Pietro Ichino non si candida con il Pd

ceck78

Omnis homo mendax
Registrato
18/5/05
Messaggi
26.850
Punti reazioni
1.177
Il senatore annuncia sul suo blog l'addio al Parlamento

Il giuslavorista e senatore del Pd Pietro Ichino rinuncia a partecipare alle primarie parlamentari del Pd. Il senatore ha spiegato che la sua decisione è causata da ‘alcuni difetti gravi di chiarezza che vedo nella linea seguita oggi dal vertice del Pd e l’imbarazzo in cui mi troverei, domani, nel fuoco della campagna elettorale, se questa ambiguita’ non venisse superata’. La sua candidatura quindi non e’ pervenuta alla segreteria del Pd della provincia di Milano che oggi ha formato la lista dei candidati.

PIETRO ICHINO SUL BLOG - ‘A spingermi verso questa scelta concorrono soprattutto alcuni difetti gravi di chiarezza – scrive Ichino sul suo blog – che vedo nella linea seguita oggi dal vertice del Pd e l’imbarazzo in cui mi troverei, domani, nel fuoco della campagna elettorale, se questa ambiguita’ non venisse superata.

La campagna elettorale – prosegue – mi costringerebbe a negare l’ambiguita’ di fondo nella linea del partito sulla questione fondamentale della strategia europea dell’Italia per uscire dalla crisi, piu’ volte denunciata ma a tutt’oggi non risolta’. In provincia di Milano sono quindi in corsa, tra gli altri, i parlamentari uscenti Barbara Pollastrini, Emila De Biasi, Fiorenza Bassoli, Emanuele Fiano, Vinicio Peluffo, Emilio Quartiani e Luigi Vimercati, che non hanno dovuto raccogliere le firme. Si presentano anche il consigliere regionale del Pd Franco Mirabelli, il capogruppo nel Consiglio provinciale di Milano Matteo Mauri, il consigliere comunale a Milano Marilisa D’Amico, il coordinatore milanese Francesco Laforgia e il consiglieri provinciali Ezio Casati e Paolo Cova. Non e’ in lista il vicepresidente del Pd Ivan Scalfarotto, che probabilmente trovera’ posto nel listino bloccato.

FASSINA CONTRO ICHINO – In mattinata Fassina aveva risposto ad Ichino, che l’aveva chiamato in causa polemicamente come “nemico” dell’agenda Monti. “Mi dispiace per la continua personalizzazione degli attacchi del senatore Ichino nei miei confronti, io ho cercato di dare un contributo alle posizioni del Partito democratico, trovando spesso approvazione negli organismi dirigenti, e mi piacerebbe se si confrontasse con me nel merito, senza personalizzare”, aveva detto il responsabile economico del Pd ospite a Omnibus su La7. “Lui ha il privilegio di avere una grande visibilita’ mediatica – ha aggiunto Fassina – ma credo non sia utile neanche alla concezione del partito che abbiamo questo continuo attacco personale. Dopodiche’ andiamo avanti serenamente anche perche’, differenza sua io mi confrontero’ con gli elettori di centrosinistra di Roma il 30 dicembre e loro valuteranno se le proposte che ho fatto in questi anni sono meritevoli di andare avanti o se invece devono essere accantonate”.
Pietro Ichino non si candida con il Pd - Giornalettismo
 
Indietro