principali risultati consolidati di Conto Economico: Margine di Interesse a 1.740 milioni di euro in crescita del 12,1% Y/Y3, riconducibile al minor importo medio dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) e al miglioramento della forbice media,
effetti positivi parzialmente compensati dal calo degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione
del rendimento del portafoglio. Il contributo delterzo trimestre stato pari a circa 569 milioni di
euro (+1,5% Q/Q) beneficiando del rimborso integrale dei NSF, avvenuto nel mese di giugno
2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la contrazione dei volumi e
dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale
Commissioni Nette a 1.358 milioni di euro in crescita del 5,1% Y/Y per l'aumento dei proventi
da gestione del risparmio (+16% Y/Y), sostenute sia dai collocamenti (+14,3%) che dal continuing (+18,3%). Il contributo del terzo trimestre stato pari a circa 431 milioni di euro, -
10,9% rispetto al trimestre precedente, per effetto soprattutto di un calo dei proventi da
collocamento prodotti, su cui incide la stagionalit
E' proseguito l'efficientamento gestionale con gli oneri operativi a 1.967 milioni di euro, in calo
del 2,7% Y/Y e dello 0,2% Q/Q
Risultato della gestione finanziaria4 a 164 milioni di euro (-25,9% Y/Y), che ha risentito nel
terzo trimestre della contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione
"Alexandria" (-130 milioni di euro pre tasse)
Rettifiche su crediti a 1.414 milioni di euro, in calo del 42,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente sul quale impattavano rettifiche straordinarie relative alle esposizioni
oggetto di Credit File Review nell'ambito dell'Asset Quality Review. L'ammontare del terzo
trimestre pari a circa 430 milioni di euro leggermentesuperiore a quanto registrato nel
trimestre precedente, calcolato al netto degli accantonamenti straordinari registrati nel trimestre
precedente. Il costo del credito annualizzato nei primi nove mesi del 2015 si attestato a
168bpsrispetto ai 260bps registrato nello stesso periodo del 2014
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro, con un contributo del trimestre negativo per
109 milioni di euro, comprensivo dell'impatto della chiusura dell'operazioneAlexandria (-88
milioni di euro netti)
3 Al netto della componente relativa alla rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF), 147 milioni di euro, che ha generato un impatto sui risultati dei nove mesi del2014, la variazione sarebbe di +2,4% Y/Y. 4 Risultato netto da negoziazione-valutazione-riacquisto di attivitpassivitfinanziarie.


2 I principali risultati consolidati di Stato Patrimoniale: Impieghi verso clientela a circa 113 miliardi di euro, in flessione rispetto a giugno (-4,2%)

principalmente per la chiusura dell'operazioneAlexandria (circa -2 miliardi di euro sui PCT e
circa -2 miliardi di euro sugli altri finanziamenti relativi all'operazione stessa). Al netto di tale
componente la flessione degli impieghi sarebbe stata dello 0,8% Raccolta diretta a circa123 miliardi di euro, in calo del 2,8% rispetto a giugno da mettere in
relazione alla chiusura di Alexandria (circa -3,3 miliardi di euro su PCT) e alla scadenza delle
obbligazioni (-0,6 miliardi di euro), in parte compensata dalla crescitadella raccolta
commerciale (depositi vincolati +5,6%) Raccolta indiretta pari a circa 108 miliardi di euro sostanzialmente stabile rispetto a giugno Solida posizione di liquiditcon counterbalancing capacity non impegnata pari a circa 24 miliardi di euro (+4 miliardi di euro rispetto a giugno)

3 I risultati di conto economico di Grupponei primi nove mesi del 2015
Nei primi nove mesi del 2015 il totale ricavi del Gruppo si attestato a circa 3.384 mln di euro (+8,4% sullo stesso periodo dell'anno precedente), con un contributo del 32015 di circa 958 mln di euro in calo del17,4% rispetto al trimestre precedente, sul quale ha inciso la contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione "Alexandria" (circa -130 mln di euro pre tasse). In dettaglio: il margine di interesse dei primi nove mesidel 2015 si attestato a circa 1.740 mln di euro in
crescita del 12,1% sullo stesso periodo dell'anno precedente, a seguito dell'impatto, per circa
147 mln di euro, della rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari
(NSF); al netto di tale componente il margine di interesse evidenzierebbe comunque una
crescita annua pari a circa il 2,4%. Tale crescita riconducibile al minor importo medio degli
stessi NSF e al miglioramento della forbice media, effetti positivi in parte compensati dal calo
degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione del rendimento del portafoglio, conseguente agli
interventi di ottimizzazione.


