Mutui a tasso variabile: ultimi giorni per rinegoziare ad un fisso strepitoso

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

totem1959

...
Registrato
31/7/04
Messaggi
20.731
Punti reazioni
666
Vi piacerebbe trasformare il vostro mutuo a tasso variabile in un mutuo a tasso fisso del circa 3% se non addirittura inferiore? Bene, fino al 31 dicembre ne avete la possibilità e gratuitamente.
Si tratta di un articolo di legge praticamente ignorato dalla maggior parte degli organi di informazione e che le banche, a loro volta, si guardano bene dal pubblicizzare.
L’articolo 8 comma 6 della legge 106/2011: La normativa prevede che la clientela titolare di un mutuo a tasso variabile “ha diritto di ottenere ottenere” dalla propria banca una “rinegoziazione” del proprio mutuo a tasso variabile trasformandolo in un mutuo a tasso fisso per tutto il resto della durata residua. Il nuovo tasso fisso che viene determinanto è calcolato sommando al parametro Irs 10 anni, lo spread del proprio mutuo variabile. L’attuale periodo risulta estremamente favorevole per questa rinegoziazione visto che l’Irs 10 anni attualmente è pari a circa 1,6%; ad esempio, ammettendo che si abbia uno spread contrattuale del 1.2%, si ottiene un tasso fisso del 2.8% e per tutto il resto della durata residua del mutuo.
Per poter usufruire di questa possibilità, il mutuo deve essere stato stipulato con finalità acquisto o ristrutturazione della propria abitazione prima del 14 maggio 2011 e per un importo originario non superiore a 200 mila euro. Inoltre il proprio indicatore “ISEE” non deve essere superiore ai 35 mila euro. In fase di rinegoziazione è addirittura possibile poter richiedere di ridurre o allungare il proprio mutuo per un massimo di 5 anni purchè la durata residua non superi i 25 anni.

Leggi Tutto...
 
Ho un variabile euribor 1 mese + 0.8 spread con ing direct, mi hanno fatto una proposta migliorativa rispetto all’articolo 8 comma 6 della legge 106/2011: tasso fisso all'1.9%..
Ho rifiutato vedendo la situazione economica europea recessiva ed essendo appagato dal mio tasso attuale al 0.91% totale.
 
Ho un variabile euribor 1 mese + 0.8 spread con ing direct, mi hanno fatto una proposta migliorativa rispetto all’articolo 8 comma 6 della legge 106/2011: tasso fisso all'1.9%..
Ho rifiutato vedendo la situazione economica europea recessiva ed essendo appagato dal mio tasso attuale al 0.91% totale.

Stesso tasso, stessa banca: stessa proposta della tua ..anche io ho rifiutato.
 
Ho un variabile euribor 1 mese + 0.8 spread con ing direct, mi hanno fatto una proposta migliorativa rispetto all’articolo 8 comma 6 della legge 106/2011: tasso fisso all'1.9%..
Ho rifiutato vedendo la situazione economica europea recessiva ed essendo appagato dal mio tasso attuale al 0.91% totale.

Stesso tasso, stessa banca: stessa proposta della tua ..anche io ho rifiutato.

cioè voi avreste un mutuo a meno dell'1% di interesse???
Ho visto su mutuionline e i mutui a tasso variabile a 20 anni stanno appena sopra il 3% (che già mi pare pochissimo).
 
cioè voi avreste un mutuo a meno dell'1% di interesse???
Ho visto su mutuionline e i mutui a tasso variabile a 20 anni stanno appena sopra il 3% (che già mi pare pochissimo).

Il mutuo l'ho stipulato nel 2004 con ING, lo euribor 1 mese + 2%, poi ho rinegoziato nel 2008, EUR 1M + 0,8%, quindi adesso mi tengo il mio 0,91% di tasso ...variabile ovviamente.
 
Il mutuo l'ho stipulato nel 2004 con ING, lo euribor 1 mese + 2%, poi ho rinegoziato nel 2008, EUR 1M + 0,8%, quindi adesso mi tengo il mio 0,91% di tasso ...variabile ovviamente.

OK!

Chissà quanto durerà ma fino a che dura godiamocelo
 
Indietro