Non date la colpa al mercato dei vostri errori

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Uplifting

Nuovo Utente
Registrato
21/9/03
Messaggi
496
Punti reazioni
25
Normalmente leggo ogni tanto i messaggi sul fol senza intervenire anche perchè non ho posizioni sul mercato italiano al momento, tuttavia dopo aver letto i commenti di chi è rimasto bastonato dal -15% dal collocamento dell' ' IPO dell'anno ' non posso non dire la mia.

Premetto che non sono un guru della borsa, ho commesso anch'io i miei errori e ho perso anch'io soldi e non voglio dare lezioni a nessuno, ma quello che l'esperienza mi ha insegnato è che bisogna sempre aprire delle posizioni proporzionate al proprio capitale e in accordo con la volatilità del momento. In parole povere: prendere rischi calcolati; è questo che fa la differenza tra un trader vincente e uno perdente.

Non conosco Saras, so solo che è la società di Moratti che opera nel settore enegetico e in genere non mi baso sui dati fondamentali per decidere cosa comprare o vendere ma utilizzo solo i grafici.

Vedo che sono stati postati decine di messaggi di insulti perchè tutti si aspettavano di diventare ricchi in due giorni comprando una ipo che entra nel mercato durante una delle settimane più negative per i mercati degli ultimi mesi e attiva in un settore estremamente volatile e nervoso da un paio di anni a questa parte. Che vi aspettavate? Era normale che vi fosse molta volatilità sul titolo; se avete 'puntato' alla cieca una grossa fetta dei vostri risparmi e ora siete in perdita, la colpa è solo vostra, non del mercato, non di saras, non di Moratti. Se vado al casinò con lo stipendio di questo mese e lo punto tutto alla roulette sul rosso e poi esce nero, la colpa non è del casinò o del tipo che ha scritto il libro ' come vincere alla roulette ' - la colpa è solo mia.

Queste sono le lezioni che ho imparato a mie spese negli ultimi 7 anni di trading, spero vi siano di aiuto:

1) Non compro mai le IPO al giorno di collocamento: aspetto sempre almeno qualche giorno per vedere da che parte va il mercato. Se dopo due o tre giorni il titolo sale, valuto un ingresso - se scende, rimango fuori o valuto uno short.

2) Adeguo la mia posizione al capitale totale, ovvero non puntate tutto su un solo cavallo: se ho 10 mila euro in totale per fare trading, non compro 9 mila euro di saras

3) Adeguo la posizione in base alla volatilità del titolo: titolo volatile (cioè, ad esempio, che può fare + o - 15% in pochi giorni come molte small cap) = piccola posizione (ad es. max 30% del capitale totale) ; titolo poco volatile (ad es. ENI) = posizione più robusta

4) Metto degli stop loss: più il titolo è volatile più lo stop loss è largo, questo per evitare inutili salti dentro e fuori - ad es: se il titolo normalmente mi può fare +/- 10% in una settimana, il mio stop loss è a - 15% dal prezzo di ingresso. Questo aumenta il rischio ma la posizione è adeguata alla volatilità del titolo (vedi punto 3)

5) Normalmente non rischio più del 5% del mio capitale totale su ogni posizione aperta, cioè se mi scatta lo stop loss, la perdità non è mai più del 5% del capitale totale

6) L'andamento di un titolo non si giudica dopo due giorni

7) Fare trading intraday è molto più rischioso che fare trading a medio-lungo termine; inoltre a lungo andare le commissioni pesano sul bilancio totale

8) Non si media al ribasso: si rischia di aggiungere perdite a perdite

9) Bisogna rimanere umili e con i piedi per terra: i migliori trader del mondo ci hanno messo almeno un lustro prima di ottenere risultati apprezzabili; non si può pretendere di diventare ricchi nel giro di un mese.
 
I agree

Parola di bollino verde OK!
 
Uplifting ha scritto:
Normalmente leggo ogni tanto i messaggi sul fol senza intervenire anche perchè non ho posizioni sul mercato italiano al momento, tuttavia dopo aver letto i commenti di chi è rimasto bastonato dal -15% dal collocamento dell' ' IPO dell'anno ' non posso non dire la mia.