Il contributo del 3trimestre risultato pari a circa 569 mln dieuro, in leggero aumento rispetto
al trimestre precedente (+1,5%) beneficiando della completa estinzione degli NSF, avvenuta nel
mese di giugno 2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la
contrazione dei volumi e dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale.


le commissioni nette, pari a circa 1.358 mln di euro, sono risultate in crescita del 5,1% su
base annua grazie all'aumento dei proventi da gestione del risparmio sostenuti sia dall'at

COMUNICATO STAMPA

IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30SETTEMBRE 2015
Il risultato netto dei 9 mesi a 84,7 milioni di euro

conferma il buon andamento della gestione operativa
Solida posizione patrimoniale con Common Equity Tier 1 al 12%
Risultati al 30 settembre
Common Equity Tier 1 ratio fully loaded all'11,7% (+100bps su giugno 2015 proforma1) e
transitional al 12% (+67bps rispetto a giugno 2015 proforma1)
Risultato Operativo Lordo di periodo a 1.417 milioni di euro (+28,6% Y/Y) con unandamento
positivo del core business
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro; -109 milioni di euro nel terzo trimestre
impattato dalla chiusura anticipata di Alexandria (-88 milioni di euro netti)
Prosegue il de-riskingdello stato patrimoniale, anche a seguito della chiusura dell'operazione
Alexandria2
Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi di piano
industriale. La copertura dei crediti deteriorati, pari al 48,6%, si mantenuta tra le pielevate
del sistema bancario italiano
1 Il dato proforma include il pagamento della cedola dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) tramite l'emissione di nuove azioni MPS a favore del Ministero del Tesoro indata 1 luglio 2015. 2 I principali impatti sullo stato patrimoniale della chiusura di Alexandria sono stati: -4 miliardi di euro di prestiti, -3,3 miliardi di euro di raccolta diretta, +0,35 miliardi di euro di Riserva AFS, -1,4 miliardi di euro dialtre passivit

1 Siena, 6 novembre 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Monte dei Paschidi Siena S.p.A. ha esaminato ed approvato i risultati al 30 settembre del 2015.

I principali risultati consolidati di Conto Economico: Margine di Interesse a 1.740 milioni di euro in crescita del 12,1% Y/Y3, riconducibile al minor importo medio dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) e al miglioramento della forbice media,
effetti positivi parzialmente compensati dal calo degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione
del rendimento del portafoglio. Il contributo delterzo trimestre stato pari a circa 569 milioni di
euro (+1,5% Q/Q) beneficiando del rimborso integrale dei NSF, avvenuto nel mese di giugno
2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la contrazione dei volumi e
dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale
Commissioni Nette a 1.358 milioni di euro in crescita del 5,1% Y/Y per l'aumento dei proventi
da gestione del risparmio (+16% Y/Y), sostenute sia dai collocamenti (+14,3%) che dal continuing (+18,3%). Il contributo del terzo trimestre stato pari a circa 431 milioni di euro, -
10,9% rispetto al trimestre precedente, per effetto soprattutto di un calo dei proventi da
collocamento prodotti, su cui incide la stagionalit
E' proseguito l'efficientamento gestionale con gli oneri operativi a 1.967 milioni di euro, in calo
del 2,7% Y/Y e dello 0,2% Q/Q
Risultato della gestione finanziaria4 a 164 milioni di euro (-25,9% Y/Y), che ha risentito nel
terzo trimestre della contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione
"Alexandria" (-130 milioni di euro pre tasse)
Rettifiche su crediti a 1.414 milioni di euro, in calo del 42,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente sul quale impattavano rettifiche straordinarie relative alle esposizioni
oggetto di Credit File Review nell'ambito dell'Asset Quality Review. L'ammontare del terzo
trimestre pari a circa 430 milioni di euro leggermentesuperiore a quanto registrato nel
trimestre precedente, calcolato al netto degli accantonamenti straordinari registrati nel trimestre
precedente. Il costo del credito annualizzato nei primi nove mesi del 2015 si attestato a
168bpsrispetto ai 260bps registrato nello stesso periodo del 2014
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro, con un contributo del trimestre negativo per
109 milioni di euro, comprensivo dell'impatto della chiusura dell'operazioneAlexandria (-88
milioni di euro netti)
3 Al netto della componente relativa alla rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF), 147 milioni di euro, che ha generato un impatto sui risultati dei nove mesi del2014, la variazione sarebbe di +2,4% Y/Y. 4 Risultato netto da negoziazione-valutazione-riacquisto di attivitpassivitfinanziarie.


