Perchè non rifacciamo il 3d sui libri da leggere

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

quiqueg ha scritto:
Suggerisco in generale una rilettura di "Grammatica per principianti - testo per le classi della scuola elementare". Secondo me ce n'e' un bisogno diffuso e generalizzato.


:yes:
 
calypso ha scritto:
L'ho appena finito di leggere; é stato uno dei libri più belli che abbia letto negli ultimi anni

OK!
mi fa piacere :) :)
 
Altro libro interessante
L'arroganza dell'impero- Michael Scheuer

Analista cia per 22 anni,e tra il 96 e il 99 a capo dell'Alec, la struttura che conduce la caccia ai leader di Al-Qaeda, ora dimessosi.
Sicuramente un libro brillante e scomodo, a volte pedante e analitico, come ci si aspetterebbe da un analista.
Il suo metodo è l'analisi di fatti verificabili.
Da qui la sua minuziosità e la sua logica stringente. Niente teorie, ma analisi di fatti.

Senza dilungarsi, per lui non si tratta di terrorismo ma di guerra, dichiarata da Bin Ladin nel 1996, predicendo un attacco agli Usa come poi è avvenuto, e che continua tuttora.

Il libro è del 2004, e mi ha colpito come sottolineasse come anche verso Hezbollah l'idea diffusa è che fossero solo terroristi: in realtà alla stregua di Al qaeda, si tratta di un vero esercito come si è dimostrato quest'estate quando ha tenuto in scacco l'esercito isrealiano.

Pungenti le critiche a george w. e al carrierismo diffuso nell'esercito, nel governo e nei servizi di sicurezza "In diciassette anni di riunioni con alti esponenti del governo non mi è mai capitato di sentir chiedere quale tra le iniziative sia la miglior a proteggere i cittadini americani, ma sempre ho sentito la domanda che ne dirà il Washington Post, la Cnn, ecc..."

E' altresì convinto che Bin Ladin colpirà di nuovo e in modo peggiore.

Comunque la si pensi, un libro a cui bisognerebbe dara un'occhiata.
 
"Cose di Cosa Nostra" di Giovanni Falcone.

Testo semplicissimo, lineare, efficace ed inquietante sul mondo della Mafia, raccontato con estrema chiarezza dal povero magistrato.
 
Adam Fawer

Improbable

Feltrinelli

OK!

un giallo scritto da un esordiente esperto di Statistica, ben fatto
 
bel 3d mi permetto di consigliare...
la scoperta del cielo di Harry Mulish (leggerezza, trama, originalità)

Camus: Caligola (il mio libro preferito)

Un giallo fuori dal tempo...120 rue del la gare di leo malet (reperibile con difficoltà)

Ho visto consigliare Simenon...se non volete il solito maigret: Ilviaggiatore del giorno dei morti.

Ciao!

(L'ombra del vento l'ho regalato più volte...non si sbaglia mai.)
 
Il trionfo dell'amicizia

AA.VV.

89289829183819381389839231983198^ ristampa

Amicizia editore
 
Wilbur Smith ... la trilogia egiziana...
da leggere non in ordine di pubblicazione ma:

1)Il Dio del fiume
2)Figli del Nilo
3)Il settimo papiro
 
quiqueg ha scritto:
Mann, "La montagna incantata"
OK!
duro ed affascinante e Bulgakov, "Il maestro e margherita" una favola fascinosa con più piani di lettura
 
"Il buon soldato Sc'veik" - Jaroslav Hasek

:clap:
 
Affori1nice ha scritto:
bel 3d mi permetto di consigliare...
la scoperta del cielo di Harry Mulish (leggerezza, trama, originalità)

Camus: Caligola (il mio libro preferito)

Un giallo fuori dal tempo...120 rue del la gare di leo malet (reperibile con difficoltà)

Ho visto consigliare Simenon...se non volete il solito maigret: Ilviaggiatore del giorno dei morti.

Ciao!

