Pictet Water Fund LU0104885248

Logitrade

Nuovo Utente
Registrato
26/11/05
Messaggi
2.451
Punti reazioni
74
un promotore mi ha offerto questo fondo, Pictet Water con commissioni di entrata e uscita pari a Zero. dovrò pagare solo le commissioni di gestione annue del 2%. Avrò un TER del 2,3%.
Che ne dite, ne vale la pena, il fondo sembra davvero un ottimo prodotto e poi è molto specializzato.

http://www.pictetfunds.com/public/folfundoverview.html?ci=123
 
Sono entrato il mese scorso, il fondo mi sembra ben diversificato, non sò che benchmark usano ma lo battono sistematicamente, mi sembrano pure abbastanza attivi: i titoli li fanno girare. Sul loro sito ogni mese trovi un commento sulle strategie del fondo.

Como alternativa ci sarebbe un etf PHO - Ps Water Resource ma per la composizione del portafoglio ho preferito il fondo.
 
Ansa: Sabato 13 maggio 2006, 14:49

Ricopio sotto una notizia ansa riguardo il fondo Pictet Water:
---------------
Borsa: Investire In Acqua, Guadagni Anche Oltre 30% / Ansa

(Ansa) - ROMA, 13 mag - Addio a oro, petrolio o rame, il vero futuro degli investimenti in commodities si chiama acqua. Con con guadagni garantiti che negli ultimi anni si sono attestati ad almeno il 20-30%. E che hanno superato di netto i rendimenti medi degli indici generali del settore.
Mentre la domanda di infrastrutture per fornire e purificare l'acqua va aumentando sia nel mondo industrializzato che nei paesi emergenti, sempre più investitori stanno riempiendo i loro bicchieri di questo 'asset liquido'. Secondo un'indagine condotta dalla Insitutional Investor.com la categoria specifica consiste nelle utilities e nelle società che distribuiscono acqua, nelle aziende che producono tubi, filtri e valvole e in quelle che forniscono servizi tipo la desalinizzazione o la depurazione dell'acqua. Secondo le stime di Goldman Sachs, il giro d'affari dell'industria globale dell'acqua è salito a 380 miliardi di dollari dai 250 miliari dell'anno prima.
Un basket di 12 utilities dell'acqua quotate sul mercato Usa ha generato ritorni annui di oltre il 18% dal 2000 al 2005. Un rendimento ben superiore se confrontato al 7,8% medio annuo che nello stesso periodo ha messo a segno l'indice generale delle commodities del Commodity Research Bureau.
Per capire l'appeal di questi titoli liquidi, suggerisce l'indagine, bisogna tener conto soprattutto del fatto che l'acqua è una risorsa limitata e la domanda sta esplodendo.
Solo negli Usa, ad esempio, l'Agenzia per l'ambiente stima che nei prossimi 20 anni dovranno esser spesi 500 miliardi di dollari per rinnovare una rete di infrastrutture ormai vecchia.
E in Cina si parla di 22 miliardi di dollari da investire in progetti correlati all'acqua che dovranno esser sviluppati nei prossimi sette anni.
Secondo Hans-Peter Portner, manager del più grande fondo mondiale che investe in asset 'acquatici', lo svizzero Pictet Global (del valore di 1,2 miliardi di dollari), quello dell'acqua è un mercato con crescite a due cifre, cosa che ormai non succede più in troppi casi. Ebbene, il suo fondo nei 12 mesi terminati a febbraio di quest'anno ha registrato un rialzo del 33,4% contro il 26,1% dell'indice generale delle commodities, con ritorni annualizzati in tre anni del 24% contro il 18,3% del benchmark. Secondo Ben Walker, manager del Gartmore Global Utilities Fund, il cui portafoglio è per il 7% investito in asset dell'acqua, è convinto che questo tipo di utilities "offrono un servizio essenziale la cui redditività è garantita, con dividendi che in media si aggirano intorno al 5%".
Il vero problema, fanno però notare gli operatori, è che a tutt'oggi di prodotti di investimento incentrati sulle aziende dell'acqua ne esistono ancora pochi, ma le cose, assicurano tuttavia, potranno certamente cambiare.(ANSA).
---------------------

Commento: che il vero futuro per gli investimenti sia l'acqua ci può stare ma penso che per un bel pò di anni oro argento e petrolio correranno ancora di più. Il fondo si chiama Pictet Water e non Pictet Global come scritto, effettivamente i gestori Hans Peter Portner e Philippe Rohner battono sistematicamente il benchmark di riferimento e come scritto nei commenti che fanno stanno puntando molto sulla Cina. Secondo me è un prodotto da tenere nel portafoglio fregandosene dei vari ribassi che potranno avere.
 
