Portafoglio DGI

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

Neophyte

Investor
Registrato
10/9/17
Messaggi
105
Punti reazioni
47
Dopo aver aperto una discussione sul DGI (Dividend Growth Investing) nella sezione Wall Street, la quale non ha avuto molto successo, ho deciso di aprirne una qui per tre motivi principali:
  • Attualmente la quasi totalità dei miei titoli sono frutto di picking; tendo ad applicare dei criteri sui fondamentali prima di decidere se comprare, scartare o attendere. Non necessariamente quantitativi.
  • Postare riguardo alcune scelte mi aiuta a riflettere, migliorare le procedure e magari avere delle discussioni costruttive con altri membri del forum.
  • Sono titoli che intendo tenere per il long term.
Inizierei con un'azienda che non paga ancora un dividendo, sebbene abbia già confermato l'intenzione di farlo nel 2023 (30-50 % del pay-out come range), possiede dei brand molto conosciuti ed è tra le più grandi "consumer health" a livello mondiale. Nata da una JV tra GSK e Pfizer: Haleon.
Quotata con una valutazione di 30.5 B pound (GSK ha rifiutato 3 volte le offerte di Unilever, la cui ultima è stata di 50 B di pound) è scesa molto a causa dell'attuale ambiente economico e del livello di debito ereditato da GSK; scesa fino a 5.59$ (ADR sul mercato americano). Gli ultimi report hanno mostrato un aumento delle vendite del 14% e le azioni hanno recuperato molto. In termini di caratteristiche richiede meno capitale di GSK per operare e dovrebbe avere degli utili più stabili e prevedibili.
 
ciao! il thread del blackdog potrebbe essere un buon posto dove scrivere visto che quella filosofia ne è parte integrante
 
Indietro