Nozze Microsoft-Yahoo?

LucioTrader

The Last Frontier
Sospeso dallo Staff
Registrato
17/7/01
Messaggi
6.813
Punti reazioni
512
MF

Nozze Microsoft-Yahoo?

La sfida È sul campo delle ricerche e della pubblicità on-line.

La società di Redmond sta prendendo in considerazione l'ipotesi di allearsi con il portale, superando storiche resistenze. L'obiettivo? Contrastare Google.L'ipotesi più accreditata è quella di un'acquisizione

Alla Microsoft c'è chi ha avanzato un'ardita proposta per contrastare Google: allearsi a Yahoo. Si tratterebbe di una grossa novità per Microsoft, abituata a contare sempre e solo sulle proprie forze. Eppure pare che la società di Redmond abbia seriamente preso in considerazione l'idea. L'ipotesi avanzata e palleggiata più volte è stata quella di un'acquisizione, da parte di Microsoft, di una quota azionaria in Yahoo. Sebbene entrambe le società siano, anche per motivi storici, restie a una simile operazione, le pressioni esterne e interne potrebbero salire al punto da spingerle a mettere da parte qualsiasi remora. A quanto pare i vertici di Microsoft guarderebbero con occhio sempre più favorevole a un'eventuale iniziativa in questo senso.
È dal 2004 che Microsoft sta investendo in misura consistente per competere con Google, ma non è ancora riuscita ad aumentare la propria fetta di mercato nell'ambito delle ricerche sul web e della pubblicità on-line. Per contro, Google ha lanciato dei prodotti che, secondo alcuni esperti del settore, potrebbero a lungo termine erodere il core business di Microsoft.

I dirigenti di Microsoft sostengono che gli investimenti della società sono a lungo termine e che il mercato delle ricerche on-line può crescere ancora notevolmente. Un segno che tali affermazioni non sono pura propaganda, potrebbe essere la recente assunzione di Steve Berkovitz, ex ceo di Ask.com, alla guida di Msn, la divisione Internet di Microsoft, incaricata di condurre l'affondo contro Google. Berkovitz sembra avere le carte in regola per concludere buoni affari alla guida di Msn, considerato che nel corso della sua carriera ha realizzato oltre quaranta operazioni di acquisizione. Gli ultimi risultati trimestrali di Microsoft evidenziano un calo dei ricavi di Msn, mentre Google ha registrato un aumento del 60% nelle entrate nette, toccando quota 592 milioni di dollari.

I dirigenti Microsoft hanno dichiarato anche che per il prossimo esercizio dovranno aumentare gli investimenti in attività commerciali on-line, ben oltre i livelli preventivati da Wall Street. Q

Il contrasto tra Microsoft e Google verte su due punti principali: da un lato il tentativo di Microsoft di conquistare quote di mercato nell'area delle ricerche sul web e della pubblicità on-line, dall'altro le iniziative di Google volte a penetrare la sfera di attività tradizionalmente detenuta da Microsoft. Google, ad esempio, offre applicazioni che consentono di condurre ricerche sul proprio computer, oppure software per la gestione della posta elettronica o dei calendari d'impegni, e ciò si scontra direttamente con offerte analoghe fatte da Microsoft. La quale, per conto suo, ha investito centinaia di milioni di dollari per sviluppare un motore di ricerca e un sistema di pubblicità on-line (chiamato AdCenter), che intende lanciare questa settimana, ma i cui risultati si stanno facendo attendere.

Alcuni investitori stanno ormai esaurendo la pazienza con Microsoft e considerano uno spreco i soldi spesi dalla società per rincorrere Google. Pertanto una combinazione tra i punti forti di Microsoft e Yahoo potrebbe rappresentare una soluzione.

Per competere con Google nel campo della pubblicità su internet, infatti, bisogna possedere tre elementi fondamentali: una forte posizione tecnologica, un'ampia base di consumatori e un largo ventaglio di inserzionisti. Microsoft sta investendo centinaia di milioni nell'elemento tecnologico, ma la sua Msn non possiede una base di utenti abbastanza ampia per attirare gli inserzionisti necessari.

L'alleanza con Yahoo potrebbe risolvere in parte questo problema, considerato che questo sito web ha oltre 100 milioni di visite al mese, che lo rendono il più popolare degli Stati Uniti. E almeno sulla carta, un'alleanza con Yahoo potrebbe rivelarsi vincente.
 
analisi positiva ,si riparte decisi target 40-50 usd

NEW YORK, May 21 (Reuters) - Internet search firm Yahoo (YHOO.O) could see its shares rise sharply in the coming year as investors pay greater heed to its array of money-making services, Barron's said in its May 22 edition.

