partiamo x i 6?2°lotto

riprese 5.625:gli altri petroliferi sono forti e poi questa viene da prezzi piu' piu' alti
 
fabri69 ha scritto:
riprese 5.625:gli altri petroliferi sono forti e poi questa viene da prezzi piu' piu' alti


vai FABRI se ci sei dentro tu allora è una garanzia, manca solo PAT

OK! OK!
 
oggi ho superato i maestri, uscito a 5,745 5,755 e rientrato a 5,655 e 5,62


più varie tradate nel mezzo

:clap: :clap: :clap: :clap:

me li faccio da solo

OK! OK!
 
robinud ha scritto:
oggi ho superato i maestri, uscito a 5,745 5,755 e rientrato a 5,655 e 5,62


più varie tradate nel mezzo

:clap: :clap: :clap: :clap:

me li faccio da solo

OK! OK!

il maestro su tfi sei tu! :D
io oggi ho chiuso il long stamattina in asta e ne ho riprese .625 e .64
5000 in tutto che tengo per domani...speriamo bene :)
 
allora ragazzi sembra che il dottore vi abbia prescritto di comprare ogni giorno azioni Tfi:D
bene x Robin finalmente è venuto fuori un bel colpetto:cool:
io ero long da 5,01 prese due settimane fà e vendute ieri....poi ieri riprese sulla chiusura gap e vendute oggi in apertura....ma nn mi piace operare x pochi cents troppo impegnativo x mè:yes:
spero nei prossimi giorni di centrare nuovamente il bottom;)
 
petroliferi in America in gran salita... ;)
 
fabri69 ha scritto:
petroliferi in America in gran salita... ;)
Domani potrebbero partire in gap i titoli del settore... :eek:
 
La settimana del 20-26 marzo rappresentera’ l’inizio di una crisi politica che potrebbe sfociare in una crisi economica e finanziaria simile al 1929. Motivi: la borsa petrolifera di Teheran in euro e l'abolizione della M3 da parte della Fed......................................................non tutti l'avevano capita :D incomincia avverarsi :cool:
 

Allegati

  • fssponmxxxx.png
    fssponmxxxx.png
    21,6 KB · Visite: 88
mariopix ha scritto:
La settimana del 20-26 marzo rappresentera’ l’inizio di una crisi politica che potrebbe sfociare in una crisi economica e finanziaria simile al 1929. Motivi: la borsa petrolifera di Teheran in euro e l'abolizione della M3 da parte della Fed......................................................non tutti l'avevano capita :D incomincia avverarsi :cool:
ma che kakkio stai blaterando? :censored:
 
TENJARIS negli usa +3%

domani facciamo volare TFI per favore... comprate a piene mani...

buonanotte a tutti

:bow: :bow: :bow:
 
mariopix ha scritto:
La settimana del 20-26 marzo rappresentera’ l’inizio di una crisi politica che potrebbe sfociare in una crisi economica e finanziaria simile al 1929. Motivi: la borsa petrolifera di Teheran in euro e l'abolizione della M3 da parte della Fed......................................................non tutti l'avevano capita :D incomincia avverarsi :cool:

Se davvero dovesse sfociare in crisi sono kakki per tutti:rolleyes:
Nonostante il petrolio che sale nn vedo grande euforia nelle preaperture:cool:
 
buongiorno :D ..............................quella è notizia che ci fa intendere che l'attenzione è sempre sui petroliferi...........................gli effetti non sono immmediati
 
si rivede un buon denaro per ora............:cool:
 
ottimo denaro in apertura !!!

5,77 +2,02 :clap: :clap: :clap:
 
apertura a .77 con +di 36000 pezzi scambiati e massimo .78...ci puo' tornare sui massimi..prese altre
 
ricominciano con i muri in denaro:confused:
 
RIPORTO IL GIUDIZIO SUL SETTORE OIL SEGNALATO DA UNA NOTA SIM SU WEB:

SETTORE PETROLIFERO –L’Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) ha ieri rivisto al ribasso la crescita della domanda mondiale di greggio per il 2006 dal 2,1% al 1,8%. Con qualche sorpresa per chi ormai si è abituato a credere che la domanda di petrolio possa solo aumentare.

Il ribasso è principalmente dovuto ad una revisione di alcuni Paesi del sud est asiatico (Indonesia, Vietnam, Thailandia, Malaysia) dove l’eliminazione dei sussidi sui prezzi dei prodotti si sta traducendo in un calo della domanda. Invariate invece le stime di offerta. Contestualmente il presidente dell’OPEC ha dichiarato che il Cartello punta a mantenere i prezzi del greggio Wti in un range compreso tra i 55-65 dollari al barile.
Nonostante le indicazioni non certo positive per il settore il prezzo del petrolio non si sono mosse più di tanto. Oggi le quotazioni sono a 62 dollari per il Wti e a 64 dollari per il brent.

Ribadiamo la nostra visione positiva sul settore, in particolare per le aziende che operano nelle infrastrutture: Saipem (piattaforme), Socotherm e Tenaris (tubi). Positivi su Eni per le ipotesi di corporate action (voci di interesse di Total) e per il dividendo (rend. 4,7%). Più prudenti per Erg (raffinazione) in vista della prossima quotazione di Api e Saras e della contrazione dei margini di raffinazione. Stamattina Credit Suisse ha avviato la copertura (meglio tardi che mai dopo che il titolo ha quadruplicato le quotazioni in due anni) con un giudizio outperform …
 
a .705 fatto un altro ingresso....viene dai .77 dell'apertura
 
a 5,69 nè ho prese 666 tanto per ricominciare.....
 
sempre flat.....................................
 
Indietro