Perdite su derivati e warrant

marcotrader

Nuovo Utente
Registrato
23/11/01
Messaggi
237
Punti reazioni
2
La normativa Consob prevede, a tutela del risparmiatore, che quest'ultimo dichiari l'importo dei mezzi costituiti a titolo di provvista e garanzia per l'esecuzione di operazioni in derivati e warrant. Tale importo, il capitale di riferimento, è rilevante per la comunicazione che l'intermediario deve fornire al cliente in caso di perdite superiori al 50% dell'importo dichiarato.

Per la determinazione del capitale di riferimento esistono due opzioni:
- il cliente lo dichiara all'apertura del contratto, o successivamente con comunicazione scritta; in questo caso l'intermediario non può consentire investimenti in derivati e warrant che superino l'importo dichiarato;
- l'intermediario determina il capitale a seguito di ogni versamento o prelievo dal conto tecnico per l'operatività in tali strumenti; in questo caso però l'intermediario deve prontamente avvisare il cliente che il capitale è cambiato ed informarlo del nuovo importo.

In entrambi i casi l'intermediario deve "ricordarsi" delle perdite accumulate e una volta che queste hanno superato il 50% del capitale di riferimento deve inviare la comunicazione al cliente.

In teoria se l'intermediario non invia la comunicazione dell'importo del capitale di riferimento (nel caso adotti il secondo metodo di determinazione) o se non invia la comunicazione della perdita, il cliente potrebbe fare reclamo ed ottenere risarcimento delle somme perse.

Vi chiedo:
- vi risulta che qualche intermediario effettui queste comunicazioni?
- vi risulta che qualche intermediario blocchi l'operatività in derivati e warrant perchè superiore all'importo dichiarato (in caso sia dichiarato all'apertura del contratto)?
- ritenete realistica la possibilità di effettuare un reclamo in caso di perdite superiori al 50%, non comunicate dall'intermediario?

ciao
 
Scritto da marcotrader
-1)vi risulta che qualche intermediario effettui queste comunicazioni?
-2)vi risulta che qualche intermediario blocchi l'operatività in derivati e warrant perchè superiore all'importo dichiarato (in caso sia dichiarato all'apertura del contratto)?
-3) ritenete realistica la possibilità di effettuare un reclamo in caso di perdite superiori al 50%, non comunicate dall'intermediario?

1) Certamente gli intermediari effettuano le comunicazioni: se non lo fanno vanno incontro a sanzioni ed anche a possibili richieste di risarcimento (vedi punto 3).

2) Idem.
 
Il punto è che non ho mai visto un intermediario che avesse il software per fare i controlli.
Nè tantomeno ho mai visto un intermediario inviare comunicazioni su perdite derivati.

Considerati i bagni di sangue sui covered mi chiedevo se qualcuno (clienti, intermediari) avesse mai preso in considerazione la disposizione consob.
 
Indietro