Mutuo prima casa

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Vorrei un consiglio per un mutuo ipotecario prima casa a Milano.

Mia figlia, 28 anni: rapporto di lavoro a tempo indeterminato, sposata in regime di separazione dei beni, reddito personale 2.000 euro netti al mese, costo dell'immobile 220.000 euro, mutuo richiesto 160.000 euro a 25 anni (tasso fisso 1%).

Rata mensile di 603 euro al mese.

Preliminare già fatto con caparra confirmatoria di 30.000 euro.

Abbiamo contattato BNL.

Pensate che il mutuo verrà concesso senza problemi?

In che tempi?

Grazie
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Il reddito mensile va calcolato come reddito annuale diviso dodici
Non hai chiarito se ha altri finanziamenti in corso e da quanti anni ha il contratto a tempo indeterminato
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Il reddito mensile va calcolato come reddito annuale diviso dodici
Non hai chiarito se ha altri finanziamenti in corso e da quanti anni ha il contratto a tempo indeterminato

Non ha alcun finanziamento in corso.

Mia figlia è dipendente Amazon a Milano in sede centrale con contratto a tempo indeterminato da 18 mesi.

Reddito annuo lordo attorno ai 35.000 euro.
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Non ha alcun finanziamento in corso.

Mia figlia è dipendente Amazon a Milano in sede centrale con contratto a tempo indeterminato da 18 mesi.

Reddito annuo lordo attorno ai 35.000 euro.

Forse ha un contratto a tempo indeterminato da troppo poco tempo.
Il reddito netto è sufficiente perché soddisfa il requisito rata/reddito netto 30%.

Hanno tutti paura del tasso variabile vedo, io avrei valutato il tasso variabile anche, specie se la famiglia ha comunque del patrimonio disponibile per necessità, va detto che il mutuo a tasso variabile richiede disciplina e pianificazione per minimizzare i rischi e massimizzare il vantaggio rispetto al tasso fisso.
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Forse ha un contratto a tempo indeterminato da troppo poco tempo.
Il reddito netto è sufficiente perché soddisfa il requisito rata/reddito netto 30%.

Hanno tutti paura del tasso variabile vedo, io avrei valutato il tasso variabile anche, specie se la famiglia ha comunque del patrimonio disponibile per necessità, va detto che il mutuo a tasso variabile richiede disciplina e pianificazione per minimizzare i rischi e massimizzare il vantaggio rispetto al tasso fisso.

Ho guardato il contratto: assunzione il 4.5.2019, quindi circa 20 mesi.

Il risparmio col tasso variabile è di circa 20 euro al mese rispetto al tasso fisso.

A mio parere non ne vale la pena, perché fra 10-12 anni i tassi potrebbero essere notevolmente raggiori di quelli attuali.

Spero solo che non mi chiedano di andare da Padova a Milano per fornire ulteriori garanzie come genitore.

Sarebbe solo una rottura di scatole.

Intanto contatto anche BPM: le condizioni sono circa le stesse, ma con spese di istruttoria più basse.
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Ho guardato il contratto: assunzione il 4.5.2019, quindi circa 20 mesi.

Il risparmio col tasso variabile è di circa 20 euro al mese rispetto al tasso fisso.

A mio parere non ne vale la pena, perché fra 10-12 anni i tassi potrebbero essere notevolmente raggiori di quelli attuali.

Spero solo che non mi chiedano di andare da Padova a Milano per fornire ulteriori garanzie come genitore.

Sarebbe solo una rottura di scatole.

Intanto contatto anche BPM: le condizioni sono circa le stesse, ma con spese di istruttoria più basse.

Il risparmio come spesa per interessi di capitalizza, non è un risparmio mensile, si può surrogare al fisso quando i tassi dovessero dare l'impressione di essere destinati a salire, nel mentre ci si gode il risparmio di spesa per interessi facendo scende più rapidamente il capitale residuo.
Tranquillo fai il tasso fisso, va benissimo :)
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Il risparmio come spesa per interessi di capitalizza, non è un risparmio mensile, si può surrogare al fisso quando i tassi dovessero dare l'impressione di essere destinati a salire, nel mentre ci si gode il risparmio di spesa per interessi facendo scende più rapidamente il capitale residuo.
Tranquillo fai il tasso fisso, va benissimo :)

Grazie dei consigli ..... per 20 euro di differenza, restiamo sul fisso.

