Possono due monetine di platino salvare la più grande economia mondiale?

rational

Utente Registrato
Registrato
29/1/12
Messaggi
11.962
Punti reazioni
303
WASHINGTON – Possono due monetine di platino salvare la più grande economia mondiale? Sebbene l’idea sembri folle, alcuni economisti sostengono che questa idea sia una possibilità concreta. E sostengono che due monete di platino possono saldare il debito americano.

Il dibattito sul “fiscal cliff” si accompagna negli Stati Uniti ad un’altra discussione, quella sul tetto del debito. Gli Stati Uniti, come tutti i Paesi, devono chiedere soldi in prestito sul mercato per finanziare le loro attività. Il governo degli Stati Uniti può prendere in prestito solo una certa quantità di denaro, stabilita dalla legge – il «debt ceiling», il tetto del debito. Questa quantità è regolarmente superata, a causa dell’inflazione e dell’aumento delle spese, e per questo ogni governo deve negoziare regolarmente l’innalzamento del tetto del debito, negoziando con il Parlamento.

E’ successo 8 volte durante la presidenza Clinton e 7 volte durante gli anni di George W. Bush. L’anno scorso, la resistenza oltranzista dei Repubblicani di fronte all’innalzamento del tetto del debito aveva creato un’ondata di panico tra i mercati. I dissidi odierni tra i Repubblicani e i Democratici rischiano ancora una volta di avere pesanti ripercussioni.

A tutto questo c’è una soluzione, rapida e poco ingombrante: due piccole monetine di platino. Perché, come? Grazie ad una falla nella legge degli Stati Uniti, il Tesoro degli Stati Uniti è autorizzato a battere tante monete di platino quante vuole e perfino ad attribuirgli il valore che desidera. Si tratta di un privilegio che le altre valute non hanno. Difatti, secondo la legge statunitense, c’è un limite alla produzione di banconote ed a quella di monete di oro, argento e rame.

Grazie a questa “falla”¸ qualcuno propone che la zecca degli Stati Uniti produca un paio di monetine dal valore di mille miliardi di dollari. Il gioco è quasi fatto e la soluzione vicina. Basta depositare le due sfarzose monetine alla Federal Reserve e da lì nei conti del Tesoro. Improvvisamente, il Tesoro ha così due mila miliardi di dollari in più a sua disposizione per far fronte alle spese, senza dover emanare nemmeno un dollaro di nuovo debito. E non ci sarebbe più bisogno di nessun innalzamento del tetto, di nessuna faticosa mediazione tra partiti ostili.

Il sistema assomiglia ad un aumento dell’emissione di banconote, un esperimento tentato più volte dalle banche centrali in simili circostanze. Ma questa volta il governo utilizzerebbe semplicemente il denaro giù in circolazione, invece di stamparne di nuovo. In questo modo, l’inflazione, almeno in teoria, non dovrebbe aumentare.

Semplice? Forse troppo. Nonostante qualche voce che appoggia la misura, la maggior parte degli analisti considerano che la misura sia troppo rischiosa. Pare difficile che i Repubblicani e i Democratici possano mettersi d’accordo su una tale scappatoia politica. E’ certo però che se i due partiti americani non riusciranno ancora una volta a mettersi d’accordo sul tetto del debito, questi inusuali rimedi economici potrebbe catturare sempre più attenzione.
Debito Usa? Bastano due monetine di platino per estinguerlo | Blitz quotidiano
 
Se il giappone andrà in default avranno torto, perchè comunque il debito è debito.

Finchè il giappone resiste, Keynes domina.
 
La fata dei dentini esiste!!!! :D
 
non ho capito xkè le monete dovrebbero essere di platino ??? :confused::confused::confused:
Basterebbe un I.O.U. del tesoro alla fed scritto su un fogliettino bloc-notes...
 
WASHINGTON – Possono due monetine di platino salvare la più grande economia mondiale? Sebbene l’idea sembri folle, alcuni economisti sostengono che questa idea sia una possibilità concreta. E sostengono che due monete di platino possono saldare il debito americano.