Premetto che non sono un guru della borsa, ho commesso anch'io i miei errori e ho perso anch'io soldi e non voglio dare lezioni a nessuno, ma quello che l'esperienza mi ha insegnato è che bisogna sempre aprire delle posizioni proporzionate al proprio capitale e in accordo con la volatilità del momento. In parole povere: prendere rischi calcolati; è questo che fa la differenza tra un trader vincente e uno perdente.

Non conosco Saras, so solo che è la società di Moratti che opera nel settore enegetico e in genere non mi baso sui dati fondamentali per decidere cosa comprare o vendere ma utilizzo solo i grafici.

Vedo che sono stati postati decine di messaggi di insulti perchè tutti si aspettavano di diventare ricchi in due giorni comprando una ipo che entra nel mercato durante una delle settimane più negative per i mercati degli ultimi mesi e attiva in un settore estremamente volatile e nervoso da un paio di anni a questa parte. Che vi aspettavate? Era normale che vi fosse molta volatilità sul titolo; se avete 'puntato' alla cieca una grossa fetta dei vostri risparmi e ora siete in perdita, la colpa è solo vostra, non del mercato, non di saras, non di Moratti. Se vado al casinò con lo stipendio di questo mese e lo punto tutto alla roulette sul rosso e poi esce nero, la colpa non è del casinò o del tipo che ha scritto il libro ' come vincere alla roulette ' - la colpa è solo mia.

Queste sono le lezioni che ho imparato a mie spese negli ultimi 7 anni di trading, spero vi siano di aiuto:

1) Non compro mai le IPO al giorno di collocamento: aspetto sempre almeno qualche giorno per vedere da che parte va il mercato. Se dopo due o tre giorni il titolo sale, valuto un ingresso - se scende, rimango fuori o valuto uno short.

2) Adeguo la mia posizione al capitale totale, ovvero non puntate tutto su un solo cavallo: se ho 10 mila euro in totale per fare trading, non compro 9 mila euro di saras

3) Adeguo la posizione in base alla volatilità del titolo: titolo volatile (cioè, ad esempio, che può fare + o - 15% in pochi giorni come molte small cap) = piccola posizione (ad es. max 30% del capitale totale) ; titolo poco volatile (ad es. ENI) = posizione più robusta

4) Metto degli stop loss: più il titolo è volatile più lo stop loss è largo, questo per evitare inutili salti dentro e fuori - ad es: se il titolo normalmente mi può fare +/- 10% in una settimana, il mio stop loss è a - 15% dal prezzo di ingresso. Questo aumenta il rischio ma la posizione è adeguata alla volatilità del titolo (vedi punto 3)

5) Normalmente non rischio più del 5% del mio capitale totale su ogni posizione aperta, cioè se mi scatta lo stop loss, la perdità non è mai più del 5% del capitale totale

6) L'andamento di un titolo non si giudica dopo due giorni

7) Fare trading intraday è molto più rischioso che fare trading a medio-lungo termine; inoltre a lungo andare le commissioni pesano sul bilancio totale

8) Non si media al ribasso: si rischia di aggiungere perdite a perdite

9) Bisogna rimanere umili e con i piedi per terra: i migliori trader del mondo ci hanno messo almeno un lustro prima di ottenere risultati apprezzabili; non si può pretendere di diventare ricchi nel giro di un mese.


tutto vero tranne che il punto 5 è inconciliabile con il punto 4... a meno che ciò nn significhi che ci vuoi dire che preferisci nn comprare titoli volatili ;)
 
Uplifting i giudizzi negativi vengono fatti solo dopo l'ipo.io non ti conosco sicuramente sei una persona competente ma il problema non è solo il nostro ma anche quello di borsa italiana che sta organzzando un mare di ipo .per farti un esempio mi sono interessato ad un ipo quale quella di bolzoni che rappresenta ,per me un buon investimento ,anche se i dubbi sono tanti .1i collocatori caboto e san paolo (gatto e la volpe), 2 societa' reduce da aumento di capitale ,3 il flottante diviso tra troppi istituzionali.ti chiedo un tuo giudizio su questa azienda prima dell'ipo .ciao grazie
 
Uplifting ha scritto:
8) Non si media al ribasso: si rischia di aggiungere perdite a perdite


Conosco uno che è diventato ricco mediando al ribasso.
 
