'o spread? ......... 'na stonz@t@...

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

IronMike

◄ TRADER ►
Registrato
9/7/06
Messaggi
20.447
Punti reazioni
726
non se l' è mai filato nessuno, e mo' è un anno che non se parla d'artro ... ma che ce 'mporta a noantri quanto pagamo de interessi in confronto ai tedeschi? ... o' volete capì ch'è n'imbrojo che se sò 'nventati i comunisti... ?
 
semo a Natale, è normale che si parli do' spread:

Botti di Capodanno, arriva 'o Sprèd - Corriere del Mezzogiorno

:D a Capodanooooooo???? èggià partito, sempre più arto.... anvedi che botto che famo stavorta ... :D:D:D
 
lo ripeto da un anno: lo spread è un imbroglio, sta crisi è una farsa

il problema è che berlusconi ha sparato tante di quelle minkiate che nessuno gli dà più ascolto

cmq stavolta ha visto giusto

è evidente che quei pajazzi di tedeschi vogliono farci finire gambe all'aria
 
Il Giappone ha il 250% di debito e non se lo caca nessuno ........... col czzo ha consegnato lo yen ai crucchi ......... diciamo che solo gli ****** venduti consegnano il paese ai truffatori .........
 
Allora lasciate perdere lo spread...ricordate soltanto che a novembre scorso gli italici bond a 2 anni rendevano più del decennale...ossia la curva dei tassi era invertita...cosa che avviene ai Paesi che hanno difficoltà a finanziarsi da sole sul mercato!!! Cioè quelli che stanno per andare a gambe all'aria...poi venne qualcuno che chiese sacrifici (commettendo da umano molti errori) e con il contributo di tt ha rimesso in equilibrio le cose!!!! ma l'Italiano ha già dimenticato tutto!!!!
 
Allora lasciate perdere lo spread...ricordate soltanto che a novembre scorso gli italici bond a 2 anni rendevano più del decennale...ossia la curva dei tassi era invertita...cosa che avviene ai Paesi che hanno difficoltà a finanziarsi da sole sul mercato!!! Cioè quelli che stanno per andare a gambe all'aria...poi venne qualcuno che chiese sacrifici (commettendo da umano molti errori) e con il contributo di tt ha rimesso in equilibrio le cose!!!! ma l'Italiano ha già dimenticato tutto!!!!

Se vince quello lì questa volta gli elicotteri del FMI lo vengono a prendere direttamente a Roma. Coi tedeschi puoi fare le battute ma con gli americani non si scherza.......
 
lo ripeto da un anno: lo spread è un imbroglio, sta crisi è una farsa

il problema è che berlusconi ha sparato tante di quelle minkiate che nessuno gli dà più ascolto

cmq stavolta ha visto giusto

è evidente che quei pajazzi di tedeschi vogliono farci finire gambe all'aria

verissimo, il difficile sarà convincere la gente. e' una mission impossible
 
Allora lasciate perdere lo spread...ricordate soltanto che a novembre scorso gli italici bond a 2 anni rendevano più del decennale...ossia la curva dei tassi era invertita...cosa che avviene ai Paesi che hanno difficoltà a finanziarsi da sole sul mercato!!! Cioè quelli che stanno per andare a gambe all'aria...poi venne qualcuno che chiese sacrifici (commettendo da umano molti errori) e con il contributo di tt ha rimesso in equilibrio le cose!!!! ma l'Italiano ha già dimenticato tutto!!!!

lei pensa che aumentando un po' le tasse tiene a bada gli speculatori?

lo spread è sceso xchè un contentino lo devono dare, ma sono convinta che alla prima occasione torneranno alla carica

i nostri partners europei hanno il grande merito di essere riusciti a contagiare italia, spagna... non hanno voluto sbattere la grecia fuori dall'euro, hanno preferito concedere "aiuti" (strozzinaggio).

nel marasma generale gli speculatori ne hanno approfittato prendendo di mira italia e spagna

questi "aiuti" (come li chiamano loro) li hanno rifilati pure alla spagna e ce l'hanno offerti pure a noi. benefattori!
 
convinci me...

dico sul serio

non è una novità che si dica che la Germania si stia approfittando della situazione per potersi finanziare a tasso prossimo allo zero e lo spread si calcola proprio rispetto al loro quasi-zero

secondo me avrebbe più senso badare a quanto ci finanziamo noi in assoluto più che in relativo a loro, non per niente ti "offrono" gli aiuti quando arrivi ad un rendimento del decennale di circa il 7% mica ad un x di spread
 
Ultima modifica:
non è una novità che si dica che la Germania si stia approfittando della situazione per potersi finanziare a tasso prossimo allo zero e lo spread si calcola proprio rispetto al loro quasi-zero

secondo me avrebbe più senso badare a quanto ci finanziamo noi in assoluto più che in relativo a loro

