mutuo migliore

trinita73

Nuovo Utente
Registrato
21/5/03
Messaggi
895
Punti reazioni
112
vorrei sapere come aprire un mutuo nel modo migliore, cosa considerare e quali possono essere le cose che chi lo propone magari si "dimentica" di dire durante le informazioni.....io non mi intendo per niente....ma niente proprio.

ho letto in precedenti discussioni qualche cosa e mi sono andato ad informare in banca, solo che qui' mi pare che non sia semplice la cosa mentre in banca sembra un gioco da ragazzi.

a titolo solo informativo la mia banca mi propone per 150.000 euro un tasso del 5% (solo indicativo per farmi avere un idea) pagabile in 120 rate in 10 anni con una rata mensile di 1.600 euro per un totale finale di 190.000 euro di cui circa 1.500 euro sono di spese.
a vederla cosi' mi pare ottimo perche' avevo idea che si spendesse molto di piu', pero' mi chiedo:

- la rata e' fissa e pago tutti i mesi per i prossimi 10 anni quella cifra e basta oppure poi durante gli anni aumenta?

- quando il mutuo sara' istinto c'e' qualche sorpresina dell'ultima ora oppure o pagata l'utlima rata e' tutto chiuso e basta?

- mi e' stato detto che volendo estinguerlo prima del termine pago poco piu' dell' 1% di penale sulla rimanenza da pagare, e' buono o c'e' di meglio?....ma e' 1% annuale per gli anni rimanenti o 1% del totale residuo e basta?

- se pago mensilmente,semestrale o annuale cambia qualche cosa, cioe' semestrale pago piu' interessi o meno,ecc..?

- il mutuo so' che al massimo mi viene dato per l'80% del valore dell'immobile, non e' possibile (o ci sono banche) che lo concedono al 100%?

- cosi' ad intuito mi viene da pensare che il tasso fisso (visto che sono bassi) sia meglio di quello variabile, dico bene o sbaglio?

qualsiasi indicazione e' mooooooooooooooolto apprezzata,grazie.
 
Scritto da trinita73
vorrei sapere come aprire un mutuo nel modo migliore, cosa considerare e quali possono essere le cose che chi lo propone magari si "dimentica" di dire durante le informazioni.....io non mi intendo per niente....ma niente proprio.

ho letto in precedenti discussioni qualche cosa e mi sono andato ad informare in banca, solo che qui' mi pare che non sia semplice la cosa mentre in banca sembra un gioco da ragazzi.

a titolo solo informativo la mia banca mi propone per 150.000 euro un tasso del 5% (solo indicativo per farmi avere un idea) pagabile in 120 rate in 10 anni con una rata mensile di 1.600 euro per un totale finale di 190.000 euro di cui circa 1.500 euro sono di spese.
a vederla cosi' mi pare ottimo perche' avevo idea che si spendesse molto di piu', pero' mi chiedo:

- la rata e' fissa e pago tutti i mesi per i prossimi 10 anni quella cifra e basta oppure poi durante gli anni aumenta?

- quando il mutuo sara' istinto c'e' qualche sorpresina dell'ultima ora oppure o pagata l'utlima rata e' tutto chiuso e basta?

- mi e' stato detto che volendo estinguerlo prima del termine pago poco piu' dell' 1% di penale sulla rimanenza da pagare, e' buono o c'e' di meglio?....ma e' 1% annuale per gli anni rimanenti o 1% del totale residuo e basta?

- se pago mensilmente,semestrale o annuale cambia qualche cosa, cioe' semestrale pago piu' interessi o meno,ecc..?

- il mutuo so' che al massimo mi viene dato per l'80% del valore dell'immobile, non e' possibile (o ci sono banche) che lo concedono al 100%?

- cosi' ad intuito mi viene da pensare che il tasso fisso (visto che sono bassi) sia meglio di quello variabile, dico bene o sbaglio?

qualsiasi indicazione e' mooooooooooooooolto apprezzata,grazie.


1- se il tasso è fisso (5%), la rata è costante nel tempo, e rimarrà sempre la stessa. Potresti provare a chiedere di farti un 4.5%, ma anche il 5 fisso non è male.... Tieni conto che un indicizzato mediamente si aggira intorno all'euribor 3 mesi + 1.50 cio' vuol dire 3.60 % circa. Con tassi cosi' bassi il tasso fisso ti permette di calcolare la rata e renderla costante per tuta la durata del mutuo, cosa che invece non puo' essere fatta con il T Variabile.

