Per gli scottati FINPART

inesp

Fà Ballà L'Oeuc
Registrato
16/1/04
Messaggi
2.146
Punti reazioni
75
AFFARI SPORCHI
Insider trading: Facchinetti paga poco
Quattro anni non sono pochi, però, anche se in ritardo, un po' di giustizia è arrivata: due giorni fa Gianluigi Facchini, ex presidente del consiglio di amministrazione e azionista di riferimento di Finpart ha patteggiato tre mesi di reclusione e pagherà una sanzione di 12 mila euro per insider trading. Il 26 ottobre la Finpart è fallita e ora si cerca di aggiustare i cocci. Ma non è facile: nel frattempo le norme sul fallimento sono state modificate e le il termine per le azioni revocatorie è diminuito da due a un anno.
Le indagini su Facchini erano iniziate nel marzo del 2002 con una denuncia del collegio sindacale e, come è stato accertato dai giudici, Facchini aveva utilizzate informazioni privilegiate, due mesi prima che fossero comunicate al mercato l'8 novembre 2001, per fare affarucci in borsa acquistando e rivendendo warrant (per i quali era stato deciso di prorogare di un anno i termini di conversione) relativi a un prestito obbligazionario Finpart 1998-2005.
Secondo il Tribunale di Milano «l'informazione sul posticipo era idonea a influenzare il prezzo dell'opzione in modo sensibile» e, di fatto, Facchini ne ha approfittato (facendo speculare anche la mamma) conseguendo «un profitto potenziale di 750 mila euro». Ovviamente l'ex presidente si è sempre proclamato innocente: l'ha fatto a fin di bene ha affermato: dopo l'11 settembre i titoli Finpart erano crollati e per evitare danni maggiori e sostenere le quotazioni, aveva sostenuto il titolo utilizzando le opzioni call sottostanti il warrant. I giudici non gli hanno creduto, ma utilizzando il patteggiamento se l'è cavata a buon mercato. Anche se ora dovrà affrontare un nuovo processo (assieme a Ubaldo Livolsi) per aggiotaggio.


finchè non ci saranno pene più severe chi lo prende in quel posto siamo
sempre solo noi... :wall:
 
Secondo il Tribunale di Milano «l'informazione sul posticipo era idonea a influenzare il prezzo dell'opzione in modo sensibile» e, di fatto, Facchini ne ha approfittato (facendo speculare anche la mamma) conseguendo «un profitto potenziale di 750 mila euro». Ovviamente l'ex presidente si è sempre proclamato innocente: l'ha fatto a fin di bene ha affermato

certo, a fin di bene per le sue tasche.
 
piu' rubano e meno stanno in galera !!!! e' una vergogna, 12000 euro di multa, che schifo !!!!!
 
Indietro