Mutuo o cash

ciaofede

Nuovo Utente
Registrato
30/9/01
Messaggi
3.424
Punti reazioni
144
Vi spiego la mia situazione perchè mi servirebbero dei consigli e vorrei visionare un po' di pareri.

I miei stanno costruendo una casa al mare e in questo periodo iniziano a sganciare i primi quattrini. Dopo aver comprato il terreno vendendo dei titoli posseduti adesso il costo per la costruzione, finiture e tutto il resto si dovrebbe aggirare circa sui 350/400 mila euro tra una cavolata e l' altra...

La mia famiglia in questo momento dispone di tale somma in titoli e fondi e spendendoli rimarrebbero cmq una quantità abbastanza consistente di investimenti....

Secondo voi però con i tassi così bassi non ci conviene accendere un mutuo?
Parlando in banca ci farebbero un tasso estremamente di favore dato che il rischio insolvenza sarebbe pari a zero in quanto avrebbero a garanzia altri beni immobili...

Tutto questo non è per fa lo sborone ma solo per chiedere un parere pacato: se io facessi investire la mia famiglia in titoli quali telecom italia risp (7% annuo di dividendo) eni, terna, mediaset....tutti titoli che danno circa un 5% di dividendo, prendendo i soldi a circa il 3,5 % riuscirei in teoria se i titoli rimanessero stabili in guadagno.

Secondo voi il gioco vale la candela? Io personalmente non credo che titoli come telecom risp o eni con i fondamentali che hanno possano scendere pià di tanto (al massimo un 5-10% con una correzione vistosa del mercato...)

Oppure pensavo di fare una scelta intermedia....200 li paghiamo cash e 200 con un mutuo .....

Voi cosa fareste?
Apsetto pareri seri e magari un' indicazione di qualche banca che potrebbe applicare tassi abb bassi vista e considerata la situazione

Grazie ciao
 
Da verificare alcuni elementi:

un tasso variabile a 10/15 anni non sarebbe inferiore ad un Euribor + 1.1%, ipotizzando un Euribor ad 1 mesi andremmo intorno al 3,8% (esagero).

Se pensi che il tuo deposito titoli possa rendere mediamente piu' del tasso in questione ti sei gia' risposto da solo...

Non considerare solo i dividendi, valuta anche le variazioni di valore dei titoli nel corso degli anni. Sostare su titoli "singoli" è comunque un rischio, il mio consiglio sarebbe quello di diversificare l'investimento in gestioni patrimoniali di vario profilo.

Ricorda anche che i tassi sono "mobili"...:D, e non è detto che tra qui e 10/15 anni non abbiano variazioni discrete. Se i redditi disponibili coprono tranquillamente il piano di ammortamento e non provocano problemi di sorta io, occupandomi di finanza, mi terrei i miei soldi e finanzierei l'acquisto, ma è un'opinione del tutto personale.
 
Indietro