Oofus ha scritto:
Sono entrato il mese scorso, il fondo mi sembra ben diversificato, non sò che benchmark usano ma lo battono sistematicamente, mi sembrano pure abbastanza attivi: i titoli li fanno girare. Sul loro sito ogni mese trovi un commento sulle strategie del fondo.

Como alternativa ci sarebbe un etf PHO - Ps Water Resource ma per la composizione del portafoglio ho preferito il fondo.

Nella sostanza, non direi che battono il benchmark (anche se formalmente è così); semmai direi che hanno un benchmark (MSCI World) troppo diversificato rispetto al settore in cui operano (talmente di nicchia da non avere evidentemente un suo indice specifico), per cui il il confronto appare privo di effettivo significato.
 
Si il benchmark è un pò tirato ma sono una società seria non penso che l'abbiano mai cambiato, fin dalla partenza si sono sempre misurati con quello ormai sono passati 6 anni e mai una volta han fatto peggio.
 
Il Pictet Water è un prodotto di punta per la mia clientela.
Sono un promotore finanziario e devo dire che i sottoscrittori di tale fondo sono molto contenti dell'investimento fatto.

Soprattutto perchè propongo commissioni di ingresso e uscita pari a ZERO.
Ci sono solo i costi di gestione del 2% che impone Pictet.
 
Oofus ha scritto:
Si il benchmark è un pò tirato ma sono una società seria non penso che l'abbiano mai cambiato, fin dalla partenza si sono sempre misurati con quello ormai sono passati 6 anni e mai una volta han fatto peggio.

Quando si individuano overperformance, la prima cosa da fare è considerare tutti i possibili elementi esterni che hanno favorito o determinato quel risultato, per il semplice fatto che nella stragrande maggioranza dei casi l'abilità non c'entra proprio per niente, tanto più quando bisogna far fronte a pesantissime commissioni di gestione, come in questo caso.

Se si vede un fondo iperspecializzato che sulla distanza di 6 anni ha battuto l'MSCI World, la prima e più ovvia ipotesi da fare è che, molto semplicemente, il settore di riferimento abbia fatto meglio dell'MSCI World.
Inoltre, un conto è dire che da oggi fino a 6 anni fa il fondo è sopra il benchmark (per quanto incoerente), un altro conto è dire che il fondo ha battuto il benchmark per 6 anni. Nel primo caso (che è quello del fondo in questione) può essere sufficiente una singola performance recente per determinare questo risultato; nel secondo si considerano separatamente tutti i singoli segmenti temporali e si scopre allora che il fondo in questione dal 2001 al 2005 ha battuto il benchmark solo in 2 anni su 5.

Dai dati disponibili, insomma, in mancanza di un benchmark coerente, non vi è davvero alcun motivo che giustifichi entusiasmo per i risultati di questo fondo.
 
Salentino ha scritto:
si vede un fondo iperspecializzato che sulla distanza di 6 anni ha battuto l'MSCI World, la prima e più ovvia ipotesi da fare è che, molto semplicemente, il settore di riferimento abbia fatto meglio dell'MSCI World.
Inoltre, un conto è dire che da oggi fino a 6 anni fa il fondo è sopra il benchmark (per quanto incoerente), un altro conto è dire che il fondo ha battuto il benchmark per 6 anni. Nel primo caso (che è quello del fondo in questione) può essere sufficiente una singola performance recente per determinare questo risultato; nel secondo si considerano separatamente tutti i singoli segmenti temporali e si scopre allora che il fondo in questione dal 2001 al 2005 ha battuto il benchmark solo in 2 anni su 5.

Dai dati disponibili, insomma, in mancanza di un benchmark coerente, non vi è davvero alcun motivo che giustifichi entusiasmo per i risultati di questo fondo.

Spiegalo ai miei clienti che lo hanno sottoscritto a 66 euro nel settembre 2003 non appena disponibile in Italia.
La mancanza di un benchmark coerente è uno dei motivi per il quale abbiamo un fondo decente e non un altro inutile geografico.
Il fondo fa parte della categoria dei tematici (diverso dagli specializzati) secondo una filosofia di Pictet coerente negli anni e del tutto apprezzabile. Non sempre indovinano ma almeno ci provano. Valli a sentire a giugno a Milano o a Roma e ti renderai conto da solo che cosa sia una società di fondi seria. Fra l'altro sono tra i pochi a proporre fondi indice (per alcuni aspetti meglio degli ETF).
Saluti, Lightcreek.
 