Sai per caso quali dovrebbero essere i tempi per la concessione del mutuo?

Abbiamo il rogito entro il 15 marzo 2021.

Ce la faremo oppure rischio di dover dare tutto di tasca mia e rinunciare al mutuo?

Ho da parte circa 400.000 euro, ma anche un altro figlio più giovane da tutelare.

Infatti pensavo di aiutarlo allo stesso modo fra qualche anno.
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Grazie dei consigli ..... per 20 euro di differenza, restiamo sul fisso.

Sai per caso quali dovrebbero essere i tempi per la concessione del mutuo?

Abbiamo il rogito entro il 15 marzo 2021.

Ce la faremo oppure rischio di dover dare tutto di tasca mia e rinunciare al mutuo?

Ho da parte circa 400.000 euro, ma anche un altro figlio più giovane da tutelare.

Infatti pensavo di aiutarlo allo stesso modo fra qualche anno.

Non so dirti sui tempi, mi dispiace...
Ma è la banca dove hai la gestione patrimoniale dei 400k? Perché dovresti sentirli al telefono e farti trattare come si deve :)
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.666
Punti reazioni
608
Abbiamo il rogito entro il 15 marzo 2021.

Ce la faremo oppure rischio di dover dare tutto di tasca mia e rinunciare al mutuo?
Intanto non perdere tempo e, appena dopo la fine delle festività inizia col presentare la domanda alla banca che ritieni che meglio soddisfa le tue aspettative.
Alle brutte, ma proprio alle brutte (perché ripeto se parti subito, credo tu ce la possa fare), inizia col dire ai venditori che stai aspettando la definizione della pratica di mutuo e che nell'ipotesi remota ci fosse bisogno di un altro po di tempo, di modificare (senza intervento del notaio) la data limite indicata sul compromesso.
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Intanto non perdere tempo e, appena dopo la fine delle festività inizia col presentare la domanda alla banca che ritieni che meglio soddisfa le tue aspettative.
Alle brutte, ma proprio alle brutte (perché ripeto se parti subito, credo tu ce la possa fare), inizia col dire ai venditori che stai aspettando la definizione della pratica di mutuo e che nell'ipotesi remota ci fosse bisogno di un altro po di tempo, di modificare (senza intervento del notaio) la data limite indicata sul compromesso.

Grazie dei consigli.

Abbiamo appena inviato via mail ultime buste paga ed ultimo modello 730 di mia figlia.

Avevamo già inviato il preliminare dell'agenzia immobiliare.

Probabilmente ci risponderanno domani o dopodomani.

Avevamo indicato un appuntamento di massima per il 7 gennaio.

L'addetta ai mutui di BNL ci diceva che occorrono massimo 10 gg per la perizia ed altrettanto per la concessione del mutuo.

Diciamo che a fine gennaio dovremmo avere una risposta certa.

Se BNL dovesse fare ostruzione (ma non lo credo), chiedendo garanzie ulteriori da parte mia e di mia moglie, andrò direttamente dal notaio, scavalcando la banca e risparmiando non solo gli interessi, ma anche il costo del finanziamento, gli oneri fiscali e la parcella del notaio per la parte di mutuo.

Mia figlia non vuole che paghi tutto io, perché dice che vuole fare da sola per il mutuo.

Ma ad estremi problemi, estremi rimedi ..... pago tutto io ...... e (forse) andrò in Paradiso .... :clap:
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.666
Punti reazioni
608
Puoi provare a chiedere di andare a firmare presso un'agenzia bnl della tua città oppure, visto che altre banche lo fanno, utilizzare la firma elettronica.
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Hai investimenti e capitali in gestione con la banca del mutuo? Nel qual caso fai presente che sei costretto a smobilizzare per comprare la casa, l'agenzia non vuole certo perdere le commissioni generate dalla gestioni patrimoniali e farà il possibile per prestarti la cifra necessaria ;)
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Hai investimenti e capitali in gestione con la banca del mutuo? Nel qual caso fai presente che sei costretto a smobilizzare per comprare la casa, l'agenzia non vuole certo perdere le commissioni generate dalla gestioni patrimoniali e farà il possibile per prestarti la cifra necessaria ;)

Purtroppo io abito in provincia di Padova ed ho il conto in MPS.

