Prestito da amico svizzero

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

airluke

Nuovo Utente
Registrato
26/10/04
Messaggi
4.531
Punti reazioni
242
Ciao, una persona che vive-lavora in italia ha ricevuto da un amico svizzero una somma a titolo di prestito (circa € 125.000 tra il 2002 e il 2005) che finora non ha mai rimborsato.

Periodicamente l'amico svizzero gli manda una contabile con il calcolo degli interessi: gli applica un tasso del 6% e capitalizza gli interessi annualmente.

Facendo l'amico i calcoli in Franchi svizzeri, il debito nel tempo è aumentato oltre che per la capitalizzazione degli interessi anche per un andamento avverso del tasso di cambio.
Al momento il debito ammonta a € 214.277.

Ora mi chiedevo a che legislazione è soggetta il prestito in caso di contenzioso?
Il debitore intende onorare il debito ma pagare solo ciò che è dovuto..
 
se il debitore ha ricevuto dei FSV a suo tempo nella stessa valuta dovrà rimborsare

il 6% annuo in FVS mi sembra abbastanza equo

se il prestito (versamento iniziale) non è avvenuto tramite intermediario autorizzato FORSE la cosa è fuori da legalità fin dall'inizio

questo non significa che il debitore sia autorizzato a tenersi il malloppo, ma che andare in tribunale non gli conviene (e forse non conviene neppure allo Svizzero
 
Ciao, una persona che vive-lavora in italia ha ricevuto da un amico svizzero una somma a titolo di prestito (circa € 125.000 tra il 2002 e il 2005) che finora non ha mai rimborsato.

Periodicamente l'amico svizzero gli manda una contabile con il calcolo degli interessi: gli applica un tasso del 6% e capitalizza gli interessi annualmente.

Facendo l'amico i calcoli in Franchi svizzeri, il debito nel tempo è aumentato oltre che per la capitalizzazione degli interessi anche per un andamento avverso del tasso di cambio.
Al momento il debito ammonta a € 214.277.

Ora mi chiedevo a che legislazione è soggetta il prestito in caso di contenzioso?
Il debitore intende onorare il debito ma pagare solo ciò che è dovuto..
e cosa è solo ciò che è dovuto?
se gli interessi sono stati stabiliti d'accordo prima del prestito, se nulla è stato scritto sul cambio, mi sembra logico che chi ha fatto il prestito che so, magari di 100.000 franchi, non accetti di riaverne solo 80.000 perchè il cambio è variato. Ne vorrà 100.000 di franchi più gli interessi.
 
In effetti il 6% lo ha stabilito il creditore.
Per quanto riguarda la valuta, mi pare che il debitore non abbia ben compreso il rischio cambio.
Quanto alla capitalizzazione che mi dite?
 
6% sui franchi svizzeri è molto alto come interesse.
Accordati e gli dai tutto il dovuto ma con interessi più bassi.
 
6% sui franchi svizzeri è molto alto come interesse.
Accordati e gli dai tutto il dovuto ma con interessi più bassi.
6% in fsv dovrebbe corrispondere a un 9 o 10% in euro

sicuramente meno di quanto chiede una banca o una finanziaria
 
6% sui franchi svizzeri è molto alto come interesse.
Accordati e gli dai tutto il dovuto ma con interessi più bassi.

Dipende da che tipo di prestito è e che "garanzie" ha dato.
Ma il tasso era stato concordato prima? Comunque leggo che periodicamente il creditore manda una nota con gli interessi contabilizzati, quindi il debitore ne è a conoscenza da tempo e visto che parli di un rapporto di amicizia, mi pare fuori luogo eccepire dopo 8 anni che il tasso è alto.

Per il "foro" competente, l'accordo dove è stato concluso?
In mancanza di elementi certi chissà se si può arrivare a presumere che sia stato concluso in Svizzera, sulla base del fatto che il prestito era in CHF?
 
Grazie intanto, mi sa che devo indagare meglio...
 
Ciao, una persona che vive-lavora in italia ha ricevuto da un amico svizzero una somma a titolo di prestito (circa € 125.000 tra il 2002 e il 2005) che finora non ha mai rimborsato.

Periodicamente l'amico svizzero gli manda una contabile con il calcolo degli interessi: gli applica un tasso del 6% e capitalizza gli interessi annualmente.

Facendo l'amico i calcoli in Franchi svizzeri, il debito nel tempo è aumentato oltre che per la capitalizzazione degli interessi anche per un andamento avverso del tasso di cambio.
Al momento il debito ammonta a € 214.277.

Ora mi chiedevo a che legislazione è soggetta il prestito in caso di contenzioso?
Il debitore intende onorare il debito ma pagare solo ciò che è dovuto..

Questo e' da 6 anni che non paga e adesso fa le pulci sul cambio ? :specchio:
 
Indietro