Parlamentarie grillo

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

Sbik 84

Utente Registrato
Registrato
20/5/06
Messaggi
10.933
Punti reazioni
970
Ma é vera la storia dei voti di grillo? Che sarebbero massimo 32 mila voti (95 mila voti potenziali, diviso 3) su 1400 candidati?
22 preferenze in media? :D

Che poi da quello che ho capito i dati ufficiali non ci sono, dal che si fa sempre riferimento agli aventi diritto e non ha chi ha effettivamente votato.
Ma che sta robba é democrazia partecipata? Bah
 
Ma é vera la storia dei voti di grillo? Che sarebbero massimo 32 mila voti (95 mila voti potenziali, diviso 3) su 1400 candidati?
22 preferenze in media? :D

Che poi da quello che ho capito i dati ufficiali non ci sono, dal che si fa sempre riferimento agli aventi diritto e non ha chi ha effettivamente votato.
Ma che sta robba é democrazia partecipata? Bah

Grillo e le Parlamentarie, 30mila votanti: tutto qui il popolo a 5 stelle?

ROMA – Per Beppe Grillo le Parlamentarie sono un successo. Lo dicono, secondo il portavoce del Movimento a Cinque Stelle, i numeri, e precisamente quei 95mila voti arrivati e certificati online. Per qualcun altro, e non solo un “qualcun altro” ostile al Movimento, le Parlamentarie sono un flop. E lo dicono i numeri.
Il perché è presto detto: basta guardarli con un minimo di attenzione i numeri. 95mila sono i voti, non i votanti.E quindi la matematica dice che in totale i votanti sono stati un po’ meno di 32mila.
Tanti? Pochi? Sicuramente tanti erano i candidati, 1400 circa. E quindi la matematica dice che in media ognuno di loro ha preso poco più di 22 voti.

D’accordo, c’è Trilussa e la storia della statistica e del pollo, c’è chi ne ha presi di più.

Resta il fatto che la media è 22. E la domanda scontata è: chi di voi tra familiari, amici e parenti non troverebbe 22 persone disposto a votarlo?

Altra questione controversa è quella della trasparenza e del funzionamento del portale dove gli iscritti hanno votato.

Qui Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo hanno dovuto incassare più di qualche critica.
Si va dalle “classiche” accuse di malfunzionamento del sito, alle difficoltà di registrazione, alle mail che non arrivano.

Poi ci sono gli utenti più maliziosi, quelli che osservano come manchino strumenti in tempo reale come “il numero di votanti”.
Meccanismi che, è l’appunto di qualche militante, avrebbero garantito più trasparenza nel voto.

D’accordo, quella delle Parlamentarie è stata una prima volta.
Con un mezzo nuovo e con una platea di partecipazione ristretta, quella degli iscritti al Movimento. Ogni paragone con i tre milioni e spicci delle primarie del Pd sarebbe fuori luogo. Però poi uno fa due operazioni e si ritrova con i 32mila votanti del web.

La considerazione sorge spontanea:

Grillo e Casaleggio, tutto qui?

Grillo e Casaleggio, tutto qui?
 
ahahhahahaha....continuate a tirare per il cu.lo....... ancora per qualche mesetto e poi si vedra' se ci sono solo quei voti


Ps I PIDDINI A VOTARE NON LI VOGLIAMO
 
Solo in Sicilia ha preso 370000 voti bastonando il pd.

Basta una nuotata di grillo e berlusca che rinfaccia al pd il sostegno a monti che il pd va al 25%, altro che sondaggi odierni.
 
Ma é vera la storia dei voti di grillo? Che sarebbero massimo 32 mila voti (95 mila voti potenziali, diviso 3) su 1400 candidati?
22 preferenze in media? :D

Che poi da quello che ho capito i dati ufficiali non ci sono, dal che si fa sempre riferimento agli aventi diritto e non ha chi ha effettivamente votato.
Ma che sta robba é democrazia partecipata? Bah

i faccioni che vanno sulle liste dei cosiddetti partiti democratici da quante persone sono stati votati?
 
Grillo e le Parlamentarie, 30mila votanti: tutto qui il popolo a 5 stelle?