Compreso il conto titoli e le polizze vita.

Ho già chiesto alla mia banca se era possibile contrarre un mutuo per un immobile di Milano.

Mi hanno risposto negativamente, consigliandomi di rivolgermi ad una filiale MPS di Milano.

A questo punto abbiamo incaricato BNL, che ha buoni tassi e mi dicono che sia anche piuttosto veloce.
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.666
Punti reazioni
608
Purtroppo io abito in provincia di Padova ed ho il conto in MPS.

Compreso il conto titoli e le polizze vita.

Ho già chiesto alla mia banca se era possibile contrarre un mutuo per un immobile di Milano.

Mi hanno risposto negativamente, consigliandomi di rivolgermi ad una filiale MPS di Milano.

A questo punto abbiamo incaricato BNL, che ha buoni tassi e mi dicono che sia anche piuttosto veloce.

Posso dirti per certo che anche Unicredit, quando ho chiesto per la surroga, mi ha chiesto dov'era ubicato l'immobile, perché avrei dovuto rivolgermi alla filiale posta nella stessa città dell'immobile.

Intendo dire che forse è una regola applicata da diverse banche.
 

memar

Nuovo Utente
Registrato
18/10/17
Messaggi
762
Punti reazioni
16
Purtroppo io abito in provincia di Padova ed ho il conto in MPS.

Compreso il conto titoli e le polizze vita.

Ho già chiesto alla mia banca se era possibile contrarre un mutuo per un immobile di Milano.

Mi hanno risposto negativamente, consigliandomi di rivolgermi ad una filiale MPS di Milano.

A questo punto abbiamo incaricato BNL, che ha buoni tassi e mi dicono che sia anche piuttosto veloce.
Quando dico che il business bancario così come lo conosciamo ha i giorni contati, questo ne è un esempio lampante. Cioè un cliente ha 400.000 euro presso la propria banca, quindi non è proprio l'ultimo dei fessi. La sua banca invece di vedere di accontentarlo pur di non lavorare troppo risponde con un secco "no". Per Bnl sua figlia ha tutte le carte per ottenere il mutuo. Con i tempi causa covid e ferie stanno sui 15 giorni per la delibera reddituale, poi con la perizia sono veloci un paio di giorni e fissano appuntamento dopo delibera creditizia. Per fine marzo si dovrebbe rogitare tranquillamente. Concludo dicendo che le banche sbandierano tanto il loro KYC Know Your Client, ma non conoscono più neanche se stesse, devono decidere cosa fare da grandi, sono troppo preoccupate degli npl che hanno perso di vista il cliente finale, perché pensano tanto il cliente deve avere per forza la banca. Peccato che nei prossimi 10 anni i big player dell'high tech si prenderanno buona parte dei clienti anche dal punto di vista bancario.
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Quando dico che il business bancario così come lo conosciamo ha i giorni contati, questo ne è un esempio lampante. Cioè un cliente ha 400.000 euro presso la propria banca, quindi non è proprio l'ultimo dei fessi. La sua banca invece di vedere di accontentarlo pur di non lavorare troppo risponde con un secco "no". Per Bnl sua figlia ha tutte le carte per ottenere il mutuo. Con i tempi causa covid e ferie stanno sui 15 giorni per la delibera reddituale, poi con la perizia sono veloci un paio di giorni e fissano appuntamento dopo delibera creditizia. Per fine marzo si dovrebbe rogitare tranquillamente. Concludo dicendo che le banche sbandierano tanto il loro KYC Know Your Client, ma non conoscono più neanche se stesse, devono decidere cosa fare da grandi, sono troppo preoccupate degli npl che hanno perso di vista il cliente finale, perché pensano tanto il cliente deve avere per forza la banca. Peccato che nei prossimi 10 anni i big player dell'high tech si prenderanno buona parte dei clienti anche dal punto di vista bancario.