Lo avevo preso in considerazione a suo tempo ma considerando che:
a) Se viene giu tutto viene giu pure lui;
b) Cresce meno di altri settori;
ho preferito lasciarlo perdere x ora.
 

Allegati

  • water.jpg
    water.jpg
    66,7 KB · Visite: 2.206
Lightcreek ha scritto:
Spiegalo ai miei clienti che lo hanno sottoscritto a 66 euro nel settembre 2003 non appena disponibile in Italia.
La mancanza di un benchmark coerente è uno dei motivi per il quale abbiamo un fondo decente e non un altro inutile geografico.
Il fondo fa parte della categoria dei tematici (diverso dagli specializzati) secondo una filosofia di Pictet coerente negli anni e del tutto apprezzabile. Non sempre indovinano ma almeno ci provano. Valli a sentire a giugno a Milano o a Roma e ti renderai conto da solo che cosa sia una società di fondi seria. Fra l'altro sono tra i pochi a proporre fondi indice (per alcuni aspetti meglio degli ETF).
Saluti, Lightcreek.

Non ho alcun motivo per dubitare della serietà di Pictet, ma conosco abbastanza i mercati per sapere che di norma la serietà e la professionalità non bastano a battere con merito (non con fortuna) i mercati efficienti; quindi mantengo la mia prudenza.
Potrebbe essere tutto vero quello che dici, ma come è noto le teorie sono da accettare solo quando possono essere falsificate, cioé quando esiste un modo per verificare se sono false.
Se non è possibile confrontare l'andamento del fondo con il suo benchmark "implicito" viene meno qualunque possibilità di valutare seriamente il prodotto e quindi l'ipotesi più probabile rimane quella di partenza: che la gestione, al netto delle spese, non determini alcun valore aggiunto.
 
Ultima modifica:
Salentino ha scritto:
Inoltre, un conto è dire che da oggi fino a 6 anni fa il fondo è sopra il benchmark (per quanto incoerente), un altro conto è dire che il fondo ha battuto il benchmark per 6 anni. Nel primo caso (che è quello del fondo in questione) può essere sufficiente una singola performance recente per determinare questo risultato; nel secondo si considerano separatamente tutti i singoli segmenti temporali e si scopre allora che il fondo in questione dal 2001 al 2005 ha battuto il benchmark solo in 2 anni su 5.
Posto i grafici presi dal loro sito, mi ero basato sul primo senza vedere il secondo




I costi di gestioni al 2,37% non sono a buon mercato, diciamo che per me è un prezzo accettabile per un prodotto, azionario, unico nel suo genere.
 
i costi di gestione saranno anche alti, ma se non si fanno pagare commissioni di ingresso e uscita allora è tutto un altro discorso.
 
Salentino ha scritto:
Non ho alcun motivo per dubitare della serietà di Pictet, ma conosco abbastanza i mercati per sapere che di norma la serietà e la professionalità non bastano a battere con merito (non con fortuna) i mercati efficienti; quindi mantengo la mia prudenza.
Potrebbe essere tutto vero quello che dici, ma come è noto le teorie sono da accettare solo quando possono essere falsificate, cioé quando esiste un modo per verificare se sono false.
Se non è possibile confrontare l'andamento del fondo con il suo benchmark "implicito" viene meno qualunque possibilità di valutare seriamente il prodotto e quindi l'ipotesi più probabile rimane quella di partenza: che la gestione, al netto delle spese, non determini alcun valore aggiunto.

Concordo con quello che dici. Quello che mi piace è che abbiano avuto l'idea. Io non l'ho proposto perchè ritenevo che potesse battere benchmark o indici di categoria ma perchè credevo che fosse interessante investire in società in qualche modo coinvolte con la distribuzione o il trattamento delle risorse idriche. So che avevano pensato anche ad un fondo Aria e spero che lo facciano uscire presto. Un po' New Age :D ma potrebbe essere un buon business.
Anche l'idea del comitato scientifico che affianca i gestori (come in tutti i fondi tematici) non mi sembra una cattiva idea.
Saluti, Lightcreek

p.s. visti i buoni risultati del fondo Water alcuni clienti mi hanno chiesto se avessi anche il fondo Wine. Ma questo purtroppo esiste solo in Francia.
 
