non aprite questo 3d!!

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

vezio crisafulli

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
13/5/03
Messaggi
2.025
Punti reazioni
33
Dario Fo & Franca Rame News
Il Cacao della domenica


EDIZIONE STRAORDINARIA
di Franca Rame, Dario Fo e Jacopo Fo

La Spagna ha deciso di ritirare le proprie truppe dall'Iraq. Questa si' che e' una buona notizia! E noi?

Questo numero contiene:

1) Intervista di Franca Rame all'Unita'.
2) Appello per l'invio di cartoline postali o e-mail al capo del governo Silvio Berlusconi.


Intervista da l'Unita' del 19 aprile 2004
Franca Rame e Dario Fo

"Una cartolina al premier per il ritiro delle truppe"

MILANO - Il messaggio di solidarieta' e affetto di Dario Fo e Franca Rame, Angelo Stefio lo ha ricevuto nel cortile di casa, da un concittadino amico della coppia. Poche parole, semplici: "In questo momento cosi' tragico ti siamo vicini". A Cesenatico, anche Dario Fo e Franca Rame sono di casa, da tanti anni. Lei aveva cercato Stefio al telefono, voleva parlargli personalmente, dopo averlo visto "disperato in televisione, sui binari della ferrovia con la bandiera in mano: una scena straziante". Ma lui stava risposando e non ha voluto disturbarlo. Ha preferito un messaggio scritto.
Da qualche giorno l'attrice ha aderito a una campagna di pressione su Berlusconi per il ritiro delle truppe dall'Iraq. Anche lei come "mezza Italia" ha ricevuto sms con l'invito a sommergere di cartoline la Presidenza del Consiglio. "Hanno aderito gia' in tanti, molti altri lo stanno facendo" dice. Ma e' necessario che l'iniziativa venga divulgata. Del resto, cosa ci vuole a inviare una cartolina?". Non vuole giudicare, Franca Rame, i motivi che hanno spinto Salvatore Stefio e gli altri italiani ad andare in Iraq. "Questi ragazzi hanno fatto una scelta molto pesante e molto rischiosa, se
l'hanno fatta avranno avuto le loro motivazioni. Cio' su cui dobbiamo riflettere e' che i terroristi dopo averli rapiti hanno fatto esplicito riferimento a Berlusconi e alle scelte del governo italiano. Hanno chiesto il ritiro delle nostre truppe minacciando l'uccisione di un ostaggio, cosa che poi e' purtroppo avvenuta ed e' un fatto gravissimo". E sul comportamento del ministro Frattini, aggiunge: "Pare sia andato a Porta a Porta conoscendo gia' i fatti, sapendo che Quattrocchi era stato ucciso e che nonostante cio' abbia tenuto tutto in sospeso per due ore. Se cosi' fosse, il governo ha recitato uno sceneggiato con i parenti degli ostaggi in studio distrutti dal dolore. Vergognoso. E adesso non puo' venirci a dire: non cediamo al ricatto.
Se fosse stato rapito il figlio di Berlusconi direbbe la stessa cosa?"


Care amiche e amici,
come avete appreso dall'intervista che ho rilasciato all'Unita', da alcuni giorni e' partita una campagna, nata spontaneamente, d'invio di cartoline al governo Berlusconi che richiedono il ritiro dei nostri soldati dall'Iraq.
In questo momento di grandi tragedie e tensioni estreme, e' indispensabile intensificare la nostra campagna per far sentire che "CI SIAMO - CHE SIAMO IN TANTI E CHE NON VOGLIAMO LA GUERRA"
Invitiamo quindi TUTTI a impegnarsi responsabilmente, diffondendo (parenti, amici, fabbriche, scuole, universita' ecc.) e spedendo cartoline o e-mail.

Ci rendiamo conto che questa iniziativa e' piccola cosa, ma puo' capitare che con un cucchiaio di terra per volta, si riesca a spostare una montagna.

D'altro canto che possiamo fare per scongiurare l'aggravarsi della crisi irachena, per ottenere il rilascio degli italiani in ostaggio e il ritorno dei nostri soldati?
Se avete altre idee, parliamone.

Ecco i testi che vi proponiamo di inviare (ovviamente ognuno puo' scrivere quello che crede):

Cartoline: a Silvio Berlusconi PALAZZO CHIGI Piazza Colonna, 370 - 00187 ROMA

IRAQ
BASTA MORTI! RITIRO IMMEDIATO NOSTRE TRUPPE
da una guerra che VOI AVETE DECISO
contro il parere della maggioranza dei cittadini italiani

IRAQ
RITIRO IMMEDIATO NOSTRE TRUPPE
CITTADINO IN ATTESA DI STRAGE...


Ci sono state inoltre suggerite da Marisa B.:

IRAQ: L'ITALIA NON PIANGA PIU' LE SUE VITTIME. RITIRATE LE NOSTRE TRUPPE!

IRAQ: L'ATTESA UCCIDE! VOGLIAMO GLI ITALIANI A CASA.


Per quanto riguarda invece le e-mail, scrivete a ucd@palazzochigi.it e sscm@palazzochigi.it
Ecco il testo:

"Signor Primo Ministro Silvio Berlusconi
E' ormai chiaro che in Iraq non e' possibile nessuna "missione di pace", siamo precipitati in una guerra civile vera e propria. Far restare i nostri soldati in Iraq vuol dire mettere in pericolo la loro vita e la vita di tutti i civili italiani ormai diventati un bersaglio dichiarato del terrorismo fondamentalista islamico.
Le chiediamo quindi di far uscire l'Italia da questa guerra irresponsabile alla quale voi avete deciso di partecipare contro il parere della maggior parte degli italiani, guerra che sta aggravando in modo drammatico la situazione mondiale.


Vi saremo grati se inviaste le vostre e-mail per conoscenza, anche a Repubblica all'indirizzo: segreteria_direzione@repubblica.it

COMUNQUE FATECI PERVENIRE LE VOSTRE ADESIONI COSI' POTREMO FAR SAPERE COME STIAMO ANDANDO.
Inviate le mail a adesioni@francarame.it


Franca Rame, Dario Fo e Jacopo Fo


Se vuoi inserire un tuo commento o leggere i commenti degli altri lettori http://www.atlantide.tv
oppure http://www.alcatraz.it/redazione/news/show_news_p.php3?NewsID=2061
 
il 68 è stata una guerra

sono morti uccisi vilmente uomini che avevano figli e famiglia.

questo guitto allora ha firmato petizioni per fermare quell'inutile e barbara follia?

no........lui fomentava l'odio fra le parti.

vergogna.
 
L'ho aperto ma non lo leggo
 
ho scritto

a palazzo chigi................di bombardare senza pietà:) :) :)


ho proposto nanni moretti per il nobel:D


e il pool di milano ..............nobel per la pace:clap: :clap:
 
Re: il 68 è stata una guerra

Scritto da olivetto
sono morti uccisi vilmente uomini che avevano figli e famiglia.

questo guitto allora ha firmato petizioni per fermare quell'inutile e barbara follia?

no........lui fomentava l'odio fra le parti.

vergogna.

e prima ancora era un fascista.


Se stai dalla parte opposta laa sua ci azzecchi sempre.
 
Indietro