ROMA – Per Beppe Grillo le Parlamentarie sono un successo. Lo dicono, secondo il portavoce del Movimento a Cinque Stelle, i numeri, e precisamente quei 95mila voti arrivati e certificati online. Per qualcun altro, e non solo un “qualcun altro” ostile al Movimento, le Parlamentarie sono un flop. E lo dicono i numeri.
Il perché è presto detto: basta guardarli con un minimo di attenzione i numeri. 95mila sono i voti, non i votanti.E quindi la matematica dice che in totale i votanti sono stati un po’ meno di 32mila.
Tanti? Pochi? Sicuramente tanti erano i candidati, 1400 circa. E quindi la matematica dice che in media ognuno di loro ha preso poco più di 22 voti.

D’accordo, c’è Trilussa e la storia della statistica e del pollo, c’è chi ne ha presi di più.

Resta il fatto che la media è 22. E la domanda scontata è: chi di voi tra familiari, amici e parenti non troverebbe 22 persone disposto a votarlo?

Altra questione controversa è quella della trasparenza e del funzionamento del portale dove gli iscritti hanno votato.

Qui Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo hanno dovuto incassare più di qualche critica.
Si va dalle “classiche” accuse di malfunzionamento del sito, alle difficoltà di registrazione, alle mail che non arrivano.

Poi ci sono gli utenti più maliziosi, quelli che osservano come manchino strumenti in tempo reale come “il numero di votanti”.
Meccanismi che, è l’appunto di qualche militante, avrebbero garantito più trasparenza nel voto.

D’accordo, quella delle Parlamentarie è stata una prima volta.
Con un mezzo nuovo e con una platea di partecipazione ristretta, quella degli iscritti al Movimento. Ogni paragone con i tre milioni e spicci delle primarie del Pd sarebbe fuori luogo. Però poi uno fa due operazioni e si ritrova con i 32mila votanti del web.

La considerazione sorge spontanea:

Grillo e Casaleggio, tutto qui?

Grillo e Casaleggio, tutto qui?

Ma li vorresti puri e volponi come Monti, :cool::o o il berluska?
Sono ancora ingenui e giustamente, come in questo caso, quando capiscono di dire fesserie, chiudono subito la bocca.
Ci scommetto che dopo il voto alle nazionali Bersani, così come Crocetta alla Regione, avrà più aiuto da loro che non di certi suoi colleghi ...:o tipo La Torre.
Battiato contro Cancelleri (M5S):
 
I numeri di M5S sono quelli che sono.
Miracoli non potevano essercene.
L'organizzazione delle parlamentarie è stata così così. La prossima volta andrà meglio.

Detto questo, l'articolo ignora in modo tendenzioso diversi fatti.
I candidati erano sì 1400, ma solo un numero ristretto, 200-250 al massimo, erano persone note nel movimento, che hanno effettivamente raccolto i voti degli iscritti.
Anche nel PD, pur con soli 5 candidati, il voto si è raccolto su solo 3 candidati.
E' ovvio che la maggior parte dei candidati di M5S sono andati vicini allo zero.
Dove li conosco, i vincitori sono stati i più attivi del movimento.
Come era ovvio che fosse.
Se poi si vuole polemizzare per il gusto di farlo, nessun problema.
 
Ma li vorresti puri e volponi come Monti, :cool::o o il berluska?
Sono ancora ingenui e giustamente, come in questo caso, quando capiscono di dire fesserie, chiudono subito la bocca.
Ci scommetto che dopo il voto alle nazionali Bersani, così come Crocetta alla Regione, avrà più aiuto da loro che non di certi suoi colleghi ...:o tipo La Torre.
Battiato contro Cancelleri (M5S):


leggo dall'articolo


“Bisogna svegliarsi. Niente può essere peggio di quello che abbiamo visto in questi ultimi vent’anni. Preferisco questi giovani di Grillo che sono animati da una profonda onestà e da una volontà chiara di fare pulizia, che affidarmi ad una classe politica dove si contano circa 150 indagati e a gente che ha fatto porcherie immonde. Come mai non pensate a questo? Ci sarà la rivoluzione? E allora ci sarà, va bene così. In Italia c’è un fermento che a mio parere è solo positivo, poi si vedrà. Questa è la vecchia storia degli italiani: criticare prima ancora di aver visto i risultati. Ci vogliono facce nuove, il tempo per lavorare bene e soprattutto bisogna lasciarsi definitivamente alle spalle tanti anni di mal governo. Nel panorama odierno i grillini e gli studenti contestatori sono un ottimo punto di partenza per una rivoluzione, quantomeno culturale” ora, però, il neo assessore siciliano sembra aver cambiato idea.
La polemica nasce da un'espressione di Giancarlo Cancelleri, leader del M5S siciliano, che ieri aveva dichiarato: “La Giunta siciliana sembra uscita da un talent show come X-Factor”.
Una battuta nata dei recenti problemi della neonata formazione del governatore Crocetta, che tra rinunce volontarie, vicende giudiziarie e presunti conflitti di interessi, sta attraversando un momento delicato.