2 - devi solo cancellare l'ipoteca, nessuna sorpresa.


3 - no, non cambia niente.

4 - 1% è ottimo, di meglio è dura....


5 - Abbey National Bank o similari potrebbero arrivare al 100%, dipende dal reddito, ma con tassi diversi....


Devo scappare, se hai domande ci "leggiamo " dopo...


Bye
 
Re: Re: mutuo migliore

Scritto da Apache71
1- se il tasso è fisso (5%), la rata è costante nel tempo, e rimarrà sempre la stessa. Potresti provare a chiedere di farti un 4.5%, ma anche il 5 fisso non è male.... Tieni conto che un indicizzato mediamente si aggira intorno all'euribor 3 mesi + 1.50 cio' vuol dire 3.60 % circa. Con tassi cosi' bassi il tasso fisso ti permette di calcolare la rata e renderla costante per tuta la durata del mutuo, cosa che invece non puo' essere fatta con il T Variabile.

2 - devi solo cancellare l'ipoteca, nessuna sorpresa.


3 - no, non cambia niente.

4 - 1% è ottimo, di meglio è dura....


5 - Abbey National Bank o similari potrebbero arrivare al 100%, dipende dal reddito, ma con tassi diversi....


Devo scappare, se hai domande ci "leggiamo " dopo...


Bye


ti ringrazio per le risposte....con il tasso variabile mi pare di capire che si paga meno ma va in base all'euribor a 3 mesi+1.5%, quindi se scende l'euribor pago meno,se sale pago di piu'.....quindi se fra 5 anni invece di 3.6 vale 10 io pago 10+1.5 cioe' l' 11.5% di interessi contro i fissi al 5% che pagherei sempre uguale.

per avere il 100% mi devo informare, un amico mi ha detto che lui lo ha fatto da una banca qui'0 in zona gli e' stato concesso tutto e gli anticipa anche le spese di costruzione....cioe' ha pagato 20 mila euro ad inizio lavori che la banca gli ha versato sotto forma di prestito che poi verra' istinto al momento della fine lavori e inizio del mutuo.....da quello che ho capito dalle tue parole pero' chiedendo il 100% avro' degli interessi piu' alti da pagare?


di altro al momento niente da domandare, solo se c'e' qualche cosa particolare da considerare per essere certi di prendere un buon mutuo.
ciao
 
Re: Re: Re: mutuo migliore

Scritto da trinita73
ti ringrazio per le risposte....con il tasso variabile mi pare di capire che si paga meno ma va in base all'euribor a 3 mesi+1.5%, quindi se scende l'euribor pago meno,se sale pago di piu'.....quindi se fra 5 anni invece di 3.6 vale 10 io pago 10+1.5 cioe' l' 11.5% di interessi contro i fissi al 5% che pagherei sempre uguale.

per avere il 100% mi devo informare, un amico mi ha detto che lui lo ha fatto da una banca qui'0 in zona gli e' stato concesso tutto e gli anticipa anche le spese di costruzione....cioe' ha pagato 20 mila euro ad inizio lavori che la banca gli ha versato sotto forma di prestito che poi verra' istinto al momento della fine lavori e inizio del mutuo.....da quello che ho capito dalle tue parole pero' chiedendo il 100% avro' degli interessi piu' alti da pagare?


di altro al momento niente da domandare, solo se c'e' qualche cosa particolare da considerare per essere certi di prendere un buon mutuo.
ciao


Diciamo che al tuo amico hanno fatto un prefinanziamento fino alla stipula del mutuo (di solito viene fornito allostesso tasso).

Sugli interessi, diciamo, che avendo tu necessità di avere il 100%, è piu' facile che la banca "giochi " un po' sul tasso, dato che tu hai la necessità di finanziare totalmente l'acquisto (perdi potere contrattuale). Ma non è detto.... potrebbero tranquillamente rimanere sul tasso indicato....

Meglio evitare i mutui con forme "strane", tipo tasso d'ingresso, o cose simili se non avendolo analizzato in ogni sua parte
 
Re: Re: Re: Re: mutuo migliore

Scritto da Apache71
Diciamo che al tuo amico hanno fatto un prefinanziamento fino alla stipula del mutuo (di solito viene fornito allostesso tasso).

Sugli interessi, diciamo, che avendo tu necessità di avere il 100%, è piu' facile che la banca "giochi " un po' sul tasso, dato che tu hai la necessità di finanziare totalmente l'acquisto (perdi potere contrattuale). Ma non è detto.... potrebbero tranquillamente rimanere sul tasso indicato....