Yahoo shares have been spurned for the nearly two years since rival Google Inc. (GOOG.O) went public, even though Yahoo has the biggest audience on the Internet and offers the most options for advertisers at a time when more advertisers are moving online, Barron's said.

Yahoo shares, which closed on Friday at $29.53, are hovering near a 52-week low and have fallen more than 25 percent this year amid a general malaise in Internet stocks, the report said.

"It all adds up to a great opportunity to buy a powerful money spinner," Barron's said, citing analyst estimates that Yahoo shares are worth from the "low 40s" to as much as $50 per share.
 
chiocciolo ha scritto:
analisi positiva ,si riparte decisi target 40-50 usd

NEW YORK, May 21 (Reuters) - Internet search firm Yahoo (YHOO.O) could see its shares rise sharply in the coming year as investors pay greater heed to its array of money-making services, Barron's said in its May 22 edition.

Yahoo shares have been spurned for the nearly two years since rival Google Inc. (GOOG.O) went public, even though Yahoo has the biggest audience on the Internet and offers the most options for advertisers at a time when more advertisers are moving online, Barron's said.

Yahoo shares, which closed on Friday at $29.53, are hovering near a 52-week low and have fallen more than 25 percent this year amid a general malaise in Internet stocks, the report said.

"It all adds up to a great opportunity to buy a powerful money spinner," Barron's said, citing analyst estimates that Yahoo shares are worth from the "low 40s" to as much as $50 per share.


Yahoo, eBay form Web advertising alliance ---un'altra spinta oggi ,molto bene




Yahoo, eBay form Web advertising alliance
 
Alcuni investitori stanno ormai esaurendo la pazienza con Microsoft e considerano uno spreco i soldi spesi dalla società per rincorrere Google. Pertanto una combinazione tra i punti forti di Microsoft e Yahoo potrebbe rappresentare una soluzione.

Per competere con Google nel campo della pubblicità su internet, infatti, bisogna possedere tre elementi fondamentali: una forte posizione tecnologica, un'ampia base di consumatori e un largo ventaglio di inserzionisti. Microsoft sta investendo centinaia di milioni nell'elemento tecnologico, ma la sua Msn non possiede una base di utenti abbastanza ampia per attirare gli inserzionisti necessari.

L'alleanza con Yahoo potrebbe risolvere in parte questo problema, considerato che questo sito web ha oltre 100 milioni di visite al mese, che lo rendono il più popolare degli Stati Uniti. E almeno sulla carta, un'alleanza con Yahoo potrebbe rivelarsi vincente

Condivido
 
MF

Bill Gates lascerà Microsoft nel 2008 per la filantropia

Bill Gates, co-fondatore e presidente di Microsoft, vuole lasciare il colosso dei software nel 2008, per dedicarsi alle attività della sua Fondazione. Gates ´abbandonerà le responsabilità quotidiane' del primo gruppo al mondo di software nel luglio del 2008, per lavorare a pieno regime con la Bill & Melissa Foundation. ´Ho deciso che da qui a due anni', ha detto Gates, nel corso della conferenza stampa convocata appositamente per la rendere nota la scelta, ´che riordinerò le mie priorità personali'. Gates ha 50 anni ed è stato nel 1975, accanto a Paul Allen, uno dei fondatori di Microsoft, di cui è stato presidente e amministratore delegato fino al 2000, quando ha lasciato la guida gestionale a Steve Ballmer. Sempre nel 2000 Gates, l'uomo più ricco del mondo con una fortuna stimata dalla rivista Forbes in 51 miliardi di dollari, ha costituito con la moglie Melissa, la Bill & Melinda Gates Foundation, che ha in portafoglio asset per 29,1 miliardi di dollari. Microsoft ha reso noto poi che Ray Ozzie, alla guida della divisione tecnica, diventerà anche il capo architetto dei software, carica ricoperta da Gates da numerosi anni.