Frasi che non sono piaciute a Franco Battiato, il quale, in un'intervista sulle pagine locali di “Repubblica”, ha dimostrando di aver cambiato idea sul M5S: “Pensa che posso rispondere a qualche cretino?”.

Oggi, Cancelleri ha risposto così al “Maestro”: “Non gli rispondo, non voglio rotture con la Giunta. Anzi, vogliamo lavorare con questi assessori. Si può aprire un dialogo con loro ho avuto una buona impressione. Tutti vogliamo lavorare per il bene della Sicilia”.

Sul caso è intervenuto anche il neo governatore Crocetta: “I grillini si sentono scavalcati da me. Il loro movimento ha cinque stelle, il mio governo ne ha sette”.


mbhà a me sembra la presunzione degli asini

e questi dovrebbero ricostruire il tessuto sociale ?



da leggere il testo oltre che ascoltare la musica
 
Ultima modifica:
leggo dall'articolo





mbhà a me sembra la presunzione degli asini

e questi dovrebbero ricostruire il tessuto sociale ?



da leggere il testo oltre che ascoltare la musica

Spetta a chi ha ottenuto la maggioranza, nel caso siciliano PD+UDC, decidere se vogliono o meno il supporto di M5S.
M5S ha offerto il supporto sui provvedimenti condivisi, e l'impegno a non fare azioni volte a far cadere la giunta.
Se PD+UDC questo supporto non lo vogliono, scelta loro.
 
Ma li vorresti puri e volponi come Monti, :cool::o o il berluska?
Sono ancora ingenui e giustamente, come in questo caso, quando capiscono di dire fesserie, chiudono subito la bocca.
Ci scommetto che dopo il voto alle nazionali Bersani, così come Crocetta alla Regione, avrà più aiuto da loro che non di certi suoi colleghi ...:o tipo La Torre.
Battiato contro Cancelleri (M5S):

monti non e' berlusconi
 
Spetta a chi ha ottenuto la maggioranza, nel caso siciliano PD+UDC, decidere se vogliono o meno il supporto di M5S.
M5S ha offerto il supporto sui provvedimenti condivisi, e l'impegno a non fare azioni volte a far cadere la giunta.
Se PD+UDC questo supporto non lo vogliono, scelta loro.

e allora adesso, forse è meglio abbandonare il "vaffanculismo" :cool:
 
e allora adesso, forse è meglio abbandonare il "vaffanculismo" :cool:

Il "vaffanculismo" di M5S si esprime così.
Se un eletto di un altro partito vuole fare sul serio nel cambiare e propone riforme che M5S condivide, ha il sostegno di M5S senza dovere dare nessuna poltrona in cambio.
Se vuole continuare come fino ad ora, ha M5S contro.
Non piacerà a molti piddini, ma mi sembra una cosa semplice.
Ed è assolutamente "vaffanculismo". Ossia, chiunque vuole continuare a fare come si è fatto finora, vada a prenderselo in quel posto.
 
Ricapitolando.
Primarie del pd, piu di 3 milioni di voti, contendibili con 2 candidati forti che hanno girato l'italia e hanno esposto il loro programma, scrutini e risultati certi con la presenza di rappresentanti di lista
Critiche:
-Bisognava registrarsi, limitano la partecipazione dei renziani
-Bersani è il segretario il partito, ha voluto sabotare renzi
-solo 3 milioni di voti

Conclusione: FARSA :o

Parlamentarie del m5s
Forse 32 mila voti, candidati coniscibili esclusivamente con un video di 5 minuti, nessun dato certo, nessuno scrutinio palese, nessun rappresentante che certifichi il risultato.
Punti di forza:
-Bisognava registrarsi, meno infiltarti
-Grillo-Casaleggio possiede il m5s, ciò rappresenta una garanzia
-ben 30 mila voti, successo senza pari.

