parcheggio?

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

1_fede_1

sessuologia-clinica
Registrato
11/9/03
Messaggi
4.331
Punti reazioni
162
Buongiorno a tutti,
essendo uscito dall'azionario e volendo mettermi in finestra, volevo spostarmi su titoli di stato. Visto lo scenario generale (tassi in rialzo?), che scadenze mi consigliate. Meglio BTP o CCT?

ciao e grazie
 
1_fede_1 ha scritto:
Buongiorno a tutti,
essendo uscito dall'azionario e volendo mettermi in finestra, volevo spostarmi su titoli di stato. Visto lo scenario generale (tassi in rialzo?), che scadenze mi consigliate. Meglio BTP o CCT?

ciao e grazie

Obbligazioni con duration bassa o possibilmente cedola variabile.
 
Assolutamente CCT, in questo momento. La scadenza è ininfluente, prendi pure quello a scadenza più lunga, tanto la duration non cambia e sono sempre liquidi.

Oppure ci sono anche alcune obbligazioni societarie a tasso variabile abbastanza interessanti, ma sono molto meno liquide.
 
grazie a tutti.
perchè per i cct la scadenza è ininfluente?
come si calcola la cedola di un cct?
thanks a lot
 
Dal sito del dipartimento del tesoro:

I Certificati di Credito del Tesoro sono emessi, dal marzo 1991, a 7 anni. In passato vi sono state emissioni caratterizzate da scadenze molto diversificate con periodi che vanno dai 2 ai 10 anni. Attualmente i titoli proposti in aste pubbliche sono solo settennali con cedole semestrali variabili ancorate all’asta BOT semestrale precedente la data di godimento della cedola, [...] con margine di 15 punti base.

15pb=0.15%

Il che significa che le cedole di tutti i CCT in corso si adeguano via via ai BOT semestrali.
 
le cedole variabili non le tratto.

se parcheggio dev'essere duration tassativa sotto i due anni.

in questa fase, però, una spizzicata sul decennale non la vedrei male.
 
1_fede_1 ha scritto:
Buongiorno a tutti,
essendo uscito dall'azionario e volendo mettermi in finestra, volevo spostarmi su titoli di stato. Visto lo scenario generale (tassi in rialzo?), che scadenze mi consigliate. Meglio BTP o CCT?

ciao e grazie


prendi certamente i bot in questo periodo per la maggiore
 
i cct non dovrebbero proteggere di più da un eventuale quanto probabile aumento dei tassi?
 
I BOT non danno nessun vantaggio rispetto ai CCT, a meno che su questi ultimi non ti facciano pagare commissioni esorbitanti. E comunque, i BOT scadono dopo massimo un anno e se li rivuoi li devi ricomprare e pagare un'altra volta le commissioni.

Per quanto riguarda la protezione dall'aumento dei tassi, è un discorso mal posto: i CCT seguono l'andamento dei tassi stessi, mentre per i BOT la "protezione" è insita nella breve durata.
 
Secondo me rispetto ai CCT potresti anche considerare dei fondi liquidità ben performanti e sottoscrivibili con costi pressoché nulli (es. Anima Liquidità)

ciao
 
Il rendimento a 1 anno di Anima liquidità è stato di 1.62%. Uno dei migliori tra i fondi liquidità, ma a conti fatti rende ancora meno di CA. Del resto, un fondo che investe in titoli di stato a breve e su cui paghi commissioni di gestione, difficilmente può rendere più dei sottostanti.
 
Sì, in effetti io pensavo ad una cifra piccola, su cui i costi di sottoscrizione (e vendita se necessario prima della scadenza) di un CCT possono risultare pesanti.

Se si opera con un ammontare non piccolo di Euro (magari sopra 10.000) direi che la tua opzione è più corretta.
up
 
Giusta osservazione, ovviamente bisogna farsi due conti. Però a questo punto c'è sempre l'opzione CA oppure SA, lì il costo è veramente zero (a parte le eventuali commissioni di bonifico!)
 
Indietro