PIL, il Brasile supera l'Italia e punta alla Francia

appena il cambio svaluta di un 40% ( che sono poi i differnziali di tassi che in questi anni ha dato in piu dell'occidente e prima o poi la scienza esatta della finanza rimette al suo posto qualunque moneta poco ma sicuro ) io vengo

nel 2004 ho comprato casa in brasile ....un euro valeva 4 reais....la casa l'ho pagata 100.000 reais....ossia 25.000 euro...dopo 7 anni 1 euro vale 2,4 reais...
il mio appartamento è stato valutato ad oggi....240.000 reais...ossia 100.000 euro...OK!OK! i tuoi conti non mi tornano...non penso più di vedere un euro che vale 4 reais...OK!OK! ossia che casa mia torni a valere 60.000 euro....
 
ho molti amici in brasile, vi racconto solo questo

l'altro giorno chiacchieravo con una ragazza di minas gerais, sai ho comprato un pezzo di terra vicino a dove abitano i miei e ho cominciato a costruirmi una casa -mi dice

che bello, e per avere i permessi di costruzione ci hai messo molto tempo ?

quali permessi ? il terreno è mio

volevo ribattere che io invece ho dovuto chiedere il permesso per fare una veranda sul balcone del mio alloggio e che anzi ci voleva un progetto di un geometra e però iscritto all'albo e poi presentare domanda al responsabili edilizia del comune di residenza, in marca da bollo e aspettare che dessero il benestare e....e poi mi sono vergognato di me e del paese in cui vivo e non ho detto piu niente

Ma per favore, un paese è civile se si può costruire senza permesso?:rolleyes:
Allora il Sud Italia è "civilissimo". Grazie ma preferisco stare al Nord...:rolleyes:
 
Ma per favore, un paese è civile se si può costruire senza permesso?:rolleyes:
Allora il Sud Italia è "civilissimo". Grazie ma preferisco stare al Nord...:rolleyes:

e rimani..al nord bello....ed inizia a studiare un pò d'italiano.....libertà con due b...
 
e rimani..al nord bello....ed inizia a studiare un pò d'italiano.....libertà con due b...

Studia studia...

Ordinaria ortografia

Basta col pò Resistete alla pigrizia, alla sciatteria altrui, ai dizionari dei cellulari: un po’ è la forma tronca di un poco, perciò si scrive con l’apostrofo e NON con l’accento (il fiume Po è in secca, e non vuole né l’uno né l’altro).

:o :yes: ;)
 
Studia studia...

Ordinaria ortografia

Basta col pò Resistete alla pigrizia, alla sciatteria altrui, ai dizionari dei cellulari: un po’ è la forma tronca di un poco, perciò si scrive con l’apostrofo e NON con l’accento (il fiume Po è in secca, e non vuole né l’uno né l’altro).

:o :yes: ;)

non ti fare il professore...che l'italiano te lo posso insegnare...forse tu mi puoi insegnare ad usare la tastiera del pc....
 
Passo e chiudo

non ti fare il professore...che l'italiano te lo posso insegnare...forse tu mi puoi insegnare ad usare la tastiera del pc....

"non ti fare" in che senso? Intendi i tifosi nello stadio? :D

E comunque, per finirla qui, mi sembra evidente che non hai fatto un errore di tastiera, ma che sei andato proprio a cercare la ò accentata ;)

images
 
Il Brasile sarà la nazione del futuro...OK!OK!OK!
Quando mai una canzone brasiliana era la numero uno delle classifiche mondiali...ahi se te pego....di Michel Telò....
Mondiali...2014....olimpiadi 2016.....
Venite in Brasile e non ve ne pentireteOK!OK!OK!OK!OK!OK!OK!OK!OK!OK!

L'importante è che salviate la maggior parte delle vostre foreste amazzoniche, senza abbatterle in nome dello sviluppo!
La biodiversità che c'è li dentro non c'è mai stata in nessuna altra foresta del mondo, e se quelle foreste saranno abbattute in gran parte, sarà la fine per noi e anche per voi!
 
Mah, un mio conoscente andò in Brasile nel 2000, aveva comprato una fazenda dove coltivavano il caffè, delle tante storie di assurda miseria che mi ha raccontato, la più terribile fu quella in cui mi disse di aver investito un "nero" di notte, in brasile le strade fuori dalle città non sono illuminate, mai, mi disse di aver chiamato la polizia che quando arrivò sul posto era seccatissima di essere stata disturbata per una p.irlata del genere, il poveraccio era morto, gli dissero di dare l'equivalente di 50 $ alla famiglia e che non rompesse più i c.. per cose simili......
Beh, il Brasile ci può anche superare come Pil quanto vuole (essendo poi un sterminato continente con 200 milioni di abitanti non ci vuole molto..) ma prima deve diventare un paese minimamente civile.....
 
Come mi disse un annetto fa un tassista a Sao Paolo..."ah Italiano, tu pensa venire qui e fare bum bum poche lire (era rimasto al vecchio conio)...no no Brasil non è più paradiso do miserabili"

Profetico il tassista (di origini venete per la cronaca)!

veramente è una scena del mio film preferito, "Il barbiere di Rio" ;) Quando Diego Abatantuono prende il taxi per andare a Santa Teresa a trovare la sorella che non vede da parecchi anni :D

Il Barbiere di Rio - Taxi per Santa Teresa - YouTube

Questo sorpasso non mi sorprende, vado in Brasile da circa 10 anni e trascorro 2 mesi all'anno a Rio e vi assicuro che bastano 5 mesi di assenza per vedere e percepire a pelle il cambiamento e al crescita economica. Poi è vero esistono diseguaglianze incredibili -come la favela di Rocinha a poche centinaia di metri da Ipanema....- ma il fatto indiscutibile è che ormai siamo noi, anno dopo anno, a diventare il paese di miserabili....

Ai miei amici lo dico sempre: se volete andare a Rio mettete in preventivo una spesa giornaliera di 200€ -e rimango basso....- altrimenti state a casa che fate prima :yes::yes:
 
Ovviamente c'è ancora da lavorare:

Il Brasile è la sesta economia del mondo - LASTAMPA.it

Ieri il ministro delle Finanze brasiliano, Guido Mantega, ha raffreddato un po’ gli entusiasmi ricordando che «ci vorranno altri 10 o 20 anni per far sì che i nostri cittadini possano avere un tenore di vita come gli europei» e che «dobbiamo ancora investire nell’area sociale ed economica». Tuttavia, se c’è un altro motivo per guardare con grande speranza all’evoluzione brasiliana, è proprio il progresso sociale. L’ha riassunta il direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, durante una missione recente nel Paese della Roussef. «Il Brasile ha disegnato una traiettoria degna di nota in quest’ultimo decennio, combinando stabilità economica, crescita e un progresso significativo nella riduzione della povertà e delle diseguaglianze - diventando un punto di riferimento internazionale per tutta l’area».

;)
 
Indietro