Ἀνέκδοτα - Aneddoto ( Tomo II )

inversionista

Nuovo Utente
Registrato
29/3/13
Messaggi
15.169
Punti reazioni
138
Si farà così per i motivi allegati, inoltre c'è da abolire il sistema welfare ora che la X-Generation di cui faccio parte sta per arrivare all'età della pensione. Non è difficile capire perché è stato reso obbligatorio un siero misterioso agli over 50. Inoltre la sanità pubblica e gratuita deve scomparire, chi ha i soldi si cura e paga e chi non li ha si arrangia. Il tutto avverrà per iperinflazione e vediamo con l'energia cosa succederà.


Vedi l'allegato 2855260

i nati nel 1965 sono quelli più numerosi come banda d'età per entrare in pensionamento.

Non credo nemmeno nell'iperinflazione, perché stanno tenendo gli stipendi fermi al palo (maledetti), abbiamo popolazione vecchia che non deve spednere, e un'inflazione momentanea così elevata e repentina sta per distruggere totalmente la domanda. Altrimenti non si spiega perché emettano btp indicizzati all'inflazione se si aspettano iperinflazione.
Reputo piuttosto che distruggeranno definitivamente le piccole e medie imprese strozzandole con l'aumento dei tassi d'interesse e il crollo della domanda, a cui non possono far fronte non avendo grandi economie di scala.

Vedo un flash crash azionario (sebbene siamo già in bear market) e dell'immobiliare spettacolare il prossimo anno a livello globale, e confini nazionali e istituzioni italiane sempre più molli pronte a disgregarsi progressivamente.

Credo ci sarà sul fronte previdenziale un calcolo contributivo di chiunque voglia pensionarsi dal prossimo anno, con elevate forme di penalizzazione. Ridurranno i contributi ai lavoratori a fronte dei futuri pensionamenti sempre più con penalizzazioni se al di sotto dei 70 anni.
 

trandy

termodinamico
Registrato
18/11/13
Messaggi
2.642
Punti reazioni
27
Si farà così per i motivi allegati, inoltre c'è da abolire il sistema welfare ora che la X-Generation di cui faccio parte sta per arrivare all'età della pensione. Non è difficile capire perché è stato reso obbligatorio un siero misterioso agli over 50. Inoltre la sanità pubblica e gratuita deve scomparire, chi ha i soldi si cura e paga e chi non li ha si arrangia. Il tutto avverrà per iperinflazione e vediamo con l'energia cosa succederà.

Per l'iperinflazione si sono già attrezzati, lo abbiamo visto. Rammento che tra il 1974 e il 1979 i tassi FED erano al 20%, dato facilmente riscontrabile. e la situazione in Europa non era dissimile. Ergo, riguardo il rialzo dei tassi che nessuno si faccia illusioni prevedendo quanto e fino a quando, semplicemente non è possibile prevederlo a meno che non si sia un insider. Il 2 novembre saranno pubblicati su FRED i dati trimestrali aggiornati relativi agli aggregati monetari. Relativamente alla pagina postata, Salvini chiede e opera, in comunione di intenti con FdI e Berlusconi, per le autonomie regionali. È uno degli obiettivi principali.
 
Ultima modifica:

inversionista

Nuovo Utente
Registrato
29/3/13
Messaggi
15.169
Punti reazioni
138
Per l'iperinflazione si sono già attrezzati, lo abbiamo visto. Rammento che tra il 1974 e il 1979 i tassi FED erano al 20%, dato facilmente riscontrabile. e la situazione in Europa non era dissimile. Ergo, riguardo il rialzo dei tassi che nessuno si faccia illusioni prevedendo quanto e fino a quando, semplicemente non è possibile prevederlo a meno che non si sia un insider. Relativamente alla pagina postata, Salvini chiede e opera, in comunione di intenti con FdI e Berlusconi, per le autonomie regionali. È uno degli obiettivi principali. Il 2 novembre saranno pubblicati su FRED i dati trimestrali aggiornati relativi agli aggregati monetari.

non ci sono i presupposti per un'iperinflazione, siamo un continente di vecchi. E almeno che non raddoppino gli stipendi non vedo come possa aumentare la veocità di circolazione della moneta. Al momento siamo in stagflazione, poi subentrerà una depressione economica peggiore del 1929.
 

trandy

termodinamico
Registrato
18/11/13
Messaggi
2.642
Punti reazioni
27
non ci sono i presupposti per un'iperinflazione, siamo un continente di vecchi. E almeno che non raddoppino gli stipendi non vedo come possa aumentare la veocità di circolazione della moneta. Al momento siamo in stagflazione, poi subentrerà una depressione economica peggiore del 1929.

