Piazze arabe

sibillo

Nuovo Utente
Registrato
19/3/00
Messaggi
14.202
Punti reazioni
618
Premesso che sono molto investito vorrei segnalarvi l'articolo del sole 24 ore dal titolo:Martedi' nero per le piazze arabe.
Cali che vanno dal 12% di Dubai al 4,7 dell'arabia saudita etc...
Ho l'impressione di sentire qualche scricchiolio.....
I mercati arabi di solito sono sempre anticipatori........da noi non subito magari....
Saluti
 
sibillo ha scritto:
Premesso che sono molto investito vorrei segnalarvi l'articolo del sole 24 ore dal titolo:Martedi' nero per le piazze arabe.
Cali che vanno dal 12% di Dubai al 4,7 dell'arabia saudita etc...
Ho l'impressione di sentire qualche scricchiolio.....
I mercati arabi di solito sono sempre anticipatori........da noi non subito magari....
Saluti

Commentato poco fa su bloomberg: a parte che erano cresciute molto, molti fondi anche per i fatti palestino/israeliani hanno preferito realizzare un pò di profitti salvo poi rientrare, come al solito, quando alla loro uscita si sarà accodato tutto il PB e poi rientreranno. :D
 
sibillo ha scritto:
I mercati arabi di solito sono sempre anticipatori........da noi non subito magari....
Saluti


............. magari!!! :rolleyes:
 
una ipo ultimamente non faceva meno del 500% il primo giorno..
e adesso a chiedere che il governo garantisca i rialzi...
il giocattolino si è rotto subito..
 
FOCUS L’onda dei porti Usa sul crollo delle Borse del Medio Oriente
Giornata difficilissima ieri per le Borse arabe. L’indice principale di Dubai ha conosciuta la peggiore caduta di sempre (meno 12%), il listino egiziano ha perso l’11%, i titoli quotati in Arabia Saudita sono ai minimi da cinque mesi, i mercati del Qatar, di Abu Dhabi e del Kuwait sono tutti negativi. Al Cairo EGF-Hermes Holding SAE, la prima banca d’affari egiziana, ha perso un quarto del suo valore. «C’è panico - ha detto a Bloomberg un operatore del Baharain - Molta ricchezza si sta polverizzando». Se non è tempesta finanziaria, è un forte temporale che alcuni avevano previsto: l’afflusso dei capitali nei paesi emergenti nei primi due mesi dell’anno è stato pari al 70% del totale del 2005, gli operatori avevano cessato di valutare il rischio in modo adeguato. Adesso, con l’aumento dei tassi, i venti stanno cambiando. E forse non è un caso se proprio Dubai ieri è stata la Borsa più colpita. Ad aggravare le cose ha forse contribuito l’operazione fallita che doveva dare alla Dubai Ports il controllo di alcuni porti americani. Il Congresso Usa l’ha bloccata e per reazione la banca centrale degli Emirati Arabi Uniti ha fatto sapere che avrebbe cambiato in euro parte delle sue riserve in dollari. Gli investitori Usa a Dubai potrebbero aver dunque reagito all’ambiente sfavorevole, fuggendo. Così il protezionismo porta i suoi frutti. Amari. (f. fub.) corriere
 
metti un dax a -10 in una giornata ritorna a 5400....mica è crollo.....era li 4 mesi fa.........dai suvvia quando crolla il dax farà -20 in una giornata garantito...
 
Indietro