nulla si crea e nulla si distrugge...

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

trane

Nuovo Utente
Registrato
15/11/01
Messaggi
7
Punti reazioni
0
Per aumentare la capacità di assorbimento dei risparmiatori dei più svariati prodotti da piazzare in Banca, sta prendendo piede la moda degli anticipi in divisa.Infatti, visto che nei portafogli abbondantemente saccheggiati è rimasto poco o nulla da arbitraggiare, vengono proposti anticipi invogliando i clienti coi tassi bassi(fr sv, il solito yen, etc), reinvestendo il ricavato in prodotti collocati dallo stesso intermediario.Come spesso accade, gli aspetti potenzialmente negativi(rischio di cambio, del prezzo che avrà il prodotto sottoscritto al momento della vendita per chiudere l'anticipo)non vengono affatto evidenziati, ma tant'è...
Io ci vedrei un conflitto d'interessi grande quanto una casa(ancorchè sottoscritto dal cliente nel modulo di sottoscrizione del prodotto), un'operazione con effetto leva e generale inadeguatezza agli obiettivi del cliente, spesso pensionato con 150/m eur di disponibilità e 500/m di anticipo(anche se gli viene fatta firmare apposita malleva),e non so cos'altro!
Che ne pensate?
:confused:
 
Pur di vendere le proprie obbligazioni e polizze fregatur-linked....

Strano che nemmeno venga loro in mente cosa è accaduto con i mutui in valuta (decisioni fin troppo favorevoli ai clienti: ricordiamo che non pochi se l'erano cercata).

Già utilizzare una leva (rapporto tra somma investita sul mercato e somma a disposizione del cliente) superiore a 1 è un campanello di allarme per ravvisare eventuale inadeguatezza delle operazioni. Poi c'è il rischio su cambi.

Se proposte ad investitori con determinate caratteristiche, poi, è ancora peggio: ricordo che l'intermediario, anche se non dispone (perché preferisce che il cliente non le dichiari) delle informazioni sullo stato patrimoniale e reddituale, deve ricavarle dai dati in suo possesso: pertanto, anche il semplice status di pensionato può essere utilizzato per valutare l'inadeguatezza delle operazioni.
 
Indietro