Abbi pazienza, ma uno dei presupposti dell'iperinflazione è una emissione di moneta eccessiva. Secondo te quintuplicare la massa monetaria nell'arco di due anni ( febbraio 2020 - febbraio 2022 ) cosa starebbe provocando? I dati del grafico partono dal 1975, valuta tu... considera che già dal 2008 al 2020 è passata da 1400 a 4000 mld, triplicata. Poi ad aprile 2020 siamo passati in quindici giorni da 5000 a 15000, per poi sfiorare nel tempo i 21000 mld. Stiamo ancora sopra i 20000.

https://fred.stlouisfed.org/series/WM1NS

 
Ultima modifica:

trandy

termodinamico
Registrato
18/11/13
Messaggi
2.642
Punti reazioni
27
Velocità di M1, grafico dal 1959. Attualmente è sotto zero.

 

thegryfus

Nuovo Utente
Registrato
8/5/06
Messaggi
12.804
Punti reazioni
493
che tempistiche dai? Non riesco a capire la tua visione, collasso economico epocale tale da far venire giù Stati interi intendi? E cosa rimarrà, ua Unione europea balcanizzata in macro regioni?

Secondo me il collasso economico (che ci sarà, con l'iperinflazione è già iniziato) non sarà la causa. La causa sarà nella guerra ed i suoi esiti. Ma anche la verità sul covid e sulle vaccinazioni sarebbe più che sufficiente per far venire giù le istituzioni attuali. A tal proposito, alcune profezie parlavano di una breve parentesi monarchica con Aimone D'Aosta (se dovessero decidere di far venir fuori le verità per porre fine alle attuali istituzioni, potrebbero farle venire fuori tutte insieme, non sia mai venisse fuori che quel referendum fu davvero manipolato...)

Guardando ai numeri, questo è il 68esimo governo, 19esima legislatura, due numeri entrambi positivi. E' presieduto dal 31esimo capo di governo (contrario di 13, ma rappresenta comunque una rottura, novità).

Il presidente della repubblica è ancora il 12esimo, il prossimo sarà il tredicesimo. E sarà sul prossimo che si giocherà tutto: perchè il tredici è morte, negatività, ma anche rottura. Una grande rottura, che se fosse non traumatica, potrebbe essere il primo presidente eletto dal popolo e non dal parlamento.
 

trandy

termodinamico
Registrato
18/11/13
Messaggi
2.642
Punti reazioni
27
Il 13 rappresenta il cambiamento e secondo la Cabala indica l'Uno, Dio. Anche Gesù Cristo ne ha incarnato il significato, prima con i 12 + Lui, poi con i 12 + la B.V. Maria. Il 13 è anche legato alla ribellione di Helel / Lucifero. Non ha quindi una accezione negativa, ma indica un cambiamento radicale, cruento il cui esito aspira a un piano superiore, a una evoluzione, ma con la possibilità di fallire l'intento e perseguire un risultato fortemente negativo ( la sconfitta di Lucifero )
 

maf@lda

à tout suite
Registrato
29/6/05
Messaggi
34.936
Punti reazioni
1.576
Secondo me il collasso economico (che ci sarà, con l'iperinflazione è già iniziato) non sarà la causa. La causa sarà nella guerra ed i suoi esiti. Ma anche la verità sul covid e sulle vaccinazioni sarebbe più che sufficiente per far venire giù le istituzioni attuali. A tal proposito, alcune profezie parlavano di una breve parentesi monarchica con Aimone D'Aosta (se dovessero decidere di far venir fuori le verità per porre fine alle attuali istituzioni, potrebbero farle venire fuori tutte insieme, non sia mai venisse fuori che quel referendum fu davvero manipolato...)

Guardando ai numeri, questo è il 68esimo governo, 19esima legislatura, due numeri entrambi positivi. E' presieduto dal 31esimo capo di governo (contrario di 13, ma rappresenta comunque una rottura, novità).

Il presidente della repubblica è ancora il 12esimo, il prossimo sarà il tredicesimo. E sarà sul prossimo che si giocherà tutto: perchè il tredici è morte, negatività, ma anche rottura. Una grande rottura, che se fosse non traumatica, potrebbe essere il primo presidente eletto dal popolo e non dal parlamento.


