(O.T.). Elezioni. Voto. Diritto. Mancato esercizio. Responsabilità. Risarcimento.

Verm & Solitair

Legal Opinionist
Registrato
22/5/00
Messaggi
1.624
Punti reazioni
21
La Carta Costituzionale stabilisce che il diritto di voto è un dovere ma anche un diritto. In particolare stabilisce che il diritto di voto non può essere limitato. La disorganizzazione imputabile allo Stato può di fatto impedirne l'esercizio o renderlo difficoltoso. Il tempo congruo per esercitare il diritto di voto può essere approssimativamente ricompreso in circa mezz'ora, un'ora al massimo.

Passata un'ora di tempo (nel caso specifico due ore, ma c'è gente che ha atteso cinque ore), ritengo giusto un rimborso a carico dello Stato sia nel caso in cui il voto sia stato esercitato ed a maggior ragione se non sia stato esercitato.

Ma come va stabilita l'entità del risarcimento? Il costo della Baby sitter chiamata per il figlioletto, i piedi gonfi della signora lasciata in piedi per cinque ore, il lucro cessante, la mancata preparazione ad un concorso che si tiene lunedì (esperienze tutte vere e documentabili).

E' solo una provocazione? Non tanto. Pensate agli interventi legislativi e giurisprudenziali in tema di risarcimento a carico dello P.A.