Povero Tonino ormai è un appestato...

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

Julius67

methos
Registrato
24/9/07
Messaggi
40.762
Punti reazioni
3.913
neppure ingroia se lo piglia...
 
a fine 2011 pronosticai, su AP, la fine dell' IdV entro il 2012 ... se ho tempo ritrovo il post :yes:
 
Non lo voto da un pezzo, ma devo ammettere che il discorso di oggi in parlamento era da applausi
 
Non lo voto da un pezzo, ma devo ammettere che il discorso di oggi in parlamento era da applausi

Tonino e' uno dei pochissimi che in parlamento nei fatti si e' comportato in modo coerente ed efficace, merita assolutamente di ritornare in parlamento, spero proprio che ci riesca
 
gli italiani sono ingrati

Di Pietro ha fatto saltare la casta politica ladra della prima Repubblica
poi non è colpa sua se ne è arrivata una seconda ancora più ladra e direi anche più incompetente
lui comunque con un piccolo partito è stato il principale oppositore di Berlusconi
adesso per riconoscenza, per un programma farlocco di Report
tutti gli voltano le spalle
ve li scordate altri che si dannano per rimettere a posto i prepotenti
e che raccolgono milioni di firme per importanti referendum
(a IDV dobbiamo quello per il no al nucleare ed alla privatizzazione dell'acqua)
l'Italia si merita in pieno i ladri e senza più un difensore
ingrata!
 
neppure ingroia se lo piglia...
di pietro, fini, casini , mastella , bindi , e d alema sono ormai personaggi lessi che nessun partito dovrebbe candidarli. Bravo ad ingroia che si vergogna di di pietro .
 
Tonino e' uno dei pochissimi che in parlamento nei fatti si e' comportato in modo coerente ed efficace, merita assolutamente di ritornare in parlamento, spero proprio che ci riesca

Di Pietro ha fatto saltare la casta politica ladra della prima Repubblica
poi non è colpa sua se ne è arrivata una seconda ancora più ladra e direi anche più incompetente
lui comunque con un piccolo partito è stato il principale oppositore di Berlusconi
adesso per riconoscenza, per un programma farlocco di Report
tutti gli voltano le spalle
ve li scordate altri che si dannano per rimettere a posto i prepotenti
l'Italia se li merita in pieno e senza più un difensore
ingrata!

Non dovete dirlo a me che l'ho votato per anni.
Tutto vero quello che dite, e aggiungo che ha vinto tutte le cause per diffamazione che ha intentato negli anni 90. Ma si è anche comportato come un padre padrone nel suo partito, si è circondato di personaggi mediocri pensando di poterle controllare e risultandone invece infinocchiato, metre è stato abbandonato da più di un personaggio di carattere accusato di far quello che voleva, ha sostenuto la carriera politica del figlio che è risultato invece molto discusso, è stato abbandonato da più

Dall'ex eroe di mani pulite era lecito attendersi di più. Quello che tuttora mi sorprende è che si sia fatto soffiare da Grillo, che in televisione non ci va, il ruolo di moralizzatore della scena politica italiana, proprio a lui che della moralizzazione è stato il simbolo per eccellenza, sia per mani pulite sia per la continua presenza televisiva in quei panni
Questo veramente continua ad essere un mistero per me.
 
questo però è il periodo in cui va più forte



come zampognaro

.
 

Allegati

  • zampo5.jpg
    zampo5.jpg
    21,6 KB · Visite: 105
...sui miliardi di Alitalia qualche notizia?????....caxxari.....
 
...no..no..chiedo a voi....o devo rivolgermi alla regione lombardia?????....:clap:...che è pieno di gente perbene......

la regione , emilia romagna ,e puglia hanno la formuletta magica : il fatto non sussiste.
 
Di Pietro ha fatto saltare la casta politica ladra della prima Repubblica
poi non è colpa sua se ne è arrivata una seconda ancora più ladra e direi anche più incompetente
lui comunque con un piccolo partito è stato il principale oppositore di Berlusconi
adesso per riconoscenza, per un programma farlocco di Report
tutti gli voltano le spalle
ve li scordate altri che si dannano per rimettere a posto i prepotenti
e che raccolgono milioni di firme per importanti referendum
(a IDV dobbiamo quello per il no al nucleare ed alla privatizzazione dell'acqua)
l'Italia si merita in pieno i ladri e senza più un difensore
ingrata!

di pietro ha scardinato la prima repubblica da magistrato, e lì doveva rimanere secondo me, ma questa è solo la mia opinione.
la sua parabola politica nasce con tangentopoli e muore con quella di berlusconi, è il limite di chi si caratterizza per essere quasi esclusivamente anti-qualcunaltro.
esprimere riconoscenza a un magistrato per il suo operato tramite una carica politica, dopo che è stato in parlamento per gli stessi meriti già 20 anni, è malsano, si dovrebbe a questo punto votarlo per le sue idee, e purtroppo, a quanto risulta, queste sono debolucce agli occhi degli elettori.
 
Indietro