1f5d5f6ac1f1fc6825c6b296696ffe.jpg




Padre Pio e il ritorno della Monarchia: la profezia.
Il grande monarca è una figura biblica, presente anche in Apocalisse.
Secondo le rivelazioni private, cioè le profezie dei santi e mistici cattolici, si tratterebbe di un membro dei reali francesi del casato d'Orléans, discendente di San Luigi IX (re di Francia). Sarebbe nato in esilio, avrebbe combattuto in guerra e, alla fine dei tempi, verrebbe scelto dal Papa Santo (il santo scalzo, Petrus Romanus etc.) per tirar fuori dai guai sia la Francia che l'Europa tutta, vincere gli invasori e, insieme al Papa Santo, riportare tutto il mondo al vero cattolicesimo.

Padre Pio, già prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, annunciò alla allora Principessa di Piemonte – Maria Josè, poi ultima Regina d’Italia – che casa Savoia avrebbe perso il trono e che la Pianta principale del casato sarebbe seccata ma che "un virgulto sarebbe sbocciato ridando onore e forza alla famiglia riottenendole il regno".


Nella corrispondenza epistolare intercorsa fra i due, il Santo di Pietrelcina avrebbe confortato la Regina spiegandole che la Monarchia tornerà in Italia e che un suo parente sarebbe diventato Re: "Un diverso ramo di Casa Savoia, restaurerà la Monarchia in Italia, e riporterà Casa Savoia alle antiche glorie e agli antichi splendori".

La profezia fu confermata anche dopo la guerra dalla stessa Maria Josè.

220px-Amedeo_d%27Aosta_con_il_figlio_Aimone.jpg


La principessa Irene di Grecia, madre di Amedeo di Savoia, era una devota fedele di Padre Pio. Nel 1967, alla nascita del figlio di Amedeo, Aimone, è certo che la principessa abbia tanto raccomandato alle preghiere di Padre Pio il destino del neonato nipote.All Santo, qualche mese prima della sua morte, fu portato il figlio di Amedeo di Savoia e di Claudia di Francia (d'Orléans) Padre Pio appena visto il piccolo avrebbe esclamato "bimbo innanzi a te vi è onore e regalità".

La frase turbò non poco i presenti e poco dopo il Santo frate volle – parlandone ad alcuni suoi figli spirituali – che dopo la sua morte fosse realizzato un bassorilievo in cui fosse in qualche modo consacrata la sua profezia.

L’opera fu effettivamente scolpita. Posta nella cripta a San Giovanni Rotondo, dove sino a poco tempo fa giaceva il corpo del Santo, il bassorilievo presenta una scena che ha dell’incredibile: vi compaiono la Madonna con Gesù Bambino in grembo e San Giuseppe. Innanzi alla Sacra famiglia, Padre Pio che regge tra le braccia un agnello. Compare poi un gruppo di giovinetti e una ragazzina inginocchiati intorno alla sacra famiglia.

Tutti i componenti la raffigurazione sono rappresentati negli abiti tradizionali. Tutti eccettuati due personaggi: lo stesso Padre Pio, con il saio francescano, ed uno dei ragazzi ritratto in abito moderno da cerimonia.

Il ragazzo, che sembra avere le sembianze di Aimone di Savoia, indossa il collare dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata (è la massima onorificenza di Casa Savoia). E infatti l'onorificenza verrà conferita da Re Umberto II ad Aimone nel 1982 quando il giovane aveva 15 anni. Ma ciò che appare più straordinario è che il bassorilievo venne realizzato dallo scultore Cesarino Vincenti subito dopo la morte del frate, quando Aimone di Savoia aveva appena un anno. Il titolo dell’opera, riportato nell'iscrizione alla base del bassorilievo, è: "Maestà e bellezza gli stan dinanzi" (alcune fonti sostengono che il titolo sia "Bellezza e regalità ti stanno d’intorno", ma non abbiamo informazioni in questo senso). Il bassorilievo è rimasto collocato nella vecchia cripta dove riposava Padre Pio ma è stato spostato in posizione piuttosto nascosta.