Lightcreek ha scritto:
Spiegalo ai miei clienti che lo hanno sottoscritto a 66 euro nel settembre 2003non appena disponibile in Italia.
La mancanza di un benchmark coerente è uno dei motivi per il quale abbiamo un fondo decente e non un altro inutile geografico.
Il fondo fa parte della categoria dei tematici (diverso dagli specializzati) secondo una filosofia di Pictet coerente negli anni e del tutto apprezzabile. Non sempre indovinano ma almeno ci provano. Valli a sentire a giugno a Milano o a Roma e ti renderai conto da solo che cosa sia una società di fondi seria. Fra l'altro sono tra i pochi a proporre fondi indice (per alcuni aspetti meglio degli ETF).
Saluti, Lightcreek.

Meno male che è arrivato nel 2003. :D

Se fosse stato disponibile nel 2002 a 112 euro, chissà cosa avrebbero pensato i tuoi clienti, dopo un anno e un calo di oltre il 40%. ;)

Il tema è comunque interessante e il prodotto originale. OK!

Bye!Y2K
:D :D :D
 
Ultima modifica:
y2k ha scritto:
Meno male che è arrivato nel 2003. :D

Se fosse stato disponibile nel 2002 a 112 euro, chissà cosa avrebbero pensato i tuoi clienti, dopo un anno e un calo di oltre il 40%. ;)

Il tema è comunque interessante e il prodotto originale. OK!

Bye!Y2K
:D :D :D

L'avrebbero venduto ai minimi. Perdendo tanti soldini.
Poi ho imparato cos'è uno stop-loss.
Saluti, Lightcreek
 
Messaggio pubblico per NInvestimentiSim

NInvestimentiSim ha scritto:
Il Pictet Water è un prodotto di punta per la mia clientela.
Sono un promotore finanziario e devo dire che i sottoscrittori di tale fondo sono molto contenti dell'investimento fatto.



Ho investito su fineco una prima trance di 2500 ( a 140 Euro ) sul Picyet Water ora vorrei comperarne altri 2500 Euro, e non guardarci più fino al 2030 ...

Faccio bene ?

GRAZIE !!!!
 
investart ha scritto:
NInvestimentiSim ha scritto:
Il Pictet Water è un prodotto di punta per la mia clientela.
Sono un promotore finanziario e devo dire che i sottoscrittori di tale fondo sono molto contenti dell'investimento fatto.



Ho investito su fineco una prima trance di 2500 ( a 140 Euro ) sul Picyet Water ora vorrei comperarne altri 2500 Euro, e non guardarci più fino al 2030 ...

Faccio bene ?

GRAZIE !!!!

Dipende da quali altri investimenti hai. Fondi come questo investono soprattutto in utilities e chi vende acqua minerale. Bisognerà vedere quanto i governi permetteranno di guadagnare alle aziende attive nei business collegati all' acqua.
Anche la salute è importante, ma da anni ci sono movimenti che rompono le scatole alle industrie farmaceutiche e pretendono che facciano ricerca per beneficenza, regalino i farmaci a centinaia di milioni di poveri etc. Fanno anche film che demonizzano le industrie farmaceutiche.
 
Logitrade ha scritto:
un promotore mi ha offerto questo fondo, Pictet Water con commissioni di entrata e uscita pari a Zero. dovrò pagare solo le commissioni di gestione annue del 2%. Avrò un TER del 2,3%.
Che ne dite, ne vale la pena, il fondo sembra davvero un ottimo prodotto e poi è molto specializzato.

http://www.pictetfunds.com/public/folfundoverview.html?ci=123

con chi operi ?
io con fineco ho pagato l'1.5% in ingrasso a pago il 2.3% annuo di gestione.
Cos'è il TER del 2.3% ???
 
frasca ha scritto:
con chi operi ?
io con fineco ho pagato l'1.5% in ingrasso a pago il 2.3% annuo di gestione.
Cos'è il TER del 2.3% ???

l'1,5 !!!!??????
Wow........

Occhio al P.Water...è assolutamente correlato al mercato.

Se vuoi puntare al business dell'acqua è meglio diversificare tra questo fondo (che ha molte utilities dentro) e titoli specifici del settore.

Vedi tu.

Se vuoi restare sui fondi io farei 50 50 tra PWater e MLNew Energy...a medio periodo è questo il mix....d'oro....
 
Pictet Water

Vorrei gentilmente sapere la differenza tra i

Pictet Water - A

ed i

Pictet Water - R

e perchè su Fineco non è possibile acquistarli entrambi

GRAZIE !!!
 
Indietro