La notizia segue di sei mesi la nomina con Bono degli U2 e la moglie Melinda Persona dell'Anno di Time, proprio in virtu' del suo ruolo di Buon Samaritano del mondo. Alla coppia di miliardari filantropi, assieme al cantante che ha convinto la Casa Bianca a impegnarsi sul debito e contro l'Aids in Africa,era toccato l'onore della cover story del tradizionale numero di prima di Natale che in otto decenni di storia era toccata al Mahatma Ghandi e papa Giovanni Paolo Secondo, ai presidenti Franklin Delano Roosevelt e John F. Kennedy, al sindaco di New York Rudolph Giuliani dopo l'11 settembre ma anche ad Adolf Hitler, a Stalin e all'Ayatollah Khomeini.
 
Internet/ Per battere Google Microsoft deve comprare Yahoo!

Lunedí 26.06.2006


Microsoft compri Yahoo! se vuole raggiungere Google: ecco il consiglio di Merrill Lynch per l'azienda di Seattle. La società fondata da Bill Gates, nonostante gli sforzi fatti per rincorrere Google, non riesce a raggiungerlo e non ce la potrà mai fare con le sue sole forze. Questo è l'assunto da cui sono partiti gli analisti di mercato di Merrill Lynch per consigliare al colosso di Seattle di acquistare Yahoo!, cioè il secondo motore dopo quello di Brin e Page.

Quest'operazione aumenterebbe il valore delle azioni, il potenziale del dividendo, la sicurezza del nome e la competitività del gruppo. Gli investitori di Yahoo! gioiscono, più freddi gli azionisti Microsoft. Da Google nessun commento, ma stando alle dichiarazioni fatte in questi giorni dal ceo Erich Schmid, il numero uno non intende puntare alla concentrazione dei motori online.

Secondo l'analisi, firmata Justin Post, l'acquisizione dovrebbe valere 20 miliardi di dollari in cash, più altrettanti sotto altre forme. Si tratterebbe di un'operazione fattibile per l'azienda guidata da Bill Gates, che da tempo continua a prevedere grandi spese e mette da parte liquidità. Rimane però l'incognita del parere degli investitori. Sul fronte Yahoo!, l'acquisizione sarebbe gradita dai suoi investitori, dato che le azioni potrebbero essere ben quotate e fruttare un congruo ritorno di breve periodo. Si noti anche che la proposta, arrivata in chiusura di Wall Street, ha portato il titolo Yahoo! a una forte crescita basata sulla speranza di un qualche substrato veritiero sulla vicenda.

Sul fronte Microsoft, invece, gli investitori potrebbero accogliere in modo dubbioso l'idea, che li costringerebbe a rinviare ulteriormente il momento in cui il titolo tornerà a rendere. Qualcosa di più certo, in questa vicenda, potrebbe essere reso noto domani a quotazioni concluse, quando Microsoft comunicherà i dati relativi alla trimestrale e la presentazione non potrà esimersi dall'affrontare in qualche modo la questione.

Nel frattempo, il primo motore di ricerca al mondo, dall'alto del suo trono, non pare scomporsi a queste notizie di possibili acquisizioni. Google non intende svolgere un ruolo nel consolidamento dei motori di ricerca che, comunque, ritiene “probabile”: a dirlo è il ceo, Eric Schmid, precisando che "è assai improbabile che vi sia un Microsoft dell’internet, in quanto la pubblicità non si concentra su un solo sistema. I committenti non si accontenteranno di un solo Google, ma vorranno anche un Yahoo! e qualcun altro".

---------------------------------------


MySpace ha messo in vendita il suo motore di ricerca

Lunedí 26.06.2006

MySpace vuole vendere il suo motore di ricerca. News Corp ha confermato ufficialmente che il portale internet di Rupert Murdoch è in attesa di offerte per l’acquisizione del suo ramo dedicato al search. E' già astata aperta un'asta e si attendono offerte da parte degli altri motori di ricerca, come Microsoft, Google oppure Yahoo!. Lo ha reso noto Peter Chernin, il chief operating officer di News Corp, in occasione di una conferenza stampa, in cui ha dichiarato anche che "non ci è possibile entrare nel business dei motori di ricerca in modo tradizionale".

L'anno scorso News Corp aveva acquisito per 580 milioni di dollari MySpace che, con la sua offerta di spazio per i blog è diventata una delle più forti attrazioni internet per i teenager. L'idea era quella di mettere il portale al centro delle iniziative di Rupert Murdoch sul web. Il mercato sarebbe però convinto che la compagnia non riesce a sfruttare al massimo le opportunità di business derivanti dal possedere una communty con 85 milioni di utenti.Su questo tema Chernin ha detto che"siamo solo all’inizio nella comprensione di come monetizzare questa preziosa risorsa".
 
Che succede a ebay oggi????????
 
Indietro