Pensione Opzione Uomo

andrea64

Nuovo Utente
Registrato
10/2/06
Messaggi
13.028
Punti reazioni
192
Brava la Meloni che ha pensato a opzione uomo.Ci sarebbe la possibilità di andare in pensione tutta con il metodo contributivo con 35 anni di contributi a partire dai 58 anni.Sarebbe una decisione saggia che non inciderebbe sui conti pubblici in quanto si potrebbe andare in pensione in base solo ai contributi versati con penalizzazioni in base all'età della pensione.La Meloni dimostra di avere buone idee.
 

beowulf56

Nuovo Utente
Registrato
24/1/21
Messaggi
1.056
Punti reazioni
66
Brava la Meloni che ha pensato a opzione uomo.Ci sarebbe la possibilità di andare in pensione tutta con il metodo contributivo con 35 anni di contributi a partire dai 58 anni.Sarebbe una decisione saggia che non inciderebbe sui conti pubblici in quanto si potrebbe andare in pensione in base solo ai contributi versati con penalizzazioni in base all'età della pensione.La Meloni dimostra di avere buone idee.

Se “opzione uomo” sarà uguale all’attuale “opzione donna” la vera penalizzazione sarà per chi è nel sistema misto e vedrà gli anni attualmente calcolati nel “retributivo” trasformati nel “contributivo”. E’ ovvio che meno anni si hanno nel retributivo e meno impattante sarà tale scelta. Per quanto riguarda l’età della pensione è chiaro che se vai a 58 anni i coefficienti INPS di trasformazione del montante sono inferiori a quelli relativi a 67 anni ma non è una penalizzazione nel senso stretto del termine (ci mancherebbe che fossero uguali) così come i minori anni di contribuzione (35) rispetto ai 42 anni e 10 mesi attualmente previsti.
 

andrea64

Nuovo Utente
Registrato
10/2/06
Messaggi
13.028
Punti reazioni
192
Se “opzione uomo” sarà uguale all’attuale “opzione donna” la vera penalizzazione sarà per chi è nel sistema misto e vedrà gli anni attualmente calcolati nel “retributivo” trasformati nel “contributivo”. E’ ovvio che meno anni si hanno nel retributivo e meno impattante sarà tale scelta. Per quanto riguarda l’età della pensione è chiaro che se vai a 58 anni i coefficienti INPS di trasformazione del montante sono inferiori a quelli relativi a 67 anni ma non è una penalizzazione nel senso stretto del termine (ci mancherebbe che fossero uguali) così come i minori anni di contribuzione (35) rispetto ai 42 anni e 10 mesi attualmente previsti.
Mi sembra giusto che chi va in pensione a 58 anni prenda meno rispetto a 67.La Meloni ha il pregio di potere fare una vera flessibilità sull'età pensionistica senza incidere sui conti dello stato visto che con opzione uomo il calcolo viene fatto in base ai contributi fatti.
Dopo sta alla libera scelta individuale se continuare a lavorare o usufruire di questa opzione.Brava la Meloni se riuscirà a fare questo.
 

beowulf56

Nuovo Utente
Registrato
24/1/21
Messaggi
1.056
Punti reazioni
66
Mi sembra giusto che chi va in pensione a 58 anni prenda meno rispetto a 67.La Meloni ha il pregio di potere fare una vera flessibilità sull'età pensionistica senza incidere sui conti dello stato visto che con opzione uomo il calcolo viene fatto in base ai contributi fatti.
Dopo sta alla libera scelta individuale se continuare a lavorare o usufruire di questa opzione.Brava la Meloni se riuscirà a fare questo.

Ad essere onesti è la stessa cosa che ha sempre sostenuto Draghi alle varie richieste di quota 41, sindacati ecc ecc. Volete flessibilità in uscita? Va bene ma solo con il contributivo. Ma non vorrei andare OT.
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.149
Punti reazioni
469
Brava la Meloni che ha pensato a opzione uomo.Ci sarebbe la possibilità pensione tutta con il metodo contributivo con 35 anni di contributi a partire dai 58 anni.Sarebbe una decisione saggia che non inciderebbe sui conti pubblici in quanto si potrebbe andare in pensione in base solo ai contributi versati con penalizzazioni in base all'età della pensione.La Meloni dimostra di avere buone idee.

