Philip Morris International & Tobacco Companies

Seven Of Nine

Risk/Reward
Registrato
12/6/07
Messaggi
8.249
Punti reazioni
441
Salve a tutti:)

Il recente terremoto finanziario ha reso quasi impossibile la previsione dei possibili risultati della stragrande maggioranza dei titoli di tutti gli indici.
Anche le agro, materials e oil companies che avevano tirato la prima parte del 2008 non resistono alla recessione. Molte società hanno lanciato profit warning e quasi nessun settore sembra scampare alla crisi.
E' per questo che da qualche giorno mi sono tuffato nel mondo del tabacco, domanda pressochè anaelastica e ottimi ritorni per gli investitori durante il tempo. Ispirato anche dal film "Thank you for smoking" qui c'è uno spezzone in inglese http://www.youtube.com/watch?v=4HC3xwlfcFM, ma vi consiglio di vederlo intero in italiano. Il settore è in consolidamento e fra le majors troviamo Altria, Reynolds American, Philip Morris International, British American Tobacco, Imperial Tobacco e Japan Tobacco.
Di importanza vitale la forza del Brand nel Business, tema caro ai fondamentalisti anche se spesso il brand viene commercializzato da diverse società in stati diversi come succede a Marlboro, diritti di Altria negli USA e di Philip Morris nel resto del mondo.
Piano piano vedrò di riempire il thread con le informazioni raccolte: tutti i consigli, gli interventi, gli appunti, le opinioni sono ben accette.

Non fumate che fa male!! Io non fumo, non fate i fagiani!!
 

nemo17

Enjoy the Silence
Registrato
20/2/00
Messaggi
7.211
Punti reazioni
332
Bè il settore è interessantissimo.
Tra l'altro di recente Altria ha separato il brand Philiph Morris quotandolo giusto ?
I flussi di cassa sono impressionanti e costanti ma continuano le forti pressioni delle campagne no smoking con aumenti di prezzi, divieti ,ecc.
 

Seven Of Nine

Risk/Reward
Registrato
12/6/07
Messaggi
8.249
Punti reazioni
441
Bè il settore è interessantissimo.
Tra l'altro di recente Altria ha separato il brand Philiph Morris quotandolo giusto ?

Esatto.
C'è stato lo spin-off; Altria ha mantenuto i diritti di distribuzione in USA delle Marlboro, divisione PM USA. Tutte le operazioni internazionali sono ora della nuova società Philip Morris International che recentemente ha acquisito Rothmans, compagnia di tabacco canadese.
Altria nello specifico è composta da PM USA, John Middleton (nel settore sigari e pipe), Philip Morris Capital Corporation (piccola investment company) oltre a una partecipazione del 28,5% in Sab Miller (numerosi brand birra fra i quali Peroni).
Come hai detto tu ci sono forti pressioni e generalmente nei paesi più sviluppati il consumo di tabacco sembra in diminuizione (in volumi), per diversificare il business Altria sta acquisendo UST, anche se l'acquisizione pare rimandata al 2009. Altria offre un bel dividendo, ma sono più orientato su PM International perchè credo abbia prospettive di crescita migliori.

Ecco i riferimenti dei principali players:

Altria: http://www.altria.com/about_altria/1_0_aboutaltriaover.asp
Philip Morris International: http://investors.philipmorrisinternational.com/phoenix.zhtml?c=146476&p=irol-irhome
British American Tobacco: http://www.bat.com/servlet/SPMerge?...AA?opendocument&SKN=1&TMP=1$paramSRV#
Imperial Tobacco: http://www.imperial-tobacco.com/
Reynolds American: http://www.reynoldsamerican.com/
Japan Tobacco: http://www.jti.com/
 

asqueldaz

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
19/2/08
Messaggi
20.659
Punti reazioni
255
Le azioni del settore tabacco dovrebbero essere difensive quando si entra in recessione.
Ma oggi anche PM (Nyse: philip Morris) è scesa piutoosto pesantemente, dopo avere retto meglio dell' S&P500 per alcuni mesi,
 

Allegati

  • philipMorris_PM_int-basic.gif
    philipMorris_PM_int-basic.gif
    9,2 KB · Visite: 1.571

Seven Of Nine

Risk/Reward
Registrato
12/6/07
Messaggi
8.249
Punti reazioni
441
Le azioni del settore tabacco dovrebbero essere difensive quando si entra in recessione.
Ma oggi anche PM (Nyse: philip Morris) è scesa piutoosto pesantemente, dopo avere retto meglio dell' S&P500 per alcuni mesi,

Spero possano crearsi occasioni di acquisto, ancora devo approfondire, ma la tengo in watch! ;)
 

Capirex85

Nuovo Utente
Registrato
22/4/07
Messaggi
1.008
Punti reazioni
67
Dubito che la giornata di oggi faccia molto testo.