Openeye ha scritto:
tutto vero tranne che il punto 5 è inconciliabile con il punto 4... a meno che ciò nn significhi che ci vuoi dire che preferisci nn comprare titoli volatili ;)

parlava del 5% del capitale totale forse è quella la differenza :mmmm: :confused:
 
Uplifting ha scritto:
se avete 'puntato' alla cieca una grossa fetta dei vostri risparmi e ora siete in perdita, la colpa è solo vostra, non del mercato, non di saras, non di Moratti

Visto il rapporto tra lotti prenotati e lotti assegnati, nessuno dovrebbe essersi molto esposto sul titolo, salvo il raro caso di lotti prenotati a raffica ed assegnati tutti o quasi. Le reazioni, quindi, credo siano dovute soprattutto al fatto che ci si aspettava il botto sicuro.

La farei ancora più semplice: la maggior parte di noi, me compreso, "ci ha provato" pur sapendo che i multipli erano più alti della media del comparto, ma confidando nel periodo favorevole per i collocamenti.

Magari ci ha provato dopo la "toppata" con Eems, snobbata dai più (anche qui me compreso) e che ha fatto registrare un + 20% all'esordio.
 
Openeye ha scritto:
tutto vero tranne che il punto 5 è inconciliabile con il punto 4... a meno che ciò nn significhi che ci vuoi dire che preferisci nn comprare titoli volatili ;)


Leggi meglio:

In totale ho 10 mila euro

Compro 3 mila euro del titolo XYZ che è volatile

Ho lo stop a -15% = 450 euro

Rischio di perdere 450 euro, che è il 4,5% del capitale totale

Concilia? :)
 
scozia ha scritto:
Uplifting i giudizzi negativi vengono fatti solo dopo l'ipo.io non ti conosco sicuramente sei una persona competente ma il problema non è solo il nostro ma anche quello di borsa italiana che sta organzzando un mare di ipo .per farti un esempio mi sono interessato ad un ipo quale quella di bolzoni che rappresenta ,per me un buon investimento ,anche se i dubbi sono tanti .1i collocatori caboto e san paolo (gatto e la volpe), 2 societa' reduce da aumento di capitale ,3 il flottante diviso tra troppi istituzionali.ti chiedo un tuo giudizio su questa azienda prima dell'ipo .ciao grazie

Non mi interessano e non ci capisco niente di fondamentali - come trend follower ho un solo parametro di riferimento: il prezzo.

I fondamentali servono solo a far chiacchere e dare lavoro agli analisti, che quasi sempre sbagliano :D
 
Giorgio DeGiorgi ha scritto:
Conosco uno che è diventato ricco mediando al ribasso.
Hai avuto la fortuna di conoscerlo perchè la tendenza degli ultimi 3 anni è stata rialzista e a chi ha mediato al ribasso è andata mediamente bene...Se il mercato si gira però questi mediatori sono i primi ad essere spazzati via e a rimanere con il portafoglio composto di tutte le peggiori storie di borsa.
 
Cmq io dicevo di non toccare eni fino a quando non storna un po' e qualcuno oltretutto ha iniziato ad insultarmi per questo, questo valeva anche per saras ovviamente, i petroliferi hanno perso appeal quest'anno non c'è niente da fare e questa è una conferma, per me anche il petrolio è destinato a scendere. Figuratevi che a mi ha telefonato la banca se volevo mettermi in lista e chiaramente ho rifiutato. Poi ho chiesto per Nice perchè mi sembrava una bella dittarella e mi hanno detto che non vedono niente nel loro computer :mmmm: :mmmm: :confused: :wall: astardi :wall: :angry:
 
In ..... (Spiegazione)

Dunque in basso ci sono quelli che hanno comprato in IPO ..

Poi man mano ha salire quelli che hanno comprato in borsa ..

In cima quelli che non la compreranno mai ....

:D :D :D :D
 

Allegati

  • Telecomfraternita.jpg
    Telecomfraternita.jpg
    14,1 KB · Visite: 443
jacovitti ha scritto:
Cmq io dicevo di non toccare eni fino a quando non storna un po' e qualcuno oltretutto ha iniziato ad insultarmi per questo, questo valeva anche per saras ovviamente, i petroliferi hanno perso appeal quest'anno non c'è niente da fare e questa è una conferma, per me anche il petrolio è destinato a scendere. Figuratevi che a mi ha telefonato la banca se volevo mettermi in lista e chiaramente ho rifiutato. Poi ho chiesto per Nice perchè mi sembrava una bella dittarella e mi hanno detto che non vedono niente nel loro computer :mmmm: :mmmm: :confused: :wall: astardi :wall: :angry:


Mah, il petrolio resta un punto di domanda - io ho aperto una piccolissima posizione long sui future crude oil a $68.60, più che altro per una scommessa con un amico sulla tenuta dei $70- chiaro che se lunedì continua la discesa chiudo subito.

