Presa diretta dall'Ucraina

vinkor

Utente Registrato
Sospeso dallo Staff
Registrato
6/3/09
Messaggi
22.620
Punti reazioni
2.339
Leopoli e Kiev nella normalità, le mogli dei combattenti inkazz...perchè i loro mariti sono in guerra da due anni e non ce la fanno più
non vengono sostituiti da altri civili perchè non credono molto alla guerra, se possono la evitano, non c'è corretta informazione
nelle tv locali, pensano che la guerra sia solo dovere di chi sta già combattendo, ma al fronte sono sul punto di cedere per sfinimento

nelle città ci sono giovani che costruiscono droni e ragazze che raccolgono fondi coi quali comprano auto e materiale che mandano
al fronte
tutti si lamentano per le scarse armi di cui dispongono, insomma ne vogliono di più dall'occidente
file di soldati ucraini morti lungo le strade e molti prigionieri che non si capisce che fine fanno
e in queste condizioni provano a lanciare un contrattacco
mi fanno pena ma anche rabbia perchè potevano evitare tutto ciò, bastava dichiarare la neutralità e lasciare in pace il Donbass
 
Ultima modifica:
Leopoli e Kiev nella normalità, le mogli dei combattenti inkazz...perchè i loro mariti sono in guerra da due anni e non ce la fanno più
non vengono sostituiti da altri civili perchè non credono molto alla guerra, se possono la evitano, non c'è corretta informazione
nelle tv locali, pensano che la guerra sia solo dovere di chi sta già combattendo, ma al fronte sono sul punto di cedere per sfinimento

nelle città ci sono giovani che costruiscono droni e ragazze che raccolgono fondi coi quali comprano auto e materiale che mandano
al fronte
tutti si lamentano per le scarse armi di cui dispongono, insomma ne vogliono di più dall'occidente
file di soldati ucraini morti lungo le strade e molti prigionieri che non si capisce che fine fanno
e in queste condizioni provano a lanciare un contrattacco
mi fanno pena ma anche rabbia perchè potevano evitare tutto ciò, bastava dichiarare la neutralità e lasciare in pace il Donbass
Sarebbe stato sufficiente che un criminale (con mandato di arresto pendente), a capo di uno stato sponsor del terrorismo:

- non avesse fomentato rivolte
- non avesse violato la sovranità di un altro stato per rubarsi dei territori

- non continuasse a massacrarli, rifiutando di accettare ragioni, quando ormai ha mezzo mondo contro, e l'altro mezzo che lo prende a strozzo per le materie prime.
 
Ultima modifica:
Sarebbe stato sufficiente che un criminale condannato, a capo di uno stato sponsor del terrorismo:

- non avesse fomentato rivolte
- non avesse violato la sovranità di un altro stato per rubarsi dei territori

- non continuasse a massacrarli, rifiutando di accettare ragioni, quando ormai ha mezzo mondo contro, e l'altro mezzo che lo prende a strozzo per le materie prime.
OGNUNO HA LE SUE IDEE
io la penso diversamente
la Russia non ha fomentato niente, ha solo cercato di proteggere il Donbass dopo 14 anni di bombardamenti da parte del governo centrale ucraino
la Russia ha invaso l'Ucraina per impedire che la NATO vi entrasse e cià avrebbe costituito un grave pericolo per la Russia dato che dal confine ucraino-russo è tutta pianura fino a Mosca e sul confine la NATO poteva installare missili che avrebbero potuto colpire Mosca in due minuti senza poter essere intercettati in tempo

chi non vuol sentire ragioni è Zelensky che in Turchia aveva firmato un trattato di pace coi russi un mese dopo l'invasione, ma venne stoppato dagli inglesi e americani e poi addirittura emanò un decreto che gli proibisce di trattare con Putin
è lui il principale responsabile della distruzione del suo paese, della morte di mezzo milione di ucraini e dell'esilio di otto milioni di suoi concittadini
 
Si sapeva che l Ucraina avrebbe finito i soldati prima dei russi ma per fare i duri e puri hanno negato l evidenza.
Macron ha già fatto capire che gli europei dovranno mandare le loro truppe.
Auguri.
 
In guerra contano i numeri
E putin non aveva sbagliato i conti come qualcuno ha trollato per un anno buono. Noi abbiamo risposto senza uno straccio di strategia e per sola immagine del finchè necessario e slogan da prima elementare
 
OGNUNO HA LE SUE IDEE
io la penso diversamente
la Russia non ha fomentato niente, ha solo cercato di proteggere il Donbass dopo 14 anni di bombardamenti da parte del governo centrale ucraino
la Russia ha invaso l'Ucraina per impedire che la NATO vi entrasse e cià avrebbe costituito un grave pericolo per la Russia dato che dal confine ucraino-russo è tutta pianura fino a Mosca e sul confine la NATO poteva installare missili che avrebbero potuto colpire Mosca in due minuti senza poter essere intercettati in tempo

chi non vuol sentire ragioni è Zelensky che in Turchia aveva firmato un trattato di pace coi russi un mese dopo l'invasione, ma venne stoppato dagli inglesi e americani e poi addirittura emanò un decreto che gli proibisce di trattare con Putin
è lui il principale responsabile della distruzione del suo paese, della morte di mezzo milione di ucraini e dell'esilio di otto milioni di suoi concittadini

Sinceramente sono più interessato alle ragioni per la sicurezza ucraina rispetto a quelle di uno stato che molti hanno descritto mafioso e che è sponsor del terrorismo mondiale. Visti i precedenti, le preoccupazioni dei russi contano zero rispetto a quelle di tutti gli stati confinanti con la Russia.