Oggi vendevano tutto e di più anche titoli che di solito in queste giornate si difendono benone come Coca Cola e Berkshire... per comprare oro e treasuries.

L'indice russo ha chiuso -19, sospeso per 3 volte, quello brasiliano -11.
 

asqueldaz

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
19/2/08
Messaggi
20.659
Punti reazioni
255
Penso che oggi PM sia scesa per la negatività complessiva del mercato, e anche perchè aveva retto meglio di tante altre azioni nei mesi precedenti. Probabilmente già certi prezzi di oggi erano convenienti nel caso di questa azione per degli acquisti in ottica non di brevissimo. Oggi assolutamente non si vendeva bene.
PM 52Wk High: $56.26 . Oggi si poteva comprare a $44,5.
Ma un prezzo conveniente per vendere PM sarebbe $62, quasi il 35% pià su di come ha chiuso oggi ($46,12)

June 25, 2008 8:01 AM EDT
Citi initiates coverage on Philip Morris International (NYSE: PM) with a Buy. Price target $62.
Citi analyst says, "Top pick in the tobacco sector - We see many ways for management to ensure PMI exceeds 12% mid-term EPS growth, and following the spin-off it has much more incentive to use all the available levers. The combination of PMI's growth, predictability, and low litigation risk means its multiple (13.4x 2009E P/E) looks too low to us...High margins and low capex means the free cash flow yield is about 7.0% for 2008E and the 2009E dividend yield is 4.5%. Growth, predictability, cash and a low multiple. What else could an investor want?"

http://www.streetinsider.com/New+Co...is+International+(PM)+with+a+Buy/3770331.html


Non mi risulta che questo target sia stato abbassato.
 

nemo17

Enjoy the Silence
Registrato
20/2/00
Messaggi
7.211
Punti reazioni
332
Esatto.
C'è stato lo spin-off; Altria ha mantenuto i diritti di distribuzione in USA delle Marlboro, divisione PM USA. Tutte le operazioni internazionali sono ora della nuova società Philip Morris International che recentemente ha acquisito Rothmans, compagnia di tabacco canadese.
Altria nello specifico è composta da PM USA, John Middleton (nel settore sigari e pipe), Philip Morris Capital Corporation (piccola investment company) oltre a una partecipazione del 28,5% in Sab Miller (numerosi brand birra fra i quali Peroni).
Come hai detto tu ci sono forti pressioni e generalmente nei paesi più sviluppati il consumo di tabacco sembra in diminuizione (in volumi), per diversificare il business Altria sta acquisendo UST, anche se l'acquisizione pare rimandata al 2009. Altria offre un bel dividendo, ma sono più orientato su PM International perchè credo abbia prospettive di crescita migliori.

Ecco i riferimenti dei principali players:

Altria: http://www.altria.com/about_altria/1_0_aboutaltriaover.asp
Philip Morris International: http://investors.philipmorrisinternational.com/phoenix.zhtml?c=146476&p=irol-irhome
British American Tobacco: http://www.bat.com/servlet/SPMerge?...AA?opendocument&SKN=1&TMP=1$paramSRV#
Imperial Tobacco: http://www.imperial-tobacco.com/
Reynolds American: http://www.reynoldsamerican.com/
Japan Tobacco: http://www.jti.com/

Ma che percentuale ha Altria di Philiph Morris ?
 

Extent

Nuovo Utente
Registrato
12/11/02
Messaggi
585
Punti reazioni
29
In Philip Morris International nessuna a quanto mi risulta.

