Olidata

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

Magia

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
31/5/00
Messaggi
5.750
Punti reazioni
370
E' il primo post che apro su questo titolo, anche se è da mesi che sono convinto che sia fortemente sottovalutato.

Adesso più che mai sono convinto che stia per partire.

E il rialzo sarà molto forte.

Tenetelo d'occhio e non ve ne pentirete.
 
Olidata chiude 2005 con un utile di 177 mila euro

Finanzaonline.com - 27/03/2006 15:32 - Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione sulla gestione, il progetto di bilancio e relativi allegati inerenti all’anno 2005.
La proposta del Consiglio di Amministrazione è di destinare l’utile conseguito a Riserva Straordinaria.
L’esercizio 2005 si propone in controtendenza con i risultati ottenuti nell’anno 2004, chiudendosi con un incremento di fatturato e un deciso miglioramento degli indicatori di redditività.
Un volume d’affari di € 157.961.126, significativo se considerato che i primi otto mesi del 2005 erano stati contraddistinti da una tendenziale diminuzione della domanda di PC e notebook, ha permesso di ottenere:
· un margine operativo lordo di € 3.279.079, pari al 2,08% del venduto, in incremento dello 0,51% rispetto al medesimo indicatore del 2004;
· un reddito operativo di € 1.558.644, pari allo 0,9867% delle vendite, in incremento dello 0,4196% sul dato espresso nel 2004;
· un utile ante imposte di € 643.545, pari allo 0,4074% in netta contrapposizione con la perdita ante imposte di € 2.088.323 del 2004;
· un utile netto di € 177.160, pari allo 0,1121% del fatturato differente dal risultato conseguito nel precedente esercizio in perdita di € 1.787.642;
La ripresa dei valori di redditività valorizzati dai margini di contribuzione sono meglio riflessi dai seguenti indicatori:
ROI pari al 1,66%, ROS pari al 0,99% e ROE pari al 0,48% rispecchiano incrementi rispettivi dello 0,67%, dello 0,42% e del 5,33% sui medesimi indici del 2004.
Il valore dell’indebitamento di fine periodo assume valori pressoché uguali a quanto rilevato nel 2004 sia in termini percentuali, rapportato al totale del passivo, che in valore assoluto, discostandosi di un – 1,32%.
Tuttavia nel corso del 2006 tale valore avrà un maggior peso prevedendo un indebitamento mediodi circa 50 mln di euro con un impatto complessivo degli oneri finanziari sul conto economico non superiore all’1%: tale maggior valore avrà luogo per far fronte all’approntamento delle forniture inerenti alla stipula delle convenzioni Consip corrispondenti nell’ordine di nr. 300 server midrange, nr. 3000 server entry e nr. 60.000 PC desktop.
L’analisi dei costi finanziari del 2005 riferisce di una incidenza degli oneri dello 0,47% in diminuzione dello 0,19% rispetto a quella rilevata nel 2004, contro una incidenza delle perdite su cambi dello 0,66% in aumento dello 0,60%.
Il cash flow evidenzia la mancanza di liquidità nella gestione reddituale, essendo il flusso monetario del periodo negativo per 4,27 mln di euro, col conseguente incremento di 1,68 mln di euro dell’indebitamento a breve sul dato di inizio periodo.
Lo sviluppo del fatturato su commesse pubbliche quali Inps e Ministero dell’Interno, o Regione Emilia Romagna oltre che agli impegni corrisposti a fine anno con i principali fornitori di tecnologia partners per l’assolvimento delle gare Consip hanno aumentato la velocità di rigiro dei crediti di 13 gg portando il tempo dell’incasso medio a 110 gg.
Per quanto attiene invece alla velocità di rigiro dei debiti, il dato riportato è di 35 gg in aumento di 11 gg.
L’analisi della liquidità, conferma una struttura finanziaria bilanciata e tale rispondenza è confermata dagli indicatori finanziari espressi dal capitale circolante netto, dal margine di struttura e dal margine di tesoreria:
· il valore del capitale circolante netto pari ad € 32.846.705, rapportato al totale dell’attivo incide per il 34,90%, in diminuzione dello 1,53% rispetto allo stesso valore riclassificato del 2004;
· il margine di tesoreria esprime un valore di € 9.622.472 in aumento dell’ 1,87% rispetto ai € 9.445.791 del 2004;
· il margine di struttura evidenzia un miglioramento del 3,02% rispetto al valore del 2004.
L’obiettivo del 2006, alla luce dell’aggiudicazione di importanti gare pubbliche, si pone in un raggiungimento del fatturato di € 160 mln con una redditività netta di almeno l’1%
 
io c sn sopra da un bel po'

m sn perso 2 finti +10 .. nel senso che nn ho mai venduto entrambe le volte ..

cmq oramai sn su e aspetto
 
tra quanto partirà?
 
per me e' ora ....
titolo molto bello .....molto bello
ciao ne
 
Indietro