Meglio evitare i mutui con forme "strane", tipo tasso d'ingresso, o cose simili se non avendolo analizzato in ogni sua parte


grazie, terro' molto presente queste cose....un'ultima cosa che mi e' sfuggito di indicare, primo che si tratta di una struttura ad uso negozio e non una casa, secondo che il mutuo lo chiedo ipotecando il negozio.....in considerazione di queste cose ci sono delle differenze o e' tutto come precedentemente mi hai indicato?
 
Re: Re: Re: Re: Re: mutuo migliore

Scritto da trinita73
grazie, terro' molto presente queste cose....un'ultima cosa che mi e' sfuggito di indicare, primo che si tratta di una struttura ad uso negozio e non una casa, secondo che il mutuo lo chiedo ipotecando il negozio.....in considerazione di queste cose ci sono delle differenze o e' tutto come precedentemente mi hai indicato?


Non cambia quasi niente in quello che ci siamo detti, subentra però una valutazione diversa da parte dell'Istituto di credito, in quanto finanzia un'attività e non un appartamento.
Il voler comprare i muri dell'attività presuppone, almeno a mio parere, il passaggio da affitto a proprietà, con conseguete patrimonializzazione della società ed investimento nella stessa, la volontà di consolidare la propria attvità.... insomma un passo interessante e, in caso di attività già in essere e con buona redditività, da valutare positivamente.
 
a titolo solo informativo la mia banca mi propone per 150.000 euro un tasso del 5% (solo indicativo per farmi avere un idea) pagabile in 120 rate in 10 anni con una rata mensile di 1.600 euro per un totale finale di 190.000 euro di cui circa 1.500 euro sono di spese.
a vederla cosi' mi pare ottimo perche' avevo idea che si spendesse molto di piu', pero' mi chiedo:

secondo me non ti conviene il tasso fisso, soprattuto per una durata di 10 anni. Attualmente, girando un po', puoi portarti a casa un mutuo a Euribor 3 mesi + 1,00/1,15 di spread, con un tasso finito sotto i 3.50. Davvero esagerate mi sembrano le spese di istruttoria e l'istituto per cui lavoro, per esempio, applica spese fisse pari a circa 1/10 di quelle che ti hanno chiesto.


- la rata e' fissa e pago tutti i mesi per i prossimi 10 anni quella cifra e basta oppure poi durante gli anni aumenta?

se il tasso è fisso la rata rimane la stessa fino alla fine del mutuo, se è variabile cambia seguendo l'andamento del mercato. Ritengo che il regime attuale in Europa ci metta al riparo da escursioni anomale dei tassi.

- quando il mutuo sara' istinto c'e' qualche sorpresina dell'ultima ora oppure o pagata l'utlima rata e' tutto chiuso e basta?

di solito ci sono delle spese per il rilascio dell'atto di assenso alla cancellazione dell'ipoteca, diciamo circa 150/200 Euro


- mi e' stato detto che volendo estinguerlo prima del termine pago poco piu' dell' 1% di penale sulla rimanenza da pagare, e' buono o c'e' di meglio?....ma e' 1% annuale per gli anni rimanenti o 1% del totale residuo e basta?

la percentuale si applica sul capitale residuo al momento dell'estinzione nel caso di un tasso variabile. Per il tasso fisso la penale è molto più sostanziosa

- se pago mensilmente,semestrale o annuale cambia qualche cosa, cioe' semestrale pago piu' interessi o meno,ecc..?

non c'è una grossa differenza ma, per una gestione migliore dell'impegno, ti consiglio la rata mensile

- il mutuo so' che al massimo mi viene dato per l'80% del valore dell'immobile, non e' possibile (o ci sono banche) che lo concedono al 100%?

si arriva al 100% se i presupposti di capacità di reddito e la consistenza patrimoniale del cliente lo permettono. Qui subentrano la valutazione di chi fa l'istruttoria e le consuetudini di ogni istituto di credito

- cosi' ad intuito mi viene da pensare che il tasso fisso (visto che sono bassi) sia meglio di quello variabile, dico bene o sbaglio?