Image145.jpg


BIOGRAFIA DI AIMONE DI SAVOIA - DUCA D'AOSTA

Aimone di Savoia duca d'Aosta

Aimone è nato a Firenze il 13 ottobre 1967. È l’unico figlio maschio di Amedeo di Savoia Aosta e di Claudia d'Orléans. È laureato in economia alla Bocconi ed è stato, come il padre Amedeo, allievo del Collegio Navale Francesco Morosini di Venezia. A bordo della fregata Maestrale ha partecipato alla Guerra del Golfo.

Dopo la laurea ed un periodo di specializzazione presso la J.P. Morgan & Co., ha lavorato nel settore marketing del Gruppo Rinascente e del Gruppo Merloni.

Nel 1994 si è trasferito in Russia, a Mosca per lavorare con la Tripcovich Trading Company. Nel 2000 è stato assunto dal gruppo Pirelli nell’ambito del quale ha ricoperto la carica di direttore generale responsabile per il mercato della Russia e di tutti i paesi dell'ex Unione Sovietica.

3c35008e1189a2a58e85cab8bc01abf6.jpg


Nel 2006, in virtù del riconoscimento come capo di Casa Savoia, il padre Amedeo gli ha ceduto il titolo di duca d'Aosta, assumendo quello di duca di Savoia. Nello stesso anno è stato vicepresidente dell'Associazione delle imprese italiane in Russia, la Gim-Unimpresa, socio aggregato di Confindustria. Dal 1º luglio 2012 Amministratore Delegato della Pirelli Tyre Nordic, responsabile per tutti i mercati dei paesi scandinavi, e, dal 1º settembre 2013, è responsabile per Pirelli Tyre della regione Russia e paesi nordici.

Imparentato con le famiglie reali di Grecia, Danimarca, Bulgaria, Romania, Regno Unito, Spagna, Francia e Russia, Aimone, che parla correttamente inglese, francese, spagnolo e russo, è sposato dal 2008 con Olga di Grecia, secondogenita del principe Michele. Ha tre figli, Umberto (Parigi 7 marzo 2009), principe di Piemonte, Amedeo (Parigi, 24 maggio 2011), duca degli Abruzzi ed Isabella (Parigi, 14 dicembre 2012).

-Bisogna precisare che il grande monarca non sarà Re d'Italia o della Francia, ma dell'intera Europa.

Occorre anche che si rifletta sugli onori che padre Pio riservò al bambino. È scontato che padre Pio non avrebbe mai onorato un semplice re. Se lo ha fatto, è perché si tratta di un Re importante, santo e molto caro al Sacro Cuore di Gesù.

Image144a.jpg


Alcune curiosità sui tanti nomi di Aimone di Savoia:

La Beata Caterina Emmerich, riferendosi al grande monarca, lo chiama "imperatore Enrico"; così come Gesù, che parlandone a Maria Giulia Jahenny, più volte lo indica col nome "Henry".

In effetti, i nomi Aimone ed Enrico hanno la stessa radice e significano più o meno la stessa cosa: protettore della Patria.

Da Wikipedia:

Il nome Aimone "Deriva dal nome germanico Haimo, basato sulla radice haim (o heim, "casa", "patria"), e può quindi essere interpretato, in senso lato, come "donatore di asilo", "protettore"; costituiva in origine una forma abbreviata di altri nomi che cominciavano con tale elemento, come Amerigo ed Enrico".

Il terzo nome di Aimone è "Emanuele", che è il nome con cui Gesù venne preannunciato da Isaia, e significa Dio con noi, Gesù.
In Apocalisse il nome di questo re è Verbo di Dio, cioè Gesù.

Tra i suoi nomi c'è anche "Amedeo", che significa "amo Dio"; nonché il nome "Maria".

Altra curiosità è la sua data di nascita: 13 ottobre 1967, cinquantenario di Fatima.

Insomma, anche i suoi nomi e la sua data di nascita sono suggestivi.


E ancora, dal 2006, a seguito di un decreto della Consulta del Regno, Amedeo, padre di Aimone, è divenuto legittimo successore di Re Umberto II. Vittorio Emanuele IV, avendo sposato una borghese, ha perso il diritto al trono (ecco l'altro ramo di cui parlava padre Pio). Amedeo ha ceduto al figlio Aimone il titolo di Duca d'Aosta.