2 I principali risultati consolidati di Stato Patrimoniale: Impieghi verso clientela a circa 113 miliardi di euro, in flessione rispetto a giugno (-4,2%)

principalmente per la chiusura dell'operazioneAlexandria (circa -2 miliardi di euro sui PCT e
circa -2 miliardi di euro sugli altri finanziamenti relativi all'operazione stessa). Al netto di tale
componente la flessione degli impieghi sarebbe stata dello 0,8% Raccolta diretta a circa123 miliardi di euro, in calo del 2,8% rispetto a giugno da mettere in
relazione alla chiusura di Alexandria (circa -3,3 miliardi di euro su PCT) e alla scadenza delle
obbligazioni (-0,6 miliardi di euro), in parte compensata dalla crescitadella raccolta
commerciale (depositi vincolati +5,6%) Raccolta indiretta pari a circa 108 miliardi di euro sostanzialmente stabile rispetto a giugno Solida posizione di liquiditcon counterbalancing capacity non impegnata pari a circa 24 miliardi di euro (+4 miliardi di euro rispetto a giugno)

3 I risultati di conto economico di Grupponei primi nove mesi del 2015
Nei primi nove mesi del 2015 il totale ricavi del Gruppo si attestato a circa 3.384 mln di euro (+8,4% sullo stesso periodo dell'anno precedente), con un contributo del 32015 di circa 958 mln di euro in calo del17,4% rispetto al trimestre precedente, sul quale ha inciso la contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione "Alexandria" (circa -130 mln di euro pre tasse). In dettaglio: il margine di interesse dei primi nove mesidel 2015 si attestato a circa 1.740 mln di euro in
crescita del 12,1% sullo stesso periodo dell'anno precedente, a seguito dell'impatto, per circa
147 mln di euro, della rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari
(NSF); al netto di tale componente il margine di interesse evidenzierebbe comunque una
crescita annua pari a circa il 2,4%. Tale crescita riconducibile al minor importo medio degli
stessi NSF e al miglioramento della forbice media, effetti positivi in parte compensati dal calo
degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione del rendimento del portafoglio, conseguente agli
interventi di ottimizzazione.


Il contributo del 3trimestre risultato pari a circa 569 mln dieuro, in leggero aumento rispetto
al trimestre precedente (+1,5%) beneficiando della completa estinzione degli NSF, avvenuta nel
mese di giugno 2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la
contrazione dei volumi e dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale.


le commissioni nette, pari a circa 1.358 mln di euro, sono risultate in crescita del 5,1% su
base annua grazie all'aumento dei proventi da gestione del risparmio sostenuti siadall'attivit

Mi pare che il bilancio abbia tutti o quasi i parametri in miglioramento... :cool:
 
Tenendo conto che Nomura ce la siamo tolti finalmente dalle palle quella perdita di 109 mln rispetto al consensud di 126mln direi che tutto sommato non c'è male
 
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA - BMPS: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2015. 06/11/2015 18:12 - RSF

COMUNICATO STAMPA

IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30SETTEMBRE 2015
Il risultato netto dei 9 mesi a 84,7 milioni di euro

conferma il buon andamento della gestione operativa
Solida posizione patrimoniale con Common Equity Tier 1 al 12%
Risultati al 30 settembre
Common Equity Tier 1 ratio fully loaded all'11,7% (+100bps su giugno 2015 proforma1) e
transitional al 12% (+67bps rispetto a giugno 2015 proforma1)
Risultato Operativo Lordo di periodo a 1.417 milioni di euro (+28,6% Y/Y) con unandamento
positivo del core business
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro; -109 milioni di euro nel terzo trimestre
impattato dalla chiusura anticipata di Alexandria (-88 milioni di euro netti)
Prosegue il de-riskingdello stato patrimoniale, anche a seguito della chiusura dell'operazione
Alexandria2
Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi di piano
industriale. La copertura dei crediti deteriorati, pari al 48,6%, si mantenuta tra le pielevate
del sistema bancario italiano
1 Il dato proforma include il pagamento della cedola dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) tramite l'emissione di nuove azioni MPS a favore del Ministero del Tesoro indata 1 luglio 2015. 2 I principali impatti sullo stato patrimoniale della chiusura di Alexandria sono stati: -4 miliardi di euro di prestiti, -3,3 miliardi di euro di raccolta diretta, +0,35 miliardi di euro di Riserva AFS, -1,4 miliardi di euro dialtre passivit

1 Siena, 6 novembre 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Monte dei Paschidi Siena S.p.A. ha esaminato ed approvato i risultati al 30 settembre del 2015.

