Problema con successione

peter1970

Nuovo Utente
Registrato
8/11/02
Messaggi
14
Punti reazioni
1
Ciao, vi posso sottoporre un dubbio che mi è stato girato da una mia amica a cui non saprei proprio cosa rispondere.
Allora il padre del marito (persona anziana) ha stipulato con una finanziaria un prestito di circa 5.000 Euro da restituire a rate + interessi. In più ha una carta revolving sulla quale deve pagra circa 2.900 Euro. Ora purtroppo questa persona è gravemente malata. Nel caso venisse a mancare che cosa succede a questi debiti ??? Il marito della mia amica (il figlio di chi ha contratto il debito ed eventuale erede) che oblighi avrebbe verso queste 2 finanziarie.
Spero di aver spiegato bene il problema e ringrazio fin da ora chi mi risponderà.

CIAO PETER
 
peter1970 ha scritto:
Ciao, vi posso sottoporre un dubbio che mi è stato girato da una mia amica a cui non saprei proprio cosa rispondere.
Allora il padre del marito (persona anziana) ha stipulato con una finanziaria un prestito di circa 5.000 Euro da restituire a rate + interessi. In più ha una carta revolving sulla quale deve pagra circa 2.900 Euro. Ora purtroppo questa persona è gravemente malata. Nel caso venisse a mancare che cosa succede a questi debiti ??? Il marito della mia amica (il figlio di chi ha contratto il debito ed eventuale erede) che oblighi avrebbe verso queste 2 finanziarie.
Spero di aver spiegato bene il problema e ringrazio fin da ora chi mi risponderà.

CIAO PETER
per non subentrare nei debiti dovrà rinunciare all'eredità, a tutta l'eredità!!!
Quindi dipende cosa c'e nell'attivo ereditario, se ci sono immobili o comunque valori attivi notevoli dovrà sorbirsi anche i debiti.
Così, molto schematicamente.
 
peter1970 ha scritto:
Ciao, vi posso sottoporre un dubbio che mi è stato girato da una mia amica a cui non saprei proprio cosa rispondere.
Allora il padre del marito (persona anziana) ha stipulato con una finanziaria un prestito di circa 5.000 Euro da restituire a rate + interessi. In più ha una carta revolving sulla quale deve pagra circa 2.900 Euro. Ora purtroppo questa persona è gravemente malata. Nel caso venisse a mancare che cosa succede a questi debiti ??? Il marito della mia amica (il figlio di chi ha contratto il debito ed eventuale erede) che oblighi avrebbe verso queste 2 finanziarie.
Spero di aver spiegato bene il problema e ringrazio fin da ora chi mi risponderà.

CIAO PETER

E' necessario verificare se il padre ha firmato qualche fidejussione a garanzia dei prestiti ottenuti : se positivo, la fidejussione coinvolge tutti gli eredi.
Indipendentemente dall'esistenza di garanzie, è possibile accettare l'eredità con il beneficio d'inventario. Sarebbe opportuno consultare un notaio in merito, il quesito è generico e come tale dà adito a risposte generiche.
 
cmq ste finanziarie prenderanno i soldi dall'assicurazione...e da noi...e va be'

il rischio decesso e' un costo loro non ns



il decreto ingiuntivo non te lo fanno xche' gli costa troppo

tenterei una mediazione
 
cleopatra758 ha scritto:
E' necessario verificare se il padre ha firmato qualche fidejussione a garanzia dei prestiti ottenuti : se positivo, la fidejussione coinvolge tutti gli eredi.
Indipendentemente dall'esistenza di garanzie, è possibile accettare l'eredità con il beneficio d'inventario. Sarebbe opportuno consultare un notaio in merito, il quesito è generico e come tale dà adito a risposte generiche.

Ok grazie della risposta, chiedo alla mia amica se suo suocero ha firmato delle fidejussioni.
Scusa se il quesito è generico ma io ho cercato di riportare tutte le informazioni in mio possesso.
Effetivamente il dubbio della mia amica (esasperata dalla situazione) è ma se io SMETTO di pagare le rate del prestito o della carta revolving (una volta venuto a mancare suo suocero) cosa succede ???? Cosa succede a suo marito / sua suocera, eredi???

Altra domanda controllando l'estratto conto della revolving abbiamo visto che la banca gli applica un tasso del 1.6 % al mese ....... (fanno circa il 19 all'anno KO! KO! KO! non è tasso da USURA).

CIAO E GRAZIE DELLE RISPOSTE PETER
 
Consiglio di consultare la documentazione.
Alcune volte anche in caso di prestiti con finanziarie vengono proposte delle formule assicurative il cui premio viene pagato alla stipula del contratto di finanziamento che prevedono che in caso di morte o anche di perdita di lavoro non debba essere rimborsato il prestito dagli eredi.
 
peter1970 ha scritto:
Ciao, vi posso sottoporre un dubbio che mi è stato girato da una mia amica a cui non saprei proprio cosa rispondere.
Allora il padre del marito (persona anziana) ha stipulato con una finanziaria un prestito di circa 5.000 Euro da restituire a rate + interessi. In più ha una carta revolving sulla quale deve pagra circa 2.900 Euro. Ora purtroppo questa persona è gravemente malata. Nel caso venisse a mancare che cosa succede a questi debiti ??? Il marito della mia amica (il figlio di chi ha contratto il debito ed eventuale erede) che oblighi avrebbe verso queste 2 finanziarie.
Spero di aver spiegato bene il problema e ringrazio fin da ora chi mi risponderà.

CIAO PETER

io farei una cosa di questo tipo: donazione (zitti zitti) agli eredi ora che è vivo rispettando le quote di leggittima... (al massimo lasciando a lui l'usufrutto sugli immobili)
nel caso di decesso rifiuto dell'eredità...... non ci dovrebbero essere problemi. Naturalmente a patto che la finanziaria non venga a sapere della manovra e faccia un'azione conservativa (che cmq gli costerebbe troppo).
avvocati che dice c'è cmq qualche appliglio?
 
arimiao ha scritto:
io farei una cosa di questo tipo: donazione (zitti zitti) agli eredi ora che è vivo rispettando le quote di leggittima... (al massimo lasciando a lui l'usufrutto sugli immobili)
nel caso di decesso rifiuto dell'eredità...... non ci dovrebbero essere problemi. Naturalmente a patto che la finanziaria non venga a sapere della manovra e faccia un'azione conservativa (che cmq gli costerebbe troppo).
avvocati che dice c'è cmq qualche appliglio?


se non ci sono ipoteche la fin. si attacca al tram....la tua soluzione pare corretta
 
Indietro