Ho aperto uno short su telecom italia, ma anche li poca roba (covered warrant)- sempre per sfida con un amico convinto sostenitore di telecom; se telecom scende e incasso un 200 euro nel giro di un mesetto, andiamo al night a Lugano a bere champagne :p
 
Uplifting ha scritto:
Normalmente leggo ogni tanto i messaggi sul fol senza intervenire anche perchè non ho posizioni sul mercato italiano al momento, tuttavia dopo aver letto i commenti di chi è rimasto bastonato dal -15% dal collocamento dell' ' IPO dell'anno ' non posso non dire la mia.

Complimenti, è uno degli interventi più intelligenti che ho letto su questo FOL.

Ad majora
 
Uplifting ha scritto:
Non mi interessano e non ci capisco niente di fondamentali - come trend follower ho un solo parametro di riferimento: il prezzo.

I fondamentali servono solo a far chiacchere e dare lavoro agli analisti, che quasi sempre sbagliano :D


parole sante.... :clap: :clap: :clap:
 
comunque a sto punto potrebbe essere una opportunita ad entrare . ki conosce potrebbe aiutarci a comprendere
 
Uplifting ha scritto:
Mah, il petrolio resta un punto di domanda - io ho aperto una piccolissima posizione long sui future crude oil a $68.60, più che altro per una scommessa con un amico sulla tenuta dei $70- chiaro che se lunedì continua la discesa chiudo subito.

Ho aperto uno short su telecom italia, ma anche li poca roba (covered warrant)- sempre per sfida con un amico convinto sostenitore di telecom; se telecom scende e incasso un 200 euro nel giro di un mesetto, andiamo al night a Lugano a bere champagne :p


ho le put pure io obbiettivo TI 2,05.
 
Possibile che questi capitalisti di sinistra siano tutti uguali? Beghelli che pagava la benza al pullman di prodi (suo compagno di scuola) andò in borsa a prezzi maggiorati. Debenedetti ne ha fatte di tutti i colori, benetton si è pappato le autostrade a metà prezzo per poi rivenderle agli spagnoli, colaninno ha mangiato telecom facendola pagare ai piccoli azionisti, sto s fi gato dell'inter e il di lui fratellino piazzano le loro azioni a prezzi d'affezione. I giornalisti italiani, tutti prezzolati, solo in un caso misero in guardia contro la sottoscrizione di azioni. Indovinate di quali: le uniche che si sono sempre mantenute sopra il prezzo di collocamento nonostante i guai giudiziari ai quali è stato sottoposto il collocatore. Lui però non era di sinistra...
La sfiga è che a me le hanno date le saras...

--------------------------------------------------------------------------------
 
irecamsof ha scritto:
Possibile che questi capitalisti di sinistra siano tutti uguali? Beghelli che pagava la benza al pullman di prodi (suo compagno di scuola) andò in borsa a prezzi maggiorati. Debenedetti ne ha fatte di tutti i colori, benetton si è pappato le autostrade a metà prezzo per poi rivenderle agli spagnoli, colaninno ha mangiato telecom facendola pagare ai piccoli azionisti, sto s fi gato dell'inter e il di lui fratellino piazzano le loro azioni a prezzi d'affezione. I giornalisti italiani, tutti prezzolati, solo in un caso misero in guardia contro la sottoscrizione di azioni. Indovinate di quali: le uniche che si sono sempre mantenute sopra il prezzo di collocamento nonostante i guai giudiziari ai quali è stato sottoposto il collocatore. Lui però non era di sinistra...
La sfiga è che a me le hanno date le saras...

--------------------------------------------------------------------------------
minimo o MAGGIORATO?

io mi ricordo l'anno scorso quanto parlavano bene di parmalat.."titolo molto appetibile"
li pagano bene eh 'sti giornalisti e opinionisti..
non si spiega tutto con la crisi momentanea dei petroliferi..
da una previsione di +10% a -15% ce ne passa..
 
Indietro