Conclusione:IL NUOVO CHE AVANZA :o
 
Ricapitolando.
Primarie del pd, piu di 3 milioni di voti, contendibili con 2 candidati forti che hanno girato l'italia e hanno esposto il loro programma, scrutini e risultati certi con la presenza di rappresentanti di lista
Critiche:
-Bisognava registrarsi, limitano la partecipazione dei renziani
-Bersani è il segretario il partito, ha voluto sabotare renzi
-solo 3 milioni di voti

Conclusione: FARSA :o

Parlamentarie del m5s
Forse 32 mila voti, candidati coniscibili esclusivamente con un video di 5 minuti, nessun dato certo, nessuno scrutinio palese, nessun rappresentante che certifichi il risultato.
Punti di forza:
-Bisognava registrarsi, meno infiltarti
-Grillo-Casaleggio possiede il m5s, ciò rappresenta una garanzia
-ben 30 mila voti, successo senza pari.

Conclusione:IL NUOVO CHE AVANZA :o

Confrontarie primarie aperte per scegliere il candidato PdC di una coalizione con primarie chiuse di un movimento/partito (la distinzione in questo contesto è irrilevante) per formare le proprie liste elettorali non ha senso.
Chi le ha confrontate, anche sostenitore di M5S, ha preso un abbaglio, spero in buona fede.

Le "parlamentarie" di M5S andranno confrontate con le formazioni di liste del PD.
Che ancora non si sa se saranno fatte dalle segreterie o con elezione, e in questo caso se aperte o chiuse.
Quando il PD farà le sue liste elettorali potremo confrontare le due cose.

L'ho già scritto e lo ribadisco, da neoiscritto a M5S, che le parlamentarie hanno rivelato molti punti da correggere. Ma attendo di vedere l'equivalente del PD prima di dire che il PD le ha fatte meglio.
Per adesso, nessuno, neanche nel PD, sa come saranno formate le liste elettorali del PD.
 
Confrontarie primarie aperte per scegliere il candidato PdC di una coalizione con primarie chiuse di un movimento/partito (la distinzione in questo contesto è irrilevante) per formare le proprie liste elettorali non ha senso.
Chi le ha confrontate, anche sostenitore di M5S, ha preso un abbaglio, spero in buona fede.

Le "parlamentarie" di M5S andranno confrontate con le formazioni di liste del PD.
Che ancora non si sa se saranno fatte dalle segreterie o con elezione, e in questo caso se aperte o chiuse.
Quando il PD farà le sue liste elettorali potremo confrontare le due cose.

L'ho già scritto e lo ribadisco, da neoiscritto a M5S, che le parlamentarie hanno rivelato molti punti da correggere. Ma attendo di vedere l'equivalente del PD prima di dire che il PD le ha fatte meglio.
Per adesso, nessuno, neanche nel PD, sa come saranno formate le liste elettorali del PD.

Premettendo che lo scopo delle due votazioni era diverso.
Fatto sta che da una parte la registrazione era un'atto dannoso e che serviva a truccare o limitare la partecipazione dei renziani, mentre dall'altra è un'utile strumento per evitare gli infiltrati.
Da una parte Bersani essendo eletto segretario fa le regole e questo è un male, dall'altra Grillo è il proprietario indiscusso e indiscutibile e ho letto pure chi è contento e che ciò rappresenta una garanzia.
3 milioni di voti sono pochi, Bersani non è legittimato, 30 mila persone partecipando a un sondaggio via web per un'area che è accreditata del 16% e questo rappresenta un successo senza pari.

Risultati certi e rappresentanti di lista sono costi e apparato da abbattere, sondaggio web senza controlli ne dati certi è il nuovo modo di fare politica 2.0.
 
Ricapitolando.
Primarie del pd, piu di 3 milioni di voti, contendibili con 2 candidati forti che hanno girato l'italia e hanno esposto il loro programma, scrutini e risultati certi con la presenza di rappresentanti di lista
Critiche:
-Bisognava registrarsi, limitano la partecipazione dei renziani
-Bersani è il segretario il partito, ha voluto sabotare renzi
-solo 3 milioni di voti

Conclusione: FARSA :o

Parlamentarie del m5s
Forse 32 mila voti, candidati coniscibili esclusivamente con un video di 5 minuti, nessun dato certo, nessuno scrutinio palese, nessun rappresentante che certifichi il risultato.
Punti di forza:
-Bisognava registrarsi, meno infiltarti
-Grillo-Casaleggio possiede il m5s, ciò rappresenta una garanzia
-ben 30 mila voti, successo senza pari.