Purtroppo hai ragione.

Ho dovuto adeguarmi alla scelta, di non essere interessata al mio mutuo, da parte della mia Banca MPS.

Tra l'altro mia figlia, seppur sposata da 3 mesi e lavorando a Milano, ha la residenza presso il sottoscritto in provincia di Padova e la trasferirà a Milano subito dopo il rogito in modo da soddisfare le condizioni per acquisto "prima casa".

Sulla solidità del suo rapporto di lavoro (a tempo indeterminato) aggiungo che lavora in sede centrale presso Amazon di Milano.

Credo che Amazon sia molto più solida e capitalizzata di tante banche italiane messe insieme.
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Purtroppo hai ragione.

Ho dovuto adeguarmi alla scelta, di non essere interessata al mio mutuo, da parte della mia Banca MPS.

Tra l'altro mia figlia, seppur sposata da 3 mesi e lavorando a Milano, ha la residenza presso il sottoscritto in provincia di Padova e la trasferirà a Milano subito dopo il rogito in modo da soddisfare le condizioni per acquisto "prima casa".

Sulla solidità del suo rapporto di lavoro (a tempo indeterminato) aggiungo che lavora in sede centrale presso Amazon di Milano.

Credo che Amazon sia molto più solida e capitalizzata di tante banche italiane messe insieme.

Le banche retail vanno trattate come fornitori qualunque

"Buongiorno, sono il cliente XY, mi serve un mutuo per l'acquisto di una casa, abbiamo i requisiti di reddito e patrimonio, se non siete in condizione di erogare il mutuo che richiedo termino i rapporti con questa agenzia, periodicamente agenti di altre banche mi contattato con proposte interessanti relative alle gestioni patrimoniali. Fatemi sapere se siete disponibili a erogare il mutuo di cui ho bisogno. buona giornata"
 

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Le banche retail vanno trattate come fornitori qualunque

"Buongiorno, sono il cliente XY, mi serve un mutuo per l'acquisto di una casa, abbiamo i requisiti di reddito e patrimonio, se non siete in condizione di erogare il mutuo che richiedo termino i rapporti con questa agenzia, periodicamente agenti di altre banche mi contattato con proposte interessanti relative alle gestioni patrimoniali. Fatemi sapere se siete disponibili a erogare il mutuo di cui ho bisogno. buona giornata"

Grazie mille.

Aggiungo che MPS è a conoscenza che nel nucleo familiare siamo in 4, tutti percettori di reddito da lavoro dipendente a tempo indeterminato.

Reddito netto del nucleo circa 7.000 euro al mese.

Ma MPS "non può" erogare un mutuo con una rata mensile di 600 euro, perché l'immobile è a Milano. :wall:
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Grazie mille.

Aggiungo che MPS è a conoscenza che nel nucleo familiare siamo in 4, tutti percettori di reddito da lavoro dipendente a tempo indeterminato.

Reddito netto del nucleo circa 7.000 euro al mese.

Ma MPS "non può" erogare un mutuo con una rata mensile di 600 euro, perché l'immobile è a Milano. :wall:

Al che basta dirgli "direttore, parli con la filiale MPS di Milano dove si trova l'immobile e trovi una soluzione affinché ci venga erogato il mutuo, altrimenti potete salutare le commissioni che questa agenzia genera dalla mia famiglia"
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.666
Punti reazioni
608
Al che basta dirgli "direttore, parli con la filiale MPS di Milano dove si trova l'immobile e trovi una soluzione affinché ci venga erogato il mutuo, altrimenti potete salutare le commissioni che questa agenzia genera dalla mia famiglia"

Se fossimo in un congruo numero a fare sto discorso, qualcosa si muoverebbe.
Purtroppo ho il sospetto che si è in pochi a ragionare a sto modo, e quindi quel direttore letteralmente se ne frega de sto discorso qua.

L'unica cosa che potrebbe provare a fare il nostro amico, è dirgli "ok, allora mi vado ad aprire il conto li a Milano", tanto con l'homebanking, uno in filiale ci va solo in casi estremi o quando c'è d'aggiornare il MIFID.