<<non è una novità che si dica>> non significa niente, lascia il tempo che trova... se è per quello si dice anche il contrario, contano i fatti :

- la Germania si può finanziare a tasso zero prima di tutto perchè offre una serie di garanzie, da una economia trainante ad una classe politica solida

- l'Italia (ed i PIIGS in generale) devono aumentare i tassi di interesse a prescindere dalla Germania, perchè se no IL MONDO INTERO non compra i suoi TDS

quindi il problema non è se badiamo a quanto ci finanziamo noi in assoluto o in relazione alla Germania.... il problema esiste a prescindere, l'Italia non è competitiva, è corrotta a tutti i livelli, ha una classe politica penosa, non fa ricerca, produce scarpe e borsette anzichè aerei o auto da 70.000 euro
 
Lo spread è una *BEEP* però lo scarico delle proprie responsabilità è da immaturi e da NON adatti al governo.

Lo dice uno che *post history alla mano andate a controllare* non è certo un comunistone o un Beowulfone.


Il Berlusca ha una responsabilità enormissima, insormontabile.

Un Paese ha BISOGNO di:

- una corrente liberale che si preoccupa della creazione di ricchezza (spesso rifiutando ogni forma di redistribuzione, vista come "dare via i sudati guadagni ai fannulloni").

- una corrente progressista che si preoccupa della redistribuzione di ricchezza (spesso colpevolizzando oltre misura gli imprenditori e dando "diritti acquisiti" per scontati e cercando di dare soldi anche a vanvera).

Il "mix" e l'alternanza delle due opposte visioni dona al paese una capacità produttiva ma anche una quantità di generosità sociale.


In Italia il Berlusca ha promesso ma di fatto distrutto la corrente liberale e in 10 anni non ha incentivato la produzione né agito in modo capitalistico.
Gli altri invece il loro mestiere di redistribuire lo hanno fatto molto bene ma alla fine redistribuire senza creare = redistribuisci aria fritta e crei tasse sull'ombra delle insegne.

La parte in grassetto è la vera colpa prima ed è anche quello che preoccupa gli investitori, peraltro già delusi (il corrispondente tedesco dallo Spiegel lo ha detto solo oggi) dal fatto che Monti non abbia mai "ingranato" la marcia dello sviluppo.

Fatto preoccupante, Monti non ha mai ingranato la marcia dello sviluppo e... di chi era il *ruolo politico* per spronare con efficacia Monti a far misure per lo sviluppo in quest'anno d'esercizio provvisorio? Esatto, proprio il Silvione. :yes:
 
è evidente che quei pajazzi di tedeschi vogliono farci finire gambe all'aria

ieri sera l'ha confermato pure l'ex ministro Tremonti

"italia bancomat della germania"

Tremonti si spinge molto oltre e spiega come l’Italia si trovi a servizio di Francia e Germania, sostenendo i paesi in crisi profonda, Spagna e Grecia, con aiuti stabiliti non secondo la propria esposizione ma secondo parametri decisi dall’Europa, di gran lunga più onerosi.

cliccare qui
 
- la Germania si può finanziare a tasso zero prima di tutto perchè offre una serie di garanzie, da una economia trainante ad una classe politica solida

- l'Italia (ed i PIIGS in generale) devono aumentare i tassi di interesse a prescindere dalla Germania, perchè se no IL MONDO INTERO non compra i suoi TDS
Iron, per cortesia

questa è la lezioncina che fanno a scuola

vediamo cos'è successo veramente

Ecco come le banche tedesche fanno pagare la crisi all'Italia - IlGiornale.it

e andiamo ad analizzare l'inizio della bufera finanziaria, vediamo come in Italia la corsa a rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato (n.b.: i rendimenti, che si formano sul mercato primario delle aste e determinano il servizio del debito e non gli spread, che si formano sul mercato secondario) sia cominciata a giugno 2011, ma in realtà la tempesta perfetta si stava preparando già qualche mese prima. In effetti, tra febbraio e maggio 2011, c'è stata calma piatta sui mercati, che hanno visto i rendimenti dei titoli decennali tedeschi stabili attorno al 3,28% e i rendimenti dei Btp italiani ugualmente stabili, tra il 4,73% e il 4,84%, con 150 punti circa di differenza (spread). Con una sola avvertenza: i rendimenti dei titoli del debito pubblico della Germania erano su una curva ascendente, in ragione non tanto dei problemi della finanza pubblica, quanto di quelli della finanza privata: le banche, oggettivamente a rischio. Le banche tedesche, infatti, hanno al loro interno rilevanti componenti di debolezza che derivano dai loro comportamenti spericolati e dai loro investimenti sbagliati. Ricordiamo come la finanza privata tedesca abbia reagito male agli stress test cui è stata sottoposta dall'Autorità bancaria europea (Eba) nell'aprile 2011 e ai vincoli di ricapitalizzazione previsti da Basilea 3. Alto rendimento dei Bund significava, dunque, deprezzamento del loro valore e conseguente prospettiva di ricapitalizzazione per gli istituti di credito tedeschi.