-------its multiple (13.4x 2009E P/E) looks too low to us...High margins and low capex means the free cash flow yield is about 7.0% for 2008E--------

Occhio con i multipli... il free cash flow yield non mi convince, quel dato è ottenuto scontando un certo aumento del FCF. Raggiungibile? Possibilissimo... ma la crescita media di lungo termine?
 

gioia23

Nuovo Utente
Registrato
25/2/00
Messaggi
2.167
Punti reazioni
151
Ma che fretta avete??? Ve lo ordina il dottore di comprare???
i multipli si basano su dati recenti + o - ma quelli di questo e dei prossimi trimestri come saranno?? insomma si continua a "lavorare" e a decidere con presupposti non proprio corretti. Mi astengo a dare valutazioni sulla "crisi" finanziaria attuale, sarebbe da chiedersi perchè alcune banche non ne sono state coinvolte, il problema adesso è di fiducia, non solo finanziaria, ma i consumatori ci penseranno bene a spendere soldi, e cosi tutte le previsioni sulla crescita economica saranno da rivedere e cosi chissa se i prezzi calano più della diminuzione degli utili e conseguente aggiustamento p/e,
tempi interessanti, dispiace per tutti coloro che hanno creduto nelle banche, nei patti chiari :D e tutto il resto, ma cosi è sempre stato, non s'impara dalla storia, ci si ostina a credere tutto quello che viene propinato, la realtà spesso è molto diversa,
inutile guardare i prezzi attuali e dire che sono quelli di 10 anni fà, ...
la forza del dollaro, non avevo dubbio, altro che decoupling quando arriva la tempesta tutti a rifugiarsi dietro gli americani...

a dopo
gioia23
 

Seven Of Nine

Risk/Reward
Registrato
12/6/07
Messaggi
8.249
Punti reazioni
441
Ma che percentuale ha Altria di Philiph Morris ?

Le due società sono divise, ma il marchio è come se fosse diviso in due.
In USA i diritti sono di Altria, da qui PM USA che fa parte di Altria. Tutte i pacchetti che vengono venduti nel resto del mondo, anche in Italia per esempio, rientrano nel conto economico di Philip Morris International guidata dall'Ex Ceo di Altria; Camilleri.

Come hai sottolineato Gioia, non c'è fretta, penso che possa arrivare verso i 40$, volevo solo portarmi avanti col lavoro! :D
 

asqueldaz

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
19/2/08
Messaggi
20.659
Punti reazioni
255
L' analista Branca di Barclays pensa che PM comunicherà risultati trimestrali superiori al consensus. Il suo giudizio è di "Outperform" (performance superiore al mercato) prezzo obbiettivo $59.

Associated Press
Analyst: Philip Morris Int'l to post 'solid' gain
Associated Press 10.07.08, 2:44 PM ET


NEW YORK - A Barclays Capital analyst said Tuesday he expected Philip Morris International, seller of Marlboro cigarettes overseas, to post better-than-expected third-quarter results.

"While we have seen some recent strength in the U.S. dollar and early indications for a global macro slowdown taking hold, we believe PM will continue to post solid 3Q results driven by pricing and considerable contribution from currency," analyst Michael Branca wrote in a note to investors.

Branca said he expected a modest volume increase of 1.5 percent worldwide. He said markets in Eastern Europe, the Middle East, Africa, Asia and Latin America to be particularly strong while sales volume in the European Union may fall by about 1.7 percent.

Philip Morris International Inc. - which has offices in Lausanne, Switzerland, and New York - was spun off from Altria Group (nyse: MO ) Inc. in March. Altria still owns Philip Morris USA, which has headquarters in Richmond, Va. Branca said cost cuts after the spin-off may boost operating profit margins at the international business.

He forecast a quarterly profit of 91 cents per share. Analysts polled by Thomson Reuters expect third-quarter earnings of 90 cents per share and revenue of $6.58 billion, on average.

Branca rates the company "Overweight" with a $59 price target.

Philip Morris is scheduled to report its third-quarter results on Oct. 22.

Shares fell 73 cents to $45.39 in afternoon trading Tuesday


http://www.forbes.com/feeds/ap/2008/10/07/ap5520419.html
 

gioia23

Nuovo Utente
Registrato
25/2/00
Messaggi
2.167
Punti reazioni
151
...stavo per aggiungere, se recessione ci sarà, ne vedremo delle belle ancora, dimenticatevi i prezzi ai quali siete stati abituati in questi tempi, rifatevi i conti, fate valutazioni non dimenticando che per noi, che non abbiamo accesso a informazioni complete, approfondite e tempo reale, il "margin of safety" deve essere maggiore, è soprattutto NON fate affidatemento a ciò che i media, la stampa e gli esperti vi propinano, tengono famiglia da sfamare e cosi fanno il loro lavoro niente altro...
gioia23
 

Seven Of Nine

Risk/Reward
Registrato
12/6/07
Messaggi
8.249
Punti reazioni
441
Ecco come, una breve mia analisi delle majors, PM è la mia preferita.