In pratica tu consideri la richiesta di sicurezza fatta da una cricca di fuorilegge che gia' da 20 anni, secondo il diritto intenazionale e non solo, andrebbero messi al gabbio e buttata la chiave
 
Ultima modifica:
OGNUNO HA LE SUE IDEE
io la penso diversamente
la Russia non ha fomentato niente, ha solo cercato di proteggere il Donbass dopo 14 anni di bombardamenti da parte del governo centrale ucraino
la Russia ha invaso l'Ucraina per impedire che la NATO vi entrasse e cià avrebbe costituito un grave pericolo per la Russia dato che dal confine ucraino-russo è tutta pianura fino a Mosca e sul confine la NATO poteva installare missili che avrebbero potuto colpire Mosca in due minuti senza poter essere intercettati in tempo

chi non vuol sentire ragioni è Zelensky che in Turchia aveva firmato un trattato di pace coi russi un mese dopo l'invasione, ma venne stoppato dagli inglesi e americani e poi addirittura emanò un decreto che gli proibisce di trattare con Putin
è lui il principale responsabile della distruzione del suo paese, della morte di mezzo milione di ucraini e dell'esilio di otto milioni di suoi concittadini
I casi sono due.

1) vivi nel mondo delle fiabe, e la cosa mi dispiacerebbe anche.

2) sei al soldo, in questo caso faresti davvero schifo.
P.s se uno vivesse in Russia sparlando del governo e del suo operato, come fai tu da qui, su occidente/nato/ucraina... avrebbe una vita residua misurabile in ore, probabilmente (chissà perché sto piccolo dettaglio ve lo scordate sempre)
 
Gli ucraini ci mettevano gli uomini e gli occidentali le armi e i soldi.

Era chiaro fin dal principio che gli uomini ad un certo punto sarebbero finiti ma non importava perchè lo scopo non era difendere l'ucraina in quanto la guerra era persa in partenza.

L'obiettivo vero erano i collaterali per russia ed europa.

Un semplice ragioniere l'avrebbe potuto mostrare con un foglio a quadretti e una matita.
 
I casi sono due.

1) vivi nel mondo delle fiabe, e la cosa mi dispiacerebbe anche.

2) sei al soldo, in questo caso faresti davvero schifo.

Non è questione di vivere nel mondo delle fiabe, o di essere al soldo: i fatti sono quelli esposti da Vinkor.

Come è finita la WW2 lo sappiamo, con quali accordi e divisione del mondo in aree di influenza pure, l'occidente si doveva accontentare di ottenere tutto quello che aveva ottenuto a est, che era già tanto. Che l'Ucraina (come pure la Bielorussia) era una linea rossa di cui non sarebbe stata tollerato il superamento, era stato pubblicamente detto, eppure si è insistito.
 
Non è questione di vivere nel mondo delle fiabe, o di essere al soldo: i fatti sono quelli esposti da Vinkor.

Come è finita la WW2 lo sappiamo, con quali accordi e divisione del mondo in aree di influenza pure, l'occidente si doveva accontentare di ottenere tutto quello che aveva ottenuto a est, che era già tanto. Che l'Ucraina (come pure la Bielorussia) era una linea rossa di cui non sarebbe stata tollerato il superamento, era stato pubblicamente detto, eppure si è insistito.
La Nato non si è mai imposta a nessuno.

L'adesione è volontaria.

Poi ovviamente il paese che vorrebbe aderire ha dei requisiti da soddisfare e la sua richiesta dev'essere approvata da tutti i membri dell'alleanza.. ma se il paese X non vuole, non entra.

L'occidente non si è espanso, sono stati i paesi ex patto di Varsavia a voler entrare.

Domanda: perché sono voluti entrare?
Risposta: per non essere tante Ucraine, prima o poi.
 
La Crimea non vuole stare con la NATO.

Invece si pretende di imporglielo.
Ma chi glielo impone? La crimea non è una nazione a sé stante cmq, ma è parte dell'Ucraina. Segue, logicamente, le decisioni del governo (Ucraino).

Le vostre arrampicate sugli specchi sono ridicole.

P.s se l'Ucraina vuole entrare nella Nato, la colpa sempre della Russia è. Rassegnatevi.
 
Ma chi glielo impone? La crimea non è una nazione a sé stante cmq, ma è parte dell'Ucraina. Segue, logicamente, le decisioni del governo (Ucraino).

Le vostre arrampicate sugli specchi sono ridicole.

P.s se l'Ucraina vuole entrare nella Nato, la colpa sempre della Russia è. Rassegnatevi.
Ma lo sa anche lui, dai :D
 
I casi sono due.

1) vivi nel mondo delle fiabe, e la cosa mi dispiacerebbe anche.

2) sei al soldo, in questo caso faresti davvero schifo.
P.s se uno vivesse in Russia sparlando del governo e del suo operato, come fai tu da qui, su occidente/nato/ucraina... avrebbe una vita residua misurabile in ore, probabilmente (chissà perché sto piccolo dettaglio ve lo scordate sempre)
Ci sono altre opzioni.
Una era stata premessa ... la pensa diversamente.
Se poi ritieni che pensarla diversamente sia essere "al soldo e fare schifo" .... praticamente siamo tutti sulla stessa barca.
Chi sta "dall'altra parte del muro" è relativo ... dipende da quale parte sei tu.
 
Indietro