Piangere in web cam mentre il pollo arrosto va in fumo...

aybyx

UGO
Registrato
12/3/00
Messaggi
246
Punti reazioni
40
Qualche giorno fa trovo su msn una cara amica. Ci conosciamo non da molto, ma ci raccontiamo tutto, proprio tutto... come se fossimo amici da sempre. Lei è a casa. Accende la sua web cam e mi saluta. E' bellissima, come sempre. Ogni volta le dico di coprirsi il viso con un chador o con una foto di Pippo Baudo, ma lei si rifiuta e sorride... Ha un'espressione triste... come quella di una bimba a cui hanno rubato la bambola preferita. Mi parla dei suoi problemi, di un amore finito, fors'anche prima di cominciare, di quanta sofferenza regali troppo spesso la vita, della sua voglia di scappare... Tento maldestramente di farla sorridere, non ci riesco... Lei crolla, scoppia a piangere, ma non spegne la web cam. Tento di consolarla, e mi commuovo anche io, prigioniero dei miei pensieri... le spiego che nella vita per poter ricostruire, spesso bisogna prima distruggere, e che troppe sono le porte che dobbiamo chiudere per poterne aprire delle altre. Lei si commuove ancora di più e non smette di piangere. La sua bellezza quasi assurda (come spesso le dico) si veste di malinconia, di un'infinita tenerezza. Vuole sfogarsi la mia dolce amica e io tento di ascoltarla e di aiutarla per come posso. Le ripeto di guardare sempre e solo avanti, perchè se ci voltiamo indietro anche solo un attimo, rischiamo di inciampare e la vita ci schiaccerebbe senza pietà. Ad un certo punto mi dice che deve salutarmi: il pollo arrosto rischia di andare in fumo e tra poco sarebbe arrivato il marito affamato... Già, il marito. Lo stesso che una sera voleva presentarmi a tutti i costi...Io ho declinato l'invito quella volta, non ero pettinato e non mi sentivo a mio agio. Lei mi diceva: "Ma guarda che è buonissimo, non morde, sa che chatto" e sorrideva...
Il pollo non andò in fumo e lei torno a salutarmi quella sera. Il giorno dopo non piangeva più. La bimba in lacrime aveva lasciato il posto alla magnifica donna che la mia amica è, prigioniera di una bellezza rara, pulita...
Riuscii a farla ridere quel giorno, e così il giorno dopo e quello seguente. Mi dice spesso ridendo: "sei matto totale" e io rispondo ogni volta "Sì sì, ora lo sai anche tu. Ma non dirlo a nessuno e soprattutto non raccontare in giro che anche io piango....ssssssssss". e lei: "Tranquillo! ssssssss. Sarà il nostro segreto..."
Domani è un altro giorno....diceva e dice qualcuno. Sì, un giorno diverso che troverà diversi e cambiati anche noi. La vita ci plasma giorno dopo giorno, ci trasforma attimo dopo attimo e noi possiamo solo adeguarci, cercando di non smettere mai di sorridere. Solo così sarà più facile arrivare dove i silenzi non fanno paura e i ricordi sono solo amici da accarezzare dolcemente nelle fresche sere d'estate, mentre fuori i grilli urlano la loro felicità al mondo.
 
Ultima modifica:
Consola oggi consola domani, la chat galeotta colpisce ancora... si parte dai grilli e poi...
 