Japan American Tobacco: Oltre al problema è che è quotata in giappone, ha fatto una grossa acquisizione nel 2006, quasi un merger con (Gallaher) e ha avuto un grosso free cash flow negativo, è il 3° produttore mondiale.

Imperial Tobacco: Piccola rispetto alle concorrenti, ha acquisito Altadis (spagnola) a gennaio e anche lei è su una fase di transizione.

British American Tobacco: Grande produttore, ottimi risultati e abbastanza ben diversificato; però è inglese, scelta personale mia, evito titoli in sterline.
La società rimane validissima.

Reynolds American: Produttore esclusivamente sul territorio americano, divendendo alto 8,53%; il payout è 75% ma l'evidente calo del volume di sigarette venduto non è un buon segnale. Non possiamo essere sicuri che il dividendo sia sostenibile nel tempo.

Altria: Sta cercando di diversificando il business comprando UST per 10B, ma il deal è rimandato al 2009 per il credit crunch. Dividendo 7,36% con payout 71%, non è in buona posizione operando solo sul territorio americano.
La mossa di diversificare con UST è buona ma bloccata al momento.

Philip Morris International: La più interessante, ritmi di crescità nettamente superiori alla concorrenza grazie all'esposizione dei mercati emergenti.
Brand dominante e managment capace (Ex gruppo di Altria), la sede legale in svizzera è una mossa intelligente. Dividendo 5,54% ma payout di del 67%, segno che il managment non è bendato al breve termine. E' stata finalizzata la recente acquisizione di Rothmans (canadese), la mia società preferita del gruppo. Il titolo è a premio rispetto alle concorrenti e considerando anche l'impatto di un possibile dollaro forte sui conti non posso escludere che continui a calare. Da monitorare con buon prezzo a 35$.
 

asqueldaz

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
19/2/08
Messaggi
20.659
Punti reazioni
255
Buon prezzo d' acquisto per PM anche $37-37,5 , secondo me.

Infatti oggi Open: $37.01 , poi è scesa a $34 circa ma da lì è risalita molto rapidamente e poi per lo più è rimasta sopra $37,5, toccando per pochissimo un picco a $45, come si vede dal grafico
 

Allegati

  • pmdailyPhilipMorris.gif
    pmdailyPhilipMorris.gif
    7,1 KB · Visite: 420

Seven Of Nine

Risk/Reward
Registrato
12/6/07
Messaggi
8.249
Punti reazioni
441
Buon prezzo d' acquisto per PM anche $37-37,5, secondo me.

Io la voglio più bassa:), metterò qui le trimestrali delle 3 quotate in USA, magari ci daranno spunto per riflessioni aggiuntive.

Altria -> MO:US -> 23 Ottobre
Philip Morris -> PM:US -> 22 Ottobre
Reynolds -> RAI:US-> 22 Ottobre
 

asqueldaz

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
19/2/08
Messaggi
20.659
Punti reazioni
255
Io la voglio più bassa:), metterò qui le trimestrali delle 3 quotate in USA, magari ci daranno spunto per riflessioni aggiuntive.

Altria -> MO:US -> 23 Ottobre
Philip Morris -> PM:US -> 22 Ottobre
Reynolds -> RAI:US-> 22 Ottobre

Cosa intendevi per buon prezzo? PM venerdì è scesa a $35 o meno , anche se per pochi minuti . Non era quello il tuo "buon prezzo" [d' acquisto, suppongo].
Sotto $40 PM non prnso sia pienamente valutata, ed è in ipervenduto. Chi vendeva a certi prezzi forse svendeva perchè costretto da richieste di rimborso (fondi) o immaginando una grande depressione.
Noto comunque che non hai fornito alcun criterio per giustificare un certo prezzo come buono. La tua NON è un' analisi vera e propria, contrariamente a reports di analisti che posso reperire, la tua è un' affermazione infondata, per quanto riguarda il prezzo.
Dovresti giustificare prezzo d' acquisto e prezzo obbiettivo con i range storici dei multipli delle azioni del settore e con tue stime sugli utili dell' anno fiscale in corso e di quello successivo :D
 
Ultima modifica:

asqueldaz

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
19/2/08
Messaggi
20.659
Punti reazioni
255
October 9, 2008
08:10 EDT PM theflyonthewall.com: Recommendations story about PM from Deutsche Bank
Deutsche Bank lowered their estimates to reflect the strengthening dollar but thinks PM should be an attractive investment during these turbulent times. They lowered their target to $55 from $60 but maintain a Buy rating. :theflyonthewall.com