I principali risultati consolidati di Conto Economico: Margine di Interesse a 1.740 milioni di euro in crescita del 12,1% Y/Y3, riconducibile al minor importo medio dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) e al miglioramento della forbice media,
effetti positivi parzialmente compensati dal calo degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione
del rendimento del portafoglio. Il contributo delterzo trimestre stato pari a circa 569 milioni di
euro (+1,5% Q/Q) beneficiando del rimborso integrale dei NSF, avvenuto nel mese di giugno
2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la contrazione dei volumi e
dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale
Commissioni Nette a 1.358 milioni di euro in crescita del 5,1% Y/Y per l'aumento dei proventi
da gestione del risparmio (+16% Y/Y), sostenute sia dai collocamenti (+14,3%) che dal continuing (+18,3%). Il contributo del terzo trimestre stato pari a circa 431 milioni di euro, -
10,9% rispetto al trimestre precedente, per effetto soprattutto di un calo dei proventi da
collocamento prodotti, su cui incide la stagionalit
E' proseguito l'efficientamento gestionale con gli oneri operativi a 1.967 milioni di euro, in calo
del 2,7% Y/Y e dello 0,2% Q/Q
Risultato della gestione finanziaria4 a 164 milioni di euro (-25,9% Y/Y), che ha risentito nel
terzo trimestre della contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione
"Alexandria" (-130 milioni di euro pre tasse)
Rettifiche su crediti a 1.414 milioni di euro, in calo del 42,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente sul quale impattavano rettifiche straordinarie relative alle esposizioni
oggetto di Credit File Review nell'ambito dell'Asset Quality Review. L'ammontare del terzo
trimestre pari a circa 430 milioni di euro leggermentesuperiore a quanto registrato nel
trimestre precedente, calcolato al netto degli accantonamenti straordinari registrati nel trimestre
precedente. Il costo del credito annualizzato nei primi nove mesi del 2015 si attestato a
168bpsrispetto ai 260bps registrato nello stesso periodo del 2014
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro, con un contributo del trimestre negativo per
109 milioni di euro, comprensivo dell'impatto della chiusura dell'operazioneAlexandria (-88
milioni di euro netti)
3 Al netto della componente relativa alla rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF), 147 milioni di euro, che ha generato un impatto sui risultati dei nove mesi del2014, la variazione sarebbe di +2,4% Y/Y. 4 Risultato netto da negoziazione-valutazione-riacquisto di attivitpassivitfinanziarie.


2 I principali risultati consolidati di Stato Patrimoniale: Impieghi verso clientela a circa 113 miliardi di euro, in flessione rispetto a giugno (-4,2%)

principalmente per la chiusura dell'operazioneAlexandria (circa -2 miliardi di euro sui PCT e
circa -2 miliardi di euro sugli altri finanziamenti relativi all'operazione stessa). Al netto di tale
componente la flessione degli impieghi sarebbe stata dello 0,8% Raccolta diretta a circa123 miliardi di euro, in calo del 2,8% rispetto a giugno da mettere in
relazione alla chiusura di Alexandria (circa -3,3 miliardi di euro su PCT) e alla scadenza delle
obbligazioni (-0,6 miliardi di euro), in parte compensata dalla crescitadella raccolta
commerciale (depositi vincolati +5,6%) Raccolta indiretta pari a circa 108 miliardi di euro sostanzialmente stabile rispetto a giugno Solida posizione di liquiditcon counterbalancing capacity non impegnata pari a circa 24 miliardi di euro (+4 miliardi di euro rispetto a giugno)