Conclusione:IL NUOVO CHE AVANZA :o

forse non ti è chiaro, M5S ha votato i candidati che forse entreranno in parlamento evitando che siano nominati, dato che quasi sicuramente visto l'andazzo di ABC si tornerà a votare col porcellum.
Che siano pochi votanti è vero, d'altronde era votanti quelli che avevano iscrizione certificata con documento d'identità al 30.09.2012.

Considerato che il PD ha il 30% dei voti e c'è in italia da 150 anni e ha 800 mila tesserati, non vedo tutto questo scandalo.

In fondo è come se fosse stato fatto un megacongresso con 32.000 presenti, ma sicuramente con minori costi:)
 
Grillo e le Parlamentarie, 30mila votanti: tutto qui il popolo a 5 stelle?

ROMA – Per Beppe Grillo le Parlamentarie sono un successo. Lo dicono, secondo il portavoce del Movimento a Cinque Stelle, i numeri, e precisamente quei 95mila voti arrivati e certificati online. Per qualcun altro, e non solo un “qualcun altro” ostile al Movimento, le Parlamentarie sono un flop. E lo dicono i numeri.
Il perché è presto detto: basta guardarli con un minimo di attenzione i numeri. 95mila sono i voti, non i votanti.E quindi la matematica dice che in totale i votanti sono stati un po’ meno di 32mila.
Tanti? Pochi? Sicuramente tanti erano i candidati, 1400 circa. E quindi la matematica dice che in media ognuno di loro ha preso poco più di 22 voti.

D’accordo, c’è Trilussa e la storia della statistica e del pollo, c’è chi ne ha presi di più.

Resta il fatto che la media è 22. E la domanda scontata è: chi di voi tra familiari, amici e parenti non troverebbe 22 persone disposto a votarlo?

Altra questione controversa è quella della trasparenza e del funzionamento del portale dove gli iscritti hanno votato.

Qui Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo hanno dovuto incassare più di qualche critica.
Si va dalle “classiche” accuse di malfunzionamento del sito, alle difficoltà di registrazione, alle mail che non arrivano.

Poi ci sono gli utenti più maliziosi, quelli che osservano come manchino strumenti in tempo reale come “il numero di votanti”.
Meccanismi che, è l’appunto di qualche militante, avrebbero garantito più trasparenza nel voto.

D’accordo, quella delle Parlamentarie è stata una prima volta.
Con un mezzo nuovo e con una platea di partecipazione ristretta, quella degli iscritti al Movimento. Ogni paragone con i tre milioni e spicci delle primarie del Pd sarebbe fuori luogo. Però poi uno fa due operazioni e si ritrova con i 32mila votanti del web.

La considerazione sorge spontanea:

Grillo e Casaleggio, tutto qui?

Grillo e Casaleggio, tutto qui?


:eek::eek::eek:

30.000 votanti?:eek::eek::eek::eek::eek:

magari tutti genovesi di Sampierdarena,collusi col kòmmico???



:wall::wall::wall:
 
Premettendo che lo scopo delle due votazioni era diverso.
Fatto sta che da una parte la registrazione era un'atto dannoso e che serviva a truccare o limitare la partecipazione dei renziani, mentre dall'altra è un'utile strumento per evitare gli infiltrati.
Da una parte Bersani essendo eletto segretario fa le regole e questo è un male, dall'altra Grillo è il proprietario indiscusso e indiscutibile e ho letto pure chi è contento e che ciò rappresenta una garanzia.
3 milioni di voti sono pochi, Bersani non è legittimato, 30 mila persone partecipando a un sondaggio via web per un'area che è accreditata del 16% e questo rappresenta un successo senza pari.

Risultati certi e rappresentanti di lista sono costi e apparato da abbattere, sondaggio web senza controlli ne dati certi è il nuovo modo di fare politica 2.0.

Io non difendo i dettagli di come sono state fatte le parlamentarie.
Molte cose vanno riviste.

Dico solo mche le parlamentarie non sono primarie.
Quindi chiedo con quali regole il PD formerà le sue liste elettorali.
A quel punto le confrontiamo, e, se siamo furbi, impariamo l'uno dall'altro.
Quindi: in che modo il PD formerà le sue liste elettorali?
 
Indietro