Il combinato disposto dell'aumento dei rendimenti dei titoli pubblici, del dubbio valore dei titoli tossici e delle perdite sui titoli greci nei portafogli delle banche da una parte e le regole stringenti di Eba e Basilea 3 dall'altra hanno, quindi, generato una situazione di forte tensione nel sistema finanziario privato tedesco. La reazione è stata geniale e cinica: la finanza privata tedesca, con l'appoggio implicito del proprio governo, ha trasferito la crisi potenziale del suo sistema bancario sui paesi più deboli dell'eurozona. Come? Vendendo e dando indicazioni generalizzate di vendere i titoli del debito sovrano, prevalentemente greci e italiani, sul mercato secondario, al fine di aumentarne i rendimenti sul mercato primario.
 
lo ripeto da un anno: lo spread è un imbroglio, sta crisi è una farsa

il problema è che berlusconi ha sparato tante di quelle minkiate che nessuno gli dà più ascolto

cmq stavolta ha visto giusto

è evidente che quei pajazzi di tedeschi vogliono farci finire gambe all'aria

:yes:

Record storico del debito italiano Oltre 2mila miliardi di euro - Corriere.it

Il debito pubblico italiano sfonda quota 2.000 miliardi e a ottobre si attesta a 2.014 miliardi, in valore assoluto il livello più alto di sempre. È quanto emerge dal supplemento «Finanza pubblica» al bollettino statistico della Banca d'Italia
 
non se l' è mai filato nessuno, e mo' è un anno che non se parla d'artro ... ma che ce 'mporta a noantri quanto pagamo de interessi in confronto ai tedeschi? ... o' volete capì ch'è n'imbrojo che se sò 'nventati i comunisti... ?

ohhhh no!!!

nn sia mai ...ora che ho iniziato a prendere gusto al giochino!!!!

grazie allo spritz quest'anno io ho guadagnato!
ci sono arrivata addirittura prima che con i wc!
t'insegno
il gioco sta nel seguirlo
si allarga io compro , lo spritz si stringe io vendo!!!!

semplice no!!

buonagiornata a tuuttiiii!!
 
Iron, per cortesia

questa è la lezioncina che fanno a scuola

vediamo cos'è successo veramente

Ecco come le banche tedesche fanno pagare la crisi all'Italia - IlGiornale.it

e andiamo ad analizzare l'inizio della bufera finanziaria, vediamo come in Italia la corsa a rialzo dei rendimenti dei titoli di Stato (n.b.: i rendimenti, che si formano sul mercato primario delle aste e determinano il servizio del debito e non gli spread, che si formano sul mercato secondario) sia cominciata a giugno 2011, ma in realtà la tempesta perfetta si stava preparando già qualche mese prima. In effetti, tra febbraio e maggio 2011, c'è stata calma piatta sui mercati, che hanno visto i rendimenti dei titoli decennali tedeschi stabili attorno al 3,28% e i rendimenti dei Btp italiani ugualmente stabili, tra il 4,73% e il 4,84%, con 150 punti circa di differenza (spread). Con una sola avvertenza: i rendimenti dei titoli del debito pubblico della Germania erano su una curva ascendente, in ragione non tanto dei problemi della finanza pubblica, quanto di quelli della finanza privata: le banche, oggettivamente a rischio. Le banche tedesche, infatti, hanno al loro interno rilevanti componenti di debolezza che derivano dai loro comportamenti spericolati e dai loro investimenti sbagliati. Ricordiamo come la finanza privata tedesca abbia reagito male agli stress test cui è stata sottoposta dall'Autorità bancaria europea (Eba) nell'aprile 2011 e ai vincoli di ricapitalizzazione previsti da Basilea 3. Alto rendimento dei Bund significava, dunque, deprezzamento del loro valore e conseguente prospettiva di ricapitalizzazione per gli istituti di credito tedeschi.