Il dibattito sul “fiscal cliff” si accompagna negli Stati Uniti ad un’altra discussione, quella sul tetto del debito. Gli Stati Uniti, come tutti i Paesi, devono chiedere soldi in prestito sul mercato per finanziare le loro attività. Il governo degli Stati Uniti può prendere in prestito solo una certa quantità di denaro, stabilita dalla legge – il «debt ceiling», il tetto del debito. Questa quantità è regolarmente superata, a causa dell’inflazione e dell’aumento delle spese, e per questo ogni governo deve negoziare regolarmente l’innalzamento del tetto del debito, negoziando con il Parlamento.

E’ successo 8 volte durante la presidenza Clinton e 7 volte durante gli anni di George W. Bush. L’anno scorso, la resistenza oltranzista dei Repubblicani di fronte all’innalzamento del tetto del debito aveva creato un’ondata di panico tra i mercati. I dissidi odierni tra i Repubblicani e i Democratici rischiano ancora una volta di avere pesanti ripercussioni.

A tutto questo c’è una soluzione, rapida e poco ingombrante: due piccole monetine di platino. Perché, come? Grazie ad una falla nella legge degli Stati Uniti, il Tesoro degli Stati Uniti è autorizzato a battere tante monete di platino quante vuole e perfino ad attribuirgli il valore che desidera. Si tratta di un privilegio che le altre valute non hanno. Difatti, secondo la legge statunitense, c’è un limite alla produzione di banconote ed a quella di monete di oro, argento e rame.

Grazie a questa “falla”¸ qualcuno propone che la zecca degli Stati Uniti produca un paio di monetine dal valore di mille miliardi di dollari. Il gioco è quasi fatto e la soluzione vicina. Basta depositare le due sfarzose monetine alla Federal Reserve e da lì nei conti del Tesoro. Improvvisamente, il Tesoro ha così due mila miliardi di dollari in più a sua disposizione per far fronte alle spese, senza dover emanare nemmeno un dollaro di nuovo debito. E non ci sarebbe più bisogno di nessun innalzamento del tetto, di nessuna faticosa mediazione tra partiti ostili.

Il sistema assomiglia ad un aumento dell’emissione di banconote, un esperimento tentato più volte dalle banche centrali in simili circostanze. Ma questa volta il governo utilizzerebbe semplicemente il denaro giù in circolazione, invece di stamparne di nuovo. In questo modo, l’inflazione, almeno in teoria, non dovrebbe aumentare.

Semplice? Forse troppo. Nonostante qualche voce che appoggia la misura, la maggior parte degli analisti considerano che la misura sia troppo rischiosa. Pare difficile che i Repubblicani e i Democratici possano mettersi d’accordo su una tale scappatoia politica. E’ certo però che se i due partiti americani non riusciranno ancora una volta a mettersi d’accordo sul tetto del debito, questi inusuali rimedi economici potrebbe catturare sempre più attenzione.
Debito Usa? Bastano due monetine di platino per estinguerlo | Blitz quotidiano

Proposta divertente, ma chissà perchè si cercano sempre le soluzioni più complicate e macchinose. Quando se si vuole aumentare il debito negli Usa senza far votare il parlamento, basta abrogare la legge sul «debt ceiling». Così che il parlamento non debba più votare lo sforamento del debito.
 
Proposta divertente, ma chissà perchè si cercano sempre le soluzioni più complicate e macchinose. Quando se si vuole aumentare il debito negli Usa senza far votare il parlamento, basta abrogare la legge sul «debt ceiling». Così che il parlamento non debba più votare lo sforamento del debito.

---> no dai, un debt ceiling ci vuole...e non bisogna essere repubblicani per capirlo...
 
---> no dai, un debt ceiling ci vuole...e non bisogna essere repubblicani per capirlo...

Un «debt ceiling» che viene sforato ogni anno non è per niente «ceiling».

E dato che negli ultimi anni ogni volta che si va alla votazione si creano tensioni sui mercati, perchè una parte minaccia di non votarlo (e non votare significa mandare in default gli stati uniti, per intenderci), penso che ormai sia più dannoso che utile.
 
perchè per abrogare una norma serve una maggioranza che riguardo all'argomento nel congresso non c'è
 
Un «debt ceiling» che viene sforato ogni anno non è per niente «ceiling».

E dato che negli ultimi anni ogni volta che si va alla votazione si creano tensioni sui mercati, perchè una parte minaccia di non votarlo (e non votare significa mandare in default gli stati uniti, per intenderci), penso che ormai sia più dannoso che utile.

