Perche' un giovane dovrebbe sottoscrivere una ltc?

Frengo85

Miao
Registrato
25/2/14
Messaggi
1.853
Punti reazioni
138
Senza entrare nel merito dei singoli prodotti,ho cercato solo l'età di ingresso minimka per ogni proposta:

. con il limite <40 ho trovato solo Allianz

Peraltro il rischio di queste polizze è quotabile dai 20 agli 80 anni.

Ma questo significa che, se dopo aver compilato in maniera veritiera il Questionario Medico, sottoscrivo una Polizza LTC e se dalle condizioni contrattuali si evince che:

A) Non esiste "l'Obbligo dell'Assicurato di Comunicare le eventuali Variazioni del proprio Stato di Salute"

B) La Durata è Annua con Tacito Rinnovo

Io sarò SEMPRE ASSICURABILE anche se con il passare del tempo, molto probabilmente le mie condizioni di salute potranno peggiorare?

Cosa ne pensate?

Attenzione che come per le temporanee caso morte, le Compagnie valutano lo stato di salute al momento della proposta. Nel tuo caso potrebbero: rifiutare la stipula, applicare un sovrapremio, escludere dalla copertura tutti gli effetti della patologia già nota.
 

sciupapc

Nuovo Utente
Registrato
14/11/07
Messaggi
81
Punti reazioni
3
Attenzione che come per le temporanee caso morte, le Compagnie valutano lo stato di salute al momento della proposta. Nel tuo caso potrebbero: rifiutare la stipula, applicare un sovrapremio, escludere dalla copertura tutti gli effetti della patologia già nota.

Forse mi sono spiegato male:
Se sono considerato assicurabile da parte della Compagnia, sottoscrivo la Polizza e la copertura inizia.
Una volta che la Copertura è attivata, se non esistono obblighi contrattuali di comunicare variazioni dello stato di salute, e se non è prevista una scadenza (durata annua con tacito rinnovo), ogni anno pagando il premio, potrò continuare ad esser coperto anche se, nel corso degli anni, le mie condizioni di salute saranno peggiori rispetto a quelle che avevo quando sottoscrissi la polizza.
In altre parole, una volta che sono stato considerato assicurabile all'inizio, in sede di sottoscrizione iniziale, se sussistono le caratteristiche sopra indicate (no obbligo comunicazioni, no scadenza), sarò SEMPRE ASSICURABILE.
È corretto il mio ragionamento?
 

Frengo85

Miao
Registrato
25/2/14
Messaggi
1.853
Punti reazioni
138
Esatto. Se la Compagnia accetta di assumere il rischio (è infatti fondamentale indicare in proposta il reale stato di salute), ciò che si verifica successivamente viene coperto dalla assicurazione.
Questo ovviamente quando il contratto non preveda l'obbligo di dichiarare variazioni sullo stato di salute
 

Gekko De Paperis

Nuovo Utente
Registrato
12/12/18
Messaggi
267
Punti reazioni
20
Il glaucoma congenito,va diagnosticato e curato per tempo,anche con interventi chirurgici.Difficilmente la patologia ti permetterà di sottoscrivere una LTC e di raggiungere livelli di non autosufficienza complessiva.Meglio confidare con l'Inps e con Fonte

Io sono in terapia da circa cinque anni, mia madre lo è anche lei da quando ne aveva quaranta come il sottoscritto, ma negli ultimi tre anni ha avuto un tracollo della situazione e le sono più bastati né le numerose terapie (colliri) né gli altrettanto numerosi e diversificati interventi chirurgici, avviandola verso un percorso di prossima non autosufficienza: io, al momento, non sono ancora per nulla grave, ma l'idea che possa anche io in futuro restare gravemente ipovedente e campare potenzialmente fino a quasi cent'anni (non del tutto improbabile, visti i miei nonni, di cui la nonna cieca, che hanno vissuto quasi un decennio a testa da non autosufficienti!), mi fa vedere positivamente la sottoscrizione ora di una LTC da affiancare a INPS (nella quale penso non si debba confidare troppo) ed a Fonte.

Quale vi sembra la più consigliabile? Generali o altre?
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.149
Punti reazioni
469
Io sono in terapia da circa cinque anni, mia madre lo è anche lei da quando ne aveva quaranta come il sottoscritto, ma negli ultimi tre anni ha avuto un tracollo della situazione e le sono più bastati né le numerose terapie (colliri) né gli altrettanto numerosi e diversificati interventi chirurgici, avviandola verso un percorso di prossima non autosufficienza: io, al momento, non sono ancora per nulla grave, ma l'idea che possa anche io in futuro restare gravemente ipovedente e campare potenzialmente fino a quasi cent'anni (non del tutto improbabile, visti i miei nonni, di cui la nonna cieca, che hanno vissuto quasi un decennio a testa da non autosufficienti!), mi fa vedere positivamente la sottoscrizione ora di una LTC da affiancare a INPS (nella quale penso non si debba confidare troppo) ed a Fonte.

Quale vi sembra la più consigliabile? Generali o altre?

