Pensavo...

aybyx

UGO
Registrato
12/3/00
Messaggi
246
Punti reazioni
40
E' più facile amare e donarsi totalmente a qualcuno, o farsi amare totalmente e riuscire a non lasciarsi andare mai? E' più facile fuggire dalle emozioni per paura che ci travolgano, o lasciarsi tranquillamente travolgere, rischiando di sconvolgere la propria esistenza e quella di chi ci sta vicino? E' più facile ascoltare se stessi o lasciarsi influenzare dal mondo e dal nostro passato e convincersi che quel che stiamo facendo è sbagliato? E' più facile ammirare il sole che sorge di nuovo al di là dell'orizzonte, col rischio che i suoi raggi ci brucino, o aspettare tranquillamente il tramonto quando il sole si nasconde impaurito dal mondo e dai suoi fantasmi e non ha più né voglia né forza di farci del male? Io la mia risposta l'ho trovata...era dentro di me...
 
Tutte le risposte sono dentro di noi.

Il problema é avere il coraggio di cercarle.
 
Scritto da Helix
Tutte le risposte sono dentro di noi.

Il problema é avere il coraggio di cercarle.


oppure cercare il coraggio nel problema!:)
 
Certe risposte le ho trovate, altre non ancora.
 
Scritto da Helix
Tutte le risposte sono dentro di noi.

Il problema é avere il coraggio di cercarle.

Helix, per favore, vuoi usare l'accortezza di metterle alla fine di un thread le tue massime catartiche universali?
Se le metti alla prima risposta, è già bello che finito

Grazie

(scusate, ho posto un problema di metodo)
 
Scritto da aybyx
E' più facile amare e donarsi totalmente a qualcuno, o farsi amare totalmente e riuscire a non lasciarsi andare mai? E' più facile fuggire dalle emozioni per paura che ci travolgano, o lasciarsi tranquillamente travolgere, rischiando di sconvolgere la propria esistenza e quella di chi ci sta vicino? E' più facile ascoltare se stessi o lasciarsi influenzare dal mondo e dal nostro passato e convincersi che quel che stiamo facendo è sbagliato? E' più facile ammirare il sole che sorge di nuovo al di là dell'orizzonte, col rischio che i suoi raggi ci brucino, o aspettare tranquillamente il tramonto quando il sole si nasconde impaurito dal mondo e dai suoi fantasmi e non ha più né voglia né forza di farci del male? Io la mia risposta l'ho trovata...era dentro di me...

Non credo sia una questione di facile o difficile. Ogni domanda che ti sei posto ha una risposta che diventa facile o difficile da accettare a seconda delle circostanze. Sono le circostanze, i fattori esterni che influenzano e determinano le nostre scelte.
Dovrebbe essere naturale e "fisiologico" scegliere ciò che ci rende felici, sempre. La nostra anima, il nostro cuore, la nostra mente mira a questo. Spesso, però, si fanno scelte "facili" per accontentare tutto il mondo tranne noi stessi. Il difficile, poi, sta nel fare accettare queste scelte (di comodo???) alla nostra anima, al nostro cuore, alla nostra mente.
E non serve trovare le risposte dentro se stessi se poi restano solo pensieri, o addirittura se si è scelto il contrario di ciò che realmente si desiderava. Già, io credo che la cosa veramente difficile, la vera prova di coraggio, è ascoltarsi e passare dal pensiero all'azione.
A volte si pensa (e basta) tutta la vita, sprecando tempo prezioso, per poi trovarsi al tramonto senza più sogni e con molti rimpianti. Io spero di non averne molti (di rimpianti) quando guarderò il cielo farsi rosso... non potrei perdonarmelo.

Dulcinea :)
 
Ultima modifica:
È forte questa Dulcinea,vero?

Ciao Dulcinea, io mi chiamo Miguel.
 
Scritto da Miguel
È forte questa Dulcinea,vero?


Sì, ma ha ucciso il thread

Chi ha il coraggio di accostare le proprie parole alle sue?

Volevo intervenire, è diventato inutile (chi me l'avrebbe detto, poco tempo fa, che in un sito di finanza....)


:)
 
Scritto da Sex
Sì, ma ha ucciso il thread

Chi ha il coraggio di accostare le proprie parole alle sue?

Volevo intervenire, è diventato inutile (chi me l'avrebbe detto, poco tempo fa, che in un sito di finanza....)


:)

ma ci provi proprio con tutte.E' uno spettacolo imbarazzante.
 
Scritto da watson
ma ci provi proprio con tutte.E' uno spettacolo imbarazzante.

no, è un semplice fatto statistico
 
Re: Re: Pensavo...

Scritto da Dulcinea
[B...Già, io credo che la cosa veramente difficile, la vera prova di coraggio, è ascoltarsi e passare dal pensiero all'azione...

Dulcinea :) [/B]

Condivido molto quello che hai scritto ma questa frase è, a mio avviso, la linea di demarcazione, il confine tra "vivere" la vita e sopravviverle.
Il sapersi mettere in discussione, sempre e comunque, ogni volta che avvertiamo che qualcosa non ci soddisfa è la più grande conquista alla quale si possa mirare.
Avere il coraggio di rinunciare alle poche o molte certezze acquisite, magari faticosamente, solo per seguire quell'unico dogma che dovremmo avere: ritenere inaccettabile ogni compromesso con la nostra coscienza.
 
Re: Re: Re: Pensavo...

Scritto da ~Qohèlet~
Condivido molto quello che hai scritto ma questa frase è, a mio avviso, la linea di demarcazione, il confine tra "vivere" la vita e sopravviverle.
Il sapersi mettere in discussione, sempre e comunque, ogni volta che avvertiamo che qualcosa non ci soddisfa è la più grande conquista alla quale si possa mirare.
Avere il coraggio di rinunciare alle poche o molte certezze acquisite, magari faticosamente, solo per seguire quell'unico dogma che dovremmo avere: ritenere inaccettabile ogni compromesso con la nostra coscienza.


Sì, proprio così... :)

Chissà perchè adesso mi torna alla mente questa frase, incastonata in una canzone del film (stupendo) Moulin Rouge:
"La cosa più grande che tu possa imparare è amare e lasciarti amare."
Già, chissà... forse perchè le scelte sarebbero sempre in sintonia con il nostro sentire, senza quest'assurda... paura di amare.



p.s. ciao Miguel, Sex e Watson (in rigoroso ordine di apparizione) :)
 
(Ho aspettato che lo facesse lui..........)


Ciao Dulcinea

:)
 
Scritto da MissKim
E' più facile far male a se stessi o ai propri figli?

"Contemporaneamente a entrambi" é molto più facile di quanto si pensi.
 
Indietro