È da notare, nelle foto, anche una certa somiglianza tra il ragazzo ritratto nel bassorilievo ed Aimone, all'età di 15 anni.
Come detto sopra, quando fu realizzato il bassorilievo, Aimone aveva un anno
.


https://www.facebook.com/402359833649329/posts/430329037519075/

images



aivone-savoia-commemorazione.jpg


images
 

trandy

termodinamico
Registrato
18/11/13
Messaggi
2.642
Punti reazioni
27
Il 13 rappresenta il cambiamento e secondo la Cabala indica l'Uno, Dio. Anche Gesù Cristo ne ha incarnato il significato, prima con i 12 + Lui, poi con i 12 + la B.V. Maria. Il 13 è anche legato alla ribellione di Helel / Lucifero. Non ha quindi una accezione negativa, ma indica un cambiamento radicale, cruento il cui esito aspira a un piano superiore, a una evoluzione, ma con la possibilità di fallire l'intento e perseguire un risultato fortemente negativo ( la sconfitta di Lucifero )

Da cui il 31 il tentativo di una restaurazione. Bisognerà vedere chi sarà il 13° presidente della Repubblica per tirare le somme, eventi extra e sovranazionali permettendo.
 

Rod Lamont

Nuovo Utente
Registrato
3/10/20
Messaggi
83
Punti reazioni
8
Giorni fa veniva rilevato che gli aumenti di stipendi/salari in alcuni stati UE avevano superato l'inflazione prevista per il 2022.

C'è poi un gruppetto di Stati membri dove salari e caro vita sono andati quasi di pari passo: la media degli aumenti degli stipendi in Polonia è stata dell'11,1%, a fronte di una inflazione stimata al 12,2%. In pratica, la crescita delle buste paga polacche ha compensato circa il 90% dei rincari dei prezzi. In Austria e Portogallo, questa compensazione è arrivata all'80%. In Germania il 'recupero' dei salari (+5,5%) sull'inflazione (+7,9%) si attesta al 70%.

In altri stati l'inflazione 2022 supera ampiamente la crescita dei redditi da lavoro.

https://europa.today.it/lavoro/paesi-ue-salari-crescono-inflazione.html
 

Allegati

  • salari Q2 2022-2.jpg
    salari Q2 2022-2.jpg
    104,1 KB · Visite: 7
Ultima modifica:

trandy

termodinamico
Registrato
18/11/13
Messaggi
2.642
Punti reazioni
27
direi grafico eloquente velocità M1 in costante contrazione. Con picco dei baby boomers nel 2007. Secondo me andiamo in depressione il prossimo anno.

Il crollo della velocità coincide con il picco esagerato di immissione di moneta, non poteva accadere altro. Sono due grafici riferiti agli USA. Nell'area euro la situazione è sensibilmente diversa. Mi sembra palese che il conflitto Russia-Ucraina sia funzionale per gli USA per compensare la manovra e mantenere il valore del dollaro, altrimenti sarebbe inesorabilmente crollato. I nodi al pettine prima o poi verranno, a eccezione di black swans e colpi di scena.
 

Dance with wolf

Jeune Europe/EURASIA
Sospeso dallo Staff
Registrato
13/8/10
Messaggi
29.060
Punti reazioni
1.337
"Il declino degli Stati Uniti, del loro impero e del loro sistema di alleanze si trova nella sua fase terminale, e non sarà certo questa guerra a cambiarne il corso"

Pino Arlacchi (ex vicesegretario Onu)
 

trandy

termodinamico
Registrato
18/11/13
Messaggi
2.642
Punti reazioni
27

A me il famoso discorso del 2016 relativo al "ministero allargato" unitamente alla rinuncia a determinati titoli e simboli da parte di Francesco, che ha anche detto che qualora si fosse dimesso avrebbe assunto il titolo di vescovo emerito e non di papa emerito, ha fatto ipotizzare non solo che Bergoglio fosse consapevole che il papa in pectore fosse ancora Ratzinger, ma che in effetti i due siano in accordo per proteggere la Chiesa e che Bergoglio, a capo dell'intelligence vaticana, sia una sorta di reggente. Gotti Tedeschi, durante una intervista concessa a Visione TV, fece capire chiaramente che Benedetto XVI non aveva alcuna intenzione di dimettersi e che lo abbia fatto subito avere ricevuto una delegazione che evidentemente gli ha riportato qualcosa di grave. Se andiamo a vedere, da quando è stato eletto papa Francesco, di fatto all'interno della Chiesa non è cambiato nulla. In apparenza una rivoluzione annunciata, ma a oggi solo fumo. I due concorrono al katechon di cui parla San Paolo.