Caro Gekko,cerca di capirmi cosi come io capisco il tuo problema.La tua patologia non ti da accesso alla LTC,ti indicavo l'inps,non a caso :

I soggetti riconosciuti affetti da cecita hanno diritto ad una serie di benefici, anche economici
 

Gekko De Paperis

Nuovo Utente
Registrato
12/12/18
Messaggi
267
Punti reazioni
20
Caro Gekko,cerca di capirmi cosi come io capisco il tuo problema.La tua patologia non ti da accesso alla LTC,ti indicavo l'inps,non a caso :

I soggetti riconosciuti affetti da cecita hanno diritto ad una serie di benefici, anche economici

Se ti spieghi meglio, forse ti capisco (beato te che mi avevi capito al volo: non posso dire lo stesso): i tuoi interventi, che leggo sempre con piacere anche riguardo a previdenza integrativa ed altro, sono spesso molto interessanti quanto altrettanto di "ostica" comprensione. :rolleyes:

Grazie per il link! :bow: Comunque leggo che l'INPS erogherebbe meno di € 300 mensili a condizione che il reddito annuo sia inferiore a circa € 17.000, quindi l'opportunità di poter usufruire di una LTC, se possibile, sarebbe assai consigliabile (con quel reddito, manco ci si può permettere una badante part-time, per non parlare del ricovero in qualche struttura).

Ovvio che se il fatto di essere già attualmente affetto dalla patologia, ancorché ad uno stadio iniziale, preclude la possibilità di adesione alla polizza LTC (così, almeno credo, stai cercando di farmi capire), mi devo spensierare e rivolgere altrove le mie pianificazioni di tutela previdenziale.

Peccato, grazie ancora! :)
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.149
Punti reazioni
469
Se ti spieghi meglio, forse ti capisco (beato te che mi avevi capito al volo: non posso dire lo stesso): i tuoi interventi, che leggo sempre con piacere anche riguardo a previdenza integrativa ed altro, sono spesso molto interessanti quanto altrettanto di "ostica" comprensione. :rolleyes:

Grazie per il link! :bow: Comunque leggo che l'INPS erogherebbe meno di € 300 mensili a condizione che il reddito annuo sia inferiore a circa € 17.000, quindi l'opportunità di poter usufruire di una LTC, se possibile, sarebbe assai consigliabile (con quel reddito, manco ci si può permettere una badante part-time, per non parlare del ricovero in qualche struttura).

Ovvio che se il fatto di essere già attualmente affetto dalla patologia, ancorché ad uno stadio iniziale, preclude la possibilità di adesione alla polizza LTC (così, almeno credo, stai cercando di farmi capire), mi devo spensierare e rivolgere altrove le mie pianificazioni di tutela previdenziale.

Peccato, grazie ancora! :)

Se leggi tutto e bene il link dice:

In aggiunta l’INPS nel 2018 eroga una “Indennità di Accompagnamento per ciechi assoluti” di Euro 930,99 mensili per 12 mensilità che è indipendente dal reddito (anche da lavoro che è permesso) ed è concessa anche ai minorenni (nel 2019 era 915,18, nel 2017 era 921,13).

Poi se ritieni ovvio essere inassicurabile con quella patologia,perchè insisti.

Conclusione,io ti auguro di star bene e campare almeno 100 anni,ma in caso di aggravamento potrai sempre contare:

. sulla inabilità inps e benefici aggiuntivi prima della pensione
. sulla ltc di Fonte intesa come rendita supplementare x sopravvenuta non autosufficienza al momento di scegliere il tipo di pensione.

Per questi motivi devi valutare se trascurare le toppe sui buchi contributivi saturando il Fonte.Ciao
.
 

Bardiel

Nuovo Utente
Registrato
12/2/19
Messaggi
151
Punti reazioni
13
Segnalo che anche la generali ltc è accessibile poco prima dei 40. 39 anni e 6 mesi.
È la prima scelta a mio avviso. Ma che voi sappiate il premio è fisso o uffici diversi possono fare preventivi diversi?
Sono solo in dubbio su quale polizza infortuni aggiungere.
Grazie
 

mander

Nuovo Utente
Registrato
4/2/15
Messaggi
21.149
Punti reazioni
469
Segnalo che anche la generali ltc è accessibile poco prima dei 40. 39 anni e 6 mesi.
È la prima scelta a mio avviso. Ma che voi sappiate il premio è fisso o uffici diversi possono fare preventivi diversi?
Sono solo in dubbio su quale polizza infortuni aggiungere.
Grazie

La ltc di Generali la sottoscrivi con una età di 29 anni e 6 mesi .La piatta forma è uguale e gli sconti li puoi ottenere acquistando altri prodotti x cross selling.
 

patako

Nuovo Utente
Registrato
7/6/22
Messaggi
155
Punti reazioni
18
La ltc di Generali la sottoscrivi con una età di 29 anni e 6 mesi .La piatta forma è uguale e gli sconti li puoi ottenere acquistando altri prodotti x cross selling.

sottoscrivendo una ltc con lo "sconto" si ha diritto alla possibilita' di recedere dalla polizza anche dopo 1 anno ( legge Bersani) oppure queste considerazioni non valgono per le ltc o dread disease?