3 I risultati di conto economico di Grupponei primi nove mesi del 2015
Nei primi nove mesi del 2015 il totale ricavi del Gruppo si attestato a circa 3.384 mln di euro (+8,4% sullo stesso periodo dell'anno precedente), con un contributo del 32015 di circa 958 mln di euro in calo del17,4% rispetto al trimestre precedente, sul quale ha inciso la contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione "Alexandria" (circa -130 mln di euro pre tasse). In dettaglio: il margine di interesse dei primi nove mesidel 2015 si attestato a circa 1.740 mln di euro in
crescita del 12,1% sullo stesso periodo dell'anno precedente, a seguito dell'impatto, per circa
147 mln di euro, della rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari
(NSF); al netto di tale componente il margine di interesse evidenzierebbe comunque una
crescita annua pari a circa il 2,4%. Tale crescita riconducibile al minor importo medio degli
stessi NSF e al miglioramento della forbice media, effetti positivi in parte compensati dal calo
degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione del rendimento del portafoglio, conseguente agli
interventi di ottimizzazione.


Il contributo del 3trimestre risultato pari a circa 569 mln dieuro, in leggero aumento rispetto
al trimestre precedente (+1,5%) beneficiando della completa estinzione degli NSF, avvenuta nel
mese di giugno 2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la
contrazione dei volumi e dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale.


le commissioni nette, pari a circa 1.358 mln di euro, sono risultate in crescita del 5,1% su
base annua grazie all'aumento dei proventi da gestione del risparmio sostenuti sia dall'at

COMUNICATO STAMPA

IL CDA APPROVA I RISULTATI AL 30SETTEMBRE 2015
Il risultato netto dei 9 mesi a 84,7 milioni di euro

conferma il buon andamento della gestione operativa
Solida posizione patrimoniale con Common Equity Tier 1 al 12%
Risultati al 30 settembre
Common Equity Tier 1 ratio fully loaded all'11,7% (+100bps su giugno 2015 proforma1) e
transitional al 12% (+67bps rispetto a giugno 2015 proforma1)
Risultato Operativo Lordo di periodo a 1.417 milioni di euro (+28,6% Y/Y) con unandamento
positivo del core business
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro; -109 milioni di euro nel terzo trimestre
impattato dalla chiusura anticipata di Alexandria (-88 milioni di euro netti)
Prosegue il de-riskingdello stato patrimoniale, anche a seguito della chiusura dell'operazione
Alexandria2
Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi di piano
industriale. La copertura dei crediti deteriorati, pari al 48,6%, si mantenuta tra le pielevate
del sistema bancario italiano
1 Il dato proforma include il pagamento della cedola dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) tramite l'emissione di nuove azioni MPS a favore del Ministero del Tesoro indata 1 luglio 2015. 2 I principali impatti sullo stato patrimoniale della chiusura di Alexandria sono stati: -4 miliardi di euro di prestiti, -3,3 miliardi di euro di raccolta diretta, +0,35 miliardi di euro di Riserva AFS, -1,4 miliardi di euro dialtre passivit

1 Siena, 6 novembre 2015 - Il Consiglio di Amministrazione di Banca Monte dei Paschidi Siena S.p.A. ha esaminato ed approvato i risultati al 30 settembre del 2015.

I principali risultati consolidati di Conto Economico: Margine di Interesse a 1.740 milioni di euro in crescita del 12,1% Y/Y3, riconducibile al minor importo medio dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF) e al miglioramento della forbice media,
effetti positivi parzialmente compensati dal calo degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione
del rendimento del portafoglio. Il contributo delterzo trimestre stato pari a circa 569 milioni di
euro (+1,5% Q/Q) beneficiando del rimborso integrale dei NSF, avvenuto nel mese di giugno
2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la contrazione dei volumi e
dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale
Commissioni Nette a 1.358 milioni di euro in crescita del 5,1% Y/Y per l'aumento dei proventi
da gestione del risparmio (+16% Y/Y), sostenute sia dai collocamenti (+14,3%) che dal continuing (+18,3%). Il contributo del terzo trimestre stato pari a circa 431 milioni di euro, -
10,9% rispetto al trimestre precedente, per effetto soprattutto di un calo dei proventi da
collocamento prodotti, su cui incide la stagionalit
E' proseguito l'efficientamento gestionale con gli oneri operativi a 1.967 milioni di euro, in calo
del 2,7% Y/Y e dello 0,2% Q/Q
Risultato della gestione finanziaria4 a 164 milioni di euro (-25,9% Y/Y), che ha risentito nel
terzo trimestre della contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione
"Alexandria" (-130 milioni di euro pre tasse)
Rettifiche su crediti a 1.414 milioni di euro, in calo del 42,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente sul quale impattavano rettifiche straordinarie relative alle esposizioni
oggetto di Credit File Review nell'ambito dell'Asset Quality Review. L'ammontare del terzo
trimestre pari a circa 430 milioni di euro leggermentesuperiore a quanto registrato nel
trimestre precedente, calcolato al netto degli accantonamenti straordinari registrati nel trimestre
precedente. Il costo del credito annualizzato nei primi nove mesi del 2015 si attestato a
168bpsrispetto ai 260bps registrato nello stesso periodo del 2014
Risultato netto di periodo a 84,7 milioni di euro, con un contributo del trimestre negativo per
109 milioni di euro, comprensivo dell'impatto della chiusura dell'operazioneAlexandria (-88
milioni di euro netti)
3 Al netto della componente relativa alla rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari (NSF), 147 milioni di euro, che ha generato un impatto sui risultati dei nove mesi del2014, la variazione sarebbe di +2,4% Y/Y. 4 Risultato netto da negoziazione-valutazione-riacquisto di attivitpassivitfinanziarie.