Sono passati alcuni mesi... La mia dolce amica sta meglio (dice). Entrambi, però, sappiamo che l'erba nei prati dovrà crescere molte volte e molte volte dovrà essere tagliata perché lei stia bene davvero e abbracci finalmente la serenità.:rolleyes:
Qualche giorno fa, ci siamo rivisti. Dopo molti mesi. Molte cose sono cambiate, ma forse non ci si accorge mai veramente di tutto ciò che intorno a noi cambia...
L'appuntamento era davanti ad una famosa villa con annesso parco. Ovviamente, non ci siamo trovati all'ora stabilita (per colpa mia).:'( E, ovviamente, lei aveva dimenticato a casa il cellulare...:wall:
Mi viene un lampo di genio e mi dirigo dove lei mi aspettava. Chiedo lumi ad una prosperosa passante che scambia la mia richiesta di aiuto per un maldestro abbordaggio:rolleyes:
Finalmente, la vedo in lontananza. Pare un tantino irritata, come tutte le donne quando il maschietto è in ritardo. :angry:
Passeggiamo nel parco, c'è il sole, ma anche vento. Io faccio l'uomo duro, ho solo la camicia e tengo la giacca sulla spalla
;) ma in realtà c'è freddino...:'( "Quanto tempo abbiamo?" le chiedo, infilandomi la mano tra i capelli.:p Lei mi dice 45 minuti circa, dopo deve tornare a casa. Cominciamo a parlare. E il tempo scorre, inarrestabile e tranquillo.... Il sole fatica a farsi largo tra le foglie...Troviamo una panchina. Io tentenno, è sporca. E lei: "dove sta il problema? Se ci sporchiamo i pantaloni, si lavano!". Già... E' semplice in fondo la vita...Basta lavarsi se prima ci si è sporcati...E basta rammendare l'anima se qualcuno o qualcosa ce l'ha strappata... Facile a dirsi, un po' meno a farsi...
Mi siedo e continuiamo a parlare. Mi pare di conoscerla da sempre. E in effetti da mesi ormai ci raccontiamo tutto. Lei per me è diventata una dolce abitudine ed anch'io per lei. Miracoli di internet, direbbe qualcuno. Miracoli della vita, dico io. Lei mi ascolta attenta. Ho molte cose da dirle, per cercare di aiutarla, per farle capire che abbiamo il diritto-dovere di stare bene, quanto più possibile, non di struggersi dietro a noiose sbagliate malinconie... Lei parla poco rispetto a me, ma dice sempre e solo cose sensatissime che aiutano me a capire altre cose, da solo probabilmente, non ci sarei mai riuscito...
E il tempo scorre, inarrestabile e tranquillo... E il sole fatica a farsi largo tra le foglie...
Ogni tanto mi dice: "Carlo, io sono innamorata di lui, non riesco a staccare...." E ogni volta che sento questa frase, provo una grande tenerezza e un senso di impotenza terribile... Tutti noi, spesso, ci leghiamo o ci sentiamo legati a ciò che è stato importante non riuscendo a staccarci quando le cose cambiano.... o si capisce che in realtà noi abbiamo bisogno di tutt'altro per stare meglio...Di voltare pagina, per esempio, una volta per tutte. Per aprirne delle altre. Lei lo sa, lo so anch'io.... Lo sanno tutti coloro che non sono sereni e che si dimenano per raggiungere la tranquillità interiore. Mi parla del buddismo e di come la meditazione aiuti le menti bisognose di serenità....
E il tempo scorre, inarrestabile e tranquillo... E il sole fatica a farsi largo tra le foglie...
Passano 2 ore e mezza. E' tardi. La quotidianità ci chiama. Ogni tanto vicino alla nostra panchina passa qualcuno e ci scambia sicuramente per romantici fidanzati....Così è la vita... Spesso si crede di capire cose che invece hanno un diverso significato. Io e la mia dolce amica, infatti, non siamo fidanzati e mai lo saremo. Noi abbiamo bisogno uno dell'altra per gli stessi motivi, ma non è l'amore che ci lega... Ma qualcosa forse di più grande ancora, indissolubile, eterno, raro: l'amicizia. Mentre l'amore può anche finire, cambiare, trasformarsi, l'amicizia si rafforza, cresce e ci arricchisce ogni giorno di più...
Saluto la mia amica non prima che lei, ribellandosi al mio: "Ma come sei magra, mangia di più!" mi mostra il retro dei suoi pantaloni, per mostrarmi la targhetta Taglia 40, che io non trovo
:mmmm: . La prego di ricomporsi, in fondo, siamo in mezzo alla strada e qualcuno potrebbe equivocare la sua postura e il mio furtivo occhieggiare nel suo didietro:clap:
La saluto con due bacini.
"Ci vediamo domani?"
"Certo, come sempre, al solito posto... su internet!":)
E il tempo scorre, inarrestabile e tranquillo... E il sole fatica a farsi largo tra le foglie...
:bye:
 
Ultima modifica:
letto tutto.scrivi bene.si legge facilmente.scorre.....ma tradisce il marito quindi?
 
Indietro