"Mutuo in tasca" intesa san paolo - rata massima 150€??

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

Fitdak

Nuovo Utente
Registrato
31/5/19
Messaggi
3
Punti reazioni
0
Buongiorno a tutti, da un po sto cercando di comprare casa per me e per la mia famiglia, quindi ho deciso di richiedere la pratica mutuo in tasca di intesa s. Paolo per avere un idea del budget a nostra disposizione. Dopo un prima valutazione sembrava che ci fossero i presupposti per circa 120.000€ di mutuo. Settimane dopo si sono resi conto che avevo a carico una moglie e due figli (anche se sono andato con tutta la famiglia al completo gia al primo appuntamento) e sono scesi a 50.000€. A questo punto avevo anche sulle spalle il prestito della macchina, cosi ho chiesto se estinguerlo ci avrebbe permesso di tornare alle cifre iniziali e mi è stato assicurato che senza la rata di 250€ del prestito la situazione sarebbe cambiata. Ho venduto una seconda auto che avevo, saldato il prestito e rifatto la pratica e il risultato è rimasto quello: 50.000€ di mutuo. Com'è possibile? Premetto che la nostra situazione non è delle migliori: famiglia monoreddito con 2 figlie e la moglie, 1500€ netti al mese (scarsi) per 14 mensilità, dipendente a tempo indeterminato, un garante. Secondo voi vale la pena provare con altre banche o effettivamente 150€ sono la rata massima che possiamo sostenere?
 
Buongiorno a tutti, da un po sto cercando di comprare casa per me e per la mia famiglia, quindi ho deciso di richiedere la pratica mutuo in tasca di intesa s. Paolo per avere un idea del budget a nostra disposizione. Dopo un prima valutazione sembrava che ci fossero i presupposti per circa 120.000€ di mutuo. Settimane dopo si sono resi conto che avevo a carico una moglie e due figli (anche se sono andato con tutta la famiglia al completo gia al primo appuntamento) e sono scesi a 50.000€. A questo punto avevo anche sulle spalle il prestito della macchina, cosi ho chiesto se estinguerlo ci avrebbe permesso di tornare alle cifre iniziali e mi è stato assicurato che senza la rata di 250€ del prestito la situazione sarebbe cambiata. Ho venduto una seconda auto che avevo, saldato il prestito e rifatto la pratica e il risultato è rimasto quello: 50.000€ di mutuo. Com'è possibile? Premetto che la nostra situazione non è delle migliori: famiglia monoreddito con 2 figlie e la moglie, 1500€ netti al mese (scarsi) per 14 mensilità, dipendente a tempo indeterminato, un garante. Secondo voi vale la pena provare con altre banche o effettivamente 150€ sono la rata massima che possiamo sostenere?

Premesso che non mi è chiaro se nell'acquisto della casa avete dei risparmi per integrare il 20% che la banca non vi darebbe più le spese legate all'acquisto. Il problema è la cosidetta soglia di sussistenza che vi fa andare ko quasi in tutte le banche. Lo stipendio va calcolato da CUD. Devi prendere il cud levarci le tasse e dividerlo per 12. Se fosse davvero 1.500 netti al mese per 14 mensilità avreste un rata max sostenibile di 300 euro che vi consentirebbe di arrivare a 90/100 mila. Detto questo vi conviene rivolgervi a banche in cui la sussistenza, soprattutto in presenza di garante, viene considerata come parametro non fondamentale. Unicredit, Deutsche Bank, Credem.
 
Abbiamo circa 30.000€ con cui coprire il 20% piu le spese notarili e il compenso di una evntuale agenzia, di conseguenza puntiamo a un prezzo della casa massimo di 130.000-135.000€. Facendo il calcolo tramite cud, lo stipendio mensile è pari a 1.484€. Notizia dell'ultimo minuto: potremmo non avere piu il garante. Quanto influisce solitamente la presenza o meno di un garante?
 
Abbiamo circa 30.000€ con cui coprire il 20% piu le spese notarili e il compenso di una evntuale agenzia, di conseguenza puntiamo a un prezzo della casa massimo di 130.000-135.000€. Facendo il calcolo tramite cud, lo stipendio mensile è pari a 1.484€. Notizia dell'ultimo minuto: potremmo non avere piu il garante. Quanto influisce solitamente la presenza o meno di un garante?

Ti avevo chiesto appositamente da CUD perchè avevo il sospetto che la banca aveva fatto il calcolo da lì. Così infatti siete fuori per la maggior parte delle banche per le soglie di sussistenza. Il garante aiuta una pratica ma solo a supporto e se riconducibile al nucleo familiare principale da rapporti stretti di parentela. Viene richiesto quando la pratica è debole cioè troppo vicina ai parametri limite stabiliti dalla banca. Ma i parametri devono stare insieme da soli. Nel vostro caso mi sento di dire di rivolgerti a banche in cui il nucleo familiare viene considerato in maniera meno restrittiva rispetto ad altre. Ti ho fatto già i nomi delle banche meno rigide su questo principio. Tentar non nuoce.
 
Ok grazie mille delle risposte e dei consigli
 
Ciao,
prova anche con banca BPER.
 
Indietro