2 I principali risultati consolidati di Stato Patrimoniale: Impieghi verso clientela a circa 113 miliardi di euro, in flessione rispetto a giugno (-4,2%)

principalmente per la chiusura dell'operazioneAlexandria (circa -2 miliardi di euro sui PCT e
circa -2 miliardi di euro sugli altri finanziamenti relativi all'operazione stessa). Al netto di tale
componente la flessione degli impieghi sarebbe stata dello 0,8% Raccolta diretta a circa123 miliardi di euro, in calo del 2,8% rispetto a giugno da mettere in
relazione alla chiusura di Alexandria (circa -3,3 miliardi di euro su PCT) e alla scadenza delle
obbligazioni (-0,6 miliardi di euro), in parte compensata dalla crescitadella raccolta
commerciale (depositi vincolati +5,6%) Raccolta indiretta pari a circa 108 miliardi di euro sostanzialmente stabile rispetto a giugno Solida posizione di liquiditcon counterbalancing capacity non impegnata pari a circa 24 miliardi di euro (+4 miliardi di euro rispetto a giugno)

3 I risultati di conto economico di Grupponei primi nove mesi del 2015
Nei primi nove mesi del 2015 il totale ricavi del Gruppo si attestato a circa 3.384 mln di euro (+8,4% sullo stesso periodo dell'anno precedente), con un contributo del 32015 di circa 958 mln di euro in calo del17,4% rispetto al trimestre precedente, sul quale ha inciso la contabilizzazione della perdita derivante dalla chiusura della operazione "Alexandria" (circa -130 mln di euro pre tasse). In dettaglio: il margine di interesse dei primi nove mesidel 2015 si attestato a circa 1.740 mln di euro in
crescita del 12,1% sullo stesso periodo dell'anno precedente, a seguito dell'impatto, per circa
147 mln di euro, della rideterminazione del valore di rimborso dei Nuovi Strumenti Finanziari
(NSF); al netto di tale componente il margine di interesse evidenzierebbe comunque una
crescita annua pari a circa il 2,4%. Tale crescita riconducibile al minor importo medio degli
stessi NSF e al miglioramento della forbice media, effetti positivi in parte compensati dal calo
degli impieghi fruttiferi medi e dalla flessione del rendimento del portafoglio, conseguente agli
interventi di ottimizzazione.


Il contributo del 3trimestre risultato pari a circa 569 mln dieuro, in leggero aumento rispetto
al trimestre precedente (+1,5%) beneficiando della completa estinzione degli NSF, avvenuta nel
mese di giugno 2015, e della riduzione del passivo oneroso, a cui si contrapposta la
contrazione dei volumi e dei rendimenti degli impieghi con clientela commerciale.


le commissioni nette, pari a circa 1.358 mln di euro, sono risultate in crescita del 5,1% su
base annua grazie all'aumento dei proventi da gestione del risparmio sostenuti siadall'attivit
Le previsioni

stimavano una perdita netta di -187 milioni sul terzo trimestre (con incorporato il conteggio della chiusura di alexandria).
Il risultato comunicato pari a -109 milioni e' meglio delle attese.

Kepler, pareggio possibile per Mps nei 9 mesi - MilanoFinanza.it
 
Indietro