Parma e Torino pieni di debiti. La colpa è tutta di Fassino e Pizzarotti.

La colpa è delle regole che han permesso che quei debiti venissero fatti.
E della legge che sancisce l'impunibilità per chi ha contratto quei debiti.
Speriamo solo, anche se non nutro grandi speranze, che a ripagarli siano i cittadini di Parma e Torino.
Che se poi trovano il modo di rifarsela sugli autori, sarebbe ottimo.
 
La colpa è delle regole che han permesso che quei debiti venissero fatti.
E della legge che sancisce l'impunibilità per chi ha contratto quei debiti.
Speriamo solo, anche se non nutro grandi speranze, che a ripagarli siano i cittadini di Parma e Torino.
Che se poi trovano il modo di rifarsela sugli autori, sarebbe ottimo.

C'è una bella differenza, comunque, tra i debiti di Parma e Torino.

A Parma sprechi, ruberie e corruzione.

A Torino Olimpiadi e investimenti in metropolitana (13,4 chilometri e 160.000 viaggiatori trasportati ogni giorno).

A Torino i tagli agli sprechi sono stati enormi: si danno servizi per 222 milioni che costano 140 milioni ogni anno.

I tagli ai Comuni ignorano gli sprechi - Il Sole 24 ORE
 
C'è una bella differenza, comunque, tra i debiti di Parma e Torino.

A Parma sprechi, ruberie e corruzione.

A Torino Olimpiadi e investimenti in metropolitana (13,4 chilometri e 160.000 viaggiatori trasportati ogni giorno).

A Torino i tagli agli sprechi sono stati enormi: si danno servizi per 222 milioni che costano 140 milioni ogni anno.

I tagli ai Comuni ignorano gli sprechi - Il Sole 24 ORE
La sostanza è sempre la stessa: immondizia di Stato pagata coi soldi dei contribuenti.
Rinnovo l'auspicio che a metter fuori i soldi siano i cittadini di Torino e Parma.

E Torino rottama gli impianti

di Fabio Lepore

Delle strutture costruite per le olimpiadi invernali del 2006, costate più di un miliardo di euro in appalti, non restano altro che milioni di metri cubi di cemento armato, tonnellate di ferro e campagne e boschi deturpati per sempre
(09 febbraio 2012)
"Sito chiuso. Apertura a data da destinarsi" si legge oggi all'ingresso della pista di bob di Cesana. Spenti i riflettori sui XX Giochi invernali di Torino 2006, per i quali è stato investito più di un miliardo di euro in appalti, la responsabilità delle strutture olimpiche è passata alla Fondazione 20 marzo 2006, a completa partecipazione pubblica. Suo braccio operativo nella gestione e manutenzione delle opere è la società Parcolimpico, partecipata da fine 2009 al 70 per cento da una coppia di imprese private. Ma la ricca dote di strutture si è rivelata un'eredità infruttuosa.

A partire dalla pista di bob di Cesana, fiore all'occhiello costato oltre 61 milioni, ferma da un anno. Troppo costosa per il gestore, che spende 300 mila euro all'anno per le 40 tonnellate di ammoniaca necessarie alla refrigerazione dell'impianto. Eppure resta anche troppo preziosa per l'economia di Cesana. Tanto che il suo primo cittadino ha dovuto "fare ostruzione", chiedendo un nuovo piano di sicurezza per ritardare la rimozione del liquido. A Pragelato sorge un altro illustre lascito non più in uso: i trampolini del salto.