Il combinato disposto dell'aumento dei rendimenti dei titoli pubblici, del dubbio valore dei titoli tossici e delle perdite sui titoli greci nei portafogli delle banche da una parte e le regole stringenti di Eba e Basilea 3 dall'altra hanno, quindi, generato una situazione di forte tensione nel sistema finanziario privato tedesco. La reazione è stata geniale e cinica: la finanza privata tedesca, con l'appoggio implicito del proprio governo, ha trasferito la crisi potenziale del suo sistema bancario sui paesi più deboli dell'eurozona. Come? Vendendo e dando indicazioni generalizzate di vendere i titoli del debito sovrano, prevalentemente greci e italiani, sul mercato secondario, al fine di aumentarne i rendimenti sul mercato primario.

Nonna, mi Konsenta

ci vuole una bella faccia tosta per cercare le colpe altrove e non voler guardare in casa propria

premesso che questo fatto di sentenziare sulle dichiarazioni altrui, giudicando che cosa è "lezioncina" o "qui si sta giocando" eccetera, sono antichi retaggi di PGiulia, Certenotti, Ernesto, proprio per questo caduti in disgrazia... limitiamoci ad esprimere pareri personali, senza trattare gli altri da cretini e sopratutto senza pretendere di avere ragione a priori...

quale sia la situazione economica tedesca ed italiana è un dato di fatto, non è la mia opinione personale, le sembrerà una stronz@t@ ma, ripeto, questi sono dati di fatto

che poi la Germania ci abbia speculato è normale, non è nè l'unica nè la prima

i TDS dei paesi a rischio li ammollano tutti quanti, mica solo la germania

inoltre quella macchina da fango che è Il Giornale sostiene le tesi favorevoli alla ridiscesa in campo di Berluska, notoriamente antitedesche ed antieuropee

inoltre non si dimentichi che Monti(il nostro traditore filo-tedesco) è dov'è perchè ce lo ha messo Berlusconi, e lo ha pure sostenuto con i voti della sua maggioranza

però adesso no, Monti non gli va più bene, e torna in campo Berlusca...

... e invece no, Berlusca d'un tratto ha deciso che se Monti fa così e cosà, lui non scende più.... adesso Il Giornale scriverà qualcos'altro... e così via, fino alla prossima presa per.... ,cioè, fino alla prossima sparata del padrone delle rotative
 
Ultima modifica:
Nonna, mi Konsenta

ci vuole una bella faccia tosta per cercare le colpe altrove e non voler guardare in casa propria

premesso che questo fatto di sentenziare sulle dichiarazioni altrui, giudicando che cosa è "lezioncina" o "qui si sta giocando" eccetera, sono antichi retaggi di PGiulia, Certenotti, Ernesto, proprio per questo caduti in disgrazia... limitiamoci ad esprimere pareri personali, senza trattare gli altri da cretini e sopratutto senza pretendere di avere ragione a priori...

quale sia la situazione economica tedesca ed italiana è un dato di fatto, non è la mia opinione personale, le sembrerà una stronz@t@ ma, ripeto, questi sono dati di fatto

che poi la Germania ci abbia speculato è normale, non è nè l'unica nè la prima

i TDS dei paesi a rischio li ammollano tutti quanti, mica solo la germania

inoltre quella macchina da fango che è Il Giornale sostiene le tesi favorevoli alla ridiscesa in campo di Berluska, notoriamente antitedesche ed antieuropee

inoltre non si dimentichi che Monti(il nostro traditore filo-tedesco) è dov'è perchè ce lo ha messo Berlusconi, e lo ha pure sostenuto con i voti della sua maggioranza

però adesso no, Monti non gli va più bene, e torna in campo Berlusca...

... e invece no, Berlusca d'un tratto ha deciso che se Monti fa così e cosà, lui non scende più.... adesso Il Giornale scriverà qualcos'altro... e così via, fino alla prossima presa per.... ,cioè, fino alla prossima sparata del padrone delle rotative

sgombriamo il campo da possibili equivoci: io non voto destra e nemmeno sinistra. io non vado a votare.

ci siamo accorti tutti che berlusconi è in stato confusionale: fa cadere monti, lo elogia, decide di tornare, ci ripensa....

anche a sinistra non stanno messi benissimo

sui problemi dell'italia siamo d'accordo. ma oltre ai problemi già noti, si sono aggiunti quelli importati dall'estero.

le sembra giusto che i cittadini italiani paghino x le speculazioni della merkel?

io sono preoccupata anche perchè proprio oggi il capo dello stato ha ribadito che i patti con l'europa vanno rispettati. ma quali patti???

con amarezza devo constatare che nemmeno ad livelli si rendono conto quel che sta avvenendo. e forse questo è il nostro problema principale :)
 
Ultima modifica:
Nonna.... se non ci fosse stato Monti non ci sarebbero state le mosse/dichiarazioni di Draghi a luglio (con la Germania contraria) e adesso saremmo con le gambe all'aria. Altro che spread a 300....
 
Indietro