Ma che centra, se io sono all'opposizione ed il governo ha bisogno del mio voto per evitare il fallimento stai sicuro che lo vendo molto caro.
Non vedo perché dovrei rinunciare a questa arma.
 
non ho capito xkè le monete dovrebbero essere di platino ??? :confused::confused::confused:
Basterebbe un I.O.U. del tesoro alla fed scritto su un fogliettino bloc-notes...

Appunto della fed... mentre con quel cavillo sarebbe direttamente il tesoro a decidere.
Certo che se Obama volesse potrebbe "consigliare" la fed in via non ufficiale.
 
mi sembra che anche qua non si sia capito i termini della questione:

Il Tesoro USA non ha il problema di piazzare titoli (SOTTOLINEO, VISTO CHE QUA DENTRO NESSUNO L'HA MAI DETTO, CHE LA FED NON COMPRA, SOTTOLINEO NON, AL NETTO, TITOLI DAL GIUGNO 2011, visto che con l'operazione Twist vende quelli a breve scadenza per acquistare quelli più a lunga e così tenere meno inclinata la curva dei rendimenti; riprenderà gli acquisti netti solo adesso con il QE3)

il problema è che GIURIDICAMENTE non può farlo

quindi non può rivolgersi alla Fed per farseli comprare, per il semplice fatto che non può EMETTERLI
 
Che idiozia! E del resto mica devono usare il platino, ne' coniarne due. Potrebbero benissimo usare alluminio (neanche il conio in Al e' limitato per legge) e farne una sola.
Questi 100 ne pensano e la nostra fortuna finora e' che non ne possono fare neanche una!
 
Che idiozia! E del resto mica devono usare il platino, ne' coniarne due. Potrebbero benissimo usare alluminio (neanche il conio in Al e' limitato per legge) e farne una sola.
Questi 100 ne pensano e la nostra fortuna finora e' che non ne possono fare neanche una!
Mi pare di capire che la legge limita i metalli in cui può essere forgiata la moneta e il taglio delle monete in metalli diversi dal platino.
La roba del platino è una specie di buco normativo in pratica.
 
Il sistema assomiglia ad un aumento dell’emissione di banconote, un esperimento tentato più volte dalle banche centrali in simili circostanze. Ma questa volta il governo utilizzerebbe semplicemente il denaro giù in circolazione, invece di stamparne di nuovo. In questo modo, l’inflazione, almeno in teoria, non dovrebbe aumentare.

Domanda da profano che non ha ancora studiato macro: la cosa non è appunto assimilabile ad emettere nuova liquidità con annesso rischio inflazione?

Non ho capito la parte "il governo utilizzerebbe semplicemente il denaro già in circolazione" :mmmm:
 
Ultima modifica:
Domanda da profano che non ha ancora studiato macro: la cosa non è appunto assimilabile ad emettere nuova liquidità con annesso rischio inflazione?

Non ho capito la parte "il governo utilizzerebbe semplicemente il denaro già in circolazione" :mmmm:

Mi auto-rispondo,dato che ho trovato un articolo in merito sull'Economist del 12 Gennaio ("Toss a coin").

No,non è la stessa cosa perchè le monete sono gestite dal Tesoro,a differenza delle banconote che sono debito gestito dalla FED e compongono la base monetaria. Finchè il Tesoro non spende le monete,queste ultime dunque non sono considerate nella base monetaria.
 
Mi auto-rispondo,dato che ho trovato un articolo in merito sull'Economist del 12 Gennaio ("Toss a coin").

No,non è la stessa cosa perchè le monete sono gestite dal Tesoro,a differenza delle banconote che sono debito gestito dalla FED e compongono la base monetaria. Finchè il Tesoro non spende le monete,queste ultime dunque non sono considerate nella base monetaria.

Si ma che possibilità ha di funzionare se ci pensi un secondo?
 
Si ma che possibilità ha di funzionare se ci pensi un secondo?

Nono,ma io non metto in dubbio che sia una roba improbabile...del resto non ho le competenze per valutarne o meno l'efficacia,era semplicemente una cosa che mi incuriosiva :yes:
 
Nono,ma io non metto in dubbio che sia una roba improbabile...del resto non ho le competenze per valutarne o meno l'efficacia,era semplicemente una cosa che mi incuriosiva :yes:

un espediente per creare del valore... Credo che non se ne parli già più
 
Indietro