L'imponente struttura, costata più di 34 milioni, non vede un atleta da oltre due anni. La sua gestione dovrebbe presto passare al Comune, che è certo di riuscire a farla di nuovo rendere. Ma un accordo formale con Parcolimpico non è ancora stato firmato. A Sauze d'Oulx invece si trovano i resti dello stadio di freestyle: costato 8 milioni e usato solo nei 15 giorni della kermesse, è in stato d'abbandono. I lavori per smantellarlo si sono interrotti perché il Comune, proprietario del sito, non ha ancora ricevuto i 700 mila euro promessi dalla Regione per l'intervento. E dalle valli a Torino, dove le Arcate sono ancora in cerca di una destinazione. I

l complesso sorge proprio vicino alla passerella e all'arco rosso di Camerana, nel cuore del Villaggio olimpico. Impossibile trovare un acquirente, l'ultima proposta del Comune, che ne è proprietario al 60 per cento, è di trasformarlo in una cittadella per i giovani. "Qualche possibilità di risolvere i nodi critici potrebbe arrivare a breve", spiega Pierpaolo Maza, ultimo presidente della Fondazione, "quando verranno sbloccati dal Governo i 40 milioni del "tesoretto", un fondo costituito dall'avanzo della gestione dell'Agenzia Torino 2006. Certo, però, i tempi potevano essere più rapidi".


Contenuto esterno - Inchieste - la Repubblica
 
Parma in un' anno ha ridotto drasticamente il suo debito e Torino?
Di quanto ha diminuito il debito Torino?
 
C'è una bella differenza, comunque, tra i debiti di Parma e Torino.

A Parma sprechi, ruberie e corruzione.

A Torino Olimpiadi e investimenti in metropolitana (13,4 chilometri e 160.000 viaggiatori trasportati ogni giorno).

A Torino i tagli agli sprechi sono stati enormi: si danno servizi per 222 milioni che costano 140 milioni ogni anno.

I tagli ai Comuni ignorano gli sprechi - Il Sole 24 ORE
perché, le Olimpiadi e la metropolitana secondo te non contemplano sprechi, corruzione e ruberie? :rolleyes:
Comunque Pizzarotti non ha niente a che vedere con la gestione precedente, il partito di Fassino è quello che ha amministrato Torino negli anni precedenti.
 
C'è una bella differenza, comunque, tra i debiti di Parma e Torino.

A Parma sprechi, ruberie e corruzione.

A Torino Olimpiadi e investimenti in metropolitana (13,4 chilometri e 160.000 viaggiatori trasportati ogni giorno).

A Torino i tagli agli sprechi sono stati enormi: si danno servizi per 222 milioni che costano 140 milioni ogni anno.

I tagli ai Comuni ignorano gli sprechi - Il Sole 24 ORE


come già detto ,lo sparaballe qui è lei; a parma , i debiti non gli ha fatti pizzarotti e il M5S, a torino, i debiti sono stati fatti dal piddi e quindi dai compagni di fassino
 
A Torino si erogano servizi per 222 milioni che costano 140 milioni annui.
Quindi grande taglio agli sprechi.

A Parma qualcuno ha avuto il coraggio di magnificare il taglio di 1 milione ogni anno di sprechi.
:D

I tagli ai Comuni ignorano gli sprechi - Il Sole 24 ORE

? se si erogano servizi per 220 milioni al costo di 140 milioni ,significa semplicemente cheprima quei servizi erano gonfiati ,venivano fatti pagare uno sproposito; non vedo nessun merito speciale di fassino nel fare pagare 100 quello che costa 100 o meglio nel far pagare quello che costa 140 ,quello che costa 140
 
A Torino si erogano servizi per 222 milioni che costano 140 milioni annui.
Quindi grande taglio agli sprechi.

A Parma qualcuno ha avuto il coraggio di magnificare il taglio di 1 milione ogni anno di sprechi.
:D

I tagli ai Comuni ignorano gli sprechi - Il Sole 24 ORE

Forse bisogna dire che questi calcoli farlocchi arrivano dalla mitica Copaff (Commissione tecnica paritetica per l'attuazione del federalismo fiscale, uh parbleu!), un classico ente inutile statale dove si imbucano gli amici degli amici a stipendi stellari :clap:

Poi se non fosse chiaro i 222 miliardi sono presunti costi standard di questi soloni della Copaff, non vuol dire che Fassino ha tagliato 62 miliardi di sprechi!!! Anzi, aveva provato a tagliare i bonus ai dirigenti comunali e ci fu una mezza rivoluzione :D
Per il resto solito tran tran pubblico. Segretario comunale da 200k/anno
Caste in Comune: fa il segretario e prende più di Napolitano - Panorama.
stipendio di un ministro del governo centrale per capirci)

Il portavoce scelto da Fassino vale invece 187 Keuro/anno (:clap::clap:)

Fassino aumenta le tasse ma si regala un portavoce da 187mila euro all
 
Ultima modifica:
A Torino si erogano servizi per 222 milioni che costano 140 milioni annui.
Quindi grande taglio agli sprechi.