(L'ombra del vento l'ho regalato più volte...non si sbaglia mai.)

ollalà, monsier, :bow:

del grande leo malet ha mica letto la vita è uno schifo?
lo trovo imperdibile.

saluti.
 
kalach ha scritto:
ollalà, monsier, :bow:

del grande leo malet ha mica letto la vita è uno schifo?
lo trovo imperdibile.

saluti.

L'ho letto io, e confermo: un noir a cinque stelle, anche se la finezza di Simenon e' insuperabile :)
 
Mais non, je regraitte! :rolleyes:

L'ho cercato in passato ma era introvabile.

(Ho gettato tre esche vedo che una ha funzionato fin troppo bene)

Nel genere noir: Rififi di Auguste le Breton (il classico)
Un noir moderno e leggiadramente virile: L'assoluta perfezione del crimine, di Tanguy Viel.

Anche se di valore frazionario rispetto ai precedenti, lo aggiungo per il piacere di citare uno scrittore che narra fatti ambientati a due passi da casa mia: Gianni Biondillo Per cosa si uccide. (nella nostra tradizione noir da scherbanenko in poi). :)
 
Affori1nice ha scritto:
Mais non, je regraitte! :rolleyes:

L'ho cercato in passato ma era introvabile.

(Ho gettato tre esche vedo che una ha funzionato fin troppo bene)

Nel genere noir: Rififi di Auguste le Breton (il classico)
Un noir moderno e leggiadramente virile: L'assoluta perfezione del crimine, di Tanguy Viel.

Anche se di valore frazionario rispetto ai precedenti, lo aggiungo per il piacere di citare uno scrittore che narra fatti ambientati a due passi da casa mia: Gianni Biondillo Per cosa si uccide. (nella nostra tradizione noir da scherbanenko in poi). :)

Milanese... :)
Mi permetto di suggerire anch'io un paio di bravi giallisti italiani: uno delle mie parti, Valerio Varesi (bello e ben ambientato "Il fiume delle nebbie"), e il palermitano Santo Piazzese.
"La vita e' uno schifo" di Malet e' stato ripubblicato recentemente dall'editore Fazi
 
Ultima modifica:
quiqueg ha scritto:
Milanese... :)
Mi permetto di suggerire anch'io un paio di bravi giallisti italiani: uno delle mie parti, Valerio Varesi (bello e ben ambientato "Il fiume delle nebbie"), e il palermitano Santo Piazzese.
"La vita e' uno schifo" di Malet e' stato ripubblicato recentemente dall'editore Fazi

Grazie dell'informazione gentile amica, già che ci sono li cercherò tutti e tre.

E poichè in questo forum capita di rado un dialogo col gentil sesso, rilancio con un delizioso Arthur Schnitzler: Girotondo.

(l'ho letto tardi, forse fuori tempo, ma lo trovo splendido nella sua finta frivolezza) :)
 
Bè io ve lo dico. Poi vedete voi.
L'uomo senza qualità di Robert Musil

è forse l'unico libro che mi è capitato di leggere nel momento giusto.
mi ha dato un linguaggio, quando diciottenne non credevo e non sapevo che certi concetti, certe realtà, certe intuizioni, potessero venir espresse.

Oggi lo leggo diversamente, ma l'"azione parallela", certe figure femminili, e la stessa scrittura a tratti astratta, altre volte sensualissima sono parte della nostra cultura, anche se il libro non l'abbiamo letto. Degli archetipi, si dice.
Aggiungo che vale la lettura, a dispetto del titolo fuorviante.
 
Elogio del ****, Tinto Brass. :) gustosissimo, si consuma in una mezz'oretta molto piacevole :D
 
ma non si può scrivere cùlo? povera italia...
 
non ho la pazienza di guardare tutti i post per vedere se è già stato nominato , ma "La Trilogia del Cairo" di Nagib Mahfuz , superate le prime 80 pagine appena un pò faticose , è uno dei più grandi romanzi di tutti i tempi ,
forse il più grande romanzo della cultura mediterranea dopo l'Iliade e l'Odissea
 
Indietro