direi di no, almeno per una durata di 10 anni. Se fossero 20 ti darei ragione, ma ritengo difficile che, nei prossimi 10 anni, l'euribor possa arrivare al 4%
 
grazie ardu per le informazioni, per poter avere il 100% del mutuo vedro' se la mia banca alla fine lo concede o no (l'impresa dalla quale dovrei acquistare ha la stessa banca e dice che insomma una buona parola ce la mette), altrimenti mi guardero' un po' in giro se c'e' di meglio.
riguardo il tasso devo fare un po' di valutazioni nei prossimi giorni, se ho possibilita' di farlo a 10 anni e estinguerlo prima del termine e gli interessi sono buoni potrei optare per il variabile, altrimenti, se decidi di fare a 15-20 anni penso di scegliere il fisso.
grazie, ciao
 
riprendo il post perche' ho qualche notizia e dubbio in piu'.

dunque, ho scoperto che con il mutuo devo pagare subito l'iva personalmente, cioe' se acquisto un immobile di 150 mila euro dovro' pagare in contanti e anticipati 30 mila euro di iva.

mi e' stato consigliati in alternativa il leesing che comporta un interesse piu' alto, ma l'iva compresa nei pagamenti rateali in quando l'immobile e' acquistato dalla banca e solo a fine pagamento viene da me riscattato.in tal caso devo pero' versare un anticipo del 10%, mentre il 5% viene versato in unica soluzione alla fine dei pagamenti.....quindi dei 150 mila euro in pratica ne dovrei pagare in contanti subito 15 mila, 7.500 in unica soluzione alla fine (max 10 anni mi e' stato detto) e il resto a rate bimestrali.

detta cosi' mi pare che sia piu' agevole un leesing quindi, anche se comporta degli interessi maggiori (circa 1,5% in piu').

considerando che come attivita' potro' comunque detrarre l'iva in ogni caso....ma questo solo successivamente, quindi nel caso di mutuo anticipo in contanti e poi detraggo sulle spese future, cioe' non pago l'iva finche' avro' riassorbito l'iva iniziale

consigli o indicazioni a riguardo?
 
Scritto da trinita73
riprendo il post perche' ho qualche notizia e dubbio in piu'.

dunque, ho scoperto che con il mutuo devo pagare subito l'iva personalmente, cioe' se acquisto un immobile di 150 mila euro dovro' pagare in contanti e anticipati 30 mila euro di iva.

mi e' stato consigliati in alternativa il leesing che comporta un interesse piu' alto, ma l'iva compresa nei pagamenti rateali in quando l'immobile e' acquistato dalla banca e solo a fine pagamento viene da me riscattato.in tal caso devo pero' versare un anticipo del 10%, mentre il 5% viene versato in unica soluzione alla fine dei pagamenti.....quindi dei 150 mila euro in pratica ne dovrei pagare in contanti subito 15 mila, 7.500 in unica soluzione alla fine (max 10 anni mi e' stato detto) e il resto a rate bimestrali.

detta cosi' mi pare che sia piu' agevole un leesing quindi, anche se comporta degli interessi maggiori (circa 1,5% in piu').

consigli o indicazioni a riguardo?

In pratica ti hanno proposto:

Leasing immobiliare a 10 anni:

10% di rata anticipata
5% di riscatto finale

tasso variabile? vero???

Troppo alto quel tasso....!!!! Ti faccio sapere qualcosa lunedi' sui tassi di mercato.....

Per il resto va benissimo, chiedi al tuo commercialista se ha preferenze sul prodotto....

Bye
 
Eccomi...

lo spread che puoi farti applicare è c/a 2.10%, cio' vuol dire il 4.21%, male che ti vada non piu' del 4.50%!!!! (max max 4.60%, ma è già euribor + 2.5%)

Parliamo sempre di tasso variabile......

Almeno se lo fai nella banca per cui lavoro io...., senza condizioni particolarmente di favore.....


Bye
 
Scritto da Apache71
Eccomi...

lo spread che puoi farti applicare è c/a 2.10%, cio' vuol dire il 4.21%, male che ti vada non piu' del 4.50%!!!! (max max 4.60%, ma è già euribor + 2.5%)

Parliamo sempre di tasso variabile......

Almeno se lo fai nella banca per cui lavoro io...., senza condizioni particolarmente di favore.....


Bye


ti ringrazio....il tasso preciso infatti ancora non lo so', fra qualche giorno sapro' il costo esatto dell'immobile e poi tornero' in banca e sentiro' anche per il leesing che a questo punto mi sembra essere la soluzione migliore, almeno per poter anticipare il meno possibile, poi faro' sapere come e' andata.ciao
 
Indietro