A Parma qualcuno ha avuto il coraggio di magnificare il taglio di 1 milione ogni anno di sprechi.
:D

I tagli ai Comuni ignorano gli sprechi - Il Sole 24 ORE

Vatti a leggere bilanci , Torino e Genova hanno sostanzialmente portato bilanci in pareggio mettendo l IMU al massimo e nascondendo il disavanzo nelle partecipate. Il solito giochetto delle tre carte, svegliati
 
Forse bisogna dire che questi calcoli farlocchi arrivano dalla mitica Copaff (Commissione tecnica paritetica per l'attuazione del federalismo fiscale, uh parbleu!), un classico ente inutile statale dove si imbucano gli amici degli amici a stipendi stellari :clap:

ah ecco dicevo io; le premesse delle frasi riportate , facevano infatti sorgere montagne di dubbi :D
fassino paga 140 milioni quello che costa 220 milioni ahahahahahahahaahah
una barzelletta :D
e infatti , i conti li hanno fatti gli amici di fassino guarda caso ,non l'avrei mai detto :D
 
Vatti a leggere bilanci , Torino e Genova hanno sostanzialmente portato bilanci in pareggio mettendo l IMU al massimo e nascondendo il disavanzo nelle partecipate. Il solito giochetto delle tre carte, svegliati

A Parma le tasse sono più alte che a Torino. Vatti a leggere i bilanci.

Comunque sull'articolo del sole 24ore si parla di tagli agli sprechi, non di tasse.
E a Torino si danno servizi che valgono 222 milioni annui al costo di 140 milioni annui. Quindi che c'entrano le tasse?
:o
 
anche i santoni sbagliano, si confondono o dicono bugie ..ma gli adepti non possono ammetterlo altrimenti il loro credo vacilla..e allora sono costretti a ..:specchio::specchio::specchio::D
 
anche un'azienda può indebitarsi...bisogna anche vedere come e perché..

.ci sono debiti e debiti..e a Torino con Chiamparino si sono investiti soldi in strutture e servizi che sono rimasti : per ospitare le Olimpiadi, che hanno trasformato la città moltissimo e in meglio, incentivando il turismo..poi è stata costruita la metropolitana..ed altro ancora..


a Parma, prima di Pizzarotti, altra storia...molti soldi sono stati sprecati per consulenze ..opere inutili...e così via..


..bisogna saper distinguere le situazioni e non affastellare ..
 
A Parma le tasse sono più alte che a Torino. Vatti a leggere i bilanci.

Comunque sull'articolo del sole 24ore si parla di tagli agli sprechi, non di tasse.
E a Torino si danno servizi che valgono 222 milioni annui al costo di 140 milioni annui. Quindi che c'entrano le tasse?
:o

Và bene continuate a raccontarvi oo da soli tanto siete voi che vi rendete ridicoli.
 
anche un'azienda può indebitarsi...bisogna anche vedere come e perché..

.ci sono debiti e debiti..e a Torino con Chiamparino si sono investiti soldi in strutture e servizi che sono rimasti : per ospitare le Olimpiadi, che hanno trasformato la città moltissimo e in meglio, incentivando il turismo..poi è stata costruita la metropolitana..ed altro ancora..


a Parma, prima di Pizzarotti, altra storia...molti soldi sono stati sprecati per consulenze ..opere inutili...e così via..


..bisogna saper distinguere le situazioni e non affastellare ..

non distinguere è lo sport preferito dai grillini, finché saranno loro a non essere distinti, ma anche allora non capiranno, saliranno sul prossimo cavallo delle stupidaggini continue.
 
Indietro