Sarà brava quando spiegherà da dove prendera' i soldi per pensiona re gli italiani a 58 anni, superando a sinistra le intese governo sindacati che ponevano una base di discussione a 64 anni ....
 
Ultima modifica:

Riccardo.M

Nuovo Utente
Registrato
15/11/16
Messaggi
2.998
Punti reazioni
110
Brava la Meloni che ha pensato a opzione uomo.Ci sarebbe la possibilità di andare in pensione tutta con il metodo contributivo con 35 anni di contributi a partire dai 58 anni.Sarebbe una decisione saggia che non inciderebbe sui conti pubblici in quanto si potrebbe andare in pensione in base solo ai contributi versati con penalizzazioni in base all'età della pensione.La Meloni dimostra di avere buone idee.

Il problema è che i contributi versati sono già stati spesi per coloro che sono andati in pensione negli anni passati.

Quindi la Meloni dovrebbe ricorrere a nuovo debito pubblico.

Secondo me non lo farà mai.

Lo stesso dicasi per la flat tax, per il taglio delle accise, e per tutte le altre promesse in stile Cetto La Qualunque.
 

ciccino53

Nuovo Utente
Registrato
19/11/11
Messaggi
1.434
Punti reazioni
70
Solo una precisazione, gli attuali anni di versamenti richiesti pari a 42 e 10 mesi, agli effetti del calcolo della pensione sono considerati 40, 2 anni e 10 mesi sono regalati all’INPS.
Parlare di retributivo con sistema pensionistico a ripartizione, cioè senza soldi nelle casse dell’INPS, e’ abbastanza superficiale.
Purtroppo abbiamo visto che l’unico modo per non collassare il sistema e’ prolungare l’età lavorativa, in modo da avere meno pensionati ed una platea di lavoratori più grande, tutte le altre cose che si dicono sono solo per motivi elettorale.
 

andrea64

Nuovo Utente
Registrato
10/2/06
Messaggi
13.028
Punti reazioni
192
Sarà brava quando spiegherà da dove prendera' i soldi per pensiona re gli italiani a 58 anni, superando a sinistra le intese governo sindacati che ponevano una base di discussione a 64 anni ....
Se fosse cosi' allora perchè non toglie opzione donna?Opzione uomo è parificare uomo e donna altrimenti perchè lasciare opzione donna?
 

donsalieri

Rentier in progress
Registrato
13/9/12
Messaggi
3.174
Punti reazioni
202
Cominciamo a ricalcolare tutte le pensioni in essere e future con il sistema contributivo poi il resto verrà da sè.
 

ciccino53

Nuovo Utente
Registrato
19/11/11
Messaggi
1.434
Punti reazioni
70
Potrebbe andare bene, ma…
Ma in Italia siamo penalizzati dal coefficiente di trasformazione che da noi per esempio a 67 anni e’ del 5,575 mentre in altri stati piu’ alto
Poi con il solo contributivo sarebbe fare vincere facilmente il banco, cioè l’INPS: intendo dire che uno prenderebbe la pensione in base alla rivalutazione di quanto versato, ma la rimanenza in caso di premorienza a che va? Rimane all’INPS? allora non e’ piu’ una pensione ma un semplice disinvestimento del montante contributivo e la rimanenza dovrebbe andare agli eredi…
Proprio ieri e’ mancato un mio coetaneo, non sposato e senza figli. Ha percepito 4 anni di pensione, un po’ contributiva un po’ retributiva, INPS va a mille….
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.149
Punti reazioni
469
Se fosse cosi' allora perchè non toglie opzione donna?Opzione uomo è parificare uomo e donna altrimenti perchè lasciare opzione donna?

Infatti opzione donna, Ape, e quota 102, verra ' tolta .
 

andrea64

Nuovo Utente
Registrato
10/2/06
Messaggi
13.028
Punti reazioni
192
Infatti opzione donna, Ape, e quota 102, verra ' tolta .
E cosa faranno secondo te per aumentare la flessibilità in uscita?La proposta Tridico e questa della Meloni potrebbero andare bene ma non so se i sindacati siano d'accordo
 

rothangpass

Nuovo Utente
Registrato
8/4/13
Messaggi
1.467
Punti reazioni
140
E cosa faranno secondo te per aumentare la flessibilità in uscita?La proposta Tridico e questa della Meloni potrebbero andare bene ma non so se i sindacati siano d'accordo

I sindacati odiano la flessibilità in generale in quanto amplia l'area nella quale si muovono le scelte individuali e di conseguenza diminuisce quella delle scelte collettive, quelle dalle quali deriva il loro potere
 

pupitola

Nuovo Utente
Registrato
14/1/19
Messaggi
288
Punti reazioni
24
I sindacati odiano la flessibilità in generale in quanto amplia l'area nella quale si muovono le scelte individuali e di conseguenza diminuisce quella delle scelte collettive, quelle dalle quali deriva il loro potere

Esattamente, non fosse altro perchè la scelta individuale la fai tu mentre la scelta collettiva la fanno loro per tutti.
 

andrea64

Nuovo Utente
Registrato
10/2/06
Messaggi
13.028
Punti reazioni
192
Leggo adesso che la proposta della Meloni ha il via libera anche di Tridico dicendo che si era orientati a questo anche con il governo Draghi.Se l'Inps da via libera allora si puo' fare visto che calcolando tutto con il sistema contributivo non peserebbe sulle casse dello Stato che forse anche ci guadagnerebbe risparmiando sulla parte del sistema misto di chi opta per tutto contributivo.Purtroppo si mette di mezzo Landini e la CGIL a bloccare tutto dicendo che con opzione Uomo si avrà una pensione ridotta del 30%.
Però Landini non capisce che non c'e' nessun obbligo di andare in pensione a 58 anni ma come dice c'è solo l'opzione di andarci con una pensione ridotta.Se uno vuole la pensione piu' alta puo' continuare a lavorare.Ma Landini fa l'interesse dei lavoratori o di qualcun altro?
 
Ultima modifica:

gioviale56

Nuovo Utente
Registrato
10/1/06
Messaggi
16.737
Punti reazioni
366
Brava la Meloni che ha pensato a opzione uomo.Ci sarebbe la possibilità di andare in pensione tutta con il metodo contributivo con 35 anni di contributi a partire dai 58 anni.Sarebbe una decisione saggia che non inciderebbe sui conti pubblici in quanto si potrebbe andare in pensione in base solo ai contributi versati con penalizzazioni in base all'età della pensione.La Meloni dimostra di avere buone idee.


In teoria dovrebbe essere già cosi , visto la parità uomo-donna che cosi tanto sbandierano . Però l'opzione donna è stata un flop , poche ne hanno approfittato . Ora vedremo se sarà approvata cosa faranno gli uomini.
 

andrea64

Nuovo Utente
Registrato
10/2/06
Messaggi
13.028
Punti reazioni
192
In teoria dovrebbe essere già cosi , visto la parità uomo-donna che cosi tanto sbandierano . Però l'opzione donna è stata un flop , poche ne hanno approfittato . Ora vedremo se sarà approvata cosa faranno gli uomini.
Opzione donna è stata scelta dal 25% non certo un flop perchè è su base volontaria come sarebbe anche opzione uomo.
 

gioviale56

Nuovo Utente
Registrato
10/1/06
Messaggi
16.737
Punti reazioni
366
Leggo adesso che la proposta della Meloni ha il via libera anche di Tridico dicendo che si era orientati a questo anche con il governo Draghi.Se l'Inps da via libera allora si puo' fare visto che calcolando tutto con il sistema contributivo non peserebbe sulle casse dello Stato che forse anche ci guadagnerebbe risparmiando sulla parte del sistema misto di chi opta per tutto contributivo.Purtroppo si mette di mezzo Landini e la CGIL a bloccare tutto dicendo che con opzione Uomo si avrà una pensione ridotta del 30%.
Però Landini non capisce che non c'e' nessun obbligo di andare in pensione a 58 anni ma come dice c'è solo l'opzione di andarci con una pensione ridotta.Se uno vuole la pensione piu' alta puo' continuare a lavorare.Ma Landini fa l'interesse dei lavoratori o di qualcun altro?


